Post in Progress. Chevvvordì? Che si allungherà fino all’infinito durante l’arco della giornata. Con video e foto. Si salvi chi può.

Must Try

12 Ricette dolci facili, veloci e divertenti per Halloween

La ciambella dell'assassino, pupazzetti di Halloween, Le mummie con tanto cioccolato, Il tiramigiù di Halloween, Gli immancabili S'more, i ragnetti dolci, i cerotti insanguinati, gli occhi insanguinati, la merenda di Halloween, i tre dolcetti più facili e gustosi e i muffin vegani al cioccolato per un Halloween indimenticabile.

6 (e più) idee facili e veloci per arredare la casa a Halloween

Nella playlist Halloween del mio Canale Youtube trovi sessanta video dedicati ed è in continuo aggiornamento (ricoveratemi, sì). Ho deciso di raggrupparne sei, girati lo scorso anno, per idee velocissime e carine dell'ultimo minuto. Basta davvero pochissimo per rendere l'atmosfera unica e indimenticabile. Ti confesso che non sono ancora riuscita a intagliare una zucca o ad appendere una piccola ragnatela per casa. Il primo anno in assoluto (shhhh non dirlo a nessuno) che non riesco ma. Mai demordere! Entro sera cercherò, tra dita mozzate e dolcetti di ogni tipo e sorta, in qualunque modo di rendere accogliente la mia casetta per tutti gli adorabili mostri e fantasmi che vorranno presentarsi e cenare con noi. Nel frattempo magari faccio un bel ripasso anche io con questi video, che non guasta!

5 drink salutari e buonissimi per Ottobre (e Halloween!)

Ecco cinque bevande salutari, buonissime e facili da preparare per l'Autunno, o più nello specifico per l'imminente notte di Halloween. Purtroppo non sono riuscita...

Graham Cracker (vegano) per fare gli S’more

Di questo libro, regalo prezioso del mio amato amico Stefano, Cioccolato Vegan della Costigan ho parlato così tante volte (anche su youtube) che proprio...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

E che cosa si prepara oggi al Gikitchen? Una novità! La zucca! Vedo già la mia amata Selena, riversa per terra che urla “ti odioooooooooooo”.

Resisti cucciola, mia. Impavida ti voglio! Stiamo finendo (non è vero). La settimana della Zucca sesto giorno ! (sembra un mese, santoseminodizucca). E’ la volta del salato dopo questo slalom dolce- salato- dolce- salato tra cornetti alla zucca e lardo, cupcake con glassa di cioccolato, torta alla zucca con crema di formaggio e purè. Un primo con la zucca era assolutamente obbligatorio (l’uso dei bucatini è un omaggio al Grande Max che mi prenderà a ceffoni, già lo so). Lo scorso anno avevo pubblicato la ricetta ridicolissima del riso con zucca e salsiccia (e lasagne con zucca e non me lo ricordo più perchè chiaramente sono vecchia e rincitrullita) e quest’anno non voglio smentirmi con quest’ennesima idea iperveloce che mi sono inventata di sana pianta fosse solo per eliminare un altro po’ di zucca dal frigo.

(che poi la zucca nel frigo butta tanta di quella acqua che gli yogurt sembrano alle Terme)

Pur mangiandone quantità imbarazzanti e rimpinzando qualsiasi persona mi capiti a tiro (ho avuto anche il coraggio di preparare una torta e spedirla al mio avvocato così senza una ragione apparente per lui. In maniera del tutto logica per me: smistare roba senza guardare in faccia a nessuno), ne continuo a comprare quantità esagerate. Questa psicopatia da zucca però ha un supporter fondamentale. Al quale va il plauso e l’applauso per l’esaurimento cronico zuccoso. Si accendano le luci suuuuuuuuuuu:

Il mio amico fruttivendolo, sì.

Colui che mi presenta a tutti i suoi clienti come “La mia amica vegetariana”. Non sapeva neanche cosa fosse questo strano essere mitologico che qualche volta veniva descritto in tivù. Lui, che ha dovuto comunque mettere un banco frigo all’interno del suo esercizio con la cotica di maiale e il prosciutto crudo per non terrorizzare i suoi clienti solo con lattuga e cavolfiore. Lui, che ha mi ha pulito i fagiolini per non farmi stancare dicendomi “so quanto lavori e mi sono permesso di toglierti le punte da DUE chili con le mie mani”. Lui, che ha a Natale mi regala il cesto con la frutta esotica e mi abbraccia commosso cantando jingle bells.

Lui che mi accompagna alla macchina con l’ombrello per non farmi bagnare. Lui che mi regala le fave a forma di cuoricino. LUI !!!!!!

Lui. Semmai dovessi fuggire di casa con un altro uomo. Sarà. Con. Lui. Avrebbe preferito di certo una badante ucraina meravigliosa bionda alta due metri e stacco di coscia meraviglioso ma si becca me. Santocielo che vecchiaia triste lo attende ma. Pur volgendo il mio pensiero ad Irina, che manca e pure tanto . Stavo dicendo?

Dicevo. Ah sì. Lui. Che giornalmente mi dice “guarda quanto è bella questa”, questa è perfetta per intagliarla“, “Uhhh questa mi sa che è succccosisssssima”. E se non vado io ma mando qualcuno (leggi: santepersonechemisupportano) mi telefona per dirmi “uhhhhhh peccato tu non possa vederla. E’ piccola eh. E’ solo di otto chili. La vuoi? Ti mando un mms? “.

( mi scambio mms con il fruttivendolo. Che c’è di strano? Non ha il telefono adatto per le email ma conto di fargli un account twitter entro l’anno. In 140 caratteri mi terrà aggiornato real time sullo scarico-carico frutta)

Un po’ il Lucignolo che ti invita al paese delle cuccagne. E io in queste zuccagne ci vado correndo saltellando e ridendo e ritrovandomi poi manco fossi Pina Fantozzi, innamorata del panettiere, quantità davvero spropositate di materia arancione.

Avendo già (tantissimo non c’è bisogno di sottolinearlo) zucca cotta nel forno (senza nulla eh. Poggiata su carta forno e via) bella pronta nel frigo, ne ho semplicemente messo in una ciotolina 250 grammi circa (si parla di una porzione abbondante di pasta intorno ai 100 grammi perchè il Nippotorinese ci dà sotto come un matto!), un generoso cucchiaio di philadelphia, 2 cucchiai di parmigiano, 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, una manciata di pinoli e tante ma proprio tante noci. Un colpetto di frullatore a immersione, sale e noce moscata. Pesto pronto. Scolato i bucatini  e via.

Saltati in padella per qualche secondo con il pesto e servito tutto con altre noci ma solo leggermente sbriciolate. Dalla foto si evince che il piatto fumante è stato preso d’assalto mentre me tapina cercavo di mettere a fuoco sotto le urla disperate del povero sabaudo “nooooo! tutto ma la pasta nooooo si attacccaaaaaaaa”.

E insomma, sì. Alla fine è diventata una polpetta gigante mallopposa perchè avevo pure la batteria scarica e ho dovuto cambiare batteria. Mentre cercavo l’altra sentivo urla disumane “prestoooooooooooooooooooo”.

Per questo motivo ho rallentato e mi sono data anche una passata di smalto.

(inciso: sì. Ho le unghie con Frankenstein, zucche e fantasmini. La sobrietà prima di tutto)

Riuscita a fotografare il tutto notavamo come sia in maniera impressionante somigliante a una carbonara. L’intento era quello di chiamarla La pasta con il pesto di zucca ma poi si è deciso per  I bucatini alla finta carbonara con zucca e noci fumanti e batterie di reflex scariche.

Un nome semplice e veloce da ricordare, del resto.

E poi la sera che faccio?

Toh guarda c’è ancora zucca in forno. Un panetto di lievito in scadenza. Uhm. Pizza alla zucca sia!

Ho quindi messo della zucca  dopo aver steso la pasta per pizza. Ho poggiato la salsiccia privata del budello e qualche tocchetto di formaggio con un po’ di  olio extra vergine di oliva e rosmarino freschissimo raccolto sotto la pioggia scrosciante con l’aiuto del nano da giardino.

Sorprendentemente è piaciuta; non ci speravo tanto non so neanche io il perchè.  In fin dei conti con il connubio salsiccia e zucca non ho “inventato” nulla di nuovo; infine poi  questa poliedrica cucurbitacea con i carboidrati ci va proprio a nozze! Credo sia necessario, se mi permette un consiglio, non esagerare troppo con i tocchetti di zucca. Una nota è gradevole e contrasta sicuramente. Troppa potrebbe risultare stucchevole.

——

Lericettedihalloween.it

Tantissimi aggiornamenti anche nel  pomeriggio e domani!

Giorni cruciali per Halloween e quindi all’interno della Rubrica di Halloween ci saranno tantissimi articoli in arrivo. Gli aggiornamenti verranno uplodati anche qui in questo post in progress.

Ma soprattutto tanti tanti video perchè finito Halloween il Gikitchen pullulerà di formato .avi. Del resto ve l’hanno detto i Maya che la fine è vicina.

———————————-

Primo Update: Le scope di Halloween 

[vimeo http://vimeo.com/31290827]

Il primo video di oggi riguarda la preparazione delle scopette per Halloween. Bastano i mikado e la pasta di zucchero. Per la preparazione della pasta di zucchero clicca qui >>> Se non hai tempo e voglia di prepararla o se non la trovi in commercio o se mi odi e basta puoi sempre prendere un panetto di marzapane già pronto echisièvistosièvisto ( a proposito si è visto Einstein? perchè ho perso il pupazzetto di Einstein e sono francamente disperata).Questa ricetta l’ho inserita sia sulla Rubrica di Halloween che su Kodomoland. Dire che mi sto confondendo anche io sarebbe un eufemismo ridicolo.

Secondo Update : I topolini di Marzapane! Si evince dal video che in pochissimi minuti si possono realizzare e non occorrono particolari ingredienti. Sono divertentissimi questi topolini da realizzare e in assenza della polvere di cocco si può pensare pure di adoperare quella al cacao. I topolini albini sono tremendamente kawaii però. E in pendant con gli scheletri che ho appena appeso (la smetto, sì).

[vimeo http://vimeo.com/31292340]

Forse potrebbe interessarti leggere...

23 COMMENTS

  1. Sono le 12 e 06 e io voglio sposarti per tutta la vita. Mica solo per la zucca eh…. *fischietta.
    Giuliamiaaaa! *_____________* Tu mi rendi felice, ma proprio veramente felice. Una parte del mio miglioramento con il cibo lo devo a te. Ebbenesì. Un giorno ti spiegherò ma sappi che tu riesci a rendermi leggero il tutto. Sì. Ti abbraccio fortiffimiffimo.

    Flo

  2. Giulia, Giulia, e che dire? Sei troppo forte, troppissimo! Mi sono scompisciata dalle risate nel leggere della storia tra te ed il fruttivendolo (arrivando al culmine degli spasmi con il riferimento a Pina Fantozzi)!!!
    E’ ufficiale, da oggi sei il mio mito.

      • Abbastanza bene,Iaia bella,,,ho qualche problemino con la pressione, che ha deciso di fare le montagne russe, ma per il resto benone…Mi godo un sabato pomeriggio (e qui partirebbe Baglioni) di sole a Torino, nel completo ozio,,,o quasi!
        Un abbraccio dalla penisola all’isola!

  3. Non potrei odiarti mai mai e poi mai nemmeno se mi spedissi un pacco con pasta di mandorle, frutta di pasta di mandorle, e una zucca e tante carote.

    Ti amerei lo stesso.

    (ma la zucca la intaglio e basta XD)

      • Certo che ce la fai. C’è un tutorial delle frankenstein nail che mostra quanto semplice sia. Queste le ha fatto la mia amica bravissima in gel e le abbiamo disegnate insieme. Lei la mano destra e io la sinistra. Con il ge è ancora più difficile santo cielo perchè poi con il calore tende ad allargar eil colore.
        Ma con i pennarelli per pittura e acrilico con punta fine e setola durissima e smalti colorati (kiko sono cemento santo cielo .! mi piacciono da morire per la consistenza) o addirittura quelli adatti per la nail art ( vabbè che anche quelli normali sono perfetti) insommaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

        sono sicura che ce la fai eccome. Sei un’artista. e lo sappiamo. Che poi tu non ci abbia mai provato è un altro discorso ma non dire che non ce la fai perchè sto correndo a prepararti una pasta di mandorla alla zucca al sapore di carotaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

        e ti amo.
        e aggiornami su lucca e tutto tutto *_*
        e fai tante fotoooooooooooooooooooooooo tanteeeeeeee

  4. :O Il topolino è troppo bello! >.< *-*
    Me ne invii uno? ^ ^ ahhahahahaah!
    Bellissimo il blog….parla delle cose che amo di più…il disegno,la scrittura,la fotografia e soppratutto….il cibo! *-* Disseconocchisognanti*
    Ma come fai? Certo! Un esercito di gnomi da giardino e conigli che ti aiutano e una cucina incantata! *-* Belloooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!
    Sei troppo conigliosamentegnomesca! xD hihihihiih e io sono troppo assonnatamentestanca! Ma non pensare che ti libererai di me tanto facilmente! xD Resterò come minimo fino alle 2 di notte a sbirciare nel tuo blog! Giuro che starei giorno e notte attaccata al computer solo per poter vedere che cose genialogicamentefavolose ti inventi ogni giorno! E non lo dico tanto per dire! v.v lo farei davvero se non avessi:la scuola,i compiti,le faccende di casa ecc. da fare…..vabbhe ma posso non dormire! Ok….non esageriamo perchè se non dormo un caffè non basta per farmi svegliare….e neanche 12! Mi sembra di parlare troppo…..ma noooooooooooooooooooo…….. io non parlo troppo…..sto scrivendo! xD hihihiihi Avrei una marea di cose da dirti, ma sono talmente troppe che non riesco a sceglierne nemmeno 1! Vabbhe…. ti lascio stare! (In questo post! )
    Baciniconigliescamentegnomeschi per la GiuliapiùGiuliescamenteGiuliesca che esista! *-* Dai la smetto,lo giuro! Disse con le dita incrociate dietro la schiena* Notte nottina a te,a Maghetta-Streghetta,ai tuoi conigli e ai tuoi gnomi! :* Baci La Kicina!!!!!!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this