Fast Cupcakes. I cupcakes che più veloci non si può

Must Try

Paccheri, melanzana, feta e menta

Una ricetta facile, veloce e gustosissima. Il profumo della menta esaltata dalla melanzana fritta e l'invadenza perfetta della feta. Un primo piatto che ti stupirà.

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

Il poolish

Il poolish, altrimenti detto biga liquida, serve per consumare pochi grammi di lievito di birra. Un altro modo per consumare meno lievito e ottenere dei...

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

 

(dalla foto si evince immediatamente che sono stati fatti di fretta. Così tanto per ribadire quello che lapalissiano è. Fa caldo e si vaneggia ancor di più, sì)

Questa ricetta è della pasticciera Valentina Gigli che imperversa su Alice. E questo psuedopostricettoso trascritto a febbraio e ritrovato nei meandri dell’archivio insieme ad altri, giusto adesso. Sì. Credo di aver davvero trascurato questo luogo per troppo tempo. Ogni volta che sono spaparanzata sul letto e lei comincia ad agitare il suo leccapentole sto lì ferma con lo sguardo furbo e attento da cernia lessa e non mi muovo salvo quando dice “Ingredienti”. Afferro il primo foglio o telefono o pc o mano e scrivo a caso. Quindi le proporzioni potrebbero pure non essere esatte. Mi sento in dovere quindi di dirvi che non sono malaccio questi cupcakes ma che se lo fossero non è colpa della Gigli ma del mio neurone poco scaltro nel non essersi organizzato per tempo con taccuino e penna. I mezzi di fortuna di quella sera hanno registrato i seguenti ingredienti.

La Ricetta

Ingredienti per 12 cupcakes circa:

  • 180 grammi di burro a temperatura ambiente
  • 180 grammi di zucchero semolato
  • 180 grammi di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 80 grammi di latte intero
  • 3 uova
  • estratto di vaniglia

Sbattere zucchero e burro insieme fino ad ottenere un composto che più cremoso non si può. Ottenuto questo le uova andranno versate ad una ad una ( AD UNA AD UNA*tono minaccioso) . Dopo aver setacciato farina e lievito verranno ambedue aggiunti al composto burrouovoso con i famigerati movimenti dal basso verso l’alto. Aggiungere latte e vaniglia (chi usa vanillina verrà colpito immediatamente con un  mattarello in testa ma anche  a caso su un arto superiore o inferiore a scelta). E girare girare dolcemente dolcemente.

Diviso l’impasto in circa 12 formine ( che Valentì mica abbiamo tutti i tuoi stampini uffa. In quelli classici di alluminio tondi vengono qualcosina in meno. Così senza un perchè. Lamentarsi è un hobby qui in casa. Soprattutto per le inezie) e in forno a 180 per venti  minuti.

Ora i cupcakes si possono decorare con la glassa, la pasta di zucchero, la pasta di marshmallows e solo il cielo sa cosa ma il cioccolato fondente pare essere la scelta giusta quando si ha fretta. E stracaldo, maledizione.

Non che interessi ma io faccio sciogliere nel micro per due minutini tavolette di cioccolato fondente lindt e amen (ho scoperto da poco che la gente si perplime non poco davanti  alla fonduta nel micro. La leggenda metropolitana del solobagnomaria imperversa più delle gladiators questa estate a quanto pare) .

Fiorellini di zucchero e palline argentate buttate a caso e via.

Via a lamentarsi che fa davvero troppo troppo troppo caldo.

Forse potrebbe interessarti leggere...

8 COMMENTS

  1. […] 19 Luglio- Piovono Update e non polpette purtroppo: La cucina ha riaperto perchè qui si è scaltre e sagaci e si sa bene quando è tempo di riaccendere il forno a 200 gradi per provare un po’ di refrigerio in queste freddissime serate estive. La ricetta dei cupcakes velocichepiùvelocinonsipuò con ingredienti presi a caso durante il farfugliamento della Gigli su sky la trovate qui. […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Le polpette di melanzane di mamma

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le Ricette di Mamma – Siciliane a base di pesce

Ti racconto alcune delle ricette siciliane che mia mamma prepara da sempre. Delle preparazioni che non sono solo piatti ma scrigni di ricordi, giorni e vita. Un tour tra cuore e tavola.

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

More recipes like this