Home / Autunno  / Passatum Zuccarum e Cupcake di Zucca con crema al Cioccolato Bianco

Passatum Zuccarum e Cupcake di Zucca con crema al Cioccolato Bianco

La settimana della Zucca è cominciata e dopo la torta di ieri è la volta di un passato di zucca veloce e gustoso che ha la consistenza di un vero e proprio purè; difatti viene indicato in parecchi libri di cucina proprio così (è cotto nel latte, in effetti). Questa è una versione un po’ modificata che generalmente qui in casa viene molto apprezzata. Spero che possa esserlo anche da chi la proverà (Sara, sto parlando con te sì *disse fischiettando).

Inserisco poi anche un’idea velocissima, come annunciato nel post precedente, per un tè o una colazione nutriente e coccolosa. La torta di ieri infatti era in realtà il quantitativo per 12 cupcake medi. Avendo rifatto diverse volte questa base soffice e gustosa l’ho riproposta nella sua forma originale, ovvero questa versione monoporzione ricoperta con crema al cioccolato bianco e riccioli di cioccolato fondente.

La zucca ben si sposa con il cioccolato bianco e il connubio va proposto senza indugio alcuno.

  

La prima volta non avevo proprio voglia di sfornare “cosettipiccoli”, come li chiama il mio papà ma più una torta altaalta English Style che facesse un po’ autunno. E così è stato. Visivamente però i cosettipiccoli rimangono nella polposiscion dell’intrigantezza  (si evince che “coniatrice di idiozie” è una fascia che voglio possedere anche nel 2012. I maya saranno orgogliosi di me).

Il risultato è piacevolissimo e delizioso anche in questa versione da morsetto piccolo capace di rallentare il tempo (mica è vero. Mamma li ingurgita come fossero mentine emulando il Ragionier Fantocci nella scena cult di “polpetten!”). Ho aggiunto soltanto un po’  più di  spezie e addirittura sbriciolato qualche semino di garofano, che non avevo messo  nella versione tortosa (in onore di Pani e giusto per rendergli omaggio ancor meglio ho pure urlato peperepè. Senza essere in una rotonda).

Un buon tè bianco sarebbe perfetto anche se in casa si ha una preoccupante dipendenza da camomilla-vaniglia e miele della Twinings. Le clipper al Biologico sì, in particolar modo arancia e cannella, ma sulla prima vi è qualcosa che vira addirittura verso una vera e propria perversione preoccupante. Poco importa l’ora. Sempre e comunque. Straordinariamente però l’effetto è tuttaltro che calmante. Pur assumendone ettolitri giornalmente sono ancor più iperattiva e frenetica. Avranno combinato qualcosa anche qui? ( l’articolo su Gazduna mi nomina e ne sono lusingata a dir poco)

Che vado di corsa credo si sia vagamente intuito, ergo lascio gli ingredienti di queste due zuccosità senza tediare ulteriormente e mi dirigo velocissimamente verso quella strada che viene indicata da un cartello luminoso glitter con la scritta: ” Esaurimento preoccupante. Strada senza uscita”.

In realtà è che non riesco a trovare il tempo per disegnare con Ibis Paint e svolgere attività importanti quali il gioco dei nani volanti. Inutile quindi asserire che sia nervosa, assai.

———

Gli ingredienti per due belle tazzetteconsommezuppanonlosocomechiamarle: 1/ kg di purea di zucca già cotta in forno (non è tanto un chilo già cotto eh), 250 grammi di latte intero, 200 grammi di parmigiano grattugiato, 60 grammi di burro, un pizzico di sale e noce moscata (vabbè io faccio tutto a occhio, lo confesso*disse con il capo chino e il lacrimone sulla fronte).

Metti in un pentolino i tocchetti di zucca (già precedentemente cotta in forno. Fai come me tienine 23 chili nel frigo così all’occorrenza puoi farne uso e abuso) con il latte e cuoci schiacciando dolcemente con un cucchiaio di legno. Aggiungi il sale e la noce moscata, poi il burro e infine il parmigiano. Con l’aiuto di un frullatore ad immersione riduci tutto a una vellutata e servi ben calda con un po’ di rosmarino freschissimo. Crostini tostati se piacciono e un filo di olio extra vergine alla fine.

La Ricetta dei Cupcake alla Zucca:

100 grammi di burro, 220 grammi di zucchero integrale, 70 grammi di zucchero semolato (io non l’ho messo. Ho messo solo quello integrale), 310 grammi di farina OO, 2 cucchiaino di lievito chimico, 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio, 1 cucchiaino di cannella, 1 cucchiaino di zenzero, 1 cucchiaino di noce moscata, 1/2 cucchiaino di sale, 1 cucchiaino generoso di pepe macinato fresco, 2 uova grandi, 120 ml di latte intero, 300 grammi di polpa di zucca.

La purea di zucca si prepara facendola bollire o semplicemente mettendola in forno a 180 su carta da forno per una mezzoretta buona. Francamente da quando ho scoperto che è perfetta in forno evito di metter su la pentola e la buttolìechisièvistosièvisto. Dopo aver fatto cuocere la zucca nella modalità che preferite passarla nel robot da cucina o semplicemente aiutandovi con la forchetta come ho fatto io. Se è molto cotta non vi sarà bisogno di un aggeggio elettronico per ridurla in poltiglia.

Mescolare il burro con gli zuccheri a velocità media con l’aiuto del robot o dello sbattitore e dopo 3 minuti ma anche 4 si otterrà un composto spumoso. Setacciare la farina con gli altri ingredienti secchi e unire le uova una alla volta. Incorporare le spezie e nel frattempo alternare il latte (si può anche pensare di usare la panna liquida). Aggiungere infine la purea e girare un altro po’. Riempire quindi la teglia con l’impasto dopo aver imburrato e infarinato nel caso in cui non usaste  il silicone come me. Prima di infornare spolverizzare con zucchero semolato la superficie. Donerà una meravigliosa crosticina adorabile visivamente e buonissima da gustare. In forno per 20-25 minuti a 180 . Controllare sempre con uno stuzzichino. Quando fuoriuscirà asciutto sfornare e lasciare raffreddare.

Qui sotto due tipi di coperture, io ho fatto quella al formaggio e cioccolato bianco.

Per la glassa al formaggio: 450 grammi di formaggio fresco tipo philadelphia, 115 grammi di burro, 300 grammi di zucchero a velo, 80 grammi di sciroppo d’acero da metter su alla fine.

Glassa al formaggio cremoso e cioccolato bianco (circa 700 grammi. Per 6 cupcake di media grandezza sono più che sufficienti): 450 grammi di formaggio cremoso tipo Philadelphia, 85 grammi di burro, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 225 grammi di cioccolato bianco.

Il burro e il formaggio devono essere a temperatura ambiente. Fare fondere il cioccolato bianco a bagnomaria. Quando sarà ben sciolto, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare per dieci minuti. Sbattere il formaggio, il burro e l’estratto di vaniglia a velocità media. Incorporare il cioccolato fuso e sbattere vigorosamente per tre minuti almeno, Utilizzare immediatamente o conservarla fino a tre ore coperta ed a temperatura ambiente (indurirà quando  i cupcake saranno riposti in frigorifero).

Questa glassa si sposa benissimo anche con della polvere di cannella o pistacchio (e presto anche una versione con il the matcha*disse fischiettando).

Un pomeriggio a Kokoroland con il mio Ipad, mi attende.

Sulla rubrica di Halloween oggi ci sono i Barabicchieri. Più tardi altri update! >>>clicca qui per la ricetta

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
48 COMMENTS
  • yliharma 25/10/2011

    primaaaaaa?

  • yliharma 25/10/2011

    miracolooooooooooooo!!!! (e ora leggo…)

  • yliharma 25/10/2011

    mmmm ancora zucca 😛 vabbè faccio finta che invece ci sia scritto “castagne” e sono a posto 😀 baciotti!!!

    • Giulia 25/10/2011

      Ecco. Io amo le castagne,
      Paolamia ma sefacessimounosforzo?propriopropriononcèsperanza?
      Ti piacciono le carote? *_*
      Iaia curiosa, pardon.
      Un bacione enorme nel frattempo
      (stasera preparo le polpette con le castagne per il Nippo ! ti penserò!)
      <3

      • yliharma 25/10/2011

        carote sì ma crude o cotte insieme ad altra roba, per insaporire. carote da sole….mmmm non tanto. è che sono dolciose…come la zucca…e a me dolce e salato insieme non entusiasma tanto. dammi il piccante, l’agrodolce, il salato, il dolce e sono felicissima! ma dolce e salato…mah le mie papille non lo capiscono proprio 😀
        però per te lo farei uno sforzo *__*
        e poi ogni anno riprovo i cibi che non mi piacciono per vedere se è cambiato qualcosa (tipo che odiavo broccoletti, cicoria e cocomero e ora li mangerei anche a colazione…)…diciamo che se mamma fa qualcosa con la zucca io ci provo, ok? <3

      • Giulia 25/10/2011

        Cavolettiiiiiiiiiiiii. Anche a me è successo. Amo quelli di bruxelles e ne mangiavo tantissimi. Poi da quest’anno per qualche inspiegabile ragione più volte ho provato senza riuscirci.
        E ho sentito per la prima volta in vita mia: puzza.
        Non mi sognavo neanche di definire puzza quel buon odore, prima.
        e invece.
        I broccoletti ! impazzisco *_*
        fave e broccoli sono per me fonte di vita e ragione stessa .
        Hai mai provato le carote con la philadelphia? A me questa cosa l’ha insegnata il nippotorinese i primi giorni di convivenza. Lui ne va matto . Io adesso non posso più mangiare la philadelphia ma anche a me piaceva parecchio.
        Le carote le mangio però sempresemrpe e mi piacciono da morire crude con l’aceto balsamico altrimenti cotte a vapore con la salsa di soia *_* santo cielo.
        buonissime !
        La zucca è in effetti stucchevole e se non ti piace il connubio uff..
        🙁

        Mi fa sempre impazzire questa soggettività nel cibo. Quello che è irrinunciabile per qualcuno può diventare altro e.
        *_*
        ma.
        ma le fave ti piacciono vero? ecco perchè quello è inconcepppibbbile (inconcepiiibile detto come nella storia fantastica)

        (hai visto la storia fantastica? )

        ( e la trilogiadellacittàdicappapiace <3 ? )
        e baci,
        tanti:*
        corro a cena.

  • Chiara Bernardi 25/10/2011

    Aaaaaaaaaah mmmmmmmmmmmm ooooooooooh zuuuuuccaaaaaa! <3 <3 <3

    • Giulia 25/10/2011

      Qui si attende consenso scritto per disegnare Zelda *disse fischiettando emozionata lanciando caramelle a forma di cuore al gusto di zucca ( brevettiamo!)

      (brevet_tiamo *_* )

      (maionontiamodabrevemente.ok.basta)
      cisiamocapite.

  • Mezzaluna 25/10/2011

    divertente, sembra di leggere il blog dello Stregatto o comunque di un abitante del Paese delle Meraviglie ^__^
    eheh sempre carini i tuoi post!

    • Giulia 25/10/2011

      Ed è una cosa bellissima quella che mi hai detto
      .Grazie infinite :*
      Un bacione!

  • valebri 25/10/2011

    voglio quei cupcakes con la crema formaggiosa. Sono davvero strepitevoli. 🙂
    ti amo
    ciao.
    V.

  • ^______________________^
    Ma casca a fagiuolo! Anzi casca a zuccuoso!
    BREVA MIA CARA!

    Stasera devo andare a comprare il necessario per provare i tuoi cookies al cioccolato e cercavo proprio una zucca zuccosa per fare la zuppa di farro e crema di zucca, ma questa è decisamente MOLTO PIU VELOCE e poi come non posso provare a farla!!!

    Prega che ci sia la zucca però! Perchè uscendo di corsa con stivali da acqua (qui a Milano si è aperto il cielo, per la gioia di mio zio che non smette di gridare “funghi, funghi, si va a funghi!”) posso solo andare in un supermercato city. Ho scoperto il citymarket molto new york ma anche molto funzionale!
    Beh facciamola breve; se trovo la zucca il Giammy mangerà la vellutata e se tutto questo succederà faremo un cin cin con il cucchiaino in tuo onore!
    Comunque il resto zuccoso è già salvato pronto per l’uso del week end!
    E come si dice “Se il Giammy non porta la Pina a mangiar il menu di Zucca. La Pina scopiazza da Giulia e si fa il menu di Zucca”.

    Zucca, zuccosa, zuccamente cantando zuc zuc o sa . Tutti iniseme ! In alto le mani:
    Giullia andava nei campi a prendere la zucca e pedalava velocemente
    mentre cantava zuccamente “io con la mucca vado a raccoglier la zucca”.
    E dopo che avrò cucinato la zucca
    indosserò la mia parrucca
    e darò da mangiare alla mia mucca

    E mentre sarò in cucina con la mia parrucca
    cucinerò in mille modi la zucca perchè l’odore si possa sentire fino a Lucca!

    Perchè Giulia con la parrucca e l’odor di zucca canterà alla sua mucca
    “meglio una zucca oggi che trovarmi domani come una crucca!”

    Ok la pianto!
    ZUCCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ZUCCCAAAA ZUC ZUC CA CA ZUCCCAAA!

    • Giulia 25/10/2011

      NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
      iaia ride *_*
      continua, uffa
      “Se il Giammy non porta la Pina a mangiar il menu di Zucca. La Pina scopiazza da Giulia e si fa il menu di Zucca”.

      e questa la imparo a memoria e la ripeto sulla sedia.
      ecco.
      e ho tantomalditesta.
      e forse non supero la serata.
      ma.
      un giorno preparerò una cena a base di zucca pettè.
      sia messo a verbale :*
      un bacio grande

  • pani 25/10/2011

    12 cupcake medi? Uhm…sì, il 12 è un segno, riflettici.

    • Giulia 25/10/2011

      Cannella otto lettere.
      uffa
      zucca cinque.
      fosse stato quattro.
      sommato 8 e 4 faceva 12.
      e chiodo.
      no.
      neanche chiodo.
      garofano.
      no.
      perepè.
      rotonda.
      NO.
      MA CI RIUSCIRO ‘ !
      è un segno sì.

  • CC 25/10/2011

    CHE CARINO IL TUO BLOG. MI PIACE TROPPO!

    GOssipinpillole.wordpress.com

  • CC 25/10/2011

    MA LE FOTOGRAFIE TE LE FAI DA SOLA? SONO STUPENDE!

    • Giulia 25/10/2011

      Ciao ! Piacere io sono Giulia.
      Ahem sì. Tutto quello che c’è nei miei siti lo faccio io *_*
      sto cercando si schiavizzare il mio nano da giardino ma santo cielo non ce la faccio !
      ma ce la farò !
      Un bacio e grazie della visita

  • Bibi 25/10/2011

    Con Mattia è guerra dichiarata.
    Non sopporta che abbia osato iniziare la settimana della zucca anche io.
    A fette, maledicendo i verdurai della città, ma zucca sia

    ps: l’anno prossimo ho già detto a mamma che se non pianta le zucche non l’aiuto più con il pc
    ha avuto timore, lo so. avrò la zucca anche per fare la carrozza, ne sono sicura

    • Giulia 25/10/2011

      Allora partiamo dalla mamma. Ha un blog? e se non ce l’ha gliene apriamo uno con Nanda e la facciamo finita?
      Credo sia un percorso scritto.
      Mattia deve farsene una ragione.
      Quando vivremo insieme mangeremo solo zucca.
      fave.
      soia.
      tofu.
      e seitan.
      niente zuccheri.
      niente grassi.
      al massimo ci concediamo qualche volta un fico secco.
      So già che sarà entusiasta.
      *_*
      VERO?

      ( iris è in pericolo *_* )
      tiamo.
      ma cosa fai con la zucca amorepatatoso?
      sta cosa che in sardegna non ci sono le zucche mi inquieta parecchio

  • yliharma 26/10/2011

    non mi fa rispondere di sopra…vabbè…sììììììììììììì le fave sìììììììììììììììì!!!! crude e cotte, a zuppa e a crema, bollite con il cumino e cotte tutte intere con il baccello (si chiama così…?) mmmmmmmmm bone…..
    carote e philadelfia? ma sempre crude? crude sono occhei 😀 anche con il gorgonzola sono buone 🙂
    la trilogia ancora non l’ho iniziata, prima c’è il quarto libro della saga di Shadowmarch di Tad Williams che mi attende sul comodino….700 e passa pagine in inglese XD

    • Giulia 26/10/2011

      Il cumino mi piace moltissimo sulle barbabietole santo cielo. Provato mai *_* ?
      Io morire di fave ed edamame e. ok. sto impazzendo.
      Carote crude e philadeplphia sì *_*
      Il gorgonzola? glielo propino oggi al Nippo ! lui neanche si siede a tavola se non ci sono due carotine con il philadelphia prima.
      (Paola mia dimmi perchè questo masochismo delle 700passapagineiningleseperchèèèèèèèèèèèèèèè?!?!)
      Buongiorno <3

      • yliharma 26/10/2011

        buongiorno a te! <3
        mi sa che c'è il cumino anche nella salsetta al gorgonzola per le carote…mia mamma usa spezie tunisine un po' ovunque 😀
        cumino e barbabietole?? mmm da provare! noi qui le facciamo in insalata con le patate, cipolla e prezzemolo gnammi 🙂
        (l'inglese mi piace davvero…strano eh? poi questo autore non è tradotto in italiano e quindi me tocca…)

  • Wish aka Max 26/10/2011

    Avevo iniziato a scrivere questo post ieri pomeriggio, poi è successo un casino su uno dei portali di cui sono l’amorevole babysitter e sono stato preso nel turbine. Odio quando stupidaggini come il lavoro interferiscono con la mia vita virtuale….

    Uno dei tantissimi motivi per cui ti adoro è che scrivi po’ con l’apostrofo e non con l’accento, come oramai si vede dappertutto.
    Adoro anche vedere i tuoi disegni con Ibis Paint, sono sempre affascinato da chi sa disegnare. Tra Natale e la Befana a Roma si va a piazza Navona, dove c’è un florilegio di bancarelle dedicate per lo più ai dolciumi e al tirassegno (e ogni anno mia figlia mi costringe a sparare e a vincerle il pupazzo…), mentre nel centro della piazza si alternano artisti di strada e disegnatori e caricaturisti. Regolarmente io mi metto dietro al disegnatore e lo osservo mentre disegna. Inevitabilmente rimango stupito di come la mano corra a disegnare dei particolari apparentemente slegati uno dall’altro, e anche “lontani” topologicamente sul foglio di carta, per poi riunirsi in un unicum armonico e sensato. Nelle caricature è ancor più evidente perché in pochi tratti si conclude tutto, nei ritratti è più complesso. Insomma guardare i tuoi video mi fa venire in mente Piazza Navona. Sei il mio scaldacuore. Che nelle giornate in cui ti senti uno schifo funziona proprio bene.

    • Giulia 26/10/2011

      E’ incredibile come ieri io abbia cominciato a fare un disegno per te e con ibis. Te lo stavo giusto comunicando su twitter perchè balzo da un luogo all’altro come un folletto impazzito. Solo che ci tengo sempre a ringraziare un po’ tutti nelle diverse piattaforme e salutare. e buongiorno. e buonanotte. e scusa se non ho letto e .
      E poi leggo te e mi sento a casa ovunque sei . siamo.
      in particolar modo qui.
      A me piace che tu spari per acchiappare il pupazzetto e ti prego un giorno portatemici pure a me.
      Io ho una mira invidiabile. Posso sparare tranquillamente alla signora del bruco mela a 80 metri dal tirassssegno .
      E una volta ho lanciato il tappo dello spumante in una boccia per vincere il pesce e ho spaccato la boccia.
      Non aggiungo altro.
      Ho pure litigato con uno del circo ma non credo sia questo il punto.
      Anche con quello della scimmia che fa le foto .
      INSOMMA BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAA
      è che ho troppe cose da raccontarti ma devo e dicoDEVO finire questo disegno per te.
      Oggi tra l’altro mi sento senza forze.
      E anche ticchettare mi affatica. E’ proprio una giornata fiacchissima. Non mi sentivo così dall’ottantadue.
      CHe poi io nell’ottantadue non fossi manco nata è un altro discorso ( risate registrate)

      Amo stare lì a guardare.
      Da noi ci sono solo a Taormina.
      Mamma mi racconta sempre che avevo 3 anni.
      E avevo gia’ detto a Taormina mentre un tizio con la barba disegnava per strada un volto.
      “io da grande voglio disegnare”.
      E non c’è giorno in cui non mi alzi.
      e dica la stessa identica cosa. Perchè non è importante saperlo fare bene . E’ comunicare .

      E.
      po’ sarà giusto ma dà non lo faccio mai e scrivo da per pigrizia e per non rallentare la battitura.
      me lo perdoni perfavore?
      e ti amo profondamente.
      Maxettinomioamicoprezioso.
      Sono davvero una persona fortunata.

      • Wish aka Max 26/10/2011

        Sì è vero. Particolarmente qui. Sembra di stare sul divano. Quello comodo che ti giri e allunghi le gambe.

        (non hai proprio niente da farti perdonare cara mia)

      • Wish aka Max 26/10/2011

        Dimenticavo.
        Se riesco a darti un centesimo di quello che tu dai a me, sono d’accordo con te. Sei una persona fortunata. Perché vuol dire che ricevi tantissimo.

  • Anna Bettinelli 27/10/2011

    ciao 🙂 per combinazione ho fatto questi stessi cupcakes giusto ieri sera, li ho preso da un libro di cupcakes americani che adoro. e, che buffo, anche io non ho messo i 70 gr di zucchero bianco.
    però ti volevo avvisare che i tempi di cottura che hai messo son troppo lunghi, forse son quelli della torta? Le tue foto e i tuoi disegni son proprio belli, complimenti!
    Anna

    • Giulia 27/10/2011

      Anna piacere sono Giulia.
      E ora scusami so che non si comincia mai così .
      ma devo saltarti addosso e abbracciarti per tre ore !
      grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
      santo cielo avevo fatto un copia incolla clamoroso dalla torta ( febbre ed esaurimento ! evviva!)
      grazie infinite per avermelo segnalato.
      Amo perdutamente quel libro anche io santo cielo *_*
      e non vedo l’ora di fare i Velvet! tu hai già provato?
      Un bacione e grazie ancora !

      • Giulia 27/10/2011

        inciso: hai un taglio di capelli meraviglioso.
        dovevo dirlo.ecco.

  • Anna Bettinelli 28/10/2011

    grazie, in verità dovrei dire che avevo un taglio di capelli meraviglioso. risale a fine luglio e la mia parrucchiera preferita ha pure cambiato salone, sigh sob.
    Non ho potuto fare a meno di notare che abbiamo anche un altro libro preferito in comune, oltre a quello di Alyssa Morov sui cupcakes. Ti basti pensare che la mia primogenita si chiama Alice. Che alle medie ascoltavo gli insegnanti mentre disegnavo a bordo foglio. che quando non so cosa fare preparo dei dolcetti per i due nani famelici che paiono hobbit che fan la seconda colazione. e di tanto in tanto li fotografo perchè son troppo belli.
    e poi appiccico le loro foto su deviantart e pinno nuove ed emozionanti ricette su pinterest.
    dove sono testè diventata una dei tuoi followers, perchè un’altra cosa che mi piace fare è la cercacose sull’internet.
    piacere, sono Nush, eccetera. che si pronuncia Nush.

  • lagonzi 31/10/2011

    Sei delirante e sognante.
    Senza fili logici e vivi per capi illogici.
    Un vulcano e un tulipano.
    Una maghetta e anche una streghetta.

    (Io adoro settimana della zucca e adesso vado a fare cupcakes tiè!)

    Ti adoro, se non lo sapevi te lo ridico 14853289053 volte.

    Bu

    • Giulia 01/11/2011

      e mi sono commossa.
      ti adoro tuttequellevoltepureio.
      moltiplicate per ennevoltemiladimilioni.

      e mi sono commossa.
      davvero.
      a vulcano e tulipano.
      grazie.
      Ti abbraccio forte

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi