Home / Articoli  / Biscotti e Sogni da appendere all’albero di Natale

Biscotti e Sogni da appendere all’albero di Natale

Lo scorso mese , dopo la segnalazione della mia adorata Katia,   a pagina 155 c’era con  somma gioia e sorpresa il mio facciotto con tanto di fiocco rosso su Casa Facile;  questo mese  ho l’onore di essere sulla prima pagina di Cucina Facile. L’illustrazione e testata principale del Gikitchen fanno da cornice alle parole del Direttore. Dire che ne sono onorata, lusingata e tutta una sfilza di imbarazzanti aggettivi  è riduttivo.

Ieri, oltre alle smisurate manifestazioni di affetto e sfilza di abbracci virtuali e non, mi è stato detto da più persone  ” e di che cosa ti stupisci Iaia?”

Mi stupisco sì.

Non perchè la falsa modestia sia una mia caratteristica principale. Lo è al contrario l’autocoscienza. Esistono persone meritevoli ovunque e molto più di me. Non per filosofeggiare inutilmente, anche perchè non ne ho il tempo, ma nella vita credo sia davvero importante riuscire a stupirsi.

Perchè non importa tanto quando e come accade. Non importa neanche se accadrà mai. Importa la voglia di riuscirci e perseverare.

Ero davvero molto piccola  quando mi è stato chiesto cosa volessi fare da grande.

 ” Disegnare. Che le persone vedano i miei disegni e sorridano”

E ogni giorno mi viene detto. E ogni giorno a mia volta sorrido. Stupendomi. E non smettendo mai di ringraziare.

Un Post velocissimo, giusto per non accumulare ancor più l’esorbitante roba dolce (e non solo) , che già da un po’ si sforna e smista tra sacchetti e pacchetti.

Sta per arrivare dalla casa di Hello Kitty ( ma ne abbiamo mai parlato? meglio di no)  la mia Cey dopo aver trascorso insieme il nostro primo e indimenticabile Finto Natale e una giornata ricca di impegni ci attende.

Insomma:

Il classico intramontabile dei biscotti appesi all’Albero di Natale. Un articolo nel catalogo dei sogni davvero immancabile; e oggi parlando di sogni mi sembra proprio adatto.

Lo scorso anno ho provato una semplicissima ricetta, neanche a dirlo riuscita ottimamente, di Nigella e le dosi con le foto e il post si possono trovare cliccando qui. 

Quest’anno giusto per saggiarne un’altra ho perseverato con una semplicissima frolla leggermente più aromatizzata  e  provato finalmente un’altra tipologia sulla quale non vedo l’ora di blaterare al più presto.

Ottimi e versatili sono i classicissimi biscotti adatti per la colazione e l’ora del tè sino ad arrivare ad essere un’ottima idea regalo per l’amica e collega. Un nastrino ricercato, un sacchettino e un bigliettino completeranno l’opera. Per chi è stanco ( come me, lo confesso) di queste idee ad alto tasso glicemico ci sarà modo di sbizzarrirsi tra varie proposte salatissime e particolari che presto si riverseranno al Gikitchen.


Ingredienti per una miriade di stelline ( io ho usato una formina davvero molto piccola e ne sono venuti fuori una quarantina ma sono anche belli doppietti): 250 grammi di farina OO, 100 grammi di zucchero a velo, 200 grammi di burro leggermente salato, 2 tuorli,  essenza di vaniglia o cannella come si preferisce (o anche entrambe chi se ne è importa?!)

A 180 anni preriscaldato per almeno 20 minutini fino a quando non compariranno dorati. L’impasto come da copione è sempre bene farlo riposare almeno 20 minuti in frigo dopo essere stato avvolto nella pellicola.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
23 COMMENTS

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi