Home / Biscotti  / Una volta mamma si è fatta pure una nuance ai capelli. Ed ebbe l’ardire di definirla proprio “anatra all’arancia”

Una volta mamma si è fatta pure una nuance ai capelli. Ed ebbe l’ardire di definirla proprio “anatra all’arancia”

 Mamma ha una fissazione per l’anatra all’arancia. La propina indiscriminatamente a piccini, adulti,  adolescenti, parenti, conoscenti e passanti. Non so da cosa derivi questa perversione. Abbiamo più volte fatto delle sedute psicanatrilitiche senza venirne a capo. Leggenda vuole che tale madre/tale figlia e non potevo quindi esimermi anche io dalla realizzazione dell’anatra all’arancia. L’intenzione era quella di strappare un sorriso alla mia mammina, complice un set di formine biscottose trovato alla Rinascente. Lo stesso reparto che ricorderò per sempre grazie a quell’infido essere che ebbe l’ardire di deridermi durante una finta dichiarazione di matrimonio .

Ho realizzato, in onore della perversione culinaria mammosa, una versione zuccherosa (osa a iosa quest’oggi!) contenente gli ingredienti primi della ricetta materna: olio a go go e arance freschissime. Che sta per: “le arance che non si possono mangiare e quindi le spremi” . Perchè pur non essendo più il periodo, il fruttivendolodifiducia continua a dirmi “BBBONNNE. Prendile ti prego sono BBBBBBBONNNNE” e come una fessa ci casco continuamente. Perchè è chiaro che dietro quel “BBBBONNNNNNE” c’è “Se non le pigli tu posso giocarci a bocce”.

E’ andata a finire che il sorriso non glielo ho strappato e le anatre non sono salve. La sua spasmodica voglia di girare in padella pennuti intrisi di succo agrumoso è aumentata. Aumentata in maniera esponenziale. Quando le ho detto che “allora al diavolo il colesterolo Facciamo una bella frittatona di soli tuorli con fegato grasso di anatra arrotolato magari in un simil sushi di lardo!!!” , mi ha guardato seria “Credi si possa fare?”. Con quello sguardo tipico da “crisi di astinenza”. Quello vitreo e assorto che fissa l’oblio in stato catatonico bramando mentre un rivolo di bava scende lungo l’angolo della bocca. Lo stesso che poi cade sul pavimento e forma una pozzetta dove inciampi. Cadi. E ti rompi la faccia. Ma credo di star divagando o sbaglio?

Fossi stata una vegetariana doc le avrei parlato dell’imbuto e spiegato come si ricava il fegato ma vistochesiccometuttattaccato sono una brava bimba (a Cri piaccio proprio perchè non rompo le bolle! Ed io per Cri mangerei pure cotenna arrotolata nello strutto inzuppando Casadinas) le ho detto che proprio no. Non sapevo se esistesse ma. Ma che sarà mai? Inventeremo frittategrassosecontuorlo improvvisando e due danacol la salveranno.

C’è da dire poi, giusto per fare un approfondimento di questo disturbanatrale ossessivo e compulsivo, che non si limita solo al “pennuto qua qua”. Anche il pollo e il tacchino sono vittime sacrificali di questa cuocassassinaserialearancesca. Immaginarla in una versione dexteriana dove in canotta bianca e pantaloni militari arrotola anatra nel cellophane non credo sia molto dissimile dalla realtà. Abbiamo pure un provetto marinaio in casa che potrebbe aiutarla a sbarazzarsi dei cadaveri in mare aperto. Nella fattispecie: papà. Papà che subisce culinariamente questa perversione dell’anatra-pennuto-all’arancia  ma che non si è ben capito se gli piace perchè gli piace o gli piace perchè ha paura di mamma. Dovessi scommettere senza indugio punterei sulla seconda.

Alla mia esortazione “Visto mamma? possiamo fare anche delle anatre così!” mentre agitavo mattarello e formine ha risposto seraficamente “Benissimo! Posso servire questi biscotti dopo aver cucinato l’anatra all’arancia! Un meraviglioso pendant”.

Insomma anatre di tutto il mondo e pennuti in genere, io ci ho provato. Nessuno osi sostenere il contrario.

Da tantissimo tempo non mi (mal)diletto nelle Fumetto Ricette, proprio come le VideoRicette. Certo è che nessuno ne sentiva il bisogno ma il mio Nano da Giardino sì e chi sono io per non renderlo felice? E ordunque FumettoRicetta sia!

 

La Ricetta dei Biscotti all’olio di oliva e arancia la trovi cliccando qui >>>

Ad attendermi un lungo pomeriggio di terrazzaggio(è arrivato l’arredo terrazzo, tavolino fucsia compreso. Giubilo per me. Depressione per il Nippotorinese! Cosa desiderare di più? ) e disegno finoanotteinoltrata perchè a Kodomoland si continua a spadellare a più non posso! Ahem e tu? Ti sei perso per caso le uovine topose? sigh…

A Kodomoland c’è sempre tempo eh! Ti aspettiamo !

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
29 COMMENTS
  • Wish aka Max 28/04/2011

    Prrrrrrrrrrrrimo!

    • Wish aka Max 28/04/2011

      Amo tua mamma. E tuo papà non la teme, la ama anche lui. Per questo mangia le anatre aranciose colesterolose.

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      Cicoriettaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa (posso chiamarti cicorietta? ok la smetto!)

  • Pieceofstar24 28/04/2011

    secondaaaaaaaaaaaaaaaa

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      ghghghghgh stellina mia! ma poi con Max si è capito il qui quo qua che non sei romana?
      mi sono persa tra i commenti non ricordo neanche dove santocielo!

  • Luigi 28/04/2011

    Sei una donna piena di talenti Giulia. Complimenti .
    Si rimane folgorati letteralmente dalla tua signorilità , bellezza e bravura.
    Continua così.
    Sei l’orgoglio del Piemonte!

    • Marta (twitter) 28/04/2011

      ahahahahah anche tu come me credi sia di Torino?
      ahahahah ma Iaia è siciliana!
      anzi Siculaaaaaaaaaaaaaaa (il fidanzato è torinese! anzi nippotorinese)

    • Wish aka Max 28/04/2011

      Luigi, se vuoi conquistarla ricordati di fare almeno un riferimento alle sue labbra carnose…

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      Lui’ 😀
      Ti adoro !
      E se posso…concedimelo.
      Ho detto “non sa quel che dice” .
      Arrivati a “sei l’orgoglio del Piemonte” mi sono detta ” elllovedicheavevoragione!”
      ok la smetto di fare la stupida ma .
      Grazie davvero. Sono siciliana ma su twitter ormai c’è una leggera confusione.
      Sono Siciliana (catania) e convivo con un nippotorinese (di torino manco a dirlo 😀 ma parla giapponese a volte. un tipo strano e cattivo) .
      Diciamo che Torino è anche la mia città ma al momento viviamo in sicilia.
      Insomma.
      ti ho confuso abbastanza o continuo?
      grazie ancora un bacione!

  • essenzadifilo 28/04/2011

    E che non si dica, che Giulia non ha fatto la campagna a favore delle anatre 😀

  • Bibi 28/04/2011

    oh cacchio.
    mi sa che ho proprio fatto il color anatraallarancia l’altro giorno dalla parrucchiera, ed io convintissima che fosse una roba tipo mechescolpidisolenuancestriscecolate rosse.

  • PieceOfStar24 28/04/2011

    Uh mia mamma ci faceva pure le polpettearrotolatenellospeck all’arancia o.O vogliamo suggerirle a tua mamma?
    Però quella dei biscottini in pendant…ahahahahah dai,questa è fantastica XD

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      trovo sempre inquietanti similitudine.
      ma possiamo chiedere per caso i danni noi due?
      neuronali intendo.

  • emanuela 28/04/2011

    Amo amo amo quelle sedie rosse!… Ciao Iaia…
    Emanuela (meglio riconosciuta come amica di Valentina B.) Smack!

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      Emaaaaaaaaaaaa :*
      amicadivalefucsiamoremio.
      Assolutamente si.
      Ricordo . Foto casa blog. BEllissimo ziziziiziz
      tu.
      ahem sai che sono fucsia? in effetti con l’aifon e quell’effetto instagram la tonalità non rende ma è proprio un rosashhhoccckantissimo tendente al fucsia.
      Roba che non ci si crede.

  • Luisa 28/04/2011

    Gi scusa ma come fai a fare tutto così bello?
    Complimenti ! Ti seguo sempre su twitter e ti ammiro moltissimo
    (è la prima volta che scrivo)

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      Luisa scrivi come e quando vuoi ma se non scrivi per timore o timidezza o chissa’ cosa ti prego no.
      Non farlo.
      Vai pure a ruota libera e non crearti mai problemi con me
      In realtà ti assicuro che non è tutto così bello e perfetto. E’ chiaro che il contesto virtuale aiuta. Non faccio assolutamente tutto bene e bello. tuttalllltro.
      Ti assicuro tuttaltro.
      Però se tutto questo ti strappa un sorriso ecco.io non posso che esserne felice.
      Un bacione e grazie per essere passata da qui

  • Anna 29/04/2011

    ciao!!!
    seguo il tuo blog solo da qualche giorno, ma nonstante io non ti conosca neanche un po’ non posso non dirti che sei simpaticissima!! e i tuoi fumetti sono troppo forti!! XD
    Per quanto riguarda le ricette….me le scopiazzerò sul mio quaderno! :p
    Adesso hai una fan in più! 😉

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      Anna piacere sono Giulia ed è un piacere averti qui.
      Grazie davvero *ahemimbarazzata (perchè non so mai come ringraziare. mi imbarazzo sul serio e comincio a vaneggiare più del solito)
      Insomma.
      Per dirti che. Benvenuta (mi dispiace un po’ per te. Siamo un covo di matti qui ma sono felice per me) in primis e ti prego no.
      Fan no.
      E’ un termine terrificante.
      Spero un’amica in più. QUesto sì.
      Un bacione e spero a presto !

      • Anna 29/04/2011

        Piacere mio 🙂
        allright no fan, niente fan, via fan :p vada per una nuova amicizia!! alè! XD

  • EssenZadiCanneLla 29/04/2011

    menomale che mia mamma non ha questa cosa delle anatre, molto probabile non sappia che son commestibili. No scherzo, lei non ha mai avuto molto tempo da dedicare alla cucina, quindi da noi o si gustavano sempre le stesse cose oppure ci si dava da fare, beh io ho scelto la seconda, pur di voltare pagina. Nenache io l’ho mai cucinata, non sono vegana o vegetariana, però certe creature preferisco pensarle vive che quaqquerellano di qua e di la”, come i conigli (ma che verso fanno i conigli dimmi un po iaia?) e gli agnellini che belucchiano sui prati rincorrendo quella gran mattacchiona di Heidi. Insomma così è!L’idea dei tuoi biscotti non era malvagia, anzi, ma vuoi mettere l’anatra con dei semplici e poco dannosi biscotti!!!Un bacio Ale. (iaia mi aspetta un altro post o no…..oibò
    0___0

  • lacinzietta 29/04/2011

    a me le tue videoricette mancano e non poco. almeno se proprio non riesco a incontrarti ti guardo in video 😀

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi