Home / Autunno  / La settimana della Zucca

La settimana della Zucca

Ricapitoliamo?

L’anno scorso qui  si è preparato questo, senza pubblicare le onnipresenti Lasagne di zucca con salsiccia e la versione vegetariana soltanto con la presenza di besciamella, parmigiano e scamorzina affumicata, le diverse zuppette di cui amo cibarmi semplicissime e un po’ speziate e le classiche frittelle dolci e salate. Le torte salate con la ricotta che in quindici minuti ti salvano la serata e la versione candita con il cioccolato fondente. Gli gnocchi stanno per arrivare ma non quelli con la consistenza patatosa perchè ho giusto scoperto una ricettina niente male (dopo due disastri epici)  e a breve ondate di zucca si riverseranno qui nelle più disparate forme.
Lasciamo un po’ perdere il fatto che abbia 15 calorie per 100 grammi (e che se anche fossero dieci chili ci si potrebbe accasciare al suolo esausti ma felici di non aver abusato di grassi e schifezze) ma è innegabile che chi ama in genere la carota, come me, non può assolutamente disdegnare questa meraviglia in formato arancione. Insieme poi sono l’idillio. Adesso scusate un attimo mi allontano perchè rivoli di bava scendono copiosi lungo la tastiera e i pupazzetti stanno nuotando *tieni la canoa Danbo!*
Ieri disquisivo di questo amore smodato per la zucca con la mia Socia (la mia cognatina, sì), che non solo lo condivide ma  si ciba di vellulate-cremine-zuppette proprio come me . In preda a raptus violenti zuccosi ci siamo fiondate in spasmodiche ricerche e il risultato è che ho venti chili di zucca in forno sapendo già per certo che non basterà (diapositiva dalla cucina? abbiamo pure quella) . Un pomeriggio arancione mi attende sfogliando un libro interessantissimo che mi è stato proprio donato dalla suddetta meraviglia sociosa, interamente dedicato alla zucca. Ricette dolci e salate. Una valanga di idee che si possono rielaborare con quelle scovate nei diversi siti americani. Che il cielo salvi chi capiterà qui perchè verrà letteralmente travolto. Mio papà prima fuggiva a gambe levate adesso rassegnato dice  “zucca? slurp!” ( a patto che poi gli dia due chili di biscotti al cioccolato. Facilmente corruttibile, il papetto).

Non resisto. Quando il fruttivendolo mi dice “è dieci chili. Ne vuoi metà?” mi vien voglia solo di schiaffeggiarlo e se non gli volessi bene di certo lo farei. “Ma dammene due, santoseminodizucca!”. Metà è per i principianti. Mi piace possederne una discreta scorta in frigo. Dopo essermi perforata gli arti superiori, il metacarpo e due falangette random durante il taglio tutta soddisfatta infilo nel forno e ciao.

Quello che ne esce fuori è una meraviglia capace di adattarsi alle più disparate situazioni. La polpa difatti può essere tranquillamente conservata in frigo e tirata fuori all’occorrenza. Per quattro giorni senza alcun problema si potranno sfornare manicaretti niente male. Cominciando con gli gnocchi di patate e zucca ma anche solo di zucca e farina, arrivando all’opportunità di avere l’ingrediente base per dei muffin salati e dei plumcake dolcissimi ma anche crostate e rotolini con sfoglia ( e le pie? e i biscottini? e i macaron ! pure i Macaron voglio fare ! Datemi un po’ di lexotan alla zucca, perfavore). E le frittate con la zucca? mai provate? Io al forno ne faccio una sorta di rollè che poi taglio e qualche volta servo da accompagnamento alla salsiccia arrostita, proprio come piace al Nippotorinese. Altre volte la imbottisco di philadelphia e zenzero lavorata a crema con la frusta. Insomma. Devo calmarmi. Inspirare ed espirare e darmi da fare perchè sono come sempre in clamoroso ritardo.

La ricetta collaudatissima del pane con noci e mandorle quest’anno la rifarò, per la gioia dei miei genitori che ne vanno matti e in diverse versioni perchè mai come adesso mi sono convinta di provare l’accoppiamento con il pistacchio di Bronte (ne ho giusto una quantità vergognosa da sbolognare).

La ricetta di oggi è una torta altaltacomepiaceammè da gustare nelle più disparate situazioni. Nonostante sia fortemente convinta che le torte americane pasticciate dentro con creme nauseabonde dovrebbero essere bandite dalla legge, non riesco a non rimanerne completamente affascinata.

Nella mia città di recente hanno aperto una bakery davvero interessante, di cui avrò modo di parlare sicuramente, e la particolarità sono proprio queste torte americane con crema alternate all’interno. Uno dei miei sogni proibiti è realizzare quella con la crema arcobaleno dentro ( e anche questo è un progetto che vorrei poter fare con la mia Socia, uff). Il web abbonda di foto inerenti alla ricetta e non vedo l’ora di cimentarmi anche se confesso una mia totale incapacità a spalmare la crema e le coperture in genere. Sono troppo frettolosa e per nulla paziente. Suppongo che questo non collimi molto con il tutto.

Come si vedrà all’interno della ricetta poco sotto, l’originale in realtà prevedeva l’infornamento di tanti piccoli cupcake ma io non ne avevo propria voglia (al momento. Perchè ho fatto pure quelli e uploderò le foto magari più tardi. Se non dovessi essere travolta dalle zucche, intendo). La copertura era poi una crema di formaggio che ritroveremo spesso qui come anche a  Halloween Food, che rivelo di voler portare comunque avanti durante l’anno. Ho intenzione di sfornare in tal senso non solo per questo periodo. Quante più possibili ricette verranno inserite anche che ne so…a Luglio?!  Dopo Halloween sarò completamente assorbita dal mio progetto Natalizio (“leinondormemai” si sentì in sottofondo. E in effetti, no. Non dormo mai) perchè “tuppete!” Christmas Food è in costruzione ed è un progetto al quale tengo tantissimo (e a quale non tengo, del resto?). Insomma SONO IN RITARDO e chiacchiero. Perchè santapizzetta?!*schiaffeggiandosi*

Torta alla zucca e spezie:

Ingredienti per una torta altaltalta come quella mia (teglia di silicone da 20) altrimenti per una torta normalealtagiusta intorno ai 32 cm:

100 grammi di burro, 220 grammi di zucchero integrale, 70 grammi di zucchero semolato (non l’ho messo io. Ho messo solo quello integrale), 310 grammi di farina OO, 2 cucchiaino di lievito chimico, 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio, 1 cucchiaino di cannella, 1 cucchiaino di zenzero, 1 cucchiaino di noce moscata, 1/2 cucchiaino di sale, 1 cucchiaino generoso di pepe macinato fresco, 2 uova grandi, 120 ml di latte intero, 300 grammi di polpa di zucca.

La purea di zucca si prepara facendola bollire o semplicemente mettendola in forno a 180 su carta da forno per una mezzoretta buona. Francamente da quando ho scoperto che è perfetta in forno evito di metter su la pentola e la buttolìechisièvistosièvisto. Dopo aver fatto cuocere la zucca nella modalità che preferite, passarla nel robot da cucina o semplicemente aiutandovi con la forchetta come ho fatto io. Se è molto cotta non vi sarà bisogno di un aggeggio elettronico per ridurla in poltiglia. Mescolare il burro con gli zuccheri a velocità media con l’aiuto del robot o dello sbattitore e dopo 3 minuti ma anche 4 si otterrà un composto spumoso. Setacciare la farina con gli altri ingredienti secchi e unire le uova una alla volta. Incorporare le spezie e nel frattempo alternare il latte (si può anche pensare di usare la panna liquida). Aggiungere infine la purea e girare un altro po’. Riempire quindi la teglia con l’impasto dopo aver imburrato e infarinato nel caso in cui non usiate il silicone come me. Prima di infornare spolverizzare con zucchero semolato la superficie. Creerà una meravigliosa crosticina adorabile visivamente e buonissima da gustare. In forno per 30-35 minuti a 180 (usando una teglia troppo piccoletta io, ho dovuto attendere più di 45 minuti perchè controllando con lo stuzzichino di legno dopo 30 minuti era ancora eccessivamente umida. Calcolate però che comunque un po’ umidina rimarrà per poi riprendersi durante il raffreddamento).

Il risultato è stato una torta altaalta come piace a me, sofficissima e morbidissima. Non troppo zuccherata forse per l’assenza di quei 70 grammi che mi sono ostinata a non voler inserire. Un gusto speziatissimo e particolare. Davvero un’ottima base per delle cosine che ho in mente la notte di Halloween. La ricetta originale prevede un accoppiamento davvero intrigante; ovvero quello della crema di formaggio che però io in questa determinata situazione non ho usato ma che proverò nella versione cupcake. Difatti è proprio una ricetta che nasce per essere un cupcake accompagnato da glassa al formaggio.

Per la glassa al formaggio: 450 grammi di formaggio fresco tipo Philadelphia, 115 grammi di burro, 300 grammi di zucchero a velo, 80 grammi di sciroppo d’acero da metter su alla fine.

Crema alla crema di formaggio e cioccolato bianco (circa 700 grammi. Per 6 cupcake di media grandezza sono più che sufficienti): 450 grammi di crema al formaggio tipo Philadelphia, 85 grammi di burro, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 225 grammi di cioccolato bianco.

Il burro e la crema di formaggio devono essere a temperatura ambiente. Fare fondere il cioccolato bianco a bagnomaria. Quando sarà ben sciolto, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare per dieci minuti. Sbattere la crema di formaggio, il burro e l’estratto di vaniglia a velocità media. Incorporare il cioccolato fuso e sbattere vigorosamente per tre minuti almeno, Utilizzare immediatamente o conservarla fino a tre ore coperta ed a temperatura ambiente (indurirà quando  i cupcake saranno riposti in frigorifero).

Questa glassa si sposa benissimo anche con della polvere di cannella o pistacchio (e presto anche una versione con il the matcha*disse fischiettando).

——–

Su Halloween Food c’è l’aggiornamento sui Spaghetti Wurstel Monster e la preparazione con la ricetta la trovi cliccando qui >>>

Kabocha, una delle mie nanette del progetto garden gnome oggi capita proprio a fagiolo ( umamma non ho un nano che si chiama Fagiolo! lo vedete? è un continuo. Non si finisce mai. Sono in ritardo pure per il Nano Fagiolo!)

 Se ti va di vederle le prime quattro schede ufficiali delle nanette di Kobitoland clicca qui >>>

Se dovessi mai sopravvivere novità nanose sono in arrivo. Altro che Maya, i Nani ci salveranno. Ne ho certezza assoluta. Occorre fiducia. Abbracciamoci forte, mangiamo tanta zucca e chiamate il reparto di igiene mentale.

Sono a piede libero.

E pericolosa. E’ un evidente dato di fatto.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
43 COMMENTS
  • pani 24/10/2011

    un anno, sopra il pergolato mi nacquero 12 zucche, così, per sbaglio. Le chiamai una ad una con il nome degli apostoli e poi le regalai in giro, per diffondersi, moltiplicarsi e predicare

  • Selena 24/10/2011

    T__T ti adoro. Per te mangerei gli gnocchi di zucca pur odiando la zucca e la carota con tutta me stessa.

    Questo vuol dire molto, sai?

    • Giulia 25/10/2011

      Amore io ti amo ancor più per questa tua impavidezza
      ma possiamo parlar eperfavore di questotuoodioperlazucca?
      proprio gniente gniente ti piace ? 🙁

      • Selena 26/10/2011

        gnente gnente. 🙁 odio le verdure troppo dolci. Mi sanno di sapone.

        <3

  • Via tutti QUESTO POST IL MENU E’ PER ME, vero?
    Anche se non è così tu di di si!
    Cercavo un menu tutto a base di zucca… sforna un secondo e sarai la mia Lady Orange!
    Il Risotto già lo conoscevo, i muffin direi che è naturale.
    La torta ora prendo appunti… gli arancini GRANDE IDEA ma non è alla portata di me medesima.
    E anche queste ricette veranno messe in PDF e salvate. (Si si ho sezione della librearia su iPad che si chiama Giulia).

    E siccome sono tornata a CASAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA posso riprendere a cucinare.
    Io ancora piena di ruggine ma meglio i a casa con il Giammy che da soli!
    E comincio con i tuoi cookies (poi ti farò sapere).

    W la ZUCCA.

    Ps. Mamma mi ha sempre chiamato Zucca e in un motto di ironia estrema Cocomero =_=

      • mmm

        PS. Vi era un’immagine con codice che a questo punto …. vabeh
        http://25.media.tumblr.com/tumblr_ltkkg3yB6s1qegzgso1_500.jpg

      • Giulia 25/10/2011

        Cocomero e zucca *_*
        io ci faccio un fumetto.
        si metta a verbale.
        e comunque sì. ti sto davvero pensando cuocendo tutta questa zucca. perchè sembrounmostroinsensibilemasounapuccipucci.
        e insomma per dire che.
        A CASAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        dimmi che non devi più andare via.
        o ammazzo qualcuno.
        ADESSO.

      • Il Giammy ha cercato di dire “Ma se per caso per esigenza dovresti tornare a Cusano”… poi ha guardato la mia faccia e mi ha detto “Povera gatta al gelo senza una ciotola” e mi ha sollevata mi ha fatto roteare e mi ha messo sullo sgabello e mi ha detto “Pina bella questa è casa tua e il giorno che ce ne andremo sarò per una più grande”.
        Archè mi sono gettata dallo sgabello afferrandolo al collo e …ehm lo sgabello è caduto perfettamente sopra al suo fantastico subwoofer che nel cadere ha quasi tirato giù anche il dvd recoder.
        E lui però ha solo detto: “Che si mangia per cena?”.

        Io PUBBLICAMENTE lo devo dire: è l’uomo della mia vita nonostante l’assenza di capelli, nonostante non riesca a non disfare tutto il letto mentre dorme, nonostante non riesce a levarsi le scarpe prima di entrare in casa (salvo poi io dire “Giammaria allora!”), nonostante cerca in tutte le maniere di farmi fuori (moto, nave, aereo, rotolandomi giù dal monte).

        Ma io non mollo!!!
        SI CASAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA (e ho deciso che in prima vera partono le grandi opere =_=°)

        PS. Non so cosa darei per stare appollaiata nella tua cucina e vederti cucinare la zucca e mettere le dita ovunque.

  • Carolina 24/10/2011

    Santocielo, io ti adoro. Leggere di te, della zucca, delle ricette, del progetto di Halloween e di quello di Natale, mi fa stare bene. E mi fa venire una gran voglia di fare. Prendere le momiji e il ka e fare, fare e fare.
    Ah Giulia cara, se tu non ci fossi bisognerebbe inventarti!

    ps: anche io amo follemente la zucca. Perdiamoci insieme in un campo di zucche. Io porto il camioncino.

    • Giulia 25/10/2011

      Qui ti si adora e venera guardando le Momiji e dando bacini allabiondabellissima che si chiama Caro in tuo onore.
      Anche fosse un sorriso. Avertene strappato uno , ne sarei felice a dir poco.
      Adesso sì. Credo sia arrivato davvero il momento di diventar serie Caro e andare a Pumpkinland ( cielo lo so . Ora ci faccio un fumetto. FERMAMI !) .
      E datosi che come saggiamente hai detto si è giusto indetta la giornata del vestitino io proporrei misè arancione per perderci in questo campo.
      Strafoghiamoci in pendant.
      Che noi due a queste cose ci teniamo, santoseminodizucca!
      ti abbraccio forte fortissimo e grazie infinite per questo tuo abbraccio.
      E’ sempre belloassai.

  • Mariangela 24/10/2011

    Grande Iaia, adoro la zucca e adesso ho anche tante ricette nuove da provare!!!
    ma davvero hai paura dei criceti?? sono così simpatici e carini 🙂
    giuro che prima o poi il microonde me lo compro anche se fosse solo per provare a farci la torta, sai che comodità se ti piomba qualcuno a casa all’improvviso e non c’è niente da offrire?? 10 minuti e via…lo farò, si, lo farò! ah ah ha ah ah aha ah ah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Giulia 25/10/2011

      E se facessimo un criceto al microonde con la zucca?
      santocielo Mariangela cosa sto dicendo *_* ??!
      sonopazzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
      e ho la febbreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

      Devi.
      Devi assolutamente per il micro. fosse solo per riscaldare.
      Ora abbracciamoci forte e cerchiamo di rimuovere l’immagine del criceto alla zucca nel micro.
      *_*
      sono profondamente turbata da me stessa (Come sempre del resto)

  • Ari 24/10/2011

    Ho comprato una zucca da tre chili e mezzo che volevo intagliare per halloween. Solo che io vado a fare la spesa in bicicletta e avevo tutta la città a ridermi dietro per questa zucca gigante che ballava la rumba nel cestino del mio manubrio.

    (nelle marche mangiai dei fantastici gnocchi di zucca e patate conditi con funghi porcini appena saltati in olio, aglio e prezzemolo. non li ho mai dimenticati.. mi ispira molto anche l’accoppiata zucca+castagne. sarà che ho una voglia matta di roba coccolosa)

    • Giulia 25/10/2011

      Ari prima di tutto consentimi di ringraziarti perchè la fotografia di te-zucca-biciclietta mi è piaciuta assai. Amo vedere le foto della vita degli altri attraverso le parole.
      Sono regali che custodiscono.
      Ero grazie.
      Ecco. Detto questo approfondiamo il discorso di questi gnocchettifunghizucca.
      UN FAZZOLETTOOOOOOOOOOOOOO
      *_*
      BAVA!
      santapizzetta.
      Dobbiamo assolutamente cimentarci. tieni il grembiule. ANDIAMO *_*

      (zuccacastagnesaddddaffffffààààààààààààààààà)
      (provate mai le lasagne alle castagne? stralusrpppppp!)

      Un bacio grande :*

  • Bibi 24/10/2011

    credo di averlo scritto ovunque: qui le zucche intere non si trovano.
    sto pensando di cambiare città

    • Giulia 25/10/2011

      Amore io devo saperne davvero di più.
      e devo capire se posso spedirla *_*quantoèvero che ho 12 nani da giardino moltiplicati per 10 TE LA SPEDISCO

      (ne ho di più ma rende l’idea ) <3

  • Laura 24/10/2011

    E zucca sia!!! Credo che provero’ almeno tre di queste ricette!! Felicissima di averti trovata ( grazie IG!!!)
    Laura@RicevereconStile

    • Giulia 25/10/2011

      Umamma Lauraaaaaaaaaaa ma con che nick sei su instagram che io ho un’età e ogni volta faccio strafalcioni assurdi e non riesco a collegare i vari nick nomi e piattaforme.
      ti prego palesati lì così che io possa seguirti e se lo faccio là dammi un ceffone dimmicretinaevvvvia.
      Che già lo so di esserlo cretina ma è sempre bene ricordarmelo.
      Detto questo *_*
      zuccaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
      IO AMO LA ZZUCCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAaa

      ah no. ecco l’avevo detto?
      sì. l’avevo detto
      Un bacione grande e grazie di essere passata !

  • valebri 24/10/2011

    * per la sezione nanosa: a me mi piace Momo, nolllosò se te l’ho gia detto. 🙂
    e poi si. Quest’anno per la prima volta anche grazie a te mia dolce Giulia comprerò la zucca e lacucineròsi.
    E’ un gran momento questo amore. 😀
    ciao.

    • Giulia 25/10/2011

      amoreeeeeeeee ma ti piace la zucca, nevvero!?!? *_*
      (Momo? io confesso di aver eun deboleperkabochamanonlodireamore)

      ( un nano si chiamerà Cì. in tuo onore. telodicoecco)
      :*

      • valebri 25/10/2011

        Dio come sono emozionataaaaaaaa!!!!!
        E svenne.
        ps CI’erto che mi piace la zucca. 😀

  • Wish aka Max 24/10/2011

    Mi piace tantissimo la zucca tagliata a pezzettoni, passata in forno con un filo d’olio e spolverata con sale e pepe… è grave? 😉

    • Giulia 25/10/2011

      io la mangio così ma senza olio e tu mi manchi. e iaiagnafà.

  • yliharma 24/10/2011

    ….a me la zucca non piace proprio…. forse è colpa dei famigerati tortelli di zucca di Mantova (?) che sono dolcissimi vomitevoli ma conditi col salato? forse dovrei riprovare ad assaggiarla, come faccio ogni anno con l’orrido melone (che ancora aborro…).
    e no: non mi piace neanche la carota cotta (cruda sì), cioè mi piace che si usi in cucina in tutti i soffritti/ripieni ecc ecc ma solo se tagliata a pezzi piccoli piccoli. non amo dolce e salato insieme si era capito?!! 😀
    perdono Giulia!!!!!!!!! 😛

  • Chiara Bernardi 24/10/2011

    Io AMO la zucca. E’ un amore viscerale. Mi ci farei anche gli impacchi ai piedi con la zucca.

  • Monica 24/10/2011

    amore smodato per la zucca anche qui! E se trovi il Lexotan alla zucca mandamene un po’ :)))

    • Giulia 25/10/2011

      Brevettiamolo.
      Salviamo il mondo e conquistiamolo.
      Ti passo a prendere per organizzarci tra 12 minuti.
      Sono quella vestita da zucca, occhei ? *_*

  • Katia Ostanel 24/10/2011

    Si, lo so, oggi sono in ritardo, sintomo evidente del mio ritardo (mentale?)!!!
    Mannò! E’kkesono stata impegnata tutto il santissimo giorno, santapolenta, quindi non ho potuto darti il mio quotidiano abbraccio virtuale,,,rimediamo,Iaiabella, abbracciamocistringiamoci!!!
    Solo una cosa: IL BLOG SUL NATALEEEEEEEEEEE!!!!!ADOOOROOOOOOOO!!!!!!
    Sbaciuzzi,,,uh, ma ti è passata quella febbre maledetta?

    • Giulia 25/10/2011

      Abbracciamociiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii (io sono ancora incrociata tuttaincrociataaaaaaaaaaa)
      febbre non passa ma santapizzetta celafaremo.
      Un feroce mal di testa mi tormenta e questo abbraccioabbracciososbaciucchiosomicivolevaproprio :*

      *si accascia al suo lanciandole cuoricini addosso

      • Katia Ostanel 25/10/2011

        MADDAI!!!!Pure io ho un ferocissimo mal di testa, ma davvero ferocissimo!!!
        Come si dice…Mal comune mezzo gaudio,,,,ho difficoltà a trovare la parte che riguarda il gaudio,ma tantè…Baci!!!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi