Riso al Curry con micro polpettine speziate e lime

Le micro polpettine di questa preparazione sono composte da semplicissimo tritato di prima scelta con qualche pezzetto di pomodoro ( ciliegino di Pachino) essiccato tagliato finissimamente, lasciato cuocere con pochissimo olio extra vergine di oliva senza l’aggiunta di pane ammollato e uovo. Per questo motivo non si ci si stupirà quando si disfarranno un po’ durante la preparazione. Il riso è semplicemente tostato in padella con olio e allungato con del brodo vegetale e una generosissima spolveata di curry. Nelle preparazioni orientali si è soliti anche fare una generosa spruzzatina di limone o lime durante la tostatura del cereale e così ho fatto. Dopo aver cotto per bene il riso e averlo amalgamato alla spezia ho unito le micropolpettine e servito con una manciata generosa di prezzemolo freschissimo e qualche fetta di limone.

La Polpettina potrà essere confezionata a secondo dei gusti come più si preferisce. Non vi è assolutamente limite alla fantasia

. Il riso al curry si sposa benissimo anche in abbinamento al pollo ( il must del pollo al curry, insomma) e non sarà quindi una cattiva idea quella di realizzare magari delle polpettine con il tritato di pollo ( cliccando qui ce ne ne è giusta una versione che qualche mese fa avevo proposto in maniera diversa ma che potrebbe tornare davvero utile per questa occasione). Un piatto dal sapore indiano-mediorientale ma con ingredienti di facilissima reperibilità. Una preparazione tra l’altro che può essere eseguita con largo anticipo.

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

12 COMMENTS

  1. io mi sono fermato quando ho letto che “Il riso al curry si sposa benissimo anche in abbinamento al pollo “.
    Perchè, diamine, i tuoi ingredienti si sposano sempre benissimo. C’è mai nessuno che divorzia? E qualche ingrediente che sente la vocazione, la chiamata e intraprende la carriera clericale?

  2. […] Se tu/voi/nonlosoinsommasìESSO che non tieni il riso nel frigo ( monello! monella!) puoi lessarlo in acqua bollente e salata e poi procedere al salto in padella con olio etra vergine di oliva dove hanno sfrigolato i datterini e ciliegini e via. PIOGGGGIAAAAAAAAAAAAAA e Tripudio di Curryyyyyyyyyyyyyyyyyyy  ( vi ricordate la preparazione con le micro polpettine al limone? Anche lì c’era stato un t… […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY