Home / Vita  / La Festa dei Nonni

La Festa dei Nonni

Ho già dedicato parole, che non bastano mai, alla mia Nonna e cliccando qui, se ti fa piacere saperne di più, nel segreto dei Turdilli c’è qualcosa di lei.

Del perché delle mani con le unghie rosse. Del perché di tutti quei perché mai detti soprattutto a lei. E’ stata indetta la Giornata della Pasta Arriminata in suo onore il primo di Luglio ed anche qui se ti fa piacere saperne di più devi solo cliccare questo link.

C’è come sempre qualcosa di comune, ancestrale e ripetitivo nel genere umano. La forzatura di volere bene alla nonna. Di parlare della Nonna. Di dedicare tutto alla Nonna. Ringraziare la Nonna lassù. E. E sta di fatto che tra me e mia Nonna non ci sono mai state tutte queste smancerie. Nonostante lei abbia il cuore caliente calabro ed io sia sicula e sbaciucchiosa. Nel senso che per i parametri e gli standard ai quali siamo abituate entrambe, non vi è un vomitevole comportamento da cuoricini e glitter svolazzanti nell’aria quando ci vediamo. Ma un grande amore, ecco quello sì. Abbiamo discusso con garbo senza mai attaccarci o offenderci. Ci sono stati momenti di assenza dolorosi per la mia assoluta immaturità. Sorrisi e risate con lacrime e abbracci. Di quelli che te ne dai uno e per un anno bastano. Perché sono quelli che hanno più significato. Sono senza pretese. Sono flussi di energia e amore incondizionato.

Angela è divertente. Spiritosa e pungente. A tratti è anche un po’ dispettosa, irriverente e ironica. Stoica finge di non capire ed ottiene sempre quello che vuole. Non sta ferma un attimo e neanche il ginocchio bionico la ferma nelle sue lunghe traversate. Cade ai mercatini biologici e si rompe il femore ma se lo riattacca con una colla magica. Fa gnocchi e turdilli senza mai fermarsi e mentre li fa canta “Sono le tagliatelle di Nonna Angelina altro che Pina!” e ride. Ride soffocandosi. Perché ha pure fumato troppo. Bagna pane calabro in zuppette grassissime e dimagrisce. Ingrassa. Dimagrisce. Ingrassa. Ma ti dice che un tempo è stata magrissima. Ha cinque figli e non ha smesso mai neanche per un giorno di fare differenze tra di loro. Ma non l’ha mai negato. Ci ride su e va avanti come un caterpillar.

Nonna, quando avevo dodici anni, mi ha detto “tu mi somigli tanto”.

Confesso che allora per me è stata una sorta di affronto. La vedevo chiusa, a tratti dura e insensibile. Divertentissima quello sì ma vi erano delle sfumature che non comprendevo.

Adesso ripensando alle sue parole e a tutte le sfumature che non capivo di lei, ma adesso comprendo e le ho addirittura fatte mie, capisco quanto sia stato il più bel complimento che mi abbia fatto.

Sì. Nonna ti somiglio.

Ed è un onore.

Menù del giorno?

Pasta Arriminata e Turdilli!

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
23 COMMENTS
  • gluci77 02/10/2012

    a

    • gluci77 02/10/2012

      primaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • angyerry 02/10/2012

      Luci santo cielo 🙂

  • angyerry 02/10/2012

    Ciaooooo

  • angyerry 02/10/2012

    *~* commossa io… Non vorrei dire ma tutte le Angela sono un po’ speciali 🙂 vi consiglio di tenere le strette 🙂 ha ah ah !!! auguri a tutti i nonni… È amici miei un abbraccione a tutti voi!!!

  • Chemical 02/10/2012

    buongiorno a tutti 🙂

  • bestiabionda 02/10/2012

    non sono mai andata d’accordo con mia nonna e non ci somigliamo per niente io e lei. E’ l’unica in grado di farmi perdere la pazienza (e io, io ne ho da vendere al kg di pazienza).
    E’ arrogante, è saccente e ha solo ragione lei.
    No, non ho mai avuto il rapporto amoroso con i nonni, e nemmeno ce l’ho con i miei genitori. Ma sai che c’è? Li amo a modo mio.
    Auguri a tutti i nonni, che sono figure importantissime nella vita di tutti. ecco.

  • pesopiuma 02/10/2012

    Oh, che bello.

  • gluci77 02/10/2012

    Permettimi un pensiero in questa giornata al nonno N., che non c’è più, ma che c’è stato come nessuno mai e per me c’è ancora; uno per la nonna A., che con quelle ginocchia non ce la fa più, ma è bisnonna di Frugolino e per lei è la miglior medicina; uno per i nonni E. ed A., che non ho mai conosciuto, ma ho amato tanto ugualmente. E un pensiero anche per i nonni di Frugolino… che magari a volte fanno un po’ arrabbiare, ma che sono per lui un tesoro inestimabile! Baci

  • Bibi 02/10/2012

  • ђคгเєl 02/10/2012

    Credo debba essere una cosa meravigliosa avere ancora una nonna. La mia nonna Sara, la mamma si mamma, era una donna dal pugno duro e dal cuore morbido. Una donna all’antica, di quelle che tu pensi” io come lei? mai!” …e poi a 35 anni anni invece ti trovi a pensare che quasi quasi le somigli un pò di carattere. Mamma dice che quando mi alzo i capelli a mò di “tuppo” le ricordo lei e si emoziona…ed in effetti lo credo anche io che le somiglio un pò. La tua nonna con lo smalto rosso è bellissima, ma te l’ho detto già. E si…è un onore assomigliare alla nonna.

  • Chemical 02/10/2012

    una cosa che hai scritto mi è rimasta tanto impressa :”…ci sono stati momenti di assenza dolorosi…” forse perché mi riguarda in prima persona…un abbraccio

  • yliharma 02/10/2012

    anche per me i nonni sono “assenza dolorosa”, sono nata troppo tardi…due non li ho conosciuti, li altri due a malapena ma si sono impressi nella mia memoria di bimbetta come marchi a fuoco. mi sono sempre mancati e mi mancano sempre, e mi sono sempre sentita “meno” degli altri che li avevano lì, pronti da abbracciare. forse è per questo che mi piacciono gli anziani, mi piace chiacchierare coi nonni degli altri, farmi stritolare in quegli abbracci nonnosi 🙂
    ciao nonni!

  • Mia nonna è quella della famiglia alla quale nessuno pare vorrebbe somigliare: quella che ama chiacchierare, che ancora oggi va al mare tutti i giorni, quella che andava a ballare, che amava stare in mezzo alla gente, che chiacchiera con tutti. Mia nonna è la mosca bianca della famiglia. Quella che racconta aneddoti folli, quella irriverente e provocatrice. Ma la sua voglia di vivere gliel’ho sempre invidiata. Ed ora la sua corazza si è incrinata: nonna adesso piange sempre quando mi vede. E mi ha insegnato le uniche parole sicule che conosca. E guarda “febbre d’amore” insieme a tutto il quartiere. E non fa che ripetermi quanto io sia magra ma sempre più spesso sono io a preoccuparmi per loro e a temere di essere troppo lontana.

  • Giulia Brogi 02/10/2012

    i nonni sono una gran cosa!
    l’unico neo è che una è per forza una suocera… ma questo è un problema solo delle mamme… n.n

  • pani 02/10/2012

    le nonne (e i nonni) sono il nostro oracolo, uno specchio che ci trasporta nel futuro. Ci fa vedere come potremo essere fra enne anni, negli atteggiamenti, tic, vizi, manie e un po’ anche nell’aspetto.

  • Silvia Pinturikkia 02/10/2012

    Io e la mia nonna siamo nate lo stesso giorno. E credo che questo già volesse dire tutto. DI un legame profondo e viscerale. Ora ha 101 anni e sta dormendo di là nella sua stanza.E io la amo, come non so amare nessun altro al mondo <3

  • el 02/10/2012

    le mie nonne si chiamano tutte come me, no, un attimo, io mi chiamo come le mie nonne. ma loro sono e sono state “più tutto” di me.
    bene, prendo il telefono, che di baci ne hanno bisogno anche loro

  • continuo a volermi ripetere che è la stagione. perché è la stagione vero? perché è difficile.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi