Home / Carne  / Il Pollo con il miele. Pensavate che avessimo finito eh? *rideva sadicamente*

Il Pollo con il miele. Pensavate che avessimo finito eh? *rideva sadicamente*


Vengo a sapere da Twopcharts che oggi compio cinque anni su Twitter. Dire fesserie in 140 caratteri per cinque anni è un traguardo fondamentale della mia esistenza e vedermi lì in cima a questa classifica mi rende oggggogliosissima di me stessa. Importanti riconoscimenti (?) a parte, a me va solo di dire una cosa: fa caldo. E fare una cosa: lamentarmi perché fa troppo caldo.

Sfido il caldo e le alte temperature indossando abitini neri che esprimono la mia anima dark e forse anche un po’ punk. Certo il Nippotorinese ride a crepapelle quando asserisco idiozie di questo tipo perché  io di anima punk e rock and roll credo di possedere pressoché nulla ma ecco un cicinin di dark deve esserci per forza. Forse se fossi giuovine potrei appartenere a qualche fascia emo-kawaii alternativa. Ma insomma per dire che stamattina mentre sistemavo e selezionavo alcuni autficccc (perché si scrive così) papabili per un’imminente partenza (quando arriva BestiaBionda in Sicilia io sarò a Niuiork così rimane sola con i muratori e ridiamo un po’. Sì ho piazzato le telecamere)  mi sono resa conto che ne ho sì tantissimi con fiorellini, decori rosa, sbirluccichii multicolor e blablabla ma una percentuale riconducibile all’ottantanove per cento è di nuance nera. Mamma, Santasignorapina, Nippotorinese, Personaacasocheèincasa mi chiedono sempre “ma come fai a riconoscere i vestiti se sono tutti neri?”.

Che stolti, tzè. Al tatto. Riconosco gli abiti al tatto. Non occorre spostarli, tirarli fuori e domandarsi “quale è”. Al tatto riconosco il vestito, il tessuto, il negozio dove l’ho comprato e pure che borsa indossavo quel giorno. Ho la memoria corta per le cose meno importanti della vita ovvero “la lista della spesa”, “il compleanno degli amici”, “le email di lavoro cui rispondere”, “dove ho lasciato la macchina nel parcheggio” ma per quelle importanti tipo “che vestito indossavo quando ho comprato un vestito”, “che borsa avevo quando ho comprato quella borsa”, “che borsa avrei voluto mettere al posto della borsa che indossavo per l’evento x” la mia memoria è infallibile.

Seleziono quello che occorre ricordare veramente e quello che può essere tranquillamente accantonato. Insomma per dire che. Riconosco gli abiti al tatto. Roba che non importa a nessuno tanto quanto il fatto che oggi compio cinque anni su Twitter.

Siamo qui oggi tutti riuniti per celebrare l’ennesima morte di un pollo. Amen.

Potete sedervi.

(cosa sto dicendo?)

Il povero nordico implora pietà al grido “bastapollo bastatiprego”. Io continuo chiaramente a provare miliardi di elaborazioni fondamentalmente perché devo sperimentare ma ad essere sinceri perché non me ne importa assolutamente nulla di quello che gli piace o no. Fosse per me, se mi occorresse, gli farei pure insalate di finocchio (l’unica verdura che il tizio detesta non sopportandene addirittura neanche l’odore).

Lo so lo so mi odiate tutti (faccina disperata) e vi prego no. Non dite “bastapollo” pure voi ma lasciate tanti cuoricini e commenti del tipo “uh che bello! desideravo tanto vedere una nuova ricetta con il pollo!” oppure anche “santocielo che meraviglia! era proprio il mio sogno oggi sapere qualcosa di più sul pollo e sul miele!” sino ad arrivare a “fortuna che esisti tu perché del pollo non se ne ha mai abbastanza” (con calma poi mi manderete in email le coordinate del bonifico e bon).

(una sicula che dice “e bon”. E’ il delirio)

Ho giurato solennemente sul cappello del mio nano da giardino (quello rosa di nome George, sì. In onore di ZetaElle che amo) che non farò mai più ricette con il pollo e darò priorità ad altro ma ne ho davvero tante in archivio e ahimè in qualche modo dovrò pure smistarle.

(monelli!)

Facilissima questa ricettina light e dal gusto dolciastro (mica l’ho mangiato*segue risata isterica). In pratica si spennella per bene il petto di pollo con il miele e poi lo si lascia cuocere su una padella antiaderente. E no. Senza olio e fritture. Al massimo si condisce dopo. E finiamola di mettere sempre e comunque l’olio, uff! A crudo ha più senso. E’ più salutare. Ha più gusto. Fa meno male. Quindi la domanda è: perché mai friggere qualsiasi cosa?

Vi prendo a randellate sulle gengive se continuate a mettere fili d’olio lunghi quanto la grande muraglia cinese.

Il petto di pollo al miele non è poi una grande novità; del resto sono davvero infinite le variazioni che comprendono questo zucchero naturale all’interno della preparazione. Ci si glassa il roastbeef per dirne una ed io ricordo una versione con il maiale glassato nel miele, eseguita l’anno scorso (clicca qui per la ricetta).

Questa vuole essere un’alternativa velocissima e senza l’uso del forno che santocielo comincia a far caldo davvero anche solo per pensare di accenderlo.

Il problema rimane in assoluto la qualità della carne. E’ troppo spesso (a ragion veduta) usuale attribuire al petto di pollo una consistenza stopposa e fastidiosamente secca. In realtà dipende davvero dalla carne che si usa; c’è poco da fare. Nella semplicità ci sono le più grandi e difficili risposte.

Quando servo il mio polletto è capitato molte volte di sentirmi dire “uhhh spara il segreto!”. Ed io un segreto davvero non ce l’ho. Questo pezzotto di petto di pollo è davvero: preso-lavato-spennellato-cotto in padella-basta.

Non ho assolutamente fatto una marinatura precedente o occultato passaggi segreti tipo massaggi con oli essenziali o fanghi guam (l’immagine del petto di pollo avvolto nel cellophane come Laura Palmer tutto impastricciato di fanghi guam tormenterà le mie notti).

Ho semplicemente scoperto il mio pollarodifiudiciacheilcielolobenedica. Il pollo è importante che non sia di allevamento intensivo e che non abbia saltato i vari processi della crescita. In pratica parlar male di un pulcino che in otto ore è diventato un pollo ruspante ed è stato già sbattuto sul banco frigo del supermercato mi pare un tantinello indecoroso per il povero pennuto.

Già è un cadavere anziano morto sbattuto sul piatto senza neanche essersi goduto la fanciullezza in discoteca con le galline, vogliamo pure dargli delle colpe?

Epperfavore. Un po’ di decoro.

Una ricettina iper veloce che servita su un letto di radicchio creerà un contrasto gustativo dolce-amaro dando croccantezza e morbidezza in pochissimi istanti. Non è vero ma il piatto aveva lo stesso colore del radicchio e quindi invento frasi a caso sulla croccantezza solo in nome della nuance.

E’ carina l’idea anche delle polpettine di petto di pollo tritate nel mixer con magari delle erbette aromatiche e poi spennellate con miele e via. Pure al vapore. E.

E la finisco altrimenti faccio un post pure sul pollo polpettoso con il miele a vapore. Non possiamo alimentare l’archivio polloso altrimenti non mi vorrete bene più (tanto lo so che non me ne volete MONELLI !).
(oggi mi piace troppo gridare monelli. Posso continuare solo fino alle 21.34 di stasera? poi smetto).

Su Style è stata pubblicata la mia ricettina velocissima per fare la marmellata al microonde. Se hai piacere di leggerla basta cliccare qui >>>>

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
89 COMMENTS
  • Luci 26/06/2012

    a

    • Luci 26/06/2012

      primaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • pieceofstar24 26/06/2012

    uff -___-”

    • Giulia 26/06/2012

      ah qua sei.
      senti a Signorapinasantadonna le ho dato i tuoi cannellini.
      e al muratore ho detto che glihotrovatounabiondadaurlo.

      lui ha 67 anni. porta la maglia dei puffi. è in leggero sovrappeso e suda tantissimo. ha i peli al petto ricci e cotonati ( e sudati ) e pure la collana che porta corona con un crocifisso e tante pietre.

      è davvero molto scic.
      e ti vuole ardentemente.
      dormira’ al primo piano con te.
      spero che vada bene.
      ciao.

  • Giulia 26/06/2012

    allora vi amo.
    e se viene Max peffavore glielo potete dire che lo chiamo di pomeriggio chenuncièlhofattadimattina?
    e se passa Luci glielo dite che l’amo e che mi fa male pureammme la pancia se mangio l’anguria ma che dobbiamo sfondarci insieme lo stesso e poi morire riverse per terra?
    e se passa bestiabionda glielo dite che le ho prenotato un albergo a messina che io qui non la voglio?
    grazie.
    vi amo.

    • Luci 26/06/2012

      Amoreeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!! Sfondiamoci di anguria, presto!!!!!!

      • apity 27/06/2012

        Io mi sono già sfondata ieri sera, ma va bene anche oggi suvvia!

    • Wish aka Max 26/06/2012

      no problem, tanto sono in modalità tampinescion, come detto prima

  • pieceofstar24 26/06/2012

    se mi lasci sola con i muratori penso che, ora come ora, non potresti farmi regalo più grande. però rassicurami e dimmi che posso ammazzarli sulla barca, mi sentirei molto più dexter che ad ammazzarli nella tua immacolata dimora (non che lascerei sporco ovviamente, io il biondo utilizzatore di pellicola lo so imitare perfettamente. )

    • Giulia 26/06/2012

      amore stavo giusto scrivendoti che tu STARAI con IL MURATORE.

      Stupida bionda al momento la barca non è disponibile.
      Ho un gommone di 12 metri.
      Accontentati.

      • pieceofstar24 26/06/2012

        mi accontento, il muratore entrerà in 6 sacchi neri puliti e ordinati. farò un buon lavoro e alla fine starò meglio e tu tornerai da niuiork con le unghie grigiastre e vivrai più rilassata. ci odiamo, ma io questo regalo te lo voglio fare. abbiamo bisogno di questo eppiending.

        • Giulia 26/06/2012

          eppiending. quante soddisfazioni piccola bionda.
          hai imparato la lingua inglese , brava.
          E pensare che eri piccolalaureataedolce ma non lo conoscevi.
          poi hai incontrato me.
          che ti ho cambiato la vita.

          e sei diventata accuttturata, inglesizzata, e pazza. completamente pazza.
          ecco perché tua mamma mi vuole bene.
          ( se osi sostenere il contrario io ti ammazzo e ti porto allo sciantal)

          ( e ti porto pure in quel bar che SAI TU)

          • pieceofstar24 26/06/2012

            e peffortuna che sono diventata grande. e ho capito che devo volermi bene e pensa, me l’hai insegnato tu che non capisci niente °_° com’è strana la vita. se mi porti in quel bar che SO IO ordinerò un sezzallimone che ora lo so benissimo che non si può ordinare nei bar e ti farò vegggognare moltissimo. però andremmo sicuramente a farci le foto da bimbeminkia nel bagno. e chissà cosa c’è dentro quel bagno non ci voglio manco pensarci.

            • Giulia 26/06/2012

              polentona.
              sei una polentona e pure bionda.
              e parli tutta gne gne gne.
              ma che razza di amiche ho?
              e comunque ordinare il selzalbar è da polentoni biondi 😛

              ( nel bagno ho messo la tivvu’. ti dico solo questo. e no. non sto scherzando. tiè)

              (che i terroni pallidi fanno una sorta di bunker mafiosi e nel bagno deve esserci la tivvù. SO LE BASI ! SO LE BASI !)

              ( facciamo due pizzini? 😀 )

            • pieceofstar24 26/06/2012

              oggi ti potrei dare ragione su tutto. quindi non parlo più per sicurezza. e approfittane perchè è una condizione che durerà al massimo 23 ore. e due già ce le siamo giocate u.u io polentona bionda, tu terrona mora. direi che è perfetto. no? e in questo caso il pelato da che parte si classifica? °_°

          • pieceofstar24 26/06/2012

            ma due pizzini sono due pizze piccole? *________*

  • Biancaneve Suicida 26/06/2012

    Fossi il Nippotorinese lancerei messaggi di inequivocabile ostilità al pollarolo di fiducia…così, per una ragione o per l’altra <_<

  • Giulia 26/06/2012

    ma com’è che quando io ho tre minuti per chiacchierare non c’è mai nessuno?
    ditemelo ! ditemelo che mi odiate e fuggite quando ci sono !
    ditemelo che avete fatto una meravigliosa comitiva ma non mi volete.
    ditemelo che.

    vabbè *_* sto male

  • Luci 26/06/2012

    Come sono finite le ricette con il pollo?! Ma scherziamo?! E io come faccio?! Giuro, io mangio molto volentieri il petto di pollo (mentre l’Ingeriminese mi guarda e dice: “tu non capisci nulla di cibo” e nel frattempo addenta una costoletta di maiale…)… non è per il bonifico! Al limite mi spedisci qualche ricetta via mail, ok? Mi astengo su qualsiasi discorso relativo al guardaroba… quest’anno il mio è talmente esiguo e risicato che se vado a tastoni nell’armadio è già un miracolo se trovo qualcosa! Un abbraccio stellina… forte forte

    • Giulia 26/06/2012

      Partiamo dal presupposto che ti amo.
      Partiamo pure dal presupposto che se tu vuoi piu’ ricette di pollo io faccio UN ALLEVAMENTO DI POLLI .
      e partiamo pure dal presupposto che devo scriverti da otto anni e ancora non ti scrivo ma ti scrivo che devo scriverti e.

      e mi sono confusa.
      e diciamo pure che ieri ho indossato il tuo anello e mi hanno dettochebello.
      e io ho detto èmiolucifrugolino e.

      e anguria. come ti dicevo su.
      mangiamo anguria e soffriamo insieme

      • Luci 26/06/2012

        Se tu devi scrivermi da otto anni, io da circa cinque devo assolutamente spedirti una cosa, ma non riesco mai a passare in posta… ma celapossofarcela! Sono felice per l’anello, avessi saputo te ne avrei mandato un camion!!! Frugolino ti manda una valanga di bacini

        • Luci 26/06/2012

          E alleviamo polli… c’è un nano a cui affidare il becchime?!

  • Wish aka Max 26/06/2012

    santocielo che meraviglia! era proprio il mio sogno oggi sapere qualcosa di più sul pollo e sul miele! Fortuna che esisti tu, perché del pollo non se ne ha mai abbastanza! 😀 😀 😀

    Mia figlia Elena riconosceva al tatto la pezza che usava strofinare prima di addormentarsi, è durata fin verso i 3 anni. La chiamava “la ciuccia” per distinguerla dal ciuccio (sempre stata semplificatrice). Ne avevamo una scorta, e una sera non ce n’erano perché erano tutte a lavare, non c’è stato verso di ingannarla. Avevamo tagliato un pezzettino di stoffa e gliel’abbiamo dato al buio, lo ha strusciato un po’ tra le dita e lo ha buttato via. Abbiamo dovuto lavare a mano e asciugare col fon una delle sue…

  • ammemmipiace che si parli di pollo ancora. e ancora. e ancora. però ora voglio la versione polpettosa, altrimenti sarò molto triste.
    è buona norma porgere auguri in occasione di quarti compleanni su twitter?
    e ora voglio polpettredipollo. al miele.
    e i finocchi solo a sentirli nominare mi si smorfia la faccia. l’unica cosa per cui potrei utilizzarli è come base per disegnare faccine, applicando puntine come occhi, chiodiniinfila per la bocca and something like this. il loro colorito pallido e le terminazioni verdi danno l’idea di visocapelli. il loro colorito pallido e le terminazioni verdi mi sanno di blhuhe solo a guardarli.

    • Giulia 26/06/2012

      uffa devo apparecchiare ma tonno per sbaciucchiarti ecco.

      *_* amiamoci

      ma non posso non dirti amoremiokurokoso che habemus gia’ polpettam:

      http://maghetta.it/2012/04/19/spaghetti-polpette-limone/

      ( ma il finocchio neanche con l’arancia rossadisicilia santocielo?!)

      • non permetterò al finocchio di rovinarmi l’aranciarossadisicilia ecco. temo che rischierò di apparire omofobica a forza di giurare il mio odio al finocchio.
        (c’est vrais, la ricetta delle pollopolpette la conobbi già)

  • pieceofstar24 26/06/2012

    ma io posso pure non tornare mai più, no? cioè vengo lì e sto lì. erano questi gli accordi vero? oh oggi va così. assecondami.

  • pani 26/06/2012

    i polli ottenebreranno i tuoi sonni. Già me li vedo camminare come zombie, con le ali sanguinanti, il becco sbracciato, le zampa triforcute.

    Il Ciccio Calandra mangiava il pollo. Il ciccio Calandra era un mio compagno dell’asilo. Tutti i giorni veniva con il cestino di plastica azzurro traforato e a mezzogiorno tirava fuori il pollo. Diceva che lo avevano messo a dieta, non poteva mangiare carne e gli avevano prescritto pollo tutti i giorni.
    Io a quel tempo non facevo molta distinzione tra carne e pollo e ancora adesso non la faccio. Comunque lui mangiava pollo per dimagrire e forse funzionava però io avevo l’impressione che la sua fisionomia cambiasse, la faccia diventava simile a quella di un papero. Ecco, hai presente Ciccio, l’aiutante di Nonna Papera? Stava diventando così.
    (che tra parentesi, la settimana scorsa ho scoperto che Nonna Papera si chiama Elvira. Lo so, ci sono cose ben più importanti ma sono quelle rivelazioni che ti lasciano un po’ così, con il sopracciglio inarcato e la bocca semi aperta).
    A forza di mangiare pollo il ciccio Calandra dimagrì di qualche etto e poi si diede al calcio, faceva il portiere della squadra parrocchiale. Con un nome così, ciccio Calandra, ti immagini che la porta sia chiusa come una saracinesca, calandrata, cementata…macchè…era simile ad uno scolapasta.

    • Wish aka Max 26/06/2012

      Esigo di sapere la fonte della notizia! Il nome di nonna Papera è una cosa che mi ha tormentato per tutta l’infanzia e buona parte dell’adolescenza…

      • Luci 26/06/2012

        Anch’io voglio assolutamente sapere tutto su Nonna Papera!!!!!!!

        • pani 26/06/2012

          si pensava che Nonna Papera fosse la sorella di Paperon de Paperoni ma poi questa diceria è stata smentita. E poi, secondo me, anche se è un rude, il vecchio cilindro se la fa con Miss Paperett, la sua segretaria. Alla faccia di Brigitta la quale sotto sotto pensa solo ai soldi.

          • Giulia 26/06/2012

            sono sconvolto.
            chiuderò la bocca stupita alle 20.78 se tutto va bene

          • Luci 26/06/2012

            LOL mi ribalto all’indietro pensando a Paperone “che se la fa” con Miss Paperett… come distruggere ricordi infantili!!! 🙂

      • pani 26/06/2012

        la fonte è un Topolino. Uff…ora ritrovarlo e veramente difficile ma ci proverò. Si scoprono tante cose leggendo Topolino da adulti, come che il nome del commissario Basettoni è Adamo.

        • Wish aka Max 26/06/2012

          uh! Adamo… ma è roba nuova, io ho letto Topolino sino ai primi anni 80, l’ho mollato nell’83 quando sono partito militare… e insomma fin lì non c’erano nomi, ne sarei praticamente certo…

          • tittisissa 26/06/2012

            Ma tutte queste novità su Topolino da quando?????
            Oh, e hanno aspettato giusto giusto che smettessimo di leggerlo noi per fare queste rivelazioni così strabilianti???? Resto allibita *_*

            • pani 26/06/2012

              e perché hai smesso di leggerlo? Paperinik e Villa Rosa è un must. Ricordo ancora le emozioni che provavo da bambino quando il papero mascherato andava nel rifugio sotterraneo

              • tittisissa 26/06/2012

                Adoro Paperinik e Nonna Papera e Archimede e. Ma ho smesso e basta. Non c’è una ragione precisa se non il fatto che preferisco leggere libri che fumetti.

                • pani 26/06/2012

                  uh! io leggo tutto, anche la confezione del dentifricio.

                • tittisissa 27/06/2012

                  Sei il mio mito, tu. Sapevilo 😀

            • principessainsonne 26/06/2012

              Nonna papera, che mito!!! Anche a me sto fatto dei nomi giunge nuovo.

          • Biancaneve Suicida 26/06/2012

            Quando hai smesso tu ho iniziato io ma giuro che Adamo Basettoni mi giunge nuovissimo! Questo Adamo non lo conosco e nemmeno Basettoni in verità, io l’ho chiamato per un decennio buono BasSettoni, che non è che basette sia stata proprio la prima parola che imparai, tutti sbarbati in famiglia!

          • pani 26/06/2012

            io per continuare a leggere il topolino a colazione mi sono perfino comperato gli occhiali. Ma solo topolini vecchi, quelli nuovi non mi piacciono.

          • gluci77 26/06/2012

            Pani, grazie per l’idea del dentifricio… Qualche giorno fa l’Ingeriminese, esasperato dalla quantità di libri che leggo e dunque acquisto mi ha detto: “perchè per un po’ non ti accontenti delle scatole dei cereali? Ci sono scritte un sacco di cose” … E comunque lui Topolino lo legge ancora…anche se preferisce quelli vecchi e le raccolte

            • Wish aka Max 26/06/2012

              Dovresti convertirti al Kindle… I libri costano assai meno

            • pani 26/06/2012

              proprio così, dovresti comperarti il kindle. Io l’ho preso in dicembre ed ho già letto la bellezza di 34 libri digitali.

            • spiessli 26/06/2012

              Ho pensato la stessa cosa, ma non ho osato. Io ho il Sony e mi trovo molto bene. Perfetto per i viaggi e per i libri “usa e getta”, quelli che una volta letti finirebbero a prendere polvere dimenticati.

    • sul Ciccio Calandra andrebbe fatto un fumetto. un nome del genere. è da fumetto. obbligatoriamente.
      quella premessa splatter mi ha causato brividi. non disdegno per nulla dato il caldo. il becco sbracciato ironizza la visione truculenta.
      mò c’ho fame.

  • Giulia 26/06/2012

    io vi leggo e ho le lacrime agli occhi mentre salto il riso con il curry per il nippo.

    vi amo follemente.
    sono pazza di voi santo cielo

  • Biancaneve Suicida 26/06/2012

    Comunque sono anche io del parere che la vista sia un senso sopravvalutato soprattutto nell’armadio,:è buio e di solito poco propenso all’organizzazione sistematica; ergo non esiste tattica migliore del tuffare le braccia a caso nel caos di tessuti e ravanare saggiando con collaudata maestria. Sembra una ravanatio casualis invece è frutto di pratica e conoscenza. Micaciufoli.

  • tittisissa 26/06/2012

    Eraveramenteora che ci fosse una ricettina col pollo! la bramavo. Emmenomale che ci sei tu nella vita mia a riempirmi di gggioia con le tue impreviste ed inaspettate nonchè assolutamente originali ricettine di pollo!! 😉
    Detto ciò però volevo tirarti un po’ le orecchie, si, fino a fartele diventare come quelle di Arwan ne Il Signore degli Anelli, ecco! Il perchè?? E’ presto detto…prima ti dimentichi del mio compleanno, poi ti dimentichi di scrivermi, poi di leggere la mia mail, per la quale ti ho rincorsa giorni e giorni e infine ti dimentichi di telefonarmi. Ma a bestiabbionda l’hai chiamata. Ecco Sigh. Mi sono offesa…. 🙁

    • Giulia 26/06/2012

      Amore io non chiamo bestiabiondamai.
      io scrivo con bestiabionda per insultarla.
      è il mio scaricanervi.
      le scrivo sms dove la insulto e sto meglio. Giuro solennemente di farmi perdonare.
      detto questo mi spiace ma SEI COSTRETTA AD AMARMI
      e detto questo:
      io ho gia’ le orecchie a elfo te lo giuro.
      Mi chiamano spoldistartrecccc *rideva tantissimo

      • tittisissa 26/06/2012

        Ammoremioadorato ma io scherzavo, sai?? Mica sono offesa per davvero, neanche so come si fa!! ^_^
        Epperò ticisivi devo dire una cosa importante e come te la dico?? Segnali di fumo??

    • pieceofstar24 26/06/2012

      ma cosaaaaaaaaa non mi chiama mai e quando mi chiama spengo il telefono u.u tzk. qua a comandare sulla sicula pallida sono io! XD

    • Wish aka Max 26/06/2012

      Sissa se ti offendi hai perso… 😉 D’altra parte tu hai Sisso per consolarti… (non so come mai ma ho la sensazione che Sisso gli stia strettino… soprannominatio non petita perculatio manifesta…)

  • principessainsonne 26/06/2012

    Ieeeee! Giannino vivrebbe di pollo! E aime’ non sto’ scherzando!!!!!!!

  • Wish aka Max 26/06/2012

    Mentre siamo qui tutti a chiacchierare, posso chiedere una grazia a bestiabionda? Potresti fare una versione del template per ipad? Ché ci mette quaranta minuti a caricare il sito in 3G? E visto che ci sei, puoi dire alla cuocamatta che se anche le foto non le carica con risoluzione 35 megapixel su web si vedono ugualmente? E che a 300DPI si stampano solo? E che 75DPI so’ pure troppi per er uebbe?
    Denghiu 😉

    • pieceofstar24 26/06/2012

      credo sia una causa persa eh. mo rifargli il template me pare troppo eh. comunque max ricordati che se non c’ero io quella ancora non sapeva usare il “read more”. panicoepaura. ho visto la commozione nei suoi occhi di bestia quando le ho fatto scoprire sta cosa -___-

      • Wish aka Max 26/06/2012

        No no rifare il template no… solo aggiungere la personalizzazione ipad, tipo il twentyeleven per capirsi… elloso cevoppazzienza… però impara e dà un sacco di soddisfazioni, questo bisogna dirlo… 🙂

        • pieceofstar24 26/06/2012

          si dai quando si impegna si 🙂 per aipad/aifon ci dovrebbero essere dei plugin, vedremo di mettere magari qualcosa del genere, sempre meglio de niente. ma davvero carica le foto a 300dpi??? dio santo 1234567890 x 1234567890 px di follia. la ammazzo e lo so che si rifiuterà di aprire fotoschiopp. aiuto.

          • Wish aka Max 26/06/2012

            No sui 300 dpi l’ho buttata là, in realtà credo sia un fatto di tante immagini, e con la connessione 3G ci mette davvero una vita e mezza. Ho visto che con l’aifon è un po’ meglio, per cui penso che ci sia già una gabola inserita, solo che non si accorge della differenza aifon-aipad. la settimana scorsa che ero in puglia e avevo solo aipad è stato quasi un dramma… oddio non è un salvavita, eh… 😉

            • Giulia 26/06/2012

              macchestateaddddì 300dippiaiai! aho a volemo fini’?

              so a 2489283428dippiai 😀

              E tu bestiabionda mani nel mio picci non glieli metti che il gikitchen nunpo’falli’.
              pennabionda.

              qui le mani ce le mette solo Max.
              sia chiaro.

            • Wish aka Max 26/06/2012

              aho a volemo fini’ mi rende sinceramente orgoglioso. Il diploma intermediate è tuo, ora possiamo passare all’advanced… 😉

        • Giulia 26/06/2012

          Max amore ma credi davvero che lei sappia ? perché non parli direttamente con me?
          quella a stento capisce come fare una tabella in html.

        • Giulia 26/06/2012

          ma la versione per ipad gia’ wordpress ti da la possiibilita’ e se vuoi l’attivo solopettè.

          bestiabionda in quanto a te.
          tu il template melofaieccome.

          che io ciò la terza elementare e sofaretuttestecose .
          gne gne gne.

          • pieceofstar24 26/06/2012

            max ecco parla con lei che io mica vado per lavorare. tzk. vado per menalla u.u nnhaicapito

            • Wish aka Max 26/06/2012

              hmmmmm francamente ho la sensazione che per quanto magra scheletrica la cuocamatta ti possa sconocchiare, come diciamo da queste parti… io starei in bell, al posto tuo…

            • pieceofstar24 26/06/2012

              max, tu non mi conosci. io la cuocamatta me la magno a colazione 😀

          • Wish aka Max 26/06/2012

            yes please!!! please do!!! pretty pretty please!!!

            • Giulia 26/06/2012

              io gia’ ti amavo Max.
              ma da quando hai detto magrascheletrica ti ho amato di più.
              sposami.
              diciamoloquidavantiatutti
              che ci amiamo.
              e che ci sposeremo.
              Virna perdonami ! Pier prrrrrrrrrrrrrrrr !

              ora pero’ ti prego dimmi che vai a fare un controllo oculistico al piu’ presto amore mio che sto pettodipollo e dieta ipocalorica ti hanno fatto salta’ i tuoi meravigliosi neuroni.
              perché dirmi magrascheletricaammè che so n’armadio a 7 stagioni è puro delirio da assenza di carboidrati.

              questo pero’ non significa che la piccolettabellissimabionda me la magno a colazione sì.

              so vegetariana ho detto.
              mica ho detto che NON sono cannibale.

              ora scusate ma ho una lezione di cucina.
              Santasignorapina e Nanda mi stanno aspettando.
              se mi mollano per tempo mandero’ sms d’amore Max e poesie.
              magrascheletrica *_* l’amore è ciecoooooooooo
              ti amoooooooooooooooooooooooooo

            • Wish aka Max 26/06/2012

              Sposiamoci tosto. E tu sei magrascheletrica come testimonia la foto simil-Alice quella col braccio chetudicicheègrasso e invecesembraungrissinoquellodeltonnoriomare.

  • angyerry 26/06/2012

    La buona notizia se parti per new York è Che li Si fa caldo, ma dappertutto c’è aria condizionata a palla… La cattiva notizia coincide con la buona, mi raccomando copritiiiii, che tu che sei freddolosa morirai di freddo santo cielo , che l’aria condizionata sta tipo a 10 gradi…. I love you amore bello 🙂 ti abbraccio!!!

  • ђคгเєl 26/06/2012

    ohhhhhhhhhhhhhhhhh bello questo! mi pisce si si si!!!! dopo che pure ieri sera la mia amata futura suocera miha fatto trovare “FRITTATA” devo ammettere di aver risposto alla sua frase “tu non mangi insacci, non mangi formaggi…ma la frittata la mangi vero?….certo è fritta però.. ” …aehm ho risposto ” vabbè, ormai la frittura suo figlio me l’ha messa nella dieta O_o !!” ….poraccia con faccia angosciata ha detto ” cmq ci sono pure patate a insalata se vuoi…” …………………………ecccccheccappero! in quella casa mangiano frittura come fosse aria! diventerò pazza…già lo so!!!! quindi mò provo sto pollo col miele occheiiiiiiiiiiiiiiii? e glielo faccio mangiare pure al pazzo..e se gli piace siamo a cavallo!!!! anche io mi sento dire qualcosa di simile sui vestiti…ma in un’altra versione…ovvero ” ma se hai tutti pantaloni neri, e maglie nere, e camicette nere…che sembrano tutti uguali…non credi che la gente pensa che non hai vestiti??????” … 😀 ahahahahah!! cmq non ho solo cose nere eh..si metta a verbale!
    adesso scappo…pausa finita…baciamoci e abbracciamoci anche se ci sono 32° !!!!!!!!!!!
    …e la foto in alto dei fiori è bellissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

  • spiessli 26/06/2012

    La terza che hai detto: “fortuna che esisti tu perché del pollo non se ne ha mai abbastanza”. Anche se ogni tanto un po’ di carnina rossa o non fa male. Tipo… tatanka o fassonanka, ma anka anatranka o piccionanka. Già assaggiato Paul Anka? No, forse lui meglio di no.

    Apprezzo l’omaggio a George. Per il momento non ha ancora rimesso la testa sulle spalle causa rintronaggine congenita dello struzzo, che ha bighellonato per la città senza meta dimenticandosi completamente della colla.

    Questa cosa del pollo col miele mi intriga proprio parecchio, nonostante non ami il miele – se non in una tazzona di latte caldo e grappa per debellare la bestia influenzica. Stranamente abbinato alle cibarie salate mi piace assai.

  • apity 27/06/2012

    Ma a me piace davvero tutto quello che di glassato fai! Non ci far caso al fatto che sono vegetariana e che sto trasgredendo la mia etica morale nei confronti degli animali poveretti. Questo piatto è dev’essere davvero buonissimo e questa trasformazione del gusto del pollo deve essere spettacolare Giuli! Ora capisci che ti voglio bene? Quindi continua a glassare polli per tutti noi e per il Nippo!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi