Acchiappa Mooncake e salva l’universo! Fai in fretta!

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Quando mamma mi ha chiesto se anche lei dal suo Ipad poteva acchiappare i Mooncake di Pan di Stelle ho capito solo una cosa: E’ una via senza ritorno. Immaginarla con l’ipad in mano mentre fotografa per strada è forse una delle visioni più assurde e meravigliose che mi si poteva offrire. Neanche sotto l’abuso di lsd sarei riuscita a partorire tanta follia.

Confesso che nella mia labile mente ha preso spazio l’ideuzza di sostituire i mooncake ai nani da giardino. Ultimando così la definitiva conquista del mondo. Un progetto difficile ma che con fatica insieme ai miei fidi eroi stiamo portando faticosamente a termine per debellare i Maya.

Ma sono sicura che anche i Mooncake, nani da giardino a parte, riusciranno a sconfiggere la malvagità con una carica di cioccolato slurposissima (slurposissima è un termine tecnico eh).

Confesso altresì che se i Mooncake si potessero catturare nel panciotto e mangiarne così una quintalata, sarebbe il massimo ma  anche virtualmente ci si accontenta.

Un tipo oggi ha rallentato alla rotonda (purtroppo non era Pani, ahimè) e credo proprio che stesse per catturare lo stesso mooncake acchiappato da me ieri. Niente è più come prima ormai. Niente. Ci riconosciamo tra di noi mentre ci aggiriamo in cerca della salvezza. Il mondo è invaso finalmente da pianeti alieni volanti di cioccolato che sono venuti a salvarci.

I nani me lo avevano detto *musica ricca di suspense proprio su questa frase, grazie regia!

Forse potrebbe interessarti leggere...

7 COMMENTS

  1. che poi sono 11 stelline dei pan di stelle più 1 stellina del mooncake. e insomma.
    li ho assaggiati mhhh. non so se è la forma o la consistenza o la stella o la cioccocrema. ne voglio almeno dodicimila pacchi.

  2. Che almeno i nani da giardino si possano acchiappare con l’Ipod altrimenti rimango tagliata fuori anche stavolta!!! 😉 baci stellina!!!

  3. Maghetta non è che puoi mettere una buona parola per me con mister pan di stelle e farmi avere una fornitura a vita di mooncake e biscotti pan di stelle???

  4. Ma hai visto che succede sotto al post dell’uovo-orso?
    Io lo scopro solo ora! Non lo sapevo. Di solito ero, dico ero, corretta. Lasciavo solo un commento.

  5. sgrunt…io ho provato con l’ipod touch ma non funziona,serve il gps…eppure lo so, uno sarà sul mio cuscino e un altro sarà qui che mi fa le linguacce

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

More recipes like this