Home / America  / Festa del Ringraziamento

Festa del Ringraziamento

Doverosa introduzione: Da wikipedia vengo a conoscenza che alcuni giorni prima del Giorno del ringraziamento alla Casa Bianca si svolge la tradizionale cerimonia della grazia presidenziale a due tacchini, nota come National Thanksgiving Turkey Presentation. No. Non ho sbagliato a digitare. Avete capito bene.

 Risale al 1963 e ne fu artefice John Fitzgerald Kennedy che scelse di non cucinare il tradizionale tacchino donato al Presidente dalla National Turkey Federation .  Dal 1989 uno dei tacchini graziati apre la parata sulla Main Street di Disneyland poi entrambi vengono trasferiti nel ranch di Frontierland, nel parco stesso. Nonostante alla parata partecipi solo un tacchino in realtà  ne vengono graziati due nell’eventualità che uno dei due non riesca ad arrivare vivo alla parata sano e salvo (suppongo ci siano dei veri e propri bodytacchiniguards) . A partire dal 2005 il trasferimento da Washington D.C a Los Angeles avviene con un volo di prima classe della United Arlines. Con tanto di aitanti gallinellehostess pronte a servir loro qualsiasi tipo di servizio. A partire dal 2003 i cittadini americani sono invitati a scegliere il nome dei tacchini votando sul sito della Casa Bianca: dopo il primo sondaggio furono battezzati Stars e Stripes, negli anni successivi Biscuit e Gravy, Marshmallow e Yam, Flyer e Fryer, May e Flower, Pumpkin e Pecan. Nel 2009, il presidente Barack Obama grazia il tacchino “Courage”. Inutile dirvi che qui si freme per la curiosità e si vorrebbe partecipare attivamente al sondaggio. Io vorrei chiamarli: Rabbid e Gnome. Fine della doverosa introduzione.

  

Per via del libruncolo in elaborazione  fumetti/foto/ricette/racconti/novelle grafiche/nani da giardino e una roba che non dico perchè almeno una sorpresa vorrei riuscire a farla mi documento incessantemente sugli usi e costumi e bikini delle tradizioni culinarie e non. Che potrebbe significare tutto e niente e difatti. E finire la frase troncata con un punto e cominciare con “E” è una di quelle mie passioni irrinunciabili quanto i broccoli bolliti. E le fave, ultimamente.

Durante queste ricerche il supporto del nippotorinese è fondamentale. Fosse solo perchè io sto alla ricerca come il parmigiano sulla pepata di cozze. Mi perdo tra le immagini  e i deliri. Quando sarebbe richiesta un minimo di serietà  prendo il moleskine con lo storyboard e comincio a disegnare vignette che mi frullano in testa. Se stiamo cercando “Carnevale brasiliano” a me viene in mente uno che poggia cupcakes su una tomba;  per far capire un po’ come vanno le cose insomma.

Della festa del Ringraziamento a noi importa pressochè nulla. L’idea però di quel tacchino ripieno è  un po’ insita dentro ognuno di noi. Ammetto che l’immagine di Placido in uno squallidissimo Trailer di Cinepanettone che sevizia il povero pennuto facendo delle chiare allusioni sessuali sino ad oggi rimane per me una turba psichica non indifferente. La popolazione italiana dovrebbe disporre di una legge che non consenta la messa in onda durante la stagione natalizia di questi trenta secondi  di volgarità inaudita. Meglio un balletto di Domenica Cinque, che è tutto dire. O un primo piano/doccia al grande fratello della prima donzella perizomata.

Avevo voglia di omaggiare a modo mio la ricorrenza americana che quest’anno, essendo il quarto giovedì di novembre, cade proprio oggi . L’intenzione era quella di fare qualcosa di tacchinoso e complice la forminapennuta comprata tempo fa alla Rinascente nella meravigliosa confezione ” 100 formine” tutta tronfia mi aggiravo saltellando felice non poco di poter fare il tacchino arrosto pure io. Ma il tacchino biscottoso.

Quando ho preso Alice di Novembre e  visto la Gigli mostrare i suoi per poco mi è prendeva un colpo proprio come  a Cey nello scoprire che un’idea natalizia si fosse materializzata tra le pagine della rivista.  Dobbiamo arrenderci forse all’evidenza e aprire un’attività di preveggenza culinaria con un tavolino a tre piedi e una palla stroboscopica di vetro disco anni 70 dove poter leggere interiora di agnello e trippa di vitello.

Non ho seguito la ricetta della Gigli perchè avevo voglia di far provare alla mia mamma i biscotti allo sciroppo d’acero e noci proprio perchè ne va ghiotta. Di entrambi gli ingredienti. Ho seguito quindi la ricetta di “Oggi Cucino io-Biscotti” della Mondadori.

Le dosi sono per 20 Tacchini biscottosi circa: 125 grammi di burro, 100 grammi di zucchero, 2 cucchiaini di zucchero di canna, 2 cucchiaino di sciroppo d’acero, 1 cucchiaino di caffè liofilizzato, 60 grammi di noci tritate finissimamente, un pizzico di sale.

Procedimento: Lavorare il burro e i due tipi di zucchero con lo sciroppo d’acero in una terrina capiente con uno sbattitore elettrico ad alta velocità fino ad ottenere una crema. Incorporare la farina, il caffè e le noci con un pizzico di sale fino a formare una palla morbida. Rovesciarla su una superficie leggermente infarinata e lavorarla fin quando sarà liscia. Darle la forma di un disco e avvolgerla nella pellicola trasparente. Lasciarla quindi riposare almeno 30 minuti in frigorifero. Il forno va preriscaldato a 190 gradi. Imburrare le piastre e infarinarle un po’. Stendere la pasta e ritagliare i nostri tacchini. Qualora non si abbia la formina sarà davvero semplicissimo far tutto con il coltello ( o preventivamente disegnarne uno su un cartoncino e seguire quelle linee). Trasferire quindi i tacchini biscottosi sulla teglia/piastra e farli cuocere al massimo per dieci minuti. Sono molto sottili come biscotti e si deve prestare davvero tantissima attenzione perchè cuociono immediatamente. A me sono morti circa 5 tacchini dentro il forno.

Con il marzapane o la pasta di zucchero si procederà a piacimento per completare l’opera tacchinosa.

Io non ho resistito e ho dovuto fare una prova pavone per la mia Ica. Devo assolutamente perfezionarmi così che possa per il nostro incontro sperare di fare una buona impressione presentandomi con tanti biscotti pavonosi. Insomma Ica qui si sogna sul serio la festa Artusiana con te. Ma anche tutte le altre feste del calendario, sia chiaro.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
26 COMMENTS
  • Trill 25/11/2010

    Tu sei pazza 🙂 e io ti adoroooo
    PRIMA!
    aahahhhahaha

    Buongiorno

  • Andrea 25/11/2010

    Buongiorno Giulia ! Come stai?
    La Gigli non mi piace affatto mentre tu sei spettacolare
    Grazie per aver risposto alla mia mail 🙂
    Credevo che impiegassi più tempo perchè l’altra volta la risposta arrivò solo dopo 2 mesi ahahahah

    Buona festa del ringraziamento

    • maghettastreghetta 25/11/2010

      Ciao Andrea ti auguro la buona serata perchè come vedi sono purtroppo in leggero ritardo.
      Sto benissimo e quest’aria natalizia non può che rendermi felice.
      Mi dispiace sempre per il ritardo *sonovergognosalo so *rido disperata.
      tu ? come stai?
      Un bacione
      ( La Gigli ha quell’aria un po’ saccente che potrebbe disturbare ma sinceramente la seguo con piacere alla fine. Molto meglio di Santin, cielo)

  • Rita 25/11/2010

    Buongiorno Giulia! E’ sempre un piacere leggerti

  • Wish aka Max 25/11/2010

    Anche stavolta mi hanno fregato… 🙁 Ma riuscirò ad arrivare uno! Più tardi leggerò e commenterò…

  • veephobia 25/11/2010

    buona festa del tacchinamento *__*///~
    io preferisco di gran lunga i biscotti tacchinosi al tacchino ripieno vero e proprio. i volatili non li mangio volentieri, nònò.
    mica la sapevo la storia del graziamento (??) del tacchino, vedi? c’è sempre da imparà qualche cosa…lo dico sempre io.
    12346457899662baci :*

    piesse: mi si sta sgonfiando la faccia, perfortunasisisi. in compenso non mangio quasi niente da lunedì, ho una fame che abbaio e sto delirando. ah non so nemmeno se ho la febbre. *va a misurarla dopo* comunque direi che va meglio, non devo prendere aulin/oki/brufen ogni 2 ore per il dolore…ma poi non voglio andare dal dentista…c’ho pauraaaaaaaaaaaaaaaaah TOT *grida, batte i piedi ect.ect.

    • maghettastreghetta 25/11/2010

      La storia del tacchino/tacchini salvato/i è a dir poco esilarante soprattutto perchè immaginare due tacchini nella first class in volo è una di quelle cose che mi rallegra le giornate più buie.
      Come mai non mangi pennuti? per gusto? per impressione negativa? (cielo sono una pettegola !)

      Ma come non mangi? neanche zuppette? brodini? frullatini frullatosi? DEVI MANGIARE!
      Il dentista è un must. E fortuna vuole che tu non abbia visto the dentist . vero? vero che non l’hai visto? *faccia spaventata.
      Invece non devi cucciola!
      Va coraggiosa e impavida. Stoica e senza remore e remi e barche e aiuto sto partendo verso il delirio.
      Il mio nano, io e i conigli e DAnbo saremo con te!
      Pure Hello KItty.
      Io ho un dentista santo cielo bello più di richard gere.
      Il segreto è saperlo scegliere. Ascolta la tua vecchia cara zia mag sicula.
      E baciami.
      Tanto.
      1230182381238123812381238 baci e saluti a mamma e papà che diciamolo voglio bene *_*

  • Martina 25/11/2010

    🙂 Sei forte!

  • Lisa 25/11/2010

    ahahahahah bellissimi! ma quello che mi viene all’occhio è l’ideogramma giapponese sulla maglia del nippotorinese, nel caso nn si capisse che è lui! ;-D nn oso immaginare cosa voglia dire! ;-D baciiiiiiiiiii focacciosi!

    • maghettastreghetta 25/11/2010

      Focaccina mia *le salta addosso e la bacia.
      Il fatto che tu lo abbia notato è una cosa bella, sai?
      In realtà significa Ti amo.
      Ho scritto proprio una roba romantica perchè credevo che nessuno se ne accorgesse.
      Ma non la mia amata focaccina!
      :*

      • Lisa 26/11/2010

        ;-D noto tutto io!
        come sei dolce focaccina!
        e lui è proprio un nippotorinese fortunato! ;-*

  • Alessandra 25/11/2010

    Da bambina avevo la fattoria parlante (per chi fosse scampato a questo trauma la fattoria parlante era un gioco a corda che riproponeva i vari versi degli animali). Ricordo di averci giocato per ore ma sempre cauta e attenta a non beccare il tacchino e il coyote! Il verso del tacchino era da far accapponare (in effetti il cappone dovrebbe essere parente del tacchino…o no??)la pelle mentre il coyote era così verosimile che pur non sapendo io a tre anni cosa fosse un coyoite ne avevo una paura folle! Ma il mio masochismo già dava segni di comparsa all’epoca per cui se giocavo da sola nella mia cameretta erano banditi tacchino e coyote ma se giocavo in cucina con mamma allora mi facevo coraggio e facevo sempre in modo di ascoltare tacchino e coyote a ruota libera tant’è che, pensando la cara donna che io avessi una passione sfrenata per l’orrendo pennnuto, mi regalò a Natale un pigiama con un tacchino in petto (ovviamente disegnato)!
    Ho odiato Babbo Natale per anni a causa del pigiama con tacchino che, preso anche di due misure più grandi, mi sono portata dietro per circa tre anni!
    A 6 anni ho fatto pace con babbo natale dato che il pigiama mi arrivava appena alle ginocchia e così, per rimpiazzare il presunto amato pigiama me ne regalò uno nuovo tutto rosa (come dovrebbe essere ogni pigiama per bambina che si rispetti). Lo so che la domanda nasce spontanea….”ma non lo sapevi dire a tua mamma che avevi paura del tacchino?” e la risposta è ancora più semplice…com’era giusto che fosse me ne vergognavo!
    Stimo comunque molto i tuoi tacchini pavonosi! Devono essere buonissimi!!
    E tu sei la mia genietta!!!

    • maghettastreghetta 25/11/2010

      A te non va di aprire un blog anche privato solo per me vero?
      No perchè a me piace sul serio leggerti.
      E i tuoi racconti.
      ( e costi quel che costi adesso devo avere un pigiama con un tacchino sul petto )
      Grazie Ale. Grazie perchè mi regali sempre tante righe adorabili. Un abbraccio fortissimo tacchinella bellissima mia (ok la smeetto *va via bofonchiando “matacchinaellaèbelloperò)

  • Wish aka Max 25/11/2010

    Turkey-killer che non sei altro! Tutta quella sbrodolata sui tacchini da salvare, salvate i tacchini, non uccidete i tacchini e poi? 5 morti carbonizzati… Allora dillo che stai con Al Quaeda…

    • maghettastreghetta 25/11/2010

      Schizzi di sangue marzapanoso ovunque e glassa spiaccicata sulle mura del forno. Grida tacchinose e scene splatter in cucina.
      Un tacchinicidio così non si vedeva da anni
      (ma ne vogliamo parlare del viaggio in prima classe dei due tacchini? sul serio. ne vogliamo parlare? )
      baci tacchinosi
      turkiss *_* fico !

      • Wish aka Max 26/11/2010

        Ho sguinzagliato un manipolo di turkey-investigators che sono tornati con una vecchia copia del Washington Post nel becco. Per tua comodità ti allego il link alla versione elettronica
        http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2007/11/20/AR2007112002331.html?sub=AR&sid=ST2007112002354
        Believe it or not, NON è stato Kennedy il primo a concedere la Grazia Presidenziale ufficiale ai tacchini!!! Kennedy si è limitato a dire “bah, lasciamolo vivere” e a spedirlo in un ricovero per animali…
        Alcuni sostenevano addirittura che fosse Truman l’iniziatore della grazia (il che apparirebbe abbastanza ossimorico, concedere la grazia ad un tacchino dopo che hai autorizzato il decollo di Enola Gay….), ma non è stato neanche lui, anzi sembra che se li mangiasse con gusto.
        Dopo Kennedy, che abbiamo già appurato non essere l’iniziatore, nel 1987 Reagan deviò l’attenzione da una domanda in merito alla grazia da concedere a Oliver North dopo il caso Iran-contras facendo una battuta sulla grazia concessa al tacchino Charlie, che era già in viaggio verso uno zoo.
        Da quel momento la cerimonia di regalo del tacchino cessò e i pennuti vennero inviati direttamente agli zoo di cui sopra, e in fin dei conti graziare un tacchino che NON HA COMMESSO ALCUN CRIMINE apparirebbe bizzarro. Ma una grazia presidenziale è una grazia presidenziale, e pertanto se vogliamo risolvere una volta e per sempre questo mistero degno di Orwell, diremo che nel 1989 il mitico George W. H. Bush (Bush senior, per capirsi), davanti al tacchino ebbe a dire: “Costui non finirà su nessun tavolo da pranzo, non questo ragazzo! Con effetto immediato, gli attribuisco una grazia presidenziale!”

        E da allora i tacchini graziati furono spediti a Disneyland per aprire la parata…

        🙂

  • spazillimiti 26/11/2010

    OH
    MIO
    DIO

    partirò dalle cose fondamentali:
    1. in via sorbelli abbiamo.. rullo di tamburi.. una palla di natale a forma di PALLA STROBOSCOPICA! così, so che apprezzerai.. e attendo di averne una vera perchè un amico ha detto che me l’ha presa e se è uno scherzo è un uomo morto! HAHAHAHhahahaha….

    2. amo anche io i broccoli, parliamone..

    3. io ho fatto un “vero” ringraziamento coi miei studenti americani qualche anno fa.. con tacchino ripieno, gravy, mashed potatoes ecc… gnaaaaaa! inutile dire che AMO l’inutilità di questi riti-feste-cose americane.. haha e il nome ai tacchini?!?! fantastici!

    e poi…mi sono dilungata perchè sto male e sono emozionata… ma……….. MAAAAAAAA….
    I B I S C O T T I P A V O N IIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!

    *_* *_* sappi che:

    1. li linkerò in ogni dove e diventerai famosa buahahaha

    2. ti amo è definitivo

    3. hai vinto, cioè i biscotti?!?!? cioè.. ah non ce la faccio.

    ailoveiuuuu iaia <3

    • maghettastreghetta 29/11/2010

      Leggo solo adesso Ica mia e procedo per punti pure io al fine di non confondermi o perlomeno provarci
      1) Ti prego devo saperne di più sulla palla stroboscopica
      2) i broccoli lessi con un po’ di limone e sale. credo che siano in assoluto i miei preferiti .
      ti prego parliamone e strafoghiamoci la prima volta con questa meravigliosa pietanza sottovalutata
      3) perchè non sono stata una tua studente? dimmi che possiamo sempre farlo.
      TI PREGO
      4) sonoemozionatapureioeiaiavergognaecco.
      5) che ti amo è definitivo già da un po’ sisisisisisisis
      6) preparerò biscottipavone e tortepavone e cupcakepavone e farò pure palle stroboscopiche alla luce dei nuovi fatti.
      Tutto per Ica
      ailoviusomach.
      ma che poi quando mi sentirai parlare in inglese mi mollerai 323910238 ceffoni in faccia già lo so.
      perquestomotivononlofaromai*fubbba iai

      regia una valanga di cuori pavonosi subito !

      • spazillimiti 12/12/2010

        ODDIOOO anche io ho letto solo ora maledizione come si fa? ti rispondo e aspetto 2-3 mesi quando lo vedrai? dai sì che sono super indietroooooooooo qua con la questione blog.. uff.. e ora lo stavo spulciando alla ricerca di RICETTE PER BISCOTTI! (i need you my iaialove)..

        ma andiamo per gradi!

        1. sìsì abbiamo una minipallina stroboscopica natalizia appena al mobiletto del bagno perchè è la stanza più affollata in casa nostra ^_^ ed è ufficiale.. è in arrivo una vera palla da discoteca..bisognerà poi trovare il modo di farla roteare.. come? come?? ce la faremo! ahhh e cupcakes a forma di palla stroboscopica.. secondo me SI PUO’ FAREEEE! <3

        2.gnam gnam pronta a strafogarmi di broccoli e di tutte le cose cavolose che vuoi 🙂

        3. RIMEDIEREMO! ovvio!

        4. <3

        5. <3 <3 ricambioooooooooo <3 <3

        6. nonvedol'oraaaaaaa!! uff! più pavoni per tutti pleaseeeeeeeee!!!

        furbetta mia.. una valanga di baci proprio oggi per il tuo meraviglioso compleanno, meravigliosa donnina <3
        ailovyousemprepiù!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi