Home / Halloween  / Un Riassuntino culinario pre Halloween ?

Un Riassuntino culinario pre Halloween ?

Qui adesso si fa sul serio eh. Ho lasciato il tempo per farsene una ragione. Ho cominciato a rimarcare il concetto di Halloween e il significato che ha per me facendo bistecche ai ferri con chips salate di zucca e rosmarino . Ho fatto pure una torta cioccolatosa che ci tornerà sicuramente utile. Di quelle fangose americane che ti si piazzano sullo stomaco per non andare più via . Ho pure tentato di coccolarci tutti con una vellutatina di fagioli al sapore di olio al tartufo ( che detesto, inciso. Ma ama il Nippo, altro inciso) e fatto un salto nel passato rievocando la voglia di insalata, frutta e freschezza che contrasta nettamente con plaid, zuppetta, tv, coccole e abbracci.

Insomma ho fatto la mia solita confusione “che non si capisce niente” perché punto giustappunto (?) allo stordimento neuronale, io. Per far sì che in questo pianeta dove ci sono solo neuroni a specchio ( ve ne ho mai parlato? meglio di no) non sia sola. Anche se grazie al cielo no. Non lo sono.

Insomma! Rimbocchiamoci le maniche partendo da un riassuntino culinario velocissimo che ci occorrerà certamente nelle ricette che andremo a preparare per questo Halloween che si preannuncia ricco di sorprese, cotillons ( che per i cotechini è ancora presto), teschi saltellanti e scheletri rotanti. Un tripudio di occhi schizzati e mummie avvolte in garze di zucchero.

Generalmente la frase “Dolcetto o Scherzetto” traduzione letteraria di ” Trick or Treat? ” sta proprio alla base del concetto culinario halloweenereccio. Nonostante non siano stati fatti solo dolcetti e scherzetti qui negli anni passati vi è stata comunque una predilizione nei confronti delle elaborazioni dolci. Ed effettivamente un caso non è. Halloween è proprio caratterizzato da questa presenza e se rimane comunque divertente pasticciare roba salata in diverse forme ( farò pure il riassuntino dello scorso anno loggggiuro*alzando la mano destra) il vero e tradizonale Halloween è fatto di dolcetti.

E cosa serve a noi sapere per non farci cogliere impreparati? Presto detto!

Riporto qui qualche ricettina che pur all’apparenza sembri nulla c’entrare la ritroveremo di certo quando i nostri mostriciattoli prenderanno vita.

Prima di cominciare, magari la notizia può essere utile nella sezione Light ( clicca qui ) ho trascritto tantissime ricette in formato stampabile senza foto ma solo con ingredienti e svolgimento. E anche queste ci torneranno davvero utili dai giorni in avanti.

Come non cominciare dalla pasta di zucchero? La Ricetta della Pasta di Zucchero senza glucosio la trovi cliccando qui in formato stampabile

Se invece vuoi proprio leggere il mio post vecchiovecchiovecchio dove per la prima volta ho realizzato la pasta di zucchero devi solo cliccare qui

La pasta di zucchero consente di realizzare moltissime decorazioni. Sia per quanto concerne il mondo cupcake, sia per quanto concerne quello dei muffin, torte annessi e derivati. Tutto. La pasta di zucchero ti è amica.

Contando che a prepararla ci si impiega davvero pochissimo e la sua conservazione dura mesi è inutile star lì a cincischiare che è difficile. Che non si è capaci. Che ci vuole troppo tempo perché sarebbe solo ed esclusivamente prendersi in giro. Due minuti. E’ solo zucchero. Ce la fa anche un bimbo di tre anni o forse meno. Anzi. A tal proposito essendo divertente prepararla per un bimbo potrebbe rappresentare una giornata indimenticabile. Di quelle che ricorderà quando sarò grande.

Con la pasta di zucchero ho realizzato il sogno di vedere Michael Myers sui cupcake e dentro la casetta di pan di zenzero per esempio. E sono cose importanti se non addirittura vitali per un’esistenza dignitosa e soprattuto felice.

Ho fatto anche Freddy Krueger ma . Ma sono troppe le cose da dire e bisogna procedere con calma. Inspiro. Espiro. Iperventilo. E ricomincio.

Inspiro. Espiro.

Insomma la pasta di zucchero è amica di Halloween tanto quanto amica lo è del Natale. Non costa in termine di denaro e tempo assolutamente nulla. Si può conservare per mesi a patto che non sia sottoposta ad umidità e si può colorare come si preferisce.

L’unico consiglio che mi permetto di dare, qualora si decidesse di preparare a casa la pasta di zucchero ( perché già pronta c’è ma le cifre sono sconsiderate rispetto a quelle che realmente potrebbero essere se fatte in casa) è di prendere in considerazione di non voler ottenere un nero davvero intenso. Mi spiego ( o perlomeno cerco). Il colorante nero pur avvicinandosi moltissimo alla nuance che si desidera non arriva mai, se la pasta di zucchero viene fatta in casa, a una scurezza tale da considerarlo nero. ma nero che più nero non si può. Parlo ovviamente in riferimento alle mie esperienze e non vedo l’ora di essere contraddetta. Con tantissimo colorante il nero più nero che ho ottenuto è visibile nella tutina e nelle scarpette di Michael Myers. E se nella foto sembra neronero nella retà neronero non è.

Dopo questa dissertazione molto sintetica sul nero procedo*disse fischiettando.

Altre coperture importanti sono le Glasse e le ganache.

La Ricetta della ganache al cioccolato in formato stampabile la trovi qui

La Ricetta di una pioggia di cioccolato (meno compatta della ganache. Una crema vera e propria da far colare su..) la trovi invece qui

Per la glassa di zucchero invece utilizzo sempre la stessa ovvero che per 600 grammi di zucchero a velo vanno 100 grammi di albumi . E mi sono sempre trovata benissimo.

Queste, anche se pian piano (giurononviabbandono! anche se voi lo bramate fortemente) sono le più importanti e quelle necessarie ” da studiare”. Poi si prosegue con calma sempre *butta giù in un sol colpo una tazza di camomilla.

E si passa ai veri e propri impasti.

Occorre assolutamente conoscere la Ricetta dei Cupcake Base. Sia nella versione che definiremo “bianca” che nella versione cioccolatosa. La prima, la bianca, quella che va aromatizzata e speziata a proprio piacimento e quindi cannella, vaniglia, echipiùnehapiùnemetta. Mentre per la seconda una versione al cacao ma non troppo invadente per far sì che il palato non esploda nel caso in cui ci fossero coperture, glasse, varie ed eventuali.

Stessa cosa per quanto riguarda il Pan di Spagna che è assolutamente fondamentale. Ed io riporto fedelmente per adesso solo le ricetta basi di San Mortesino ma vorrei aggiungere quelle di Santin (mio idolo) altrettanto perfette per ogni esigenza ( ma dobbiamo procedere con calma? MA IO NON SONO CALMAAAAAAAAAAAAAAAAA!)

Ok dove eravamo?

Le glasse? Le abbiamo fatte. La pasta di zucchero anche. E pure le basi dei cupcake ( e mi sono dimenticata i muffin) e.

Siamo organizzatissimi. Ok strappiamo tutto e vediamo cosa succede domani. Mi sono confusa.

( è domenica. forse dovrei riposare o sbaglio?)

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
14 COMMENTS
  • Ma sai che mi stai contagiando con questa “ansia hallouinereccia”?? Devo fare cupcake e muffin e pasta di zucchero, ma soprattutto devo riuscire a fare le mummiette, devo ottenere quelle mummiette, santazucca!!!

    • Iaia 07/10/2012

      Tu le otterrai! Ripeti con me. Tu le otterrai !!!! Ti prego fingi entusiasmo. Fallo per una povera psicolabile schizofrenica sicula. Tu le otterrai !!!!

      • Io le otterrò perché le bramo!Le bramo!!!! Non sarà mai allouiiin senza quelle mummiette!!!!

        • Iaia 07/10/2012

          stiamo andando benissimo.
          a “le bramo” ho sputato la granita sul monitor dell’iphone ridendo.
          scusa.
          chiedo un fazzolettino. non vedo nulla.

  • GiuliaManga 07/10/2012

    Ho provato a fare le scope e non pensavo che fossero così facili anche per una imbranata come me (:

    • Iaia 07/10/2012

      avevo fatto anche un video ( non so se vi vede qui ma ti lascio il link nel caso si facesse piacere)

      Non è assolutamente nulla difficile e le persone che credono di avere poca manualità o essere imbranate risultano poi le migliori.
      E quindi pioggia di cuori, complimenti e non demordere !
      Riuscirai a fare cose ben più complicate delle scopette ( ammesso che esistano cose complicate*ottimismo della domenica*)

      • Iaia 07/10/2012

        uff non si vede eccco…
        è il primo link <3

        • GiuliaManga 09/10/2012

          Ma leggo solo ora il tuo commento!
          Beh, visto che a fine Ottobre scendo nella tua terra, sottoporrò il mio Catanese ai miei esperimenti culinari di Halloween e ti dirò se è finito al pronto soccorso o se semplicemente ha sofferto di un po’ di mal di pancia (:

  • bestiabionda 07/10/2012

    tu ad halloween dai il meglio di te. sempre e comunque.

  • pani 07/10/2012

    ma quelle sono civette, gufi, allocchi?

  • Amaradolcezza 07/10/2012

    amore mio io il nero e il rosso acceso li compro fatti!
    quelli pronti della decora! -.-‘
    l’anno scorso ho provato a colorare il nero per la nikon che ho fatto per manuel ma mi sono impazzita! è venuta grigio scuro e la pasta si sbriciolava! 🙁
    da lì ho deciso di comprarla!

    io sto decidendo cosa fare per halloween quest’anno, devo iniziare si sta facendo tardi!
    sicuramente voglio fare la wurstel mummia! 😀 poi qualche cupcake… ti unisci a me come lo scorso anno? 😀

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi