Home / Dolce  / Muffin Pere e Cannella

Muffin Pere e Cannella

Non è perchè fa tendenza esserlo che importa nulla qui. Ma irrimediabilmente geek il kinect non poteva non varcare la soglia di casa. E ritrovandoci ad avere un tigrotto da accudire come se i Rabbids, i nani da giardino e la malefica gatta non bastassero, ci sentiamo un po’ carichi di tutte queste responsabilità. Il ricordo di Baka, il cane killer di pet society perito dopo due ore di gioco fa ancora male. Ma nessuna gallina maltrattata in una fattoria abbandonata. Mi ero registrata solo per comprare il nano da giardino, chiaramente. Nessuna attrattiva poi.

Nonostante Smurfs sia obiettivamente carino dal punto di vista grafico e abbia il suono del cinguettio talmente reale che ti vien voglia di sparare al primo oggetto in movimento fuori dalla finestra. Sperando sia il volpino del vicino di casa che non smette di abbaiare alle piante ma questa è un’altra storia. Il fatto è che la domenica io non ticchetto sul computer o su qualsiasi touch anche se il samsung galaxy sembra essere prepotentemente necessario dopo l‘ipad. Però devo farlo. Perchè è un muffin speciale questo. Doveva essere in realtà un Muffin alle fragole, cannella, broccoli e ciliegie con un pizzico di fichi ma. Aspetterò di dosare bene questi ingredienti per partorire il Muffin Tuppete. E’ uno stupidissimo Muffin Pera e Cannella, parente lontano dell’imminente nascita del Muffin Tuppete. E’ incomprensibile ai più me ne rendo conto ma non lo è per Darsch e Valefatina.  Perchè in quel Tuppete, diventato un aggregatore Tuppete.net  c’è un’amicizia. Di quelle che nascono in rete e che cementano nel cuore e rimangono e perdurano. E’ come se avessi fatto le elementari insieme, diviso la merenda nel cestino e sproloquiato su un traghetto mentre vai a trascorrere una settimana in quella casa in affitto per le vacanze. Dove discuterai perchè la pasta non la mangi ogni giorno, nel bagno ci stai troppo ma non importa, santo cielo rilassati e non pulire gli interstizi delle piastrelle siamo in vacanza. Di quelle vacanze tra amici che si trasformano in deliri comici da raccontare ai nipoti ma anche ai passanti.

Non avevo le ciliegie,i broccoli e le fragole. Avevo un Rabbid affamato tanto quanto il nippotorinese voglioso di pera e cannella. E mentre passavo il tempo a leggere life e guardare le foto dei grandi con i miei occhiali finti sbirciavo i muffin in forno e pensavo a voi. A ieri. A quello che è stato ed è quasi ovvio dire a quello che sarà.

A quest’asse nord-centro-sud che raggruppa un tuppete attraverso 140 , 160, 1391293182 caratteri. Dove in mezzo ci sta niente eppure tutto. Dove un muffin diventa la speranza di una guarigione e una preparazione ad un nipote lontano che sai verrà. In qualunque modo verrà perchè è così che deve essere. Dove un muffin assume i contorni di tutte le speranze per la felicità suprema. Offrirlo, prepararlo, mangiarlo. Insieme. Tutto un impasto di diversità e ingredienti e sforni. Sforni quello che sei e vorresti essere. Un po’ più gonfio, un po’ più alto, un po’ più crudo, un po’ più soffice. Infili uno stuzzicadenti e sentenzi se è pronto o no.

Ti vesti da Gourmet e decreti cosa sia meglio o cosa no ben sapendo che neanche tu sai perchè indossi quel grembiule con tre stelle Michelin. E che forse non è necessario averne tre di stelle. Non è necessario raggiungere la perfezione e che a volte un muffin è buono comunque. E non è accontentarsi. E’ semplicemente cercare di essere un muffin felice. E lo sarà felice quando sarà tuppete. E a quel tuppete ci siamo davvero vicini.

A chi interessasse un semplice Muffin Pera e Cannella qui trova la ricetta. Ma la verità è che questo non è davvero un semplice Muffin Pera e Cannella. E’ il genitore del Muffin Tuppete. Di quello che sarà.

Ingredienti per 12 Muffin circa: 240 grammi di farina semi integrale o bianca, 3 cucchiai di lievito chimico, 85 grammi di zucchero, 1 cucchiaio di cannella in polvere, 1 cucchiaino di sale, 150 ml di latte parzialmente scremato, 100 ml di olio di girasole, 2 uova, 225 grammi di mela grattugiata e 150 grammi di pera a pezzetti, 75 grammi di piccoli fiocchi d’avena.

Presriscaldare il forno a 205.

1)Mescolare insieme tutti gli ingredienti secchi (farina, fiocchi di avena, lievito, zucchero, cannella e sale) conservando un po’ di zucchero per spolverizzare la superficie dei mufin. Aggiungere la mela, pera e mescolare fino a quando saranno avvolte nella farina, il che farà rallentare il processo di ossidazione.

Mescolare insieme il resto degli ingredienti liquidi( latte, olio, uova) e riunire le due preparazioni senza lavorare troppo la pasta. Suddividere negli stampi per muffin e spolverizzare con il resto dello zucchero. Fare cuocere per 20.25 minuti fino a quando saranno ben gonfi e dorati premurandosi di usare lo stecchino di legno per controllare il grado di cottura.

Prima di dare il primo morso. Concentrarsi e dire “tuppete”. E se non ce la fate. La prossima volta sono sicura di sì.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
26 COMMENTS
  • Valentina 28/11/2010

    Ora tu sai, io so. E non te lo dico perchè non serve. Occhei?
    Tuppete. Sempre.

  • elllisa 28/11/2010

    ci si può commuovere leggendo una ricetta?
    si può.

  • iber 28/11/2010

    Qua mi si ruba il mestiere di primo 😛

    • maghettastreghetta 29/11/2010

      :-))
      Iberino mio in effetti non ho mai un orario definito o giorni stabiliti ma possiamo metterci d’accordo *indossava occhiali da sole verde pistacchio e si aggirava tra gli editor commenti con il suo impermeabile a pois biancopastadimandorla
      Che il biancopastadimandorla con il verde pistacchio ci sta bene assai.
      Un bacione

  • iber 28/11/2010

    in bocca al lupo muffin tuppete 🙂

    • maghettastreghetta 29/11/2010

      Ecco. sono una scema. dovevo rispondere lì ma vabbè.
      Sai che ci credo sul serio di poter fare un muffin che contenga broccoli e cannella?
      ok non è vero.
      *va via piangendo ( ma mandando bacetti eh )

  • Ninphe 28/11/2010

    Già 5 commenti??? 😛

    • Ninphe 28/11/2010

      Io ora sto preparandomi alla prova del secolo. Fare uno strudel pera, uva e cannella e mandorle e pinoli.

      • maghettastreghetta 29/11/2010

        Ninpheeeeeeeemia !!! santapolentaconpinoliecannella.
        E’ da giorni che dico : vogliofarelostrudel.
        Ho la ricetta della sacra cognata da Torino e anche la tua è da leccarsi le orechcie e le ulne.
        Mi dici come è andata ? *faccia sbavosa cuoriciosa
        132821038 baci.
        ma anche di più

      • Ninphe 29/11/2010

        E andata che alla fine invece dell’uva ho messo dell’uvetta (dopo aver visto cosa mi comportava come tempo levare i semini a tutta l’uva che avevo).
        La pasta sfoglia già pronta…sia maledetta la pasta sfoglia pronta che mi ha portato a maledire i cuochi che hanno fatto quella pasta sfoglia fino alla 10a generazione. Non voleva contenere niente, s’è aperta a strisce. Non si voleva chiudere.

        Ho pregato e ripregato e qualcosa di commestibile (ma diciamo anche buono!) è uscito da quel fornetto. Un pochino bruciacchiata ma basta metterci dello zucchero a velo sopra e “VEDI CHE MERAVIGLIAAAAAaaaahhh” 😀

  • Bibi 28/11/2010

    si, ci si commuove.

    • maghettastreghetta 29/11/2010

      Ehi tu vieni qui .
      SUbito.
      che oggi stiamo abbracciate bevendo burrobirra ( tu che io mi faccio un allegro bicchiere di acqua frizzante. che te ne pare? ok uccidimi) sussurrandoci parole d’amore all’orecchio.
      ma anche nell’occhio e nella tibia.
      che non siamo mica romantiche a metà noi .

  • Darsch 28/11/2010

    Io non credo di avere le parole necessarie ad esprimermi in questo particolare momento, quindi sai che faccio? Azzanno uno di questi tuoi muffin pre-Tuppete (sì, proprio quello che il Nano da Giardino mi ha appena soffiato da sotto il naso!), gli do un bel morso fregandomene della cannella e con una piccola lacrimuccia di commozione ti dico: grazie.

  • Paola 28/11/2010

    …stamattina mamma mi ha deliziata con un “E mica si possono fare le cose a tirituppete”…e ovviamente ho pensato a te! e adesso sta per nascere il muffin Tuppete bello e imperfetto come siamo noi: gioia grande 🙂

    • maghettastreghetta 29/11/2010

      Paola mia (rido )
      Quel tirituppete mi farà ridere e tanto. E ti prego abbraccia la mammabellissimatuppettosa da parte mia.
      Che un tuppete ci travolga immediatamente tutti.

      *l’abbraccia forte fortissimo annuendo e tirando su con il nasino.
      Gioia grande, sì.
      Grazie.
      Di esserci.

  • PieceOfStar24 28/11/2010

    Tira su con il naso e dice che sì, ci si può commuovere anche con una ricetta. Tuppeteeeeeee 🙂

    • maghettastreghetta 29/11/2010

      Cucciola mia dolce.
      Vieni qui che la zia Mag ti da un fazzolettino con tanti conigli nipotosi babbonatalosi.
      Vieni qui che la zia Mag ti abbraccia forte forte ( ma sono una zia giovane vero? mentimi ti prego )
      Grazie.
      E ti devo ancora una pizza tuppete attè. Che mica me lo dimentico. Sono sempre in vergognoso ritardo ma arrivo. Prometto che arrivo.
      :*

  • Wish aka Max 29/11/2010

    Ho letto più volte il post, inframmezzandolo con ricerche in rete, lettura (parziale) di blog, scoperta di tuppete.net, e ogni volta ho colto qualcosa in più che mi era sfuggito prima. E menomale che non avevi il dono della sintesi… Esprimere così tante cose, così tanti (lo dico o non lo dico? magari sembra trash… ecchissenefrega, lo dico lo stesso) sentimenti, così tante emozioni in poche righe non è da tutti. Brava. Anzi bravissima.
    Un abbraccio forte.

    • maghettastreghetta 29/11/2010

      Sentimenti è trash perchè immaginare dei menti con delle orecchie che sentono è francamente una di quelle cose che ti stordisce ma non nascondo che a me mette allegria questa storia del mento.
      Tipo l’infornamento che inforno il mento e il ragionamento che un mento ragiona.
      E insomma.
      Grazie Max. Grazie davvero.
      Un abbraccio forte ma di queli stratuppete.
      :*
      In quel tuppete ci sei anche tu ed è chiaro come la luce del sole.
      E santo cielo sarò ripetitiva ma sono tanto felice ma proprio tanto che dopo un po’ di silenzio ci sei ancora. Mi spiace a dir la verità che non siamo lì. Dove siamo sempre stati e dove sarebbe giusto che stessimostassimostessimo.
      Ma sono sicura che un giorno saremo lì. Riuniti. Un po’ nomadi al momento ma.
      In questo girovagare ritrovarsi e avere la certezza che sì-.
      Noi ci siamo sempre.
      é una di quelle cose che insieme al tuppete e stendere crackers mi fa passare le giornate felici.
      Felici come non mai.
      E ora fila subito qui che dobbiamo fare l’albero di natale .
      Siamo in ritardo !
      (2319312937 baci )

  • laChiari 01/12/2010

    Non mi piacciono le pere. =( Ci metto le caramelle.

    • maghettastreghetta 01/12/2010

      NOOOOOOOOOOOOO ! le pere noooooooooooo.
      Tutto sì.,
      Ma le pere sono buone .
      Infilate nel micro con il dietor e la cannella.
      MNi sono convinta che sono un dolce fantastico.
      Fa che questo sogno non svanisca in questa rigida notte invernale ti prego

      • laChiari 02/12/2010

        Appiccicano dappertutto. E dopotutto… non sono caramelle.
        Mangio i mandarini, purchè serviti già pelati e sgranati. Mangio la mela, purchè servita tagliata con l’apposito aggeggio. E me ne accorgo se non viene tagliata con l’apposito aggeggio! Ehssì che me ne accorgo!

        Ma le mie analisi del sangue sono ok eh!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi