Su Fashion Forchetta

Must Try

Je suis Charlie

Quando la CNN ti scrive perché vuole pubblicare un tuo disegno sono due le cose: o ti viene un colpo o ti viene un colpo. A me è venuto, stranamente, un colpo.

Vincitrice Personaggio Donna agli Igers Awards 2014

Sono il personaggio donna agli Igers Awards 2014. Se non fossi astemia penserei di essere completamente ubriaca.

Igers Awards Italia – Personaggio Donna e Intrattenimento (i sali, grazie) #IGA14

Igers Awards Italia  Maghetta Streghetta candidata come Personaggio Donna e Intrattenimento Si può votare dal 21 al 27 Aprile. Qualcosa mi fa intuire che sono in...

Iaia e Maghetta su Sanbaradio Stasera!

Mi contatta Rebecca qualche giorno fa. Si presenta dicendomi che conduce su una web Radio un programma di cucina che si chiama "Storie di Cucina"...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Vuoi saperne di più su Grazia Giulia Guardo/Giulia Grazia Guardo/ Iaia Guardo/ Iaia Look / Macome-diavolosichiama-stascemaveramente ?!

Colei che fiera ed orgogliosa mostra la sua effigie nell’espressione più intelligente che riesce a possedere?

Orbene. Fashion Forchetta (sottotitolo: santa donna) ha deciso di mandare al diavolo tutta la bellezza del suo lavoro e intervistare me. Se hai voglia di rovinarti il pomeriggio e leggere le mie strampalate risposte sintatticamente fantasiose non hai che da cliccare qui. 

Forse potrebbe interessarti leggere...

50 COMMENTS

    • Biancamicamia sai cos’è?
      Che :
      quando leggo “posso intervistarti?” mi giro sempre dietro e dico machiammè?
      che dovrei in qualche modo ( ma proprio in qualchequalche) essere sintetica e. E proprio non ce la faccio.
      E.
      E mi confondo.
      Io rileggendomi ( e grazie al cielo non lo faccio mai in generale ma in queste occasioni sì) mi faccio una tale antipatia che vorrei prendermi a randellate sulle gengive.

      tumiconosci.
      svelati!
      dillocheseimiamammmma
      DILLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

      • dimenticavo: perché su twitter non ci sei ?
        anzi.
        dimmi che su twitter non ci sei perché io non so se tu ci sei.
        e se non ci sei davvero come spero che .
        insomma.
        perchè?
        perché non cisei?

        • Sai che mi stavo chiedendo la stessa cosa un paio di minuti fa’? Perchè non ci sono? Perchè non ammorbo il mondo con valangate di 140 (sono 140?? Ennnoncisonosutwittersennólosaprei!) caratteri inutili a strafottere come insegna il buon Max? Emmo’ ci penso…muahahahahaaaaawwwhhh awhhhhhhh awhhhh E comunque Luke awwwhhhh awhhhh ovviamente sono tuo padre awwwwhhhh awwhhhhh

          • nuncedevipensamo’.
            tedeviregistra’.

            twitter non serve a tediare l’universo con 140 caratteri.
            serve a farsi i propri fatti davanti agli altri senza chiedere amicizia e niente.
            è un pettegolezzo selvaggio dove tu parli con x e y e R lo sa.
            Solo che siccome noi siamo x e y e non sappiamo di R.
            che ce frega se R sa di x e y ?
            insomma.
            todevifa’.
            è per parla’ velocemente .
            tipo ” bianca staaaffaapasta? ”
            e tu mi dici ” Iaia fammela te chenuncihovoglia”
            apporteremo così il nostro fondamentale contributo all’innalzamento dell’idiozia mondiale.
            vergognati.
            Non stai contribuendo.

            e pensare che ti amavo *va via piangendo

    • mèmortolaifon.
      staccaricà.
      appenacihadutacchetescrivo.
      tuleggiamo’.

      (ma sono pronta per scrivere un libro mocciano secondo me)
      (secondo te? )
      (storie travagliate di un tredicenne brufoloso invaghito di una fescionblogger anziana gia’ sposata cofffiggli. Il tormento giovanile di un amore senza età e tempo)

      (ok butto giu’ tre capitoli e torno)

      • Ecco. Se scrivi un libro di Moccia ti ripudio. Giuro. Ma so che se anche solo osassi ti ripudierebbero prima Nanda Turi e il nippo, quindi non corriamo pericoli. 😀

        • Max ti saluta Nanda che taglia kiwi.
          e mi dice letteralmente:
          ” chiedi a Max se a Roma fa caldo”

          ( amoredellamamma crede che abitiamo in due continenti diversi)

  1. “…questo è il mio sogno. Inventare, costruire e disfare mondi.” Giulia, stellina mia, tu lo fai già… ti abbraccio… :-*

      • E allora abbracciamoci ancora un po’ tanto sudate siamo!!!! Dai una stretta a Nanda da parte mia, ho letto che è lì con te…

        • Nanda ti bacia mentre toglie noccioli dalle cilliiieggggieeeee ( e l’ho messa a fare i lavori noiosa poverettasantadonna)
          E ti abbracciamofortissimoanchenoi.
          Io devo fare una cosa ma non voglio farla affatto e voglio stare qui con te, frugoletto e tutti tutti a chiacchierare e sorridere, uffa.

          e se non la facessi?
          e se me ne infischiassi altamente?
          eh?
          *_*
          dimmidisi.

          Anzi prima dimmi ti prego
          cosa cucini stasera che ti copio spudoratamenteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

          ( e poi ecco appunto. Perché non sei su twitter ? EH? PERCHE?!)

          • Infischiatene… stai un po’ qui a chiacchierare con noi, così ti rilassi e dopo fai la cosa e ti viene pure meglio… stasera cucinerò un semplicissimo pollo alle mandorle (ricetta di Katia, eh!) e lo accompagnerò con insalata iceberg, ananas e noci (tanto per far rantolare l’Ingeriminese!) …

            • uhm non hai risposto per la questione tuitter.
              sei un osso duro come Bianca.
              MACIRIUSCIRO’.

              pollo alle mandorle?
              e se lo facessi pure io?
              santocielononhoilpollo ( ma forse Nanda sì)
              e non ho la ricetta di Katia ( la trovo sul blog? )
              e .
              e sarebbe romantico se facessimo la stessa ricetta no?
              (dimmi di sì)

              e.

              un pollo.
              MI SERVE UN POLLO !

              piuttosto ( max dove sei?) ma Luci mia credi che un giorno ce la facciamo a fare un video raduno?
              ecco perché un video raduno ma anche senza video.
              na chattata.
              qualsiasi cosa.
              celafacciamo?
              organizziamo ?

              *_*

          • Twitter, Facebook… non so, sarò “antica”, ma non mi sento ancora… troppa esposizione?! Già ho fatto un passo con Instagram, solo per te!!!! Comunque per il raduno ci sto, si parlava con Titti, Apity. Gianni, Gabriele e l’Inge che sarebbe bellissimo potessimo organizzare qualcosa, vederci tutti, finalmente… Bisognerebbe decidere dove e quando… Per la ricetta, ti immagini poter mettere un piatto davanti ai nostri uomini stasera e dire: “Anche l’Ingeriminese/il Nippo sta mangiando la stessa cosa in questo momento!”… 😉 Sì, sarebbe romantico se anche tu lo preparassi, basta il famigerato petto di pollo e la ricetta la trovi sul blog di Katia, semplice e di sicura riuscita!

            • Ti dico solo che ho mandato uno scagnozzo a comprare petto di pollo e pollo e pollo. Corro immediatamente a cercare la ricetta e documento con foto questaserataromantica ( per noi due. mica per quei duella’)

              detto questo.
              sì.
              credo nella sovraesposizionelucimia.
              L’importante è farlo non dicendo davvero nulla di sè.
              Facebook non lo uso in forma privata perché è il male assoluto ma confesso che senza i social network non potrei vivere.
              Se usati in maniera parsimoniosa mostrando solo quello che davvero si vuole donare di sè sono uno strumento utile e per certi versi necessario.
              Sto su twitter da 5 anni ben prima che arrivasse facebook e compagnia bella.
              E’ una fonte di informazione inesauribile.
              Certo poi c’è anche il pettegolezzo ma basta rifuggirne e parlare solo con le persone che meritano.
              Io salto e acchiappo al volo solo quello che mi interessa.
              E tu mi interesseresti eccome.
              Non che abbia importanza, inciso ma.
              Sarebbe bello.
              Pensacccciiiii tantotantointensamente.
              io corro sul blog di katia a cercare il link e post e speriamo di non fare pasticci

          • E, tra parentesi, prima di crollare sul divano devastato dalla mattinata di mare, Frugolino ha detto che ti manda tanti baci e che quel disegno prima o poi la mamma te lo manda…

          • Ho i miei tempi… magari piano piano… non vedo l’ora di leggere il post… guarda, sono sicurissima che non farai nessun pasticcio,in pr….ehm, prima di tutto perchè sei tanto brava e poi perchè è veramente semplicissimo… se non trovi il pollo puoi sempre provare con il muratore, ma non credo che la resa sia la stessa… 😉 E ti voglio bene, ricordalo sempre!

            • etivogliobenepureio.

              Dobbiamo assolutamente organizzare un video raduno ( ma Max dov’è? dov’è l’ingegnereinformaticoquandoserve?)
              Sarebbe bellissimo.
              Un videoradunochattataqualsiasicosa.
              Una sera tutta per noi.
              Stabiliamo un giorno e da tutta Italia comodamente dal nostro divano passiamo una serata insieme.
              io già piango per l’emozione.

              uffa.
              organizziamo davvero?
              Luci apriamo le danze ti prego !
              *_*
              cominciamo !

    • amo sei completamente cieca.
      bona è davvero l’ultimomapropriol’ultimo (tuttattaccato ma con apostrofo. roba di un certo livello) lultimacosadadire.

  2. ma infatti. vorrei anche io un poster. soprattutto per minacciare il bambino quando non vuole mangiare: “guarda che se non mangia viene zia Iaia e ti fa la faccia da matta ehhhh”

  3. si metta a verbale che il nippo ha appena mangiato il pollo con le mandorle di Katia.
    e io devo fuggire perché altrimenti mi ammazza se non chiudo il picci.
    e tonnoatediarvidomani.
    e santo cieloviamo.

  4. oh ne ho tante eh.
    Mica sto solo imbasalmata tuttaferma.
    prima che passo per la seria di turno. NONSIAMAI

    ecco un’altra da stampare per fare spaventare i bambini

  5. agghiaccianti foto familiari natalizie che mi ritraggono con le luci sbagliate?
    le abbiamo !

    stampategentestampate!!! *_*

    ( santo cielo col tamburello. facciamo poster pure di questa? )

  6. e chiudere in “bellezzasefaperdi'” con

    al grido di “nopierrrrrrrrrrr le luci sono sbagliateeeeeeeeeeeee”

    per altre foto spontanee (erameglioricordarlacon foto costruite) non avete che da chiedere.
    Posso terrorizzare infanti per nutrirsi
    minacciare persone pericoloseassai
    e mostrare vergognosi repertori visivi.
    *_*

    sono a completa disposizione of course

Rispondi a Wish aka Max Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Le polpette di melanzane di mamma

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le Ricette di Mamma – Siciliane a base di pesce

Ti racconto alcune delle ricette siciliane che mia mamma prepara da sempre. Delle preparazioni che non sono solo piatti ma scrigni di ricordi, giorni e vita. Un tour tra cuore e tavola.

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

More recipes like this