Home / Illustrazioni  / Da Instagram: Fermatempo da Turin

Da Instagram: Fermatempo da Turin

Con la mia nuova FujFilm fiammante confesso di starmicidivertendocicici tantissimo. Perché devo pensare alla foto come quando ero bambina. E mamma e papà mi regalarono una canon (devo controllare se la prima fu davvero una canon o una polaroid…Cihounetàineffetti) proprio prima di partire per Palma De Mallorca ( e qualcosa di quei ricordi si trova qui) ; dove su quell’aereo che miracolosamente ci portò a destinazione mentre mi strafogavo di panino con mortadella fosforescente spagnola.

Non scattare a raffica e poi vedere, scegliere, pensare se/come/quando per aver poi l’opportunità di alzare le luci, contrasto e sistemare un po’ con il correttore al volo e poi regolare i colori epoiepoiepoi. E no.

Tutto molto più spietato e naturale. Niente va sprecato e avendo a disposizione diecisolodieci foto per rullino bisogna valutare instantaneamente. Prendere una decisione e non rimandare. Ed è oggettivamente bellissimo sentirsi sicura (o perlomeno provarci disperatamente) di star facendo la scelta giusta. Un atto di coraggio che dovrebbe portar con sé dell’autostima seguendo calcoli logici (logica? quale logica? cit. Frankenstein Junior. Cambiare solo gobba con logica ed è fatta).

Per dire insomma che mi diverto a fermare il Tempo su Torino in maniera decisa. Senza ripensamenti ed anche se la luce è sbagliata non importa. Si va avanti senza paura e il resto si vedrà. Mentre scatto con la mia nuova FujiFilm e prendo appunti sull’Ice Cream Tour però non smetto di disegnare sul Galaxy Note ( colpo di scena eh?! Ipad a parte, sì) che si sta rivelando un ottimo compagno di viaggio dal punto di vista di appunto grafico in movimento.

Amo davvero visceralmente Torino. La sento mia come poche cose. E la voglia di disegnarla si è fatta prepotente. Per questo motivo ho cominciato a farlo in un modo che sinora non mi era mai appartenuto. Come quando ho cominciato con il carboncino.

Credo sia visivamente una stratosferica schifezza, quello che sta venendo fuori, ma è per questo che credo fortemente di dover continuare. Perché non si smette mai di tentarci. Provarci. E soprattutto crederci. Anche quando i fatti sembrano dimostrarti esattamente il contrario. Soprattutto quando hai disegnato la Mole ma sembra davvero solo un insulso cappello di Nano da Giardino. E’ proprio allora che un cambiamento sta arrivando.
















Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
14 COMMENTS
  • gluci77 10/09/2012

    Queste immagini sono tutte bellissime… Buona giornata stellina!

  • Twostella 10/09/2012

    Mi hai fatto fare un bel ripasso della citta’ che mi ha accolto quando ero studentessa 🙂
    Grazie!

  • Adoro questi post fotografici, mi fanno stare un po’ nel tuo mondo e mi sento felice! Buondì Iaietta!!! Ps adoro quella fujifilm!!!!

  • apity 10/09/2012

    Stai proprio bene con i capelli voluminosi e mossi e con quegli occhiali da Lolita. Bellissima.

  • bestiabionda 10/09/2012

    queste fermatempo forse sono le più belle che.
    sì forse sì.

  • Ninphe 10/09/2012

    prima o poi ci tornerò a Torino. ecco ho deciso.

  • pani 10/09/2012

    e pensare che io a Turin non ci sono mai stato…ma del resto, sono tantissimi i posti in cui non ho mai messo la punta del piede

  • Bibi 10/09/2012

    e comunque la mole è proprio il cappello di un nano da giardino. te lo giuro.

  • comearia 10/09/2012

    “Perché non si smette mai di tentarci. Provarci. E soprattutto crederci.”

    Okay.
    Prima o poi i cappelli dei nani diverranno Moli. In tutti i sensi.

  • tittisissa 10/09/2012

    Ma che carino ‘sto reportasg sabaudo! E Maghetta maninmanina con il Nippo mi fa morire di tenerezza *__*

  • Katia 10/09/2012

    E come fai a non amarla, Torino?

  • Francesca 10/09/2012

    Bellissimo il tuo blog, preziose le tue foto. Sei bravissima!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi