Home / Giappone  / E poi arriva una scemunita e ti spiega la frittata. Ma la sfuma con il sakè come asso nella manica

E poi arriva una scemunita e ti spiega la frittata. Ma la sfuma con il sakè come asso nella manica

Vento  a più di 60 km/h. Allarme meteo in Sicilia, scuole chiuse e plaid-piumoni buttati addosso per proteggersi nella terra del sole dove già a 15 gradi gli indigeni locali battono i denti all’unisono lamentandosi “brrrrr che freddo”. Se per certi versi ero felice stamattina all’alba perché speravo di poter rispolverare le mie doti da Mary Poppins aprendo un ombrello, acchiappando una borsa e volando verso i tetti, quello che mi si è poi presentato davanti agli occhi è stato uno scenario raccapricciante. Non è volato il gazebo. Non è volato il dondolo. Non è volato il tavolo e neanche le sedie a sdraio. Avevo puntato sul fatto che sarebbe volato il bonsai ma  nemmeno quello. Nella mia stoltezza non ricordavo i nanetti piccoli nell’angolo del Gazebo. Quei nanetti che da anni vivono lì.

Leggerissimi e piccoli. Li avevo acquistati dal signore che vendeva nani sul cofano della macchina ( non ci credi? diffidente! clicca qui!) e confesso. Un significato e un affetto particolare. Oggi mi ritrovo con cocci di nano da giardino tra le mani invocando la tragedia e maledicendo questo stupido vento. Doveva servire a dimostrare che con quello giusto si può volare e andare a fare la baby sitter in paesi pieni di pinguini che fanno i camerieri e invece no. Nefasto. Giorno nefasto, questo.

Oh ma ve li ricordate i pinguini che facevano i camerieri, vero? Perché se così non fosse direi di dare una ripassata a Mary Poppins che è sempre cosa buona e giusta. Prima di trascorrere la giornata piangendo, incollando e litigando con il vento lascio giusto due appuntini velocissimi in cucina.

Uh, la vecchiaia quasi dimenticavo. Ieri su Twitter ho fondato il PDC– Il partito del Cuoricino. Il programma devo ancora presentarlo ma nonostante questo molte adesioni sono state fatte con mia somma gioia; a dimostrazione del fatto che:

“Più cuoricini per tutti”, è la soluzione per salvare l’Italia. E’ un lungo percorso e anche discretamente faticoso ma pian piano, coadiuvata dai miei nani da giardino ( anche morti-risorti-zombie) conquisteremo il mondo e porteremo il giusto apporto cuoricioso per un quieto vivere.

 たまご Tamago=Uova e やき Yaki=alla griglia letteralmente “Frittatone”; un malloppotto uovoso giapponese perfetto per essere conservato nei bento box. Generalmente vengono mischiate uova, salsa mirin e diversi componenti senza dimenticare la soia e il sakè che in alcune elaborazioni è onnipresente. Non volevo che mancasse questa base in archivio, un po’ come l’okonomiyaki (cliccca qui per la ricetta), solo che poi piuttosto che fare il classico roll tamagoyaki è venuta fuori questa sorta di pasticcio molto usuale anche in Oriente. E rimandiamo il tamagoyaki originale, va. Incredibile come io non l’abbia mai fotografato. Mi sono talmente stupita che poi per riprendermi ho dovuto schiaffeggiarmi; ma sono retroscena inquietanti che potrei omettere.

Certo non avevo la piastra di Marrabbio (il grembiule di Licia, gatto Giuliano sul telefono rosa e Mirko in arrivo dopo il concerto e il colorante per capelli di Satomi) per cuocere degnamente e il sapore ne ha di certo risentito ma rimane un’idea base velocissima ed etnica.

 Anche qui vi è la sfumatura con il sakè. In pratica si fa soffriggere il gamberetto su un lettino di cipolletta fresca e si sfuma con il sakè. Si sala un po’ e si aggiungono i piselli. A questo punto dopo aver sbattuto in un recipiente delle uova con un pizzico di salsa di soia, si butta il composto in padella e con le bacchette si muove un po’ il composto in modo che non si unisca ma assuma più una forma simile alle uova strapazzate.

E lo so che state fissando il monitor e dicendo “uhh e ci stai spiegando come fare una frittata brutta scemunita?”. Ahem sì in effetti sto proprio facendo questo, chiedo venia.

Ottima anche la versione vegetariana e un’idea interessante potrebbe essere quella di aromatizzarlo, il soffrittino, soltanto con un po’ di radice di zenzero fresca e aggiungendo magari qualche verdurina tagliata sottilissimamente (e chi ce lo impedisce di pensare anche al tofu? eh? chi?).

In questa occasione ho servito il tutto con dei crostini tostati leggermente e insaporiti con la classica mousse piselli-avocado che ormai tengo sempre in frigo e spalmo pure sui divani quando mi piglia lo sghiribizzo (quanto amo scrivere sghiribizzo. Ci farei un blog apposito sullo sghiribizzo dove scrivere solo sghiribizzate). 

Non sai cos’è la mousse di piselli e avocado? E non eri quello che mi davi della scemunita quando spiegavo la frittata? e io il link atttè non te lo lascio, tiè. A te che non l’hai pensato (menti benissimo) sì ( clicca qui per piselli e avocado>>>>>>).

E insomma un delirio indolore breve e un’idea ultravelocissima in questo sabato doloroso. Poi da lunedì vi sistemo io con “papielli” lunghissimi! (uso papielli per mostrare al mondo intero che oltre alle lezioni romanesche tenute dal Professoringegneramorepatatosodiaiaiasua Max seguo pure con devozione e attenzione lezioni di napoletano. Sotto a chi tocca con altri dialetti!) 

Ingredienti: 400 grammi di gamberetti crudi, 3 cucchiai di olio di arachidi o girasole, 130 grammi circa di piselli freschi bolliti, 5 cipollotti tagliati sottili, 5 uova, 2 cucchiai di acqua, sale e pepe bianco macinato, 5 cm di zenzero fresco, sakè quanto basta.

Scalda l’olio nel wok e fai saltare un po’ di zenzero fresco e i gamberetti per due-tre minuti (se non hai i gamberetti freschi puoi sempre adoperare quelli surgelati dopo averli fatti sbollentare un po’). Aggiungi i cipollotti (se ti piacciono i germogli di soia in questa omelette sono usati spesso. Quelli in scatola già pronti andranno benissimo) e cuoci ancora fino a quando tutto sarà ben cotto. Trasferisci quindi su un piatto e asciuga magari con carta da forno l’olio in eccesso. Sbatti le uova, l’acqua, il sale e il pepe fino ad ottenere un composto spumoso. Distribuisci un altro po’ di olio nel wok e butta dentro il composto. Sfuma leggermente con del sakè e fai cuocere le uova. Muovi il wok e con le bacchette sfalda l’omelette come se fossero delle uova strapazzate. Aggiungi i cipollotti che hai cotto precedentemente e amalgama bene il tutto. Se ti piace puoi aggiungere anche un po’ di salsa di soia.

Questa facilisima omelette classica giapponese viene spesso servita con una salsetta di ostrica, che io ho preparato spesso tranne questa volta perchè santapizzetta la salsa di ostrica mi era finita ma nel caso interessasse la salsettina si prepara così: 3 cucchiai di salsa di ostrica, 2 cucchiai di salsa di soia, 2 cucchiaino di vino di riso cinese, 2 cucchiai di maizena, 1 cucchiaio di acqua. Amalgamare bene il tutto e procedere versando il contenuto sopra l’omelette. Qualora si avesse difficoltà a reperire la salsa di ostrica, anche senza può avere un suo perchè. Ma se non avete come me quel giorno neanche la salsa di soia, santocielo piangete un attimo e proseguite imperterriti aggiungendo e togliendo un po’ come vi pare.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
35 COMMENTS
  • Luci 10/03/2012

    a

    • Luci 10/03/2012

      primaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!! e adesso devo andare a controllare la torta nel forno altrimenti la carbonizzo!!!!!!!!!

    • Hariel 10/03/2012

      io faccio reclamo alla mia casella di posta…secondo me mi arriva sempre 1 minuto dopo…ufffff!!!!!!! ok leggo 😛
      E ciaoooo Luci 🙂

  • Hariel 10/03/2012

    !

  • Chemical 10/03/2012

    Le tue stoviglie sono meravigliose, sono ancora affascinata dalla tazzina per cupcake 🙂

  • Pieceofstar24 10/03/2012

    Oddio noooooo i nani del cofano della macchina nooooooooo ;(
    Ma sai che l’avevo trovato pure io il signore che vendeva nani sulla macchina sul lungomare a milazzo? Ne volevo comprare uno ma mi ha detto: no devi prenderli tutti con pure biancaneve.
    Ho desistito -___-

  • Wish aka Max 10/03/2012

    Ero dal dottor Costa oggi… Lastra per guai ai denti…

    • Luci 10/03/2012

      Max, buongiorno! Spero nulla di grave… nel frattempo mi godo la vittoria!!! 😉

      • Luci 10/03/2012

        anche perchè quando sei in gara non ci sono possibilità! 😉

    • mariaverzi 10/03/2012

      Eh be’ be’….mi spiego la spina calcaneale….la bocca e’ alla base del nostro equilibrio posturale…schiena gambe etc.e..tc…..3/4 dei problemi si risolvono in bocca!….eh eh Siiiiii! Anche con le ricette di Giulia!….se non doveste leggermi piu’ e’ dovuto al fatto che sono volata via….con tutta la stanza e la mia cagnolina! L’Etna davanti ed il mare alle spalle…il vento sembra Max sulla moto!…swiiiiiishhhhh!

      • mariaverzi 10/03/2012

        Ps: stanotte Briciola la mia cucciolina….per la paura si e’ rifugiata accanto a me! Ovviamente non di e’ dormito!….ma lei siiiii!….e’ stato troppo bello!….briciola e’ una trovatella l’ ho adottata un anno fa…gia’ di tre anni….ignara e paurosa fino al midollo! Soprannominata Miss scanto ( spavento!)….oggi e’ sempre paurosa ..ma a casa sua …e’ una principessa!….la mattina appena mi sveglio va a controllare frugolone….(il novantennr

      • Luci 10/03/2012

        Buongiorno Maria! Non fare scherzi, eh?! Ti concedo di volare via solo se prometti di “atterrare” qui da me… tu, babbo e cagnolina… così ci mangiamo tutti una bella fetta di torta e chiacchieriamo un po’… ok?! :-*

  • Luci 10/03/2012

    Ok giulia, la torta non si è carbonizzata… e ho letto… mi spiace davvero tanto per i nanetti… maledetto vento! Frugolino è pronto a partire, è già lì con la colla in mano per aiutare la sua Iaia!!! Ha detto che un bacino vi farà stare meglio… 🙂 Ed io ti abbraccio forte! Per quanto riguarda la “frittata”… te l’ho già detto, tu puoi anche spiegare come lavare l’insalata, io ti leggerò con lo stesso piacere che se descrivessi il procedimento di una sacher! Ancora un abbraccio…

  • Hariel 10/03/2012

    poveri nanetti 🙁
    qui ancora niente danni ma il cielo è bruuuuuuutto brutto…si!
    gamberetti fritti con pisellie uova…gnam… continuo a non avere il sakè a casa io -.-‘ uff!

  • tittisissa 10/03/2012

    Più cuoricini per tutti!!!
    Non ce n’è mai abbastanza 🙂

  • amaradolcezza 10/03/2012

    ma no i nanetti!!!!

    :'(

    poveri cuccioli….

  • Pieceofstar24 10/03/2012

    Comunque. Quanto bella è quella ciotola? Quanto? Eh?
    *____* ioama

  • Katia Ostanel 10/03/2012

    Un minuto di silenzio in memoria dei nani danneggiati dalla bufera.

    E dopo di ciò baci a profusione a Iaia e a tutti gli altri e buon sabato!!!

  • Katia Ostanel 10/03/2012

    E comunque si, io Mary Poppins lo so a memoria. E i pinguini che fanno i camerieri e le baby sitter che volano con l’ombrello esistono davvero, non si discute.

    • Luci 10/03/2012

      Chi, almeno una volta, non è saltato dentro un paesaggio dipinto su di un marciapiede?! O non ha ballato sui tetti di notte con gli spazzacamini?! o preso un the svolazzando a più di un metro da terra?! E la borsa… quella borsa…. 🙂

      • mariaverzi 10/03/2012

        Tu?….oh si si si…tu mi dai l’ idea di Mary poppins!

        • Luci 10/03/2012

          Non mi dispiacerebbe avere certi poteri… sai quanto poco ci metterei a rassettare?! 😉

  • pani 10/03/2012

    Salsa di ostrica? E io che pensavo ci fossero solo perle.
    Triste giorno per i nani da giardino, bisognerebbe farci un buon funerale o un’allegra festa.
    Mary Poppins…che affascinante che era!

  • Manola 10/03/2012

    Mary Poppins E’ affascinante… Non bisogna smettere di guardarla, ogni tanto..

  • mariaverzi 10/03/2012

    Volareeeee ooohhhh ooooohhhh …insomma qui da ieri sera siamo sotto ciclone! Che faccio? Voglio uscireeeee! Vabbe’ faccio i broccoli affogati! (Tranqui senza acciughina! Piccolina meglio libera a mare!)…per farli chiedete a Giulia…io, come ben sapete, non sono attendibile…..swisssssssssshhhhhhhhh!

    • mariaverzi 10/03/2012

      Rettifico…cavolfiore affogato! Ve l’ho detto…comunque si possono fare anche i broccoli! Ah questo lo so!

  • MARIAVERZI 10/03/2012

    Giuliaaaaaaaa!!!…stiamo volando !…ma quando termina il ciclone?…uh?!…ma domani esco …ah se uscirò…spero…Frugolone è stracontento di avermi SOLO TUTTA PER SE’…ma a parte la tv a palla…che presto diventerò sorda come una campana…un pò di casina ci sta…e Siori e Siore!!! un doveroso omaggio a Titti…Luci (Luce dei miei occhi!)…Hariel…e a tutta la compagnia !!! e siccome che, chi non orbita …nell’occhio del ciclone…stasera…forse, si darà alla pazza gioia…vi auguro un bel uicchend!!!…e se poi passate da queste parti…portatemi un caffè…e due chiacchiere tra amici…GIULIAAAA BACIOZZI OZZI….OZZI…OZZI…SWISSSSSSHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!….VOLO’ VIA…COME UNA FOGLIA AL VENTO…..

  • Bibi 10/03/2012

    noooooooooooooooooooooooooooooooooooooo i nanetti ç_ç

  • anya78 10/03/2012

    mi dispiace tantissimo per i nanetti 🙁

  • Tittisissa 11/03/2012

    Ho indossato il fiocco nero del lutto. Sallo. Solo che me lo sono messo sulla testa, come tu con quello rosso. E’ ufficiale. Sembro una deficiente. 🙂

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi