Home / Brunch  / Il Mango non ha scampo! ( Tartare di Scampi e Mango)

Il Mango non ha scampo! ( Tartare di Scampi e Mango)


Raramente apprezzo le mie foto floreali e questo non è il caso ma è meno peggio di quello che mi aspettassi. E vabbè , tutto qui. 

 Ma forse che il Calendario dell’Avvento mette un pocopocopocopoco di ansia? Detto da una che è sveglia dalle quattro e ha già fatto un arrosto e due chutney e si accinge a sfornare l’ennesima tonnellata di Gingerbreads, parlare di tachicardia e  interrogarsi su un’ovvietà è solo una perdita di tempo.

Insomma sì, mette ansia da vendere questo Calendario dell’Avvento ma tant’è. Ieri sono riuscita a spedire il pacco alla vincitrice (Aletiamoperdonami) dell’ultimo giveaway. Quando ad Ottobre, in sintesi, abbiamo impallato il server di WordPress. Questo perchè gravava come un macigno il mio senso di colpa e mentre organizzavo mentalmente l’immancabile Giveaway Natalizio mi sono chiesta se forsse il caso prima di toglierequelcosoemmeppitre dall’armadio, dove aveva socializzato con nani, pupazzetti e conigli. E’ stato un addio straziante ma la Sardegna lo attende ( invidia allo stato puro).

E insomma per dire che sì. A breve tra un calendario dell’avvento, un delirio, le ultime 24 ore su Instagram, sorprese che arriveranno, ricchipremiecotechini ci sarà pure un Giveaway Natalizio Sorprendente ( sefaperdì).

E cominciamo* disse sospirando profondamente

Ogni volta che taglio il Mango canto ” bella d’estate” dell’omonimo cantante. Premesso che non ne conosco il testo ma solo l’intonazione del ritornello ” bella d’estaaaaaaateeeeee EEEEEEEEEEeeeeeeeeeee”, latro come una cagna senza acqua da almeno quattro giorni. Con voce roca e stonata manco a dirlo, tagliuzzo il frutto sentendomi anche parecchio spiritosa. Il che la dice lunga sul mio attuale stato riguardo l’umorismo.

Di tartare qui se ne sono davvero fatte un bel po’ e l’archivio si rifocillerà in questo Dicembre perchè con l’avvento Natalizio è innegabile c’è sempre quella voglia di esotico e ricercato quasi a voler contrastare la tradizione del panettone, arrosto (per il Nord. E qui Pani griderà “Pandoroooooooooooo”) e baccalà fritto (per il Sud). Ecco perchè il folclore vuole che il Nippotorinese abbia ricordi del venticinque Dicembre davanti ad agnolotti e roastbeef ed io dal 23 Dicembre al 6 Gennaio seduta sempre alla stessa tavola con le stesse persone che servono ad oltranza scacciata con  i broccoli, scacciata con i cavolfiori, scacciata con le patate, baccalà fritto, crispelle con le acciughe, crispelle con la ricotta, scacciata di crispelle, baccalà con dentro scacciate e scacciate con baccalà e crispelle, tonnellate di pesce spada e tonno e orate e dentice e saraghi fritti nelle orate e nelle crispelle, e torte, e babà e cannoli e cassate siciliane con dentro scacciate ( potrei continuare davvero fino al 6 Gennaio a ticchettare e avrei solo enunciato il 12% di quello che in realtà avviene).

Giusto per ricapitolare qui si sono eseguite le seguenti tartare che rimangono comunque davvero delle idee carine da realizzare. Primo perchè le tartare sono terribilmente veloci da eseguire e non richiedono cottura. Secondo perchè mica ci si deve perder tempo con il coppapasta comefaquellapazzadiiaia ma si può infilare tutto dentro una ciotolina e ciao. Tanti saluti . Via a giocare a Tombola! (che strazio, vabbè)

La Tartare di Pesce Spada agli agrumi la trovi cliccando qui >>> ed è anche sotto forma di simpatica (o almeno spero) FumettoRicetta: 

La ricetta originale prevedeva la presenza dell‘Aragosta perchè a quanto pare si sposa benissimo con il Mango. Premesso che adesso non smetterò più di pensare al cantante Mango sposato ad un’Aragosta delle Seychelles quando canterò il ritornello ” bella d’estateeeeeeeeeeeee”, credo proprio che lo Scampo non faccia mica una brutta figura.

Così giusto per ostentare un attimino l’Aragosta è molto presente nelle tavole di Natale nel Sud Italia e che sia in Bellavista o servita in un piccolo vassoio di tre metri con tanto di corazza e chele in buona compagnia di canapè, tartine e maionese come non ci fosse un domani, diciamolo fa sempre il suo figurone. Non come il porcellino intero con il limone in bocca sul quale non voglio neanche esprimermi perchè potrebbe partire una filippica della durata maggiore di baccalà-crispelle-scacciata-cassata-cannoli nell’enunciazione delle pietanze natalizie ad inizio post.

Per dire insomma che pur eseguendola con lo scampo non perde nulla ma si può prendere in considerazione l’Aragosta e perchè no il Gamberetto che sembra un po’ il cugino sfigato di questa bella famigliola ma che ha perdindirindina una sua dignità!

Anche quello surgelato seccobrutto che ne compri un chilo e poi quando lo fai bollito misteriosamente te ne compaiono tre ed il peso complessivo è 12 grammi compreso il piatto della bilancia.

Tartare o insalatina che sia l’abbinamento mango -crostaceo convince anche i palati più ostici.

Questa ricetta la trovi anche su Le ricette di Natale e Christmas Food 

Per quattro persone ( porzioni ricche e abbondanti) 1 mango grande non troppo maturo, 6 scampi belli cicciotti, qualche fogliolina di spinacino freschissimo ( o altra insalata se piace) , 1 limone, olio extra vergine di oliva, sale.

Dopo aver sbollentato in acqua salata gli scampi e raccolto la polpa in una ciotolina, taglia a dadini il mango e mescola per bene con olio extra vergine di oliva e il succo di limone aggiustando di sale. Servi come è più di tuo gusto. Anche l’idea di tagliare il mango sottilissimamente come fosse carpaccio e avvolgergli dentro gli scampi è un’idea da prendere in considerazione. Accompagna con spinacino fresco e via.

Servito.


Questi deliziosi nastrini natalizi con i quali arrotolerò pure il Nippotorinese durante la vigilia di Natale li ho acquistate a CasaTerra in quel di Turin. Luogo meraviglioso dove avrei voluto stazionare per oreoreoreoreoreoedore. Fortuna che in dieci minuti riesco a mettere dentro il carrello comunque qualcosa.

A quel “qualcosa” sento delle risate registrate dalla Regia Coscienza, ma tant’è.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
23 COMMENTS

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi