Home / Biscotti  / Abbiamo Ospiti. E generalmente puzzano. Ma dopo tre ore, però. Non perdo giorni io. Sono una risparmiatrice. Di tempo, eh.

Abbiamo Ospiti. E generalmente puzzano. Ma dopo tre ore, però. Non perdo giorni io. Sono una risparmiatrice. Di tempo, eh.

La FumettoRicetta di oggi “Macaron Multigusto” ( cannella? Semi di papavero? sì anche quelli) la trovi sul Blog di Grazia

Non avevo mai capito a cosa servissero le miniature dei carretti siciliani. Me lo ero sempre chiesta, tra l’altro. Se potessi sommare i minuti che mi vedono stupida interpete e protagonista principale nel ruolo di “inebetita fissa davanti alla vetrinetta tra paste di mandorla mi chiedevo a cosa servissero quelle piume sulla testa del cavallo e quelle ridicole ruote colorate che neanche girano”. Certo, il regista avrebbe dovuto scegliere un titolo più incisivo ma non posso preoccuparmi anche della regia. Sono già l’attrice protagonista in questo orrendo cortometraggio. E la truccatrice non mi convince mica tanto. Sa mettere solo il fondotinta e il mascara. Cerone? Soprattutto.

Fortuna che le mie certezze non vacillino più e mamma ha pensato di servirmi la risposta grazie all’ausilio della caratteristica che più la contraddistingue: la maturità. Quella che la porta ad asserire con assoluta certezza che gli anelli della tenda sono Hula hoop per Rabbids. ” Pronto amore ti ho comprato una miniatura del carretto siciliano” . Racconterò di una donna insuperabilmente ironica che al mio “Per fissarlo comodamente in casa chiedendosi a cosa serva?” ha risposto ” No stupida. Per infilarci dentro un coniglio”. Il Rabbid  lo abbiamo infilato poi. Lei tirava dalla zampa anteriore in avanti il carretto a dimostrazione del fatto che sono stupide ruote che non girano. Ed io ridevo. Lei sistemava le piume e mentre ci chiedevamo come diavolo potesse andare avanti il povero quadrupede con una benda di lana e pon pon in volto papà ha solo detto che. D’accordo la finzione scenica ma ” Il cannolo dopo lo scatto posso mangiarlo o no?” . La praticità  e la follia al servizio familiare è qui. Sono pomeriggi indimenticabili questi e per certi versi gli stessi che ho aspettato e temuto per una vita intera. Vederli crescere pericolosamente mi trasforma in quell’ologramma che ho cercato disperatamente di far rimanere tale. Grande. Ed adesso il carretto tocca tirarlo anche un po’ a me. Il fatto che io abbia dei cappelli sorprendentemente alla moda e una sfilza di coppole siciliane ( anche rosa ma è quella rossa con il fiore che da maggiori soddisfazioni) mi fa ben sperare sull’esito. Perlomeno dal punto di vista glamour. In questi giorni mi sono state commissionate ben tre interviste per tre siti carinissimi indipendenti che avrò il piacere di segnalare  a tempo debito. Contando che io non abbia pagato nessuno per far sì che questo accadesse mi verrebbe di spaccare il carretto a morsi al grido di “ma a chi diavolo può interessare di me?”.

E fino a qualche tempo fa avrei pure ingurgitato quella ridicola ruota inutile colorata di legno ponendomi il quesito. Sputato magari pezzi di zoccolo di cavallo mentre farfugliavo considerazioni masochistiche di me stessa volendo avere ragione mentre convinta la pretendevo e in maniera assoluta ma. Ma Domenica non sarei scesa in piazza per non sporcare il tacchetto e urtare contro una sconosciuta che potrebbe far puzza di ascella. Fino a qualche tempo fa appunto. Perchè Domenica io ci sono, come spero tuttii bellissimi occhioni femminili che sbattono le palpebre  qui.

Questo non significa che sia interessante interessarsi di me ma che se a qualcuno interessa molto probabilmente non ho ragione nell’asserire che non sia normale ( se si rilegge 2342 volte è di facile comprensione questo periodo). Lo sarà nel profondo per me, anormale per me ma. Ma perchè precludersi un cambio rotta carretto? Perchè sono grande? Non lo si è mai. Perchè precludersi un desiderio sepolto da cialde di cannolo putrefatte? Meglio zompettare felici sulla ricotta e lo zucchero. Anche solo per un po’. Zompettare mi fa venire in mente che, in seguito all’ultimo prodigioso acquisto di mamma, ho il mio gran bel da fare tra tirare carretti, fare orecchie da coniglio e arrotolare zucchero e neve lanciando smarties in un tripudio di folle normalità. Perchè dopo il carretto è seguita la macchina dello zucchero filato. C’è da dire che mamma ha sempre capito una cosa di me.

Io non sono una borsa firmata e una macchina di grossa cilindrata. Sono zucchero filato e carretto colorato. E la cosa divertente è che fino a quando morirò lo capiranno in pochi.E vivere in incognito nella realtà e realmente nella virtualità è il premio che mi è stato concesso. Per avere una vita. Vera e sincera. Come è giusto che sia. Per avere una vita con il pieno possesso di me stessa. Perchè me la merito (meritarsi me è una brutta cosa ma) . Il resto andasse pure a .

A fissare carretti nelle vetrine.

” Composta. Iaia Composta”. E  in poche persone adesso leggeranno in questa ultima frase quello che sento. Le stesse che conoscono/stanno conoscendo la vera Iaia. Le stesse che sorprendentemente conoscono il reale essendo da tuttaltrapartetuttattaccato.

“Oh. Saluti dalla Sicilia (agitando le manine). Noi siamo quelli che Iaia non la conosceremo mai”.

Li vedete anche voi? Quelli che agitano le manine, sì.  Quelli che davanti la vetrina fissano carretti chiedendosi soltanto “uhm. cioccolato o ricotta?”.  Ed equivalgono al tanto argomentato: uuuuuuuuuuuuUUUUUUUUUUUUUuuuuuuuuuuuuuuuuuu *agitando la testa nel vuoto fissando con sguardo vitreo. Il nulla, giustappunto.

Non ho niente da mettermi  Domenica, dannazione. Passiamo ai discorsi importanti. Voi? Tubino leopardato scollato con parigine di pizzo e tacco 29 giusto per allontanarci dallo stereotipo?

Sono anche questo. Chi non lo è? Ma vestirsi di sè è la vittoria. E io ho in quel senso  tante cose da mettermi. I vestiti firmati prendessero fuoco.

Chiusura drammatica e acida punzecchiosa nei confronti di qualcuno, sì( fosse stato un videopost avrei detto “è il bello della diretta”) a parte. Domani parte il Giveaway ed io non ho la più pallida idea di cosa mettere in palio ( è un continuo ” cosa mettere” o sbaglio?) . Non è che vi va di aiutarmi? Magari sparando stupidate a raffiche ( ne siamo maestri e ci verrà presto riconosciuto a carattere mondiale e interplanetario) vien fuori un’ideona. Ma ona. Ona ? Che Sia la moglie di One il Neurone?

Update: E se mettessimo in palio una macchinetta zucchero filato (NON LA MIA , tzè!) . Un elettrodomestico infantile a caso? La fontana di Cioccolato ad esempio? (linea disney Ariete? >>>click )  (Sono dei giveaway imbarazzanti con regole assurde. Si sceglie anche il regalo insieme. E’ sorprendentemente folle e meraviglioso. Ma mai quanto voi. Grazie. Anche se in ogni parola c’è sempre. Quel grazie. Spero davvero che lo leggiate anche quando non è composto dalle sei lettere)

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
29 COMMENTS
  • Wish aka Max 11/02/2011

    Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrimo!

    • maghettastreghetta 11/02/2011

      AHAHAHHA
      Buongiorno !!!
      dimmi subito il regalo ! domani è il grande giorno !
      dobbiamo cominciare l alista.
      parlare del logo.
      santocielotroppecose.
      troppe cose.
      SERIE!

      • Wish aka Max 11/02/2011

        Ecco. Parliamo del logo (mi riallaccio al sano pragmatismo di tuo papà che più lo conosco e più mi sta simpatico – anche io avrei detto “ma il cannolo me lo posso mangiare”)(forse avrei aggiunto “e mi raccomando a come lo maneggiate”).
        Scherzo.
        Per il givauai (io lo pronuncio alla texana) propongo una copia dello Zhuang-zu in edizione Adelphi. E’ un libro fondamentale della cultura orientale ed è BELLISSIMO. Che siccome se vinco lo cedo ad Ale mi farebbe parecchio piacere vincere.

  • yliharma 11/02/2011

    E allora SECONDAAAAA! (non avevo mai partecipato…mi accontento così 😀 )

  • Cey 11/02/2011

    E se mettessimo in palio una giornata con te? Io ti giuro che prenderei anche ferie dal lavoro per poter commentare in continuazione =)

  • maghettastreghetta 11/02/2011

    Filo ad apparecchiare che santo cielo è tardissimo ma.
    Giornata con me non è mica un premio e voi . Sì proprio voi due ve la farete eccome . E spero (per me ) più di una pure.
    Che abbiamo una vita.
    Quindi escluderei come premio giveaway.
    Dimostra il fatto che voi voletefarvenesolounaaaaaaaaaaaaaaaaaa #paranoia mode on.
    vi ringrazio perchè devo aprire il cocco.
    potrò sfogare questa rabbia da sentimentoferito verso quel coso legnoso che amo .
    (non ditemi quante calorie ha ok? )
    e insomma.
    quando torno se qualcuno non ha deciso già il premio prendo a ceffoni Pier!
    ( cielo. sono davvero . davvero. ma davvero. fubbba)

    blocco i commenti così. è sicuro che.nessunoavràdecisoilpremiopersalvarequelcosopelato ( ma che poi. chi potrebbe? )

  • Gennaro 11/02/2011

    saltato il Giulia-Day ;( , propongo una tua creazione (foto,fumetto..) in un
    foto-gadget style (es. tagliere , palle di neve, tappetino mouse, orologio, puzzle, sottobicchiere, ecc. )
    (esempio : http://www.12print.it/fotogadget/incucina/)
    ciaoooo!

    • maghettastreghetta 11/02/2011

      Gennaro anni fa ho fatto “operazione spilletta maghettastreghetta” mandavo una mia spilletta fumettosa a chiunque volesse possedere il ridicolo oggetto.
      Chiaramente gratuitamente.
      In cambio solo di una foto. DI una spilletta poggiata da qualche parte o indossata o.
      qualsiasi cosa.
      Me ne sono rimaste solo 32048204820934829042034820942430482 3milioni.
      Se ti va di averla e mi mandi un indirizzo in email maghetta_streghetta@yahoo.it sarei felice di mandartela ( insieme a delle paste di mandorla, of course )

      Insomma.
      Però la tua idea è bellissima perchè ne ho davvero tantissime e potrei spedirne ancora e ancora e ancora.
      e voi fingereste di essere felici.,
      ancora e ancor.a
      e ok mi calmo.
      aspetto email se ti va. Mi farebbe davvero piacere.
      Un bacione!
      ma che dico uno !
      20384028420948209482 3ecco così va meglio

      • PieceOfStar24 11/02/2011

        oh la voglio anche io *___* OOOOOOOOOOOOOOOOHHHHHHHHHHHHHHHH

      • Gennaro 11/02/2011

        Mi piace fingere di essere felice, se non lo sono per davvero.
        A me non cambia nulla, ma almeno non sono un peso per chi mi sta intorno.
        L’email te l’ho mandata 😉 Sono un’approfittatore lo so! Ma come potrei resistere?
        Il piacere è mio. Ovviamente.
        Ricambio tutti i tuoi baci e rilancio di uno (non mi piace esagerare..;D)

  • PieceOfStar24 11/02/2011

    Anche io voglio la giornata con te come premiooooooooooooooooooOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!
    Aniuei…l’idea di Gennaro è carinissima *_* e la approvo in pieno.
    Detto questo…parliamo dei carretti siciliani. Sono sempre rimasta un po’ perplessa anche io davanti alle ruotechenongirano O.o e i pupi? quelle marionette con cui non ci puoi giocare che se no si rompono? Da piccola mi incavolavo e non poco, stava lì appeso e manco potevo giocarci. GRRR.

    Sai cosa ti dico? che hai scritto la frase più bella che si potesse scrivere e la cito:
    “Io non sono una borsa firmata e una macchina di grossa cilindrata. Sono zucchero filato e carretto colorato. E la cosa divertente è che fino a quando morirò lo capiranno in pochi”

    Tu sei zucchero filato, sei quella che si impiastriccia i capelli di gel travestendosi da Edward solo per farmi sorridere, sei quella che manda pacchi gialli piene di meraviglia ma che la cosa più meravigliosa è sempre quel bigliettino che c’è sotto gli oggetti.
    Tu sei campanellini attaccati ai piedi che non ti fanno perdere. Che ti tengono compagnia e che sono magici. E la magia di te sta proprio nella tua semplicità e nel saperla scoprire 🙂

    Tutto il resto è solo invidia :*

    Baciiiii almeno 123456789234567 x 8rovesciato

    • maghettastreghetta 11/02/2011

      Cucciola la giornata con me come premio ? la smetti? ma che premio è?!:-P
      e come dicevo a Gennaro l’operazione maghettastreghettaspilletta fatta nel 2005 credo ( la rimetto online magari. Ho tantissime foto) era stata un’idea carina perchè avevo la foto di tutti con la mia spilletta.
      Inutile dirti che te la spedisco ( anche se non la vuoi chiaramente)

      I pupi. Santo cielo no. I PUPI sono incomprensibili e no. Non ho mai approfondito moltissimo ma so per certo che mi inquietano e non poco. Come tutte le marionette in genere.
      Subisco un fascino marionettoso ma di quelli infantili pelucchiosi di stoffa.
      Il resto è terrore puro come le bambole di porcellana.

      Ora però perfavore come regalo alla zia le fai una fornitura di fazzolettini con campanellini? perchè sono due le cose.
      O li perdo perchè non hanno campanellini o li uso troppo.
      ed è sempre la seconda anche se questa volta pure la prima.
      Giu.
      Grazie.
      ti voglio bene
      anche se la cosa più importante rimane
      ma
      hai provato
      01938109 ?

      *scappa via mentre la insegue con il cofanetto di streghe aiutooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

      • PieceOfStar24 11/02/2011

        ooooooooooooh certo che la vogliooooooooo *___*
        anzi ora ti gonfierò perchè ancora non me l’hai mandata eh??! u.u ma che zia sei santocielo??? (ok, la migliore zia del mondo ma.)

        Comunque…si anche a me fanno impressione i pupi (poi il fatto che io pensi a pupo gelatoalciioccolatodolceunposalato è un altro discorso)
        E le bambole di ceramica :S oddio che paura. terrribbbiliiiiiii

        L’ho provato tesoro, ma lo sai qual è quello giusto 🙂 e sai che non è quello :*

        <3 attendo la spilletta e santocielo è un premio meraviglioso la giornata con te *___*
        il più bel premio. Se fossero più d'una ancora meglio :*

  • iber 11/02/2011

    non sarò primooooo qui, ma l’ho preso su grazia 😀 ormai la battaglia è su più fronti 😛

  • iber 11/02/2011

    ti dirò di più, tu sei zucchero colorato e carretto filato 😉

  • Alessia 11/02/2011

    Beh cara mia, poi non dire che non te l’avevo detto! Come cosa? che saresti diventata famosa! io lo sapevo fin dal momento che ho letto la prima riga del tuo blog. Oggi Grazia e domani il Times, e dopodomani il premio Nobel per la simpatia, perché ormai sono veramente poche le persone simpatiche a questo mondo! Bene, bene mi fa davvero un stra piacere il tuo successo…non è che posso avere un autografo magari fatto alla fine di tuo fumetto che mi consegnerai di persona mentre mi sciolgo stringendoti la mano? Eh, posso? Posso?

    • maghettastreghetta 11/02/2011

      Alessia parliamone.
      Anche tu hai mangiato carne di unicorno e non hai digerito come me.
      (http://www.flickr.com/photos/maghettastreghettamobile/5436330344/)
      SEI IMPAZZITA!
      Famosa cossssssssssssssaaaaaaaaaaa?
      Smettila subito. E smettila pure per l’autografo o qualsiasicosacisiavvicinilontanamente. Che avvicinarsi lontanamente è difficile ma possiamo farcela ( non so quel che dico)
      Insomma . E’ stata una bellissima esperienza ma non è cambiato assolutamente nulla.
      Il premio Nobel per l’idiozia. Ti giuro che concorro per quello e ho buonissime probabilità di riuscita.
      Parliamo invece di cose serie.
      Domani c’è il giveaway e se hai tempo e voglia ti prego passa per lasciare un commento perchè mi farebbe davvero piacere se anche tu potessi vincere.
      Adesso abbracciamoci e basta. Senza autografi o stupidate.
      Un abbraccione sincero e via.
      La mano non la stringo a nessuno ( al mi commercialista sì. santo cielo lo odio )
      Grazie cucciola. Per la compagnia.
      Un bacione!

      • Alessia 11/02/2011

        Siiii! Abbracciamocicicococici, inizio a correrti incontro con le braccia aperte!!! Prometto che se domani faccio pausa tra un capitolo di inglese e l’altro ne approfitto per passare al tuo giveaway.
        Pensala come vuoi, ma sappi che se salirai sul palco a ritirare il premio Nobel (per la simpatia, per l’idiozia, per i conigli o per il carretto siciliano) io sarò in prima fila a sussurrare al Ministro delle dispari Opportunità “psss, l’avevo detto io che sarebbe diventata famosa!”.
        E adesso continuiamo ad abbracciarcici..coco! bacioz!

  • hendrixandme 11/02/2011

    Amore dolce mio…tu sei il carretto più bello del mondo ed io ci salgo con hendrix e mi faccio portare in giro nel tuo mondo e QUANTO MI PIACE! Io ci sto bene a guardare le tue piumette colorate ed a sentire il tintinnio di tutti i campanellini al collo e chi non capisce lo lasciamo a terra, lo salutiamo con la manina e con i piedi penzoloni. E semmai facciamo anche una pernacchia che ci “scompiscia” (cito hendrix). E gli tiriamo pure gli stecchetti dello zucchero filato. E tu sei preziosa per me e basta!
    Per il premio concorderei per una cosa bambinescosa… la macchina dello zucchero la preferirei alla fontana di cioccolato…..ma non vale perchè io per lo zucchero filato ho un debolissimo. Per quanto riguarda la giornata con te io so che l’avrò, non so bene quando, più di una, ma l’avrò! E se fosse quello il premio sarei capace di accoppare parecchi amici qui…per cui meglio la macchina dello zucchero filato!

  • orsomarchino 11/02/2011

    slurp! è qua che ci sono le paste di mandorla?

  • Chià 11/02/2011

    Ricordo la scorsa estate e una giornata a Palermo, di ritorno dalla disavventura favignanese. Una città bella di contrasti e per le strade turisti rincoglioniti a sorridere e a farsi fotografare senza posa inerpicandosi su carretti trainati da spaesati equini provvisti di ogni sorta di copricapo, uno più pacchiano dell’altro. E ci sono stata male e ho sofferto. Per il cavallo. Perché nessuno gli ha mai chiesto un parere a proposito. Perché a camminare sull’asfalto le zampe e gli zoccoli patiscono, eccome! Ed è così che se penso a me e te, ci vedo abili sabotatrici di carretti siciliani. Andremmo furtive nella notte a liberare cavalli dai cappelli e dai carretti e li porteremo via, lontano, dove potranno correre liberi, lontano lontano dal fragore cittadino. E io e te ci riservermo una corsa, una fantastica corsa, su un carretto in miniatura, senza cavalli e stracolmo di piume colorate e di zucchero filato. Ma che dico? Più di una corsa…ché il nostro è un carrettino fatato e non si ferma tanto facilmente. Io e te abbracciate sul carrettino e sarei davvero felice. Davvero. Per dirti che mi manchi, ecco. E il carrettino mi ricorda un po’ il nostro risciò e un pomeriggio di fine agosto.
    Una proposta per il Giveaway? Io la butto lì…ed è una proposta del tutto egoista nonché autolesionista ché se vincessi sarebbe la fine mia. Ho sempre pensato che se mi regalassero una gelatiera, beh, quella sarebbe la fine dei miei giorni. Potrei passare tutta la vita a fare gelato e a mangiarlo…e tu e Grom…insomma, ne sai qualcosa. Io la butto lì….. Ti abbraccio forte fortissimo tesoro mio. La mia patata lessa che scrive sul blog di Grazia! L’oroglio grande di Chiarasua!

  • Cey 11/02/2011

    Una tua creazione piace anche a me =) Magari qualcosa ispirato a te e al vincitore =) Io con la tua spilletta giravo sempre poi ho perso la borsa con la suddetta -_-‘ fastidio -_- ma le volevo bene =) tra l’altro era la prima volta che ci sentivamo sul serio e mi avevi parlato di quello strano ragù che fanno da voi =)
    Oppure se posso fare l’opportunista direi un danbo, si scrive danbo?, perchè è tenerottissimo =)

  • UnaZebrApois 12/02/2011

    1-Quoto Cey!!!e se ci fosse una giornata con te in palio giuro che andrei a fare una minaccina alla dea bendata, così, in amicizia ;PPP

    2-La tua idea spilletta in ragalo è super :DDDvale ancora!?Perchè io la vooooogliooo!!! :DDD e di foto non te ne darei una, ma un book in piena regola! (A mano, s’intende, dopo aver vinto il tuo GiveWay con premiopropostodaCey in palio!!!)

    3-poi ho letto bene gli altri commenti!Domani ti mando la mail :DDD (vale, vero!? così te ne rimangono solo 32048204820934829042034820942430482 2999998!!!

    4-ma l’unicorno l’hai preso da thinkgeek!?!?! :DDD meraviglioso!Io ho la sveglia-bomba…prima o poi dovrò farci un post(icino) su!

    5-cazzarola mi sa che devo assolutamente scalzare tutti gli altri concorrenti…siamo in troppi a volerti per un giorno…e se facessimo un MaghettaDay con tanto di te che ci fai gli autografi sulle tue fotine abbracciata al rabboniglio!?
    Io mi propongo come ospitatrice tanto che ho anche un cagnuzzo con la forma di un coniglio e la faccia di un rabbids :/
    Anche la gelatiera tenta…ma a casa mia c’è posto per tutti ^.^

    6-ok, commento lunghissimo e sconclusionato, ma leggo il post e trovo che “E vivere in incognito nella realtà e realmente nella virtualità è il premio che mi è stato concesso.” sia la frase più vera di sempre, e ho un pensiero bellissimo da scriverti, ma nel frattempo me lo sono scordata -.-‘… poi continuo ai commenti e mi vengono in mente cose da scrivere, e allora faccio su e giù col ciaffettino che fa fare su e giù alla pagina sul pc e scrivo subito per non fare il pezzo della frase…ahimè l’età…e la testa…e il mononeurone…

    7-insomma a me piace tutto!!! E voglio la spilletta!!! 😀 E domani corro qui, mi catapulto e…ooops è già DOMANI (0.14!) ho vinto qualcosa!?!?!?!?

    Smack!

  • orsomarchino 12/02/2011

    cos’è che succede domani? Cioè oggi. Voglio dire… sabato? Quale sabato? Domani. No, oggi.
    ripetendo ad libitum sempre più confuso (e felice)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi