Home / Lievitati  / Regali Golosi Esplosivi e Teste che Saltano. E’ un inizio Natale all’insegna dell’Ammmore

Regali Golosi Esplosivi e Teste che Saltano. E’ un inizio Natale all’insegna dell’Ammmore

Update ad inizio pagina e non fine pagina. E’ una gran confusione oggi: Leggere SemplicementeRosa e English Lesson n.4 è uno dei regali più belli che potessi ricevere per Natale. Posso anche perdonare il tizio delle poste e ballare Barry White adesso*. E’ un onore.

Alterata. Ecco. E quando lo sono non riesco a formulare più del consueto. Le poste italiane hanno perso il pacco di Cey, nonostante fosse arrivato già a destinazione,  contenente i pensierini natalizi e  il premio del giveaway  e questo stramaledetto cordless braun per Ale arriva dopo Natale (sto digitando sopra  la scrivania roteando i capelli e inveendo contro tutti i nani da giardino)

Ogni anno mi riprometto di non aver a che fare con Poste Italiane e la fida compagna d’avventure SDA e puntualmente mi ritrovo a dover socializzare telefonicamente con una banda di energumeni incapaci. Saltellavo fino a tre minuti fa sotto le note di You Are The first, the last, my everything. Volevo proporvi addirittura un momento di unione nazionale dove al mio tre  saremmo zompati (mi piace zompati) sul tavolo e ballato come matti ovunque ci trovassimo: ufficio, supermercato, imbottigliati nel traffico. Però un vuoto cosmico aleggia nella mia mente adesso (adesso=eufemismo)  e l’unico pensiero fisso è “torturare il consegnatoredellepostechehadispersoilpacco con la visione delle 129313 puntate di Cento Vetrine in loop continuo – Terapia Ludovico docet“. E devo rivedere Arancia Meccanica che è davvero passato troppo tempo.

Elenco. Quello che posso fare è cercare di elencare e fingere indifferenza fischiettando. Sapessi fischiettare sarebbe un inizio. Procedo quindi.

Prima cosa: I biscotti del Cuore di Vale vanno visti e gustati insieme allo Chef Rabbid.  Seconda cosa: Se non leggete il Blog di Darsch potete pure non rivolgermi più la parola. Terza cosa: Tuppete! Sono entrati a far parte di Tuppete.net anche  la mia Cey e Cuoco Personale . A breve arriverà Bibi, ma mi riservo di parlarne tra un po’. E sicuramente cercheremo di coinvolgere (coinvolgere=costringere) Max, Ale, Vee,  Sel, Chiari e tutti quelli che hanno voglia di  portare un po’ di Tuppete nelle giornate tristi. Per rimanere aggregati all’allegria (santocielomistomaicolbuongiornizzando). Va da sè che la metà oscura del Tuppete sia Tippete*. L’oscuro signore del male. Oggi è Tippete, sì.

Siamo arrivati a quattro o cinque? Santa pazienza. Sì lo so non sono una testimonial credibile ma fidatevi e  comprate Ricette 2.0 Dai Blog alla tua tavola. Se Merlinox non viene colto da  un momento di buonsenso nella seconda edizione dovrei esserci anche io e quindi è giusto ingraziarselo con atti di paraculaggine mattutina prenatalizia  (anche nelle giornate Tappete sono astuta assai (?) ) ; in realtà  perchè ci sono davvero  tante ricette golose preparate da appassionati Food Blogger. Non in ultimo una parte degli incassi verrà devoluta al Banco Alimentare. Applausi a scena aperta.

Siamo a sei o sette? Vogliolatestadelconsegnatorediposte in umido e il suo fois spalmato su una tartina mentre pasteggio una tisana (?) con il sangue filtrato al melograno. Sì. Tippete si è impossessato di me.

Punto seiosette: E’ il regalo goloso l’ultima moda del momento, dicono. Che lo sia già da tempo e che ogni anno il tiggì ci propini sempre la solita solfa è un altro discorso. E’ un po’ come il servizio sul gelato preferito a giugno e il finto entusiasmo della gente che prova il gusto ravanello, pesca e senape. E’ un po’ come il servizio con tutti i turisti tedeschi con gli alluci a bagno nella fontana di Trevi lanciando monetine mentre mangiano gnocchi alla romana con crauti. E’ un po’ come ogni anno. Un bombardamento visivo visto e rivisto. Mi riprometto sempre di fotografare lo schermo per ricordare se la signora con la pelliccia di cincillà che dice “quest’anno solo ai bambini perchè ci sono pochi soldini” sia la stessa dell’anno successivo che dice “quest’anno solo ai bambini perchè ci sono pochi soldini”.   Alla domanda quindi “cosa regalerà per Natale?” dall’inviata che ha sempre lo stesso cappello finto colbacco (l’ho notato solo io o possiamo fare un gruppo?)  “Un dolcetto fatto da me o un pensiero con le mie mani” noi telespettatori dovremmo restare estasiati, sbalorditi e sconvolti mentre nel calore della nostra casa ci accapigliamo gridando ” Il dolcetto magnatelo tu, comprami il tronchetto!” (dove “tronchetto di Dior” è chiaramente sottinteso).

Ellappeppa, mi dico  mentre giro il sugo sperando che il maledetto Nippotorinese non prenda (NUOVAMENTE)  alla lettera il desiderio mal filtrato via etere della donna. Non basta il pensiero. Basta il plafond della carta di credito ok? BASTA. Voglio l’anello quest’anno*devocalmarmiinspiroespiro.

Siamo a otto o nove? Vogliolatestadelconsegnatorediposte fritto in pastella con una spolverata di paprika e zenzero mentre sorseggio una menta  con i cubetti di ghiaccio composti dalle sue falangette torturate.

Puntoottonove: Sto già smistando i primi pensieri golosi di Natale. Dire che sono stanca è un eufemismo ma soddisfatta. Questo sì. Come poche volte. Tutti i regali golosi sono stati personalizzati a secondo dei gusti e delle abitudini alimentari dei singoli. Riporto qui giusto l’esempio Nonnesco per rendere omaggio a questa grande donna (sottotitolo: di cui mi sono liberata questo natale- Giornata Tippete assai) . La nonna (partano le note di Calabrisella Bella, grazie regia) da buona calabrese cerca di rispecchiare in toto l’effigie che la vuole testarda, passionale e amante del peperoncino. Il fatto che io non mangi carne, pesce, uova e non ingurgiti tonnellate di peperoncino le fa sentenziare che io sono una tipa strana assai. Cerca di convertirmi continuamente rifilandomi pezzi di ananas con dentro ragù di coniglio.

 E’ arrivata pure a dirmi che nel purè di patate non ci fosse carne;  quando era chiaro come il sole che tra uno strato e l’altro ci fosse lardo di colonnata speziato. Non mangio mai da nonna perchè ho paura che mi rifili tisane di lardo a mia insaputa. Ho paura che intinga l’iceberg o il radicchio in una vasca di olio di fegato di merluzzo per poi innaffiarlo con il peperoncino. Non amo particolarmente le spezie, escludendo la cannella. Mamma, brava erede della suddetta, ha anch’ella una passione smodata per il peperoncino anche se negli anni ha sviluppato una forte propensione per il pepe nero. Macina Pepe instancabilmente. Qualsiasi cosa faccia, cucini, mangi dice sempre “eppure un po’ di pepe…” Dove un po’ di pepe significa: eppure 23842394729347 giri di macinapepe (che corrispondono a circa 15 mestoli grandi, sì). Aiuto. SONO CIRCONDATA.

Diverse volte ho portato alla nonna dei prodotti contenenti la droga di cui si fa con il consenso dello Stato (che dovrebbe chiaramente impedire o dare un freno a questo snervante import export che nonna ha con la sua terra). Piove Nduja da tutte le parti. Tutte le volte ha sentenziato “mah. Non si sente mica tanto eh”. Sadica a dir poco per rendere questo Natale indimenticabile e per far sì che “cacchiosesisente”  ho acquistato qualcosa come due chili di peperoncino fresco, peperoncino in polvere fresco, peperoncini mignon di tante varietà e. E ci ho dato giù di brutto, mi verrebbe da dire. Il cesto nonnesco prevede (potete leggere perfavore le righe che seguono con tono narrante di ragionierfantocci?grazie)

Salsa Esplosiva al Peperoncino fresco che in confronto la Nduja sembra essere uno zuccherino, Pandorini Salati al Peperoncino Rosso, Praline di cioccolato fondente al 99 per cento con cuore di peperoncino INTERO all’interno, Muffin salati al sapore di PeperoncinoPanini al peperoncino, Crema di cioccolato al Peperoncino, Biscotti senza Zucchero al Peperoncino, Chutney esplosivo al peperoncino da servire con carni fredde o calde e/o formaggi. Il tutto sapientemente accompagnato da peperoncino fresco. Se le papille gustative della nonna non sopravvivono  al natale passo da Piccolo Assistente di Babbo Natale  a piccolo assistente del Grinch. Ho paura. Ho paura, nonostante ripeta che fa bene alla pressione e che sia un antitumorale, che possa schizzarle la minima a 190 e la massima a 980. Mi rassicura il fatto che non saremo insieme e che con molta probabilità avvertirà la tachicardia mentre festeggio il Natale anni 70 staccando prese telefoniche ma. Se la notizia della nonna ricoverata al reparto peperoncinologia dovesse arrivare per San Silvestro sarebbe di certo un inizio di feste non troppo entusiasmante.

Devo concentrare tutte le mie forze per capire come cucinare la testadelconsegnatorediposte e non ho tempo da perdere con le papille gustative della nonna, suvvia. Trascrivo la ricetta, al fine di non tediarvi ulteriormente e perchè devo affilare i ferri del mestiere come Dexter, soltanto la ricetta del pane al peperoncino che è venuta beneassai. Tuttattaccato, sì.

Ingredienti: 500 grammi di farina di grano tenero, 100 grammi di burro, 18 grammi di lievito di birra, 1 bicchiere generoso di latte (q.b.), 1 cucchiaino di sale, 1 tuorlo, peperoncino.

Sciogliere il lievito nel latte tipiedo aggiungendo un cucchiaino di farina soltanto. Lasciare riposare per 20 minuti circa e poi impastare con cura la farina, il burro a pezzetti, il sale e la pastella lievitante (latte/farina/lievito) aggiungendo pian piano il latte rimasto. Amalgamare bene tutto ed evenutalmente aggiustare di latte o farina (non variando eccessivamente le dosi consigliate). Ottenuto l’impasto che apparirà sostenuto ma morbido lasciare riposare un’ora con un telo umido sopra. Trascorso questo periodo formare tanti piccoli panini e lasciar riposare anche questi 30 minuti in un luogo caldo e non freddo. Preriscaldare il forno a 200 e cuocere per circa 50 minuti. Cinque minuti prima di sfornarli tirare fuori i panini e spennellarli leggermente con il tuorlo sbattuto che servirà da collante per il peperoncino tritato. Spolverizzarli e lasciare ultimare la cottura. Risultano molto morbidi e mollicosi. Per questo motivo li ho fatti piuttosto bassetti all’origine. E’ pure vero che la nonna me li tirerà dietro visto che il pane calabrese generalmente è composto da 9 metri di mollica.

Per questo motivo ho deciso di farli morbidi. Sulla schiena fanno meno male. Sì. Sono astuta (pernacchie, grazie regia).

*Si era scelto Tappete ma Max  saggiamente dice che (cit) : “Innanzitutto un suggerimento (spero tantizzimizzimo che tu sia d’accordo). Il lato oscuro di Tuppete è Tippete (il coniglio di Bambi). Ovviamente parliamo di Tippete appena uscito da Pet Semetary. Orecchie appuntite e spelacchiate, occhi iniettati di sangue, incisivi che sono diventati dei canini e le zampe posteriori con degli artigli immensi. Una coda di spine è optional ma ci starebbe bene, al posto di quel batuffolino di cotone che mi sta tanto sulle balle.
E quindi se ti va, sostituisci Tappete con Tippete”.

E se Max dice che. E’ che.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
72 COMMENTS
  • Marty 22/12/2010

    Bella questa idea del regalo speziato!!

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Buongiorno Marti !
      E’ carino personalizzare magari il regalino goloso assecondando i gusti. Ne ho fatto un altro con tanta roba alla cannella.
      Il risultato sarà che la nonna odierà il peperoncino.
      E l’altro destinatario la cannella.
      Va da sè che finalmente la smetteranno una buona volta *_*
      Un bacio !

  • Wish aka Max 22/12/2010

    Il primo raggio di sole in questa giornata del menga

  • Selkis 22/12/2010

    Argh, maledette poste!
    facciamo così: a mezzogiorno in punto vado nel bagno unisex (però chiudo la porta a chiave), metto su “You’re the first etc” e ti dedico un balletto davanti alo specchio in stile ally mc beal.
    Sono sicura che un po’ di vibrazioni barrywhitesche arriveranno fino a te! (poi mi dirai se sono arrivate!)

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      A mezzogiorno? guarda che mi filmo eh?! guarda che mi faccio foto mentre ballo eh?!? guarda che lo faccio eh?!?! (cielo minaccio tutti io . MINACCIO TUTTI)
      e non parliamo delle tue paste di mandorla.
      che il cielo mi perdoni.
      (sono arrivate già adesso. promettodicalmarmipromettoinspiroespiro)
      a mezzogiorno*guarda l’orologio. SONO GIA LE UNDICI E MEZZOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO?!?!?!?!??!
      No.
      noncelapossofare.

      • Selkis 22/12/2010

        fatto, fatto FATTO!!!!! (però con l’mp3 nelle orecchie eh…) 😀 è arrivata la good vibration?

    • Wish aka Max 22/12/2010

      Ti prego non Barry White *si inginocchia battendo le manine e facendo “prego prego” come da piccolo*
      Donna Summer, Diana Ross, qualunque cosa ma non Barry… credo sia uno dei più detestati della mia giovinezza. Ok i miei preferiti erano Emerson Lake & Palmer, però mentre per la dance in generale non avevo grosse preclusioni, Barry con quella voce smielata e ruffiana mi faceva venire delle madonne esagerate…

  • Marty 22/12/2010

    oh! oh!!!! sono la prima!!! <3

  • Wish aka Max 22/12/2010

    Innanzitutto un suggerimento (spero tantizzimizzimo che tu sia d’accordo). Il lato oscuro di Tuppete è Tippete (il coniglio di Bambi). Ovviamente parliamo di Tippete appena uscito da Pet Semetary. Orecchie appuntite e spelacchiate, occhi iniettati di sangue, incisivi che sono diventati dei canini e le zampe posteriori con degli artigli immensi. Una coda di spine è optional ma ci starebbe bene, al posto di quel batuffolino di cotone che mi sta tanto sulle balle.
    E quindi se ti va, sostituisci Tappete con Tippete. 😉

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Giuro che avevo pensato a tippete.
      Solo che .
      Santocieloquelconiglioteneroso.
      Iocheamoiconigli.
      Trasformato in .
      Sì.
      hai ragione.
      é indubbiamente tippete.
      devosostituire.
      ailoviu.

  • Wish aka Max 22/12/2010

    DEVO (tutto maiuscolo) conoscere tua madre!!!!
    Ho avuto un percorso esattamente analogo. Quando fumavo (50 Marlboro rosse/die) mettevo peperoncino a cucchiaiate su qualunque cosa, anche sui cornetti con la nutella.
    Dopo aver smesso di fumare (e se ho smesso io può smettere chiunque, sappiatelo) (mi considero un benchmark) (e sono già 5 anni) dicevo, dopo aver smesso di fumare il peperoncino continuava a piacermi, ho solo leggermente diminuito le quantità avendo riguadagnato sensibilità sulle papille gustative, non più ostruite da 3 mm di bitume manco la mia lingua fosse un’autostrada con l’asfalto drenante. Ma il peperoncino era un MUST. TUTTO MAIUSCOLO. Poi ho scoperto il pepe e la cucina romana (per il mio cacio e pepe “ce vengono dai paesi” (roman lesson #10, significa “piace a molti al punto che alcuni sono disponibili a lunghe percorrenze”), e anche per la carbonara), quella della tradizione, non “drogata” dalle ultime diavolerie culinarie. E lo spirito del Pepe si è impadronito di me e oramai mi possiede. L’altra sera ho seriamente rischiato di dare una girata di pepe sull’insalata. Non scherzo. Una delle cose che preferisco è una fetta di Scottona (preferibilmente fracosta) appena scottata in padella e condita ex post con poco sale, abbondante pepe, ed un giro di olio crudo. Ma sto divagando. VOGLIO conoscere tua madre.
    Tra l’altro sarebbe funzionale anche allo spIntaneo matrimonio (lato nippogiappo). Si diceva che tuo papà ti accompagna all’altare mentre io travestito da testimone tengo sotto tiro il nippogiappo con apposita Glock 9 mm. Se tua mamma fosse armata di Beretta cal. 22 appostata nel primo banco mi aiuterebbe a scatenare il fuoco incrociato in caso di bisogno. Quindi devo conoscerla.

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      No. si fermi il mondo.
      tu sei il mio guru.
      tu sei ilmiotaodellafisicalogisticapapplicato.
      mammahasmessodifumareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee.
      cielotuttotorna.
      TUTTOTORNAAAAAAAAAAAAAAAAAA
      sipuòfare(cit)

      • Wish aka Max 22/12/2010

        RI-METTA-A-PO-STO-LA-CAN-DELA!

      • Wish aka Max 22/12/2010

        Visto che hai citato il Tao, ti regalo il capitolo LXXXI del Tao Te Ching (o Daodejing)

        Colui che sa non parla;
        Colui che parla non sa.
        Colui che è sincero non abbellisce;
        Colui che abbellisce non è sincero.
        Colui che è buono non discute;
        Colui che discute non è buono.
        Colui che sa non gioca;
        Colui che gioca non sa.

    • Selkis 22/12/2010

      Guarda che io metto il pepe sull’insalata! Quella di lattuga e mela verde, condita con sale olio e limone, con una spolverata di pepe nero appena macinato guadagna mille punti!

      • Wish aka Max 22/12/2010

        Ecco con la mela verde ha senso, ma una semplice insalatina canasta… non so, lo vedo come una cosa truculenta… 😉

      • maghettastreghetta 22/12/2010

        Umamma sai che questa cosa dell amela verde con la lattuga e il pepe mi intriga? *Disse seria
        (e a mezzogiorno GIURO che io ho ballato. Non in bagno alla scrivania ma l’ho fatto !)

        ( e domani mi sa che mangio L’insalata Selkis. posso chiamarla così? )

    • Wish aka Max 22/12/2010

      A precisazione, se ci fosse qualche Taoista esperto, la traduzione che ho usato è quella di Duyvendak. Altri omettono alcune parti dal capitolo LXXXI.
      Per la precisione.

    • Valentina 22/12/2010

      il pepe sull’insalata, devi. pefforza,
      Settufai arance e finocchio e non ci metti il pepe nollosai quello che ti sei perso.

      Ah, per la carbonara dove comincia la fila? Lei èll’ultimo, si?

      • Wish aka Max 22/12/2010

        Take your ticked and get in line, sister!

      • maghettastreghetta 23/12/2010

        Sarà un natale di insalate con il pepe nero.
        E mamma mi odierà.
        Cielo non lo so davvero cosa mi sono persa.
        Le mele.
        Il finocchio ( io mangio tipoqualcosacome38e2392048finocchiallasettimana) le arancecolfinocchio.
        devopeffozza.
        documenterò il mio approccio con il pepe nero.
        terrò proprio un diario di bordo.
        e quando mi diranno ” ma tu odi il pepe nero !”
        farò una pernacchia e dirò
        mamelhadettoselkisevale!

        tzè.
        *abbracciamoci sotto una pioggia di pepe nero

        ( e se poi mi piacesse ? e se poi anche io venissi risucchiata nel tunnel del pepe nero? )

  • Merlinox 22/12/2010

    Prima però ti devi iscrivere a Ricette 2.0: le foto sono un vero spettacolo!

  • Wish aka Max 22/12/2010

    Tanti anni fa Antonio Amurri (voi siete tutti troppo giovani per ricordare, ma le coppie Amurri-Jurgens, Amurri-Verde sono state l’anima del varietà di quando ero preadolescente, e gli autori di tantissime commedie musicali di successo che hanno fatto la storia del teatro Sistina) scrisse un libro, Piccolissimo. Il libro era incentrato sulla sua vita familiare, ed all’epoca aveva due figli di cui il maschio adolescente liceale.
    Narrava l’Amurri che vedeva con preoccupazione l’escalation delle minacce necessarie per far fare qualcosa al figlio, nel senso che era passato dal “ti do uno sganassone” al “ti spacco la testa”. Domandandosi se fosse giusto andare oltre lo spaccamento della testa, o piuttosto cercare di diversificare anche in un’ottica di sorpresa, un giorno disse al figlio “Se non ti metti a studiare subito ti spacco la testa in otto parti uguali”. Che sortì l’effetto di sorprendere il figlio al punto tale che corse immediatamente a studiare.

    Pensando a te che vuoi pastellare la testa dell’addetto SDA mi è venuta in mente quest’immagine, e volevo per l’appunto suggerirti che prima di pastellarla dovresti spaccarla in otto parti uguali, un po’ come si fa per fare i carciofi fritti. Così daresti un tocco artistico alla tua foga Tippete.

    • yliharma 22/12/2010

      Max!!!! ma il pepe sull’insalata….assolutamente SI’!!!!!!!!!!!!!! a casa mia ci si mette eccome! pepe, olio extravergine rigorosamente umbro e aceto fatto in casa 🙂
      devi OSARE!!! 😀

      • Wish aka Max 22/12/2010

        E allora oserò, visto che è già il secondo hint che arriva mi lancerò nell’esperimento. So già che mi piacerà. Non lo facevo per evitare di passare per maniaco. Quando stavo “a rota” (cfr previous Roman Lessons) con il peperoncino avevo acquistato (e poi perso, dannazione) una penna che conteneva un piccolo serbatoio che conteneva peperoncino in polvere… per non essere mai sfornito!
        Sono maniacale. Lo so. E probabilmente matto come un cavallo da corsa.

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      avevo pensato ad uno stop motion cruentesanguinolento e non escludo che lo farò anche se c’è stato un evolversi e forse le mie minacciiie (con tante i ) unite a quelle di Cey sono valse a qualcosa.
      L’immagine del carciofo però in otto parte uguali mi affascina a dir poco.
      *_*
      guru.
      sei il mio guru.

      • maghettastreghetta 22/12/2010

        La penna con il peperoncino ! sai dove l’ho vista? a cortesie per gli ospiti su sky.
        dimmi che anche a te piace questo programma o giuro che cado in depressione adesso.
        ADESSO.

      • maghettastreghetta 22/12/2010

        Colui che sa non parla;
        Colui che parla non sa.
        Colui che è sincero non abbellisce;
        Colui che abbellisce non è sincero.
        Colui che è buono non discute;
        Colui che discute non è buono.
        Colui che sa non gioca;
        Colui che gioca non sa.

  • laChiari 22/12/2010

    Da Veronese doc quale sono, io odio sia il pandoro che il panettone. La crema al mascarpone da metterci sopra invece la mangio come se non ci fosse un domani.

    • yliharma 22/12/2010

      ….crema al mascarpone sopra al pandoro…? ricettaaaaaaaaa!!!!

    • Valentina 22/12/2010

      Parliamo di questa crema al mascarpone. Parliamone. Ho giusto un pandoro nauseabondo, non lasciamolo morire inzuppato miseramente nel latteccaffè, si? *___*

      • maghettastreghetta 22/12/2010

        Ho giusto fatto presente a Chiari che se entro domani non sappiamo starobadelmascarpone qualcuno darà di matto.
        ( vedi anche tu la luce lampeggiante sopra la testa con su scritto “qualcuno”?)
        ( e soprattutto domaniriusciremmmoaritagliarciunpoditempopennoi o devosoloritagliarmilaortaprincipale?)

      • laChiari 22/12/2010

        Se mi spiegate cosa fa/cosa vuole/come si comporta Tuppete.net ne parliamo.

        Hei perchè io non ho mai la foto personale nei commenti!!! COOOOOMEEEEEMAAAAAAI?

        La ricetta la devo chiedere alla mamma… io mi limito a mangiarla non a farla XD no forse una volta l’ho fatta… mmmmmm devo rovistare nel mio casino! Vi faccio sapere al più presto!

  • Cuocopersonale 22/12/2010

    Ci sono.. ci sono…
    Ho letto tutto… bagelschenonsonobagels ma paniniallatteepeperoncino compresi 😉
    Sempre bella, fresca, simpatica e divertente la tua scrittura… sempre entusiasmanti le foto.. le ricette…
    sempre più INVIDIA da parte mia…
    A parte l’invidia… sei davvero brava… #cazzmoltobrava
    😉
    Matteo

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Mamma mia Matteo ti devo un bonifico per tutti questi immeritati complimenti :-p (cielosonoesauritanonsochedire. grazie. grazie davvero)
      Un bacione
      (un cuoco invidioso di me santa pazienza è una barzelletta. SMETTILASUBITO!)

  • yliharma 22/12/2010

    TUPPETE!!!!! sento già di essere tuppete-dipendente….messo subito nei preferiti! se ti serve aiuto per saltare in padella latestadelconsegnatorediposteitaliane con olio e una riduzione di aceto balsamico (che non so che cacchio è ma gli chef la mettono ovunque) io corro subito eh? chiamaaaaaaaaa!! baciuzzi! <3

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Ho cliccato sul tuo link e santocielo sarà che sono esaurita (sì) e sarà pure che sono confusa (sì) e sarà pure che non dormo da 43 ore enonstoscherzando (sì) sarà che.
      masantocieloqualeeiltuolink?
      SPARAMI.
      detto questo sì.
      ho bisogno di te.
      E dobbiamo chiaramente saperne di più sulla crema al mascarpone che ridurremo anchellatuttattaccato con la riduzione di aceto balsamico*sviene
      Un bacione!

      • Yliharma 23/12/2010

        ma sono sempre ioooooooo…Paola!
        Yliharma = Yli = Paola
        e perché non dormi??? vabbè che pure io…insomma… 😀
        e quale link hai cliccato….oh mon Dieu!!!! comunque prendo subito boccetta di aceto balsamico e volo da teeeee <3

  • Cranberry 22/12/2010

    Ciao
    😀
    Hai un blog davvero “stampalato” dove le ricette si mischiano con i profumi, i colori, pazzia,immagini,pensieri,stranezze….
    lo sai che è davvero divertente :O
    E’ davvero molto simpatico, sono arrivata qui, saltellando di blog in blog,ed è stata una piacevole sorpresa.
    Ti seguirò più spesso e per ora posso solo augurarti un Buon Natale 🙂

    Fedora^^

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Fedora piacere io sono Giulia .
      In realtà spadello davvero da pochissimo perchè sul web ho sempre fumetti (oltre che la scema, inciso) ed è un’avventura appena nata che francamente mi diverte.
      In effetti è un luogo privo di logica alcuna e butto giù senza pensare quello che mi passa per la mente.
      Sono felice però qualora strappasse un sorriso.
      E’ un piacere averti qui. Ti seguirò anche io. Ti ho giusto aggiunto ai preferiti e provvederò al più presto ad inserirti nel mio blogroll così che tu non possa fuggirmi (risata satanica).
      Devono solo trascorrere queste feste.
      Siamo tutte/i un po’ esauritifrenetici e soloilcielosacosa.
      Nel frattempo pero’ colgo anche io l’occasione per farti i miei più sinceri auguri di un felice Natale a te e famiglia.
      Un bacio

  • Alessandra 22/12/2010

    E’ un giorno mesto!
    Irina è partita!
    Sono appassita dalla tristezza.
    Non ho troppe parole a disposizione per descrivere la tristezza e penso solo che domattina non sentirò più l’aroma di Ucraina in casa mia. E’ finito tutto…anche le sue improbabili zuppe al muschio selvatico. Da domani non avrò più lei tra i piedi che non rideva alle mie battute (e a me la qual cosa esilarava), non mi sentirò più l’ospite di casa mia o, come capitava quando faceva le pulizie, non mi sentirò più come una cornice da spolverare (che tristezza! nessuno più mi laverà attorno trattandomi come una piantana da spostare). Hendrix è perplesso! Io più di lui!
    Quando mi riprendo ti scrivo di nuovo!
    Adesso devo mettermi in un cantuccio a dispiacermi!

    • Wish aka Max 22/12/2010

      Io già scritto. Se tu nostalgia Irina tu chiama amico Max. Max capace parlare ucraino che parla italiano. Max grande esperienza con Ucraine: Ljuba, Alina, Marianna, e altre che Max non ricorda nome.
      Se tu molto molto triste Max viene e pulisce casa e tratta te come fastidioso oggetto che impedisce pulizia casa.
      Tu basta dire.

      • Alessandra 22/12/2010

        fortuna che esisti!

      • maghettastreghetta 22/12/2010

        Max grande uomo*corro ad esercitarmi in ucraino online.
        cacchio sono una sicula che sta con un nippotorinese ho un guru romano che parla ucraino e una nuova preziosa amica napoletana con un figlio chitarrista che si chiama Hendrix.
        la mia vita cacchio è strafelicemente felice .
        vi amo.
        ecco.

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      L’aroma di Ucraina. Giuramic he butteremo giù un copione per fare una soap opera.
      GIURAMELO ADESSO o commetto un omicidio.
      anzi no.
      commetto l’omicidio (sì quel tizio pelato la’) e poi lo giuri okkei?
      cosastodicendooooooooooooooooo?
      Ascolta.
      ti prego.
      anzi no.
      non mi senti.
      quindi leggi.
      ti prego
      (cielomastofusadavvero)

      se vuoi posso mandarti il nippotorinese?
      perchè seriamente credo che irina stia al nippotorinese come il cacio sta ai maccheroni.
      e santo cielo potrei elaborare anche una proporzione vagamente migliore ma sono le 21.31 ed io tra quattro ore so già che sarò sveglia.
      domani definire la giornata infernale è poco.
      peròòòòòòò
      e dico peròòòòòòòòò
      se vuoi.
      io sono disposta a fare Irina.

      Facciamo una videochattata.
      tu racconti delle cose esilaranti ed io con sguardo vitreo ti fisso come stessi fissando il vuoto.
      chettenepare? (checosahodettononloso)

      • Alessandra 23/12/2010

        Si! Gioia mia…per ricordarmi Irina basterà non ridere alle mie battute e ti assicuro che non sarà molto difficile! Il problema sarà l’irriproducibile tinta dei capelli!

  • gaia 22/12/2010

    tu sei assolutamente fuori di testa! io ho iniziato ad amarti per questo, sappilo. anzi #sallo e voi che leggete #sapevatelo.

    ora: come mi iscrivo a tuppete?

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Gaia sono preoccupata per te sallosappilosisappia. Venga messo a verbale dal nano da giardino (ahem il mio notaio qui è il nano da giardino. reggifichidindia. una storia lunga che no. non voglio tediarti . è natale santa pazienza. non posso rovinartelo)
      Insomma per dire che.
      SOno felice di averti incontratoincrociato.
      E ti amo*disse inginocchiandosi porgendole un trilogy contenente un macaron di 34 carati e cioccolato fondente al 99 per cento in oro zecchino di pepe dell’himalaya (cosastodicendo?)

      ( non è che ti iscrivi mi sa proprio che tu dovresti proprio far parte di tuppete *_* )

      • gaia 23/12/2010

        io voglio parte di tuppete…dammi le coordinate o fammi entrare in questo clan privato

  • pips 22/12/2010

    bellissimo il tuo blog, davvero! anche le foto, stupende!tanti auguri 🙂

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Ciao Pips piacere io sono Giulia ed è un piacere averti qui.
      Ahem grazie *disse visibilmente imbarazzata.
      Grazie davvero.
      Un bacione e colgo anche io l’occasione di farti i imiei più sinceri auguri .
      Ti inserisco tra i preferiti così che in un momento di calma posso guardare anche io il tuo spazio. COn vero piacere (mamma mia è un periodo assurdo questo un po’ per tutti)
      Un bacione
      a presto

  • Sara 22/12/2010

    Che foto bellissime (come sempre!).
    Da amante del peperoncino e più o meno di tutte le spezie del mondo voglio anche io qualcuno che mi dedichi dei cesti così belli <3

    E tantitantitanti auguri!

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Già mi vedo nella fabbrica di Kartell a prender centinaia di nani e consegnarti cestini peperonceschi *_*

      Sì.
      Lasciami sognare che è Natale .
      Un bacione Sara e un abbraccio forte.
      Tantissimi auguri di nuovo a te e famiglia.
      (e grazie sempre)

  • Valentina 22/12/2010

    Ora, perchè se Max dice che ed è che perchè io non conosco Max? perchèPerchèPERCHÈ? P E R C H È? Io e lo chef rabbid (che sgranocchia macaron mentre blatera e sputacchia briciole millecolori facciamounmacaronarcobalenosì?) non ce ne capaciteremo mai, smetteremo di fare biscotti, con e senza cuore, non faremo mai pandori e piangeremo nell’angolo dei coloranti alimentari liquidi che si sa, non funzionano per nientebbene.

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      Devo fare il pan di spagna e i macaron arcobalenosi *_* cielosonomessinprevenivo (cosacentrailpreventivo? lo vedi? devodormiredevodormire. Un giorno li faremo insieme. anche prima magari in videochat. e perchè ogginon siamo riuscite ad aprire quel cacchio di msn? eh ? perchè? e le mutande del dottorgibo’ si possono fare arcobaleno?
      basta.
      parentesi chiusa.
      mi odiosonoesaurita.

      Max devo assolutamente presentartelo. Ha pure un account su twitter adesso.
      DEVICONOSCERLLO ! è troppo tuppete.
      troppo.

      ora tu e chef rabbid non dovete neanche pensare di non .
      NEANCHE PENSARE.
      piuttosto io valefudblogghier (scritto così) ce la vedo eccome.
      E quei biscottini iaia li fa. appena smette con questostrassurdamentefreneticocenonedellavigilianatalesantostefanosoloilcielosacosa.

      E sì.
      mi manchi .uff

  • Cranberry 22/12/2010

    Beeeeeeeeeeeeeeenissimo, adesso che ho letto tutti i commenti, letto chi è Max, tuppete, tippete, il nano da giardino….
    ….non c’ho capito una mazza!
    Ricomincio dall’inizio…e lui non mi avrà!

    • maghettastreghetta 22/12/2010

      *rido. rido tantissimo.
      Ti assicuro che io per prima non ho capito assolutamente una cippalippa.
      una cippalippa gigante.
      Il nano da giardino è ampiamente documentato (credo anche qui ma non ne sono sicura http://maghetta.it/2010/11/20/perizia-psichiatrica-nanosa/)
      In realtà è un mio disturbo della personalità.
      Ne ho solo dodici.
      Ma ti prego. Non farlo.
      Non addentrartiinquestafollia.
      Fingi indifferenza. Abbracciami forte e dimmi che un giorno tutto questo finirà

  • Carolina 23/12/2010

    Sai una cosa?!
    Sono felice di aver preso il coraggio di scriverti quel primo commento…
    Buon proposito per il 2011: approfondire la conoscenza con Giulia. Sì, nel modo più assoluto!
    Buone feste mia cara e tanti tanti auguri.
    Un abbraccio,
    Caro

  • Pingback:Tao Te Ching romana 01/02/2011

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi