Home / Bambini  / Che San Freezer da Montersin ci perdoni!(sono solo io che immagino il Santo Protettore di Montersino a forma di freezer o possiamo fare una comunità?)

Che San Freezer da Montersin ci perdoni!(sono solo io che immagino il Santo Protettore di Montersino a forma di freezer o possiamo fare una comunità?)

Auguri Vecchio Scarpone. Che tu possa diventare un Tronchetto fesciòn al più presto.

Devo arrendermi all’evidenza: non sono molto capace ad organizzare questo tipo di aggregazioni. Troppo frenetica e distratta,  e per questa insana indole di voler esagerare anche  in perenne ritardo. Virtuale. Perchè oh qui nel magico mondo del NoPixel sono di un puntuale imbarazzante, sia messo a verbale. Non importa di certo a qualcuno che io lo sia nel reale ma amo darmi delle giustificazioni stupide a volte Poco più sotto le foto che mi avete mandato, organizzate purtroppo alla meno peggio. Cliccando sui quadratini vi è l’ingrandimento e l’autore. Il Nippotorinese è in vacanza ( ed ogni donna sa che disgrazia sia avere un uomo in casa)  ed io ieri  troppo impegnata a svaligiare l’ikea per comprare prodotti irrinunciabili quali la sedia rosa per bimbe – Mammut; non esiste una ragione considerando che non possieda prole o parenti prossimi con infanti bambinesche. So per certo però che qualche utilizzo alternativo lo troverò. Del resto i miei tacchi stanno su una libreria perfettamente organizzata.

Mi è dispiaciuto e non poco sapere che molti avrebbero voluto partecipare se solo avessero capito i termini e le condizioni. Ennesima conferma che no. Non sono molto capace ad organizzare questo tipo di aggregazioni. Ripeterò questa frase come un mantra fino a pomeriggio.  A me dell’Unità di Italia interessa praticamente nulla al momento. So che l’unica cosa da fare per dimostrare la grandezza di quella che ERA una grande Nazione e ora  macchietta di se stessa è comporre il quattro. cinque. cinque. zero. zero (numero Croce Rossa per Il Giappone) e fare quello che sappiamo meglio fare: regalare un sorriso. Ma stavolta un sorriso diverso. 

Pur essendosi affievolito notevolmente  l’entusiasmo dopo la Tragedia in Giappone c’è da dire che: pur non appendendo bandiere e non truccandomi con bizzarre tonalità verdi-rosse le palpebre (sì. anche questo c’era all’ikea) ammirerò con piacere questo estro creativo altrui. Lo stesso che fino a pochi giorni fa mi aveva fatto delirare mentre provavo   diversi pan di spagna per costruire lo stivale (mi ero ripromessa addirittura di disegnarne i contorni regionali con il cioccolato fondente. Follia). Ho dimenticato poi, di fotografare i biscotti a forma di bandierina con la glassa che come impasto sono risultati buonissimi;  tanto che papà ne ha richiesti solo dodici chili per domenica. Il Pan di Spagna che ha sbaragliato la concorrenza non poteva che essere quello Montersiniano. Con la farina di riso, sì. Da quel momento poi non affidarsi a lui anche per la crema pasticcera sarebbe stato un insulto. E allora ho profanato anche quella. Che San Freezer da Montersin ci perdoni  (sono solo io che  immagino il Santo Protettore di Montersino a forma di freezer o possiamo fare una comunità?)

 

 

Annotazioni importantissime:

Non sono riuscita a prelevare la foto di Jelena , che ho avuto il piacere di conoscere in questa occasione. Invito pertanto a visionarla seguendo il link perchè ne vale davvero la pena. Vi è poi il post sulla Crostata Dolce Italia di Profumo di Zagara. L’imperdibile reportage tricolore di Mamma in Pentola che adoro. Slurposissimi Spaghetti alla Lilli e il Vagabondo di l’Amaranto e il Melograno  e l’augurio di Un pezzo della mia Maremma.Giulia la mia pulcetta di Amaradolcezza che non ha certo bisogno di presentazioni come neanche l’amore di casa Cey di Sos Torta. La mia Vale con gli sfetesi messi in fila che nonostante le grane giornaliere è riuscita comunque a mandarmi un ricordino sbelliffissimo. La mia Focaccina con il suo Plumcake Italiano che definire strepitoso è poco . E gli Gnocchi Tricolore della mia Bibi? Dove li vogliamo mettere eh? (sì è un post in progress ormai)

 Il cuoco più affascinante del web con le sue incredibili ricette per gourmet. Francy (e che link ti metto? santa brigida!) che mi pensa guardando borse e mi rende felice da pazzi, Un pezzo di stella che a me pare essere una stella intera di quanto è bella, un nuovo amico prezioso da aggiungere alla lista Gennaro. La mia incredibile e adorabile Hoshina e Laura che mi ha fatto davvero una bellissima sorpresa partecipando. Marzia  che mi piace moltissimo e che ho conosciuto  grazie a Instagram;  e mi si permetta una nota speciale per Morgana (che non riesco a contattare per inserire un qualsivoglia link) che ho seguito in queste settimane su questa famigerata e famossima applicazione dove trascorro allegramente minuti spensierati sorseggiando camomilla. Una forza della natura. Davvero. Spero uplodi anche il resto su qualche spazio perchè merita e tanto.

 Sperando di non aver fatto nessuno strafalcione dimenticando qualcuno beh. Insomma grazie. E’ stato davvero un modo carino e creativo di condividere questo evento.

Pan di Spagna di Riso ( senza glutine e senza latticini) di Montersino. Ingredienti : 120 grammi di tuorli, 480 grammi di uova, 400 grammi di zucchero semolato, 400 grammi di farina di riso, 40 grammi di amido di riso. Montare nella planetaria le uova intere con i tuorli e lo zucchero fino ad ottenere una schiuma stabile e ben sostenuta. Incorporare delicatamente a mano la farina di riso. Facendo come sempre dei movimenti regolari dal basso verso l’alto lentamente e meticolosamente. La Farina di riso deve essere stata precedentemente setacciata all’amido di riso. Versare quindi il composto in una tortiera imbuirrata e infarinata (nel caso del silicone non occorre di certo) e cuocere per 30-35 minuti circa a 190 gradi.

Crema Pasticcera di Montersino. Ingredienti: 800 grammi di latte intero fresco, 200 grammi d panna, 300 grammi di tuorli, 300 grammi di zucchero semolato, 40 grammi di amido di mais, 35 grammi di amido di riso, 1 baccetto di vaniglia Bourbon (viene fuori una dose spropositata per fare tre strati e mangiare qualche avanzo potrebbe pure essere poca, ecco). Procedimento: Portare a bollore il latte con la panna e i semi di vaniglia estratti dal baccello. Nella planetaria montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere la classica consistenza spumosa. Incorporare quindi gli amidi non smettendo di montare. Versare quindi il composto sopra il latte in ebollizione e aspettare che si formino quello che il grande Montersino definisce “piccoli vulcani”. Amalgamare bene il tutto con la frusta facendo dei movimenti decisi e abbastanza frenetici. Veloci senza fermarsi e senza formare in alcun modo grumi. Togliere dal fuoco quindi e stendere la crema su una teglia. Coprirla con la pellicola trasparente che può tranquillamente avere un contatto con la crema stessa. Montersino consiglia di tenerla in frigo per massimo 3 giorni. Non esagerare ulteriormente.

Per dovere di cronaca. La Ricetta della panna cotta ho utilizzato sempre la stessa e i biscottini al burro sono i soliti dessert siculi.

Escludendo qualche festività e ricorrenza particolare imminente  da adesso ( musica del terrore) si parte con i Conigli e la Pasqua. E come anticipavo ieri qualcosa potrebbe non funzionare (cervello a parte) a causa di lavori in corso.

Buon Compleanno Vecchiaccia! Almeno più giovane dell’Italia, sono. E’ una magra consolazione ma tant’è.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
23 COMMENTS
  • Giulia 17/03/2011

    Ma quanti bene ti voglio???? (Maghetta)

    Auguri Italia!!!!

  • ilfastidi0 17/03/2011

    150….come gli anni della montalcini…..cribbio ^__^

  • Cuocopersonale 17/03/2011

    IL CUOCO PIU’ AFFASCINANTE DEL WEB..
    Aspetta.. questa faccina me l’ha insegnata Darsch…. #^_^# (arrossiamo un attimino solo tutti assieme per favore?? Magari con qualcosa di bianco e verde in mano così diventiamo noi la bandiera dell’Italia?? E se la cosa verde fosse il tasto di invio sul cellulare mentre mandiamo un messaggio al… che numero è maghettina?? Ah si.. 45500 giusto???) Credo che sarebbe una grande azione da fare… dimostriamo una volta in più che gli Italiani sono brave persone… non tutti ovviamente.. ma il 99% si.. io ci credo ancora..
    Detto questo io non posso che ringraziarti super maghettina.. perchè?
    Perchè sei un pò la mia “grilla parlante”… perchè quello che pensi lo dici (con dolcezza infinita e da tesorino quale sei ovviamente *___* non ci ho dormito la notte quando mi hai detto che le foto vengono così a causa della luce ahaha)… perchè hai un cuore grande molti più chilometri quadrati dei milioni di .net .com .iaia che hai sparsi per il web… e perchè in Italia ci vorrebbe solo una cosa : più maghetta per tutti… anzi no… la gelosia mi impone di dire.. meno maghetta per tutti e molta più maghetta per i pochi “eletti”… tuo Neo di Matrix (l’eletto per eccellenza)!!!

  • Lisa 17/03/2011

    che bel post Focaccina!io ho una cosuccia in forno dell’ultimo minuto, ma nn so come uscirà! 😉
    baciiiiiii ;-*

  • Bibi 17/03/2011

    vabbè ma se sei in ritardo tu io allora?
    sto giusto andando a cuocere i miei gnocchi tricolore, e ho rinunciato a fare oggi tuttoilrestocheavevodeciso perchè

    1.lavoro (cazzo!)
    2.al supermercato dev’esserci un rave e non si riesce ad entrare

    penso che cucinerò pietanze tricolori fino alla fine del mese 🙂

  • ilfastidi0 17/03/2011

    anche il multiblog partecipa alla raccolta di fondi!

    http://siciliani.splinder.com/post/24308391/un-piccolo-aiuto-per-il-giappone

  • Luca 17/03/2011

    tu non sei umana.
    ne sono sicuro.
    FIRMA ANCHE TU QUI SOTTO .

    SE ANCHE TU COME ME PENSI CHE QUESTA CREATURA:
    NON SIA UMANA.

  • Cuocopersonale 17/03/2011

    Io penso che Giulia sia la creatura che si avvicina più all’umano di chiunque altro… già… anzi… Gi… 😉

    • Luca 17/03/2011

      si in questo senso si hai ragione da vendere Cuoco !

  • PieceOfStar24 17/03/2011

    Bene. Mi sono un po’ commossa. Premetto che siete tutti stupendi.
    Che le foto sono meravigliose ed è bellissimo essere tutti uniti in questi progetti. (da rifare. da rifare.)
    Ho appena minacciato mia madre a fare il 45500 :)))) ecco.
    Non è la festa dell’Italia, ma degli italiani come noi. Che sorridono e creano. Che cercano il bello di quella che ERA una grande Nazione e che si sta sgretolando. Ripeto una frase che ho scritto stamattina: dell’Italia amo l’arte che racchiude. Le tradizioni. I colori. E questo bisogna festeggiare.
    Non metterò bandiere, non metterò nulla di chè. Il mio modo di festeggiare è essere quì 🙂

    Tivogliobene GI :*

  • Gennaro 17/03/2011

    Quattro, cinque…(pausa)…cinqueee.. zero..zeroo..lo sto canticchiando ad amici e amiche, cosi non lo dimenticano.
    Fa piacere vedere le mie foto nel tuo progetto 😉
    un bacio!

  • Maria 17/03/2011

    Complimenti a tutti ! Belle belle belle!!!

  • jelena 17/03/2011

    Scusami Gi avevo tutte le autorizzazioni solo su di me ^_^ avrei dovuto verificare. Buon 150….. 🙂

  • elllisa 17/03/2011

    siete stati fichissimi tutti. bravibravibravi.

  • Selena 17/03/2011

    45500 appena l’ho visto…l’ho fatto. Perché sì. Perché è il posto dove, pur con quello che sta succedendo, andrei a vivere una parte della mia vita sicuro.

    Dio quanto vorrei poter vedere dal vivo un tuo festeggiamento in casa Iaia…dev’essere bellissimo.

    Comunque l’Italia li porta benissimo i suoi 150 anni :3

  • jelena 18/03/2011

    è per te…. un piccolo rabbid spuntato dalle fragole…. non so proprio come ha fatto a capitare da queste parti ^_^ http://www.flickr.com/photos/bimbafragola/5536022966/in/photostream/

  • Hoshi 18/03/2011

    Ma sulla mia foto c’è un altro nome !!! :(((

  • Claudia 18/03/2011

    Grazieeeee! Bellissime foto!

  • Andrea 20/03/2011

    Dove c’è barilla c’è casa e dove c’è Giulia c’è genio 😀

  • Marzia 31/03/2011

    So

  • Marzia 31/03/2011

    Sono stata assenta per un po ma ho ritrovato il post con tutte le fotine!! davvero bello questo collage e che bello che ci sono anche io.. ciao maghetta, un bacione forte!!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi