Home / Bevande  / Cocktail Mint Julep

Cocktail Mint Julep

La Domenica, ahimè , alcolica qui al Gikitchen. C’è stato il Bronx  e lo Zombie e pure lo Strawberry Pimms. Qualcosina in archivio di alcolico ormai c’è e spero possano tornare utili per qualche idea su aperitivi e annessi. Nonostante la mia reticenza alla divulgazione alcolica mi sono arresa all’evidenza; soprattutto a quella che devo tenermi buona il Nippotorinese che bramava questo momento da un po’. Si entusiasma pressoché per nulla ma vedermi agitare lo shaker lo rende visivamente felice ed affabile. Posso quindi rifilargli più roba. Trattasi insomma di un’azione di marketing per il bene del Gikitchen ( che se non se la mangia lui tutta ‘sta roba devo comprarmi otto bulldog inglesi inferociti e affamati).

Al Giapponese qualche tempo fa il Nippotorinese ha provato il sakeito ovvero una versione sakè del Mojito. Apprezzando molto la fantasia e la composizione sono venuta a sapere che lui la menta nel cocktail la gradisce parecchio ( fermo restando che rimane un uomo di birra e vino e non certamente da cocktail).

Per questo motivo quando cercavo qualcosa da fargli provare e ho visto la parola magica: menta, mi sono detta che sarebbe stata quella la scelta. Poi vabbè quest’estate è stata proprio all’insegna della menta. L’ho praticamente infilata ovunque e urge un post riassuntivo *disse scrivendolo in uno dei suoi 3094820943283490 moleskine ( mi piace essere organizzata e poi non capire come raccapezzarmi in quel delirio).

I cocktail con la presenza di lime e menta sono infiniti. Ce ne sono alcuni che contengono pure il lemongrass che non è poi così facile da reperire.  

Pare che il Mint Julep sia stato sorseggiato per la prima volta nel 1803 per proprietà terapeutiche. John ( ma tutti John si chiamano gli inventori di Cocktail? devo indagare) David, un inglese che lavorava come insegnante in Virginia scrisse di “un bicchierino di liquore alcolico contenente menta, bevuto la mattina dagli abitanti della Virginia” ( apperò. Tutti lucidi eh?!)

Pare che di questa roba ( detto con disprezzo, sì) se ne beva davvero tantissima soprattutto al Kentucky Derby che conta addirittura 80.000 bicchierini in due giorni durante questo evento annuale ( una limonata no, vero?)

Per un bicchierozzo di questa robaccia ( uhm….) occorrono:  4 e anche più foglie di menta freschissima, 1 cucchiaino di zucchero superfino, 1 cucchiaino di acqua fredda, 60 ml di bourbon, ghiaccio tritato e se ci sono altri rametti o foglie di menta per servire è sempre bene.

Posiziona le foglie di menta sul fondo di un highball. Aggiungi lo zucchero e l’acqua e pesta tutto schiacciando le foglie di menta per farne sprigionare il sapore e l’odore. Con un cucchiaio aggiungi il ghiaccio tritato e riempi per tre quarti . Aggiungi il bourbon e servi il drink con cannuccia  e stirrer ( che è quella roba  plasticosa per girare, giusto per intenderci) e via. Guarnisci con menta e servi.

E soprattutto bevi poco*disse minacciandolo con il dito indice e lo sguardo feroce da zitella inacidita.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
14 COMMENTS
  • Eeeee la mentaaaaaaaaa

  • Bucaneve 26/08/2012

    Bella la menta, rende freschissimo l’aspetto del cocktail… ma la molletta mi piace un sacco!

  • Katia 26/08/2012

    Io ne vorrei 12, peffavore.

  • ђคгเєl 26/08/2012

    uhm… alcolizzati e mentosi???
    bell’accoppiata!!!
    😛

  • pani 26/08/2012

    io di menta ne avrei a bizzeffe, a iosa. Lo zucchero oggi scarseggia, l’abbiamo dimenticato al supermercato. Il ghiaccio sì, quello c’è. Uhm…manca il bourbon…potrei rimediare con del uiski, dell grappa o anice.
    meglio una limonata, va.

  • Bibi 26/08/2012

    tutti i tuoi sforzi per renderci meno alcolisti non servono a una cippalippa, sappilo

  • tittisissa 27/08/2012

    Beeelloo freeescoo?! 😛

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi