Home / Chutney  / Una mela al giorno toglie il medico di torno ( ma attenzione a quelli single e carini, santo cielo)

Una mela al giorno toglie il medico di torno ( ma attenzione a quelli single e carini, santo cielo)

Su style è uscito il mio primo articoletto e la prima ricettina ( un tuffo tra i vezzeggiativi) . Ho scelto uno smoothie detox, disintossicante-depurante-dedede-tutteleparolepercomincianoperde ( demente me lo merito tutto). Qualora vi interessasse sapere come fare a mangiare “una mela al giorno toglie il medico di torno” senza mandar via quelli carini e single basta cliccare qui >>>>>

Giusto per le cronaca blogghereccia e perchè è importante diffondere il verbo Hariel ha deciso ( finalmente) di aprire un food blog e raccontarci la sua cucina. Sulla rete c’era davvero bisogno della sua folle simpatia e genio. Grazie al cielo un  altro tassello si aggiunge al piano ” salveremo il mondo”. Se hai voglia ( pistolapuntatallatempia) di dare il benvenuto a questa meraviglia non hai che da cliccare qui >>> ( ed è meglio cliccare qui perchè mentre io parlo di detox e roba deprimente Hariel parte con un bel cannolo alla ricotta. Non c’è storia) 

 E si chiude il tour Marmellata di Cipolla di Tropea a casa di mamma. E’ la volta di questo Fast Post velocissimo con fagottini di brisè con pollo e cipolla caramellata. Oltre ai nove modi per non mortificare il petto di pollo (clicca qui per le nove ricette) aggiungiamo pure questa alternativa sfiziosa e non troppo pesante.

Facilissima da preparare ed esteticamente accattivante. Non so perchè ma i fagottini, come gli scrigni di sapore in genere e le forme pagnottose ispirano fiducia e amore. L’altra alternativa è che conosco gente psicopatica che ama la forma pagnottosa-fagottosa. E mi pare l’ipotesi più accreditata.

Sproloquio pochissimo non solo per il bene dell’umanità questa mattina ma perchè sono (eqqquandomai) in un ritardo imbarazzante e per me questo fine settimana si può abbinare solo ad una parola: lavoro.

Ed ad un’altra, ecco: felicità. E allora ci si lamenta poco *disse sbuffando, battendo i piedini e agitando i capelli.





Per la pasta brisè ci sono sempre le due alternative. La pasta brisè pronta e quella fatta in casa. Nel secondo caso basta cliccare qui per la ricetta in versione stampabile. 

Il procedimento non richiede chissà quali abilità. Basterà usare per ogni involtino un rettangolino di pasta brisè grande quanto la fetta di petto di pollo scelta. La fetta di petto di pollo dovrà essere tagliata fine. Qualora così non fosse basterà martellarla un po’. Massaggiare con un po’ di olio extra vergine di oliva e salare e pepare con sale e pepe fresco macinato sul momento. Procedere quindi nel seguente modo: fetta di brisè come base e poi fetta di petto di pollo adagiata sopra. Un po’ di marmellata di cipolle rosse caramellate sopra (clicca qui per la ricetta) e arrotolare per bene facendo una forma simile ad un fagottino. Con l’aiuto dello spago da cucina chiudere il tutto e infornare a 180 per 30 minuti almeno. Dipenderà chiaramente dalla grandezza del fagottino (se fosse un fagottone occorreranno almeno 40 minuti).

Controllato il colore, che dovrà essere bello dorato e apparentemente croccante, sfornare e servire ben caldo.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
27 COMMENTS

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi