Home / Illustrazioni  / Quindicimila è praticamente un paese. Delle meraviglie, ne sono certa.

Quindicimila è praticamente un paese. Delle meraviglie, ne sono certa.

Ho cercato di spiegare cosa sia Instagram per me qui 

Instagram è questo per me. Quella notte di Capodanno. Un quaderno aperto sul mondo dove mostrare i miei pasticci e ammirare quelli degli altri. Dove suonare la trombetta a mezzanotte e fare un trenino. Senza distinzione di ceto sociale, razza, colore e religione.”

Grazie a questo mezzo sto ricevendo delle soddisfazioni inaspettate e grandi opportunità. Incredula rimango ad ammirare la moltitudine di persone pronte a sostenermi. Con abbracci, parole, cartoline e disegni. Sta diventando tutto talmente surreale che sembra essere un sogno dentro al sogno. Non sarò mai grata abbastanza a chi, giornalmente, per assurdo ringrazia me per i sorrisi.

Quando dovrei essere io a farlo. Incessantemente.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
8 COMMENTS
  • pani 26/11/2011

    no ma…quest’ultimo cucchiaino cos’ha? Il cappotto per il freddo?

    • Giulia 26/11/2011

      E’ Totoro *_*
      ora lo so che tu mi dici cheseidigiunoditotoro.
      Ma andrebbe visto.
      Davvero. Miyazaki andrebbe visto *disse lamentandosi e sbuffando un po’

      Però l’idea del cappotto cucchiaioso mica è male.
      Da domani faccio un progetto .
      E’ deciso.

      ( alle forchette potrei mettere 4 guanti *_* che meraviglia!)

  • pani 26/11/2011

    è vero, sono a digiuno ma te lo giuro, lo sto proprio scaricando, così come tante altre cose. Solo che è un po’ lento…forse faccio prima a comperarlo.
    E ai coltelli cosa metteresti?

    • Giulia 26/11/2011

      Il coltello ha la faccia da sciarpa-
      Indiscutibilmente.

      ( ti prego sì. Miyazaki sìpefffozzzzzza)

  • pani 26/11/2011

    🙂
    La forchetta sembra un punk, il coltello una dei Simpson. Sarebbero un bel duo, potrebbero cantare mack the knife

  • Selena 26/11/2011

    Se mi dovessero fare una domanda ogni volta che guardo le tue foto, mi chiederebbero il nome dello spacciatore.. ho un sorriso ebete. Mi rilassa guardarle…

  • Darsch 28/11/2011

    Quando una è genia-inside, è normale che riscuota successo. ^_^
    Consiglio: dai un nome a questa particolarissima branca della fotografia che hai creato e poi fai un libro! °_°
    Poi coi soldi del libro apri la pasticceria “Tupp & Te” e mi assumi come lavapavimenti.
    Poi coi soldi che farai nella pasticceria (e ti assicuro che con dei pavimenti così puliti ne farai tantissimi!) aprirai un ristorante, con piatti ispirati ai tuoi disegni e disegni ispirati ai piatti e ispirazione impiattata nei disegni, e il mondo sarà un posto migliore. Sì. °_°

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi