Home / Carne  / E il Pollo al Cocco? Ma alla Malese eh….

E il Pollo al Cocco? Ma alla Malese eh….

Un’altra idea velocissima orientale con il pollo? Dopo quella di stamattina delle 12:12 alla cantonese e limone ( te la sei persa? umamma clicca qui!)  è la volta del Pollo al cocco alla malese e cosa altrimenti? Adoro queste preparazioni fruttate e se mangiassi la carne me ne ciberei; pochissimi dubbi a riguardo. Lo capisco dall’estetica. Mi convincono e non deprimono visivamente e fortuna che è del mio stesso avviso anche il Nippotorinese. Il suo facciotto allegro alla vista di bacchette e ciotoline mi rasserena ed anche se ultimamente i pranzi avvengono ad una velocità iper galattica tra fogli volanti, disegni, appunti, ipad tra forchetta e coltello e mac infilati tra toast, vi è un modo alternativo di rilassarsi.
Poi seraficamente gli domando ” cosa c’è scritto?” indicando il piatto e lui sorride sornione per sibilare “idiozie”. Roba a caso cinese mischiata a segni illeggibili. Un pezzetto di pollo con le bacchette e qualche pomodoro di pachino per me che mi piace aromatizzare con l’aceto balsamico al lampone su cui blatererò ben presto. Insalate di frutta e soia che bramo di programmare con la mia socia cognatosa e qualche caramella all’anice da smangiucchiare tra idee. Ultimamente non faccio altro che raccontargli le mie visioni e storie. I miei sogni e come procede il lavoro. Lui interessato annuisce e apporta idee che si rivelano il più delle volte fondamentali e:

tranquillità. In un’incommensurabile vortice di velocità una pace interiore ai limiti dello zen.

Ingredienti per sei persone: 800 grammi di petto di pollo, 2 cipolle di media grandezza, 1 spicchio di aglio schiacciato, 2 peperoncini rossi privati di semi e tritati, 60 grammi di cocco essiccato, 2 cucchiaini di curcuma macinata, 2 cucchiaini di coriandolo (meglio se macinato), 1 cucchiaino di curry in polvere, 500 ml di latte di cocco.

Taglia a pezzetti i petti di pollo. Scalda in una casseruola l’olio e ammorbidisci le cipolle. Unisci l’aglio, i peperoncini e la curcuma insieme. Quando l’aglio si sta scurendo toglilo e aggiungi i pezzetti di pollo. Aggiungi le spezie e anche il cocco disidratato bagnando e sfumando tutto con un po’ di latte di cocco. Continua la cottura facendo sfrigolare il pollo e continuando a bagnare con il latte di cocco. Si formerà una cremina gustosa che si rassoderà unendosi al pollo quasi caramellando. Servi ben caldo.

Questo famosissimo Pollo malese viene generalmente servito con dei vermicelli o del riso e molto spesso viene condito con gli steli di lemon grass ( solo la parte bianca) che per me è stato difficile reperire al momento. Qualora si avesse a disposizione aggiungere durante la cottura al momento delle spezie.

Se fossi superstiziosa crederei che quando disegno dodici nani per il mio progetto nanoso durante il pomeriggio, avvengono sempre e dico sempre sorprese pazzesche. Il prezzo da pagare in questo periodo è la privazione degli affetti. L’isolamento forzato. E il sacrificio della chiusura.

Tutto però viene ampiamente ripagato e quello di cui ho bisogno, quanto meno, per respirare e sopravvivere è qui accanto a me. E in questo qui ci siete anche voi. Grazie sempre infinite. Grazie immensamente.  Mai potrò ringraziarvi degnamente come meritereste.


Ma questi nanetti non somigliano a Gandalf? E soprattutto la domanda è: sono inquietanti o dolci? Perché io francamente non riesco a decifrarli. Sono venuti a trovarmi qualche ora fa senza alcun tipo di preavviso e sono rimasti immobili a fissarmi sulla scrivania.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
26 COMMENTS
  • Missà che lo faccio domani! 😉

  • Sembrano incantati! Saranno rimasti stregati dalla tua bellezza!!! 😉

  • ђคгเєl 12/04/2012

    wow…hai messo pure le fotine dei passaggi…ehhhhhhh c’abbiamo tempo oggi eh!? 😀
    la ciotolina e il piattino con le bacchettuzze sono bellissimi *_* qualsiasi idiozia ci sia scritto!
    uff ma qui si frigge sempre però…e che cappero. E la mia dieta??????????? 🙁

  • Manola 12/04/2012

    Il pollo è bellissimo 🙂 I nani, decisamente, inquietanti… Sono nani secchi! I nani da terrazzo non devono essere grassottelli??

  • La Eli 12/04/2012

    ^_^….anche facilerrimo….sembra…Slurp…lo provo e poi ti facco…hem faccio sapere che ne penso…smack Iaia!!! cuoricini per te…qui non so come si fanno *.*

  • tittisissa 12/04/2012

    Mannaggiaaa con tutte ste ricette appetitose non so più quale devo fare per prima!

  • tittisissa 12/04/2012

    E comunque alla domanda sui nani rispondo : la seconda che hai detto. Inquietanti. A dir poco *_*

    • tittisissa 13/04/2012

      “Ultimamente non faccio altro che raccontargli le mie visioni e storie. I miei sogni e come procede il lavoro. Lui interessato annuisce e apporta idee che si rivelano il più delle volte fondamentali e: tranquillità. In un’incommensurabile vortice di velocità una pace interiore ai limiti dello zen.” Ecco. Tranquillità. Serenità. Amore. No, tesoro, gli affetti non ti mancano, sai? 🙂

  • Daria* 12/04/2012

    alcuni parvomi stupiti….altri francamente abbastanza inquietanti…..tirando la somma delle cose, saran forse i colori, ma a me trasmettono quel tocchetto di ansia che alle 21:40 di uno stressatissimo giovedì post-pasquale con meteoropatia a picchi eccelsi (dato l’alternarsi di sole e diluvi nell’arco di 24h in quel di Roma…) non si nega a nessuno men che meno ad un leprotto bisestile come la sottoscritta!!!!
    Dopo questo sproloquio posso anche aggiungere che l’intenzione di fare il susscritto (si raddoppia la “s”??) polletto c’è tutta…..ma mi arrando perchè ho la metà della metà degli ingredienti e mi sembra troppo sulla scia sicuramentefarò’naschifezza che manco la maledizione di monte zuma!!!!
    TI voglio bene lo stesso però <3 anche se mi complichi la vita poichè vorrei fare tutto cimentandomi nell'impossibile ma ammirando profondamente la tua arte!!! <3 vagonate di stima per te amica mia <3

  • sono sconvolta. la foto dei passaggi di cottura, le pastiglie leone..dodici nani. overdose di informazioni visive *—-*

  • Chemical 12/04/2012

    amo il cocco

  • katiaostanel 12/04/2012

    Scusa scusa scusa, che cos’è questa cosa aromatizzata al lampone a cui hai accennato??!!?!? SI sappia che voglio la settimana del lampone: niente mi manda in sollucchero come il suddetto frutto di bosco, soprattutto mangiato appena raccolto dai cespuglietti intorno al Lago di Anterselva, in Suedtirol,,,,,sig
    Nanetti assomigliano a Gandalf,stop.
    Espressione non decifrabile, stop.
    PIù verso inquietudine che simpatia, stop.
    Credo, stop.
    Avrò gli incubi, stop.

  • yliharma 13/04/2012

    sono inquietanti sì…sembrano nani alieni XD

  • Wish aka Max 13/04/2012

    Inquietanti. Clonati, o collegati tipo matrix ad altre entità. Oppure organismi extraterrestri. Oppure provenienti da uno spaziotempo parallelo. Oppure aspettano i Langolieri.

    • yliharma 13/04/2012

      The Langoliers….che angoscia che m’avevano messo XD

      • Wish aka Max 13/04/2012

        4 past Midnight è uno dei masterpiece secondo me… e in particolare The Langoliers. Una delle belle divagazioni in ambito spaziotemporale. Che a distanza di tempo si ritrova parzialmente in 22/11/63… evidentemente un tema caro al nostro. 🙂

        • yliharma 13/04/2012

          devo confessare di non aver letto nulla di King…tutto quello che so di lui l’ho visto in tv…ma “Four Past Midnight” l’ho metto in lista desideri che mi ispirano proprio i racconti 🙂

  • Bibi 13/04/2012

    si, inquietanti.
    paiono aspettare qualcosa.

  • pani 13/04/2012

    questi nanetti dodecafonici…è se ciascuno lo chiamassimo con il nome di una nota?
    “Hei tu, Fa diesis, sorridi!”
    “Si bemolle, stai zitto!”

  • gluci77 13/04/2012

    Questi nanetti sembrano aspettare qualcosa… secondo me sperano che tu cucini qualcosa per loro… avranno sentito tutti questi bei profumini! 😉 Io fossi in te gli regalerei anche qualche bel cappellino nuovo, un tocco di colore… magari poi sorridono!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi