Pare essere Lunedì e l’agenda è ricca di appuntamenti importantissimi (facciamo un riassuntino di Halloween, pure?)

Must Try

12 Ricette dolci facili, veloci e divertenti per Halloween

La ciambella dell'assassino, pupazzetti di Halloween, Le mummie con tanto cioccolato, Il tiramigiù di Halloween, Gli immancabili S'more, i ragnetti dolci, i cerotti insanguinati, gli occhi insanguinati, la merenda di Halloween, i tre dolcetti più facili e gustosi e i muffin vegani al cioccolato per un Halloween indimenticabile.

6 (e più) idee facili e veloci per arredare la casa a Halloween

Nella playlist Halloween del mio Canale Youtube trovi sessanta video dedicati ed è in continuo aggiornamento (ricoveratemi, sì). Ho deciso di raggrupparne sei, girati lo scorso anno, per idee velocissime e carine dell'ultimo minuto. Basta davvero pochissimo per rendere l'atmosfera unica e indimenticabile. Ti confesso che non sono ancora riuscita a intagliare una zucca o ad appendere una piccola ragnatela per casa. Il primo anno in assoluto (shhhh non dirlo a nessuno) che non riesco ma. Mai demordere! Entro sera cercherò, tra dita mozzate e dolcetti di ogni tipo e sorta, in qualunque modo di rendere accogliente la mia casetta per tutti gli adorabili mostri e fantasmi che vorranno presentarsi e cenare con noi. Nel frattempo magari faccio un bel ripasso anche io con questi video, che non guasta!

5 drink salutari e buonissimi per Ottobre (e Halloween!)

Ecco cinque bevande salutari, buonissime e facili da preparare per l'Autunno, o più nello specifico per l'imminente notte di Halloween. Purtroppo non sono riuscita...

Graham Cracker (vegano) per fare gli S’more

Di questo libro, regalo prezioso del mio amato amico Stefano, Cioccolato Vegan della Costigan ho parlato così tante volte (anche su youtube) che proprio...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Ottobre è ricco di appuntamenti importantissimi ed imperdibili. E’ il mese Rosa della prevenzione della LILT, Lega Italiana Lotta ai Tumori (qui il sito da leggere attentamente passodopopasso. Linkdopolink). Le iniziative Unicef rivolte ai bimbi con le orchidee (qui il link) che si potevano trovare Sabato e Domenica 6-7 in tutte le piazze italiane e il prossimo appuntamento con l’AISM il 13-14 ottobre. Come ogni anno con le mele (sms solidale 45504). La ricerca scientifica sta accelerando rapidamente per sconfiggere e debellare questo male che raggiunge numeri impressionanti ogni anno; fra questi una mia carissima amica che proprio l’estate trascorsa ha saputo di doverci convivere. 

E’ importantissimo quindi non arrendersi ed aiutare. Lo scorso anno qui tutti insieme abbiamo mangiato un’indimenticabile torta di mele. Ve la ricordate?

Quest’anno ne faremo una ancora più grande, bella e fumante. Se fossimo nello stesso luogo e tempo potremmo ritrovarci in piazza e scegliere le mele insieme. Ma sarà come farlo davvero se il 13 e il 14 ottobre saremo lì felici per fermare la Sclerosi Multipla. 

Io sarò quella scema vestita di nero, pallida con i colori dentro la borsa che colorerà e disegnerà mele ovunque. Pure sulle nuvole.  Magari questa settimana e la prossima rispolveriamo l’archivio culinario e ci diamo delle dritte su come far fuori queste delizie. I metodi sono infiniti altroché torta di mela. I chutney? Le marmellate? Le salsette per la carne di maiale? Le insalate? Le frittelle di mela, zucchero e cannella?

Diecimilachili non basteranno velodicoio! Ordunque esageriamo e imbottiamoci di mele.

(il lunedì mattina si ricapitola sempre, santocielo)

Sabato a Milano si sono svolti i Twitter Awards seguitissimi dai media, quotidiani e tv comprese (sono felicissima per il successo meritatissimo di amici del trio Lovvotica:  Davide Licordari, Rudy Bandiera e Claudio Gagliardini), a cui avevo promesso di partecipare ma mi piace confermare di essere una stupida asociale dedita al contrattempo più sfrenato, ergo ero super impegnata-super esaurita in giro a seguire il tutto dal tablet. Candidata in due categorie, Food Lover e Twitter più creativo non ho vinto in nessuna delle due a dimostrazione del fatto che in giro ancora un po’ di senno c’è. In compenso la vittoria mi è stata strappata da amici che meritavano molto di più di me. E’ rimasto l’affetto di tutti, le parole gentilissime nei miei confronti e quelle frasi di rito del tipo “doveva vincere Maghetta” che seppur goliardiche rimangono innegabilmente carezze e abbracci. E’ stata già un’impresa epica quella di riuscire a non essere presa a badilate sulle gengive mediaticamente.

E’ già davvero tantissimo per me.

E quindi come sempre grazie infinite a chi ha investito del tempo a sostenermi.

Ieri ho delirato circa la possibilità di cominciare un percorso fatto con step definiti, organizzazioni, logiche e strategie per.

Poi dopo aver scritto esattamente mille battute ho fissato lo schermo e mi sono seriamente chiesta come mi fosse potuta venire in mente l’idea di dire tante idiozie.

(nonostante io sia ancora detentrice del titolo Miss Idiozia 2012)

Bevo bicchieri d’acqua solo grazie all’ausilio della sveglia sull’iphone che me lo ricorda, posso davvero anche solo pensare di organizzare decorosamente qualcosa all’interno del blog (che per una serie di motivazioni – non sembra ma così è- sto trascurando)?

Sì. Acostodidiventarepazza (ah no. Lo sono già).

E insomma. Allora ricominciamo come si fa il Lunedì (ma senza minimamente sentire la voce di Pappalardo che urla perché santozombie ho un mal di testa epocale). E cominciamo esattamente da quello che si è spadellato qui al Gikitchen, soprattutto lo scorso anno dove sono stata maggiormente produttiva.

Quelli che seguono sono quindi (pseudo)Consigli per il pranzo e la cena di Halloween. Idee veloci soprattutto ma ugualmente sfiziose. 

Basta cliccare sull’immagine per essere indirizzati alla ricetta desiderata.

[vimeo http://vimeo.com/31295250]

[vimeo http://vimeo.com/29146427]

Semplicissime uova sode (sul web impazzano sotto il nome di uova marmorizzate ma quale migliore occasione per spacciarle come uova di Drago? A maggior ragione se si è attualmente impegnati nella visione del Trono di Spade come me?).

Una volta cotte con l’aiuto di un coltello colpire il guscio senza romperlo. Si devono creare delle crepe leggerissime (io ad alcune ho inferto colpi preoccupanti e il risultato sono quelle parti molto più scure senza ramificazioni ma tremendamente orrende ugualmente).

Rimettere sul fuoco per un’ora a fuoco bassissimo dopo averle ricoperte di acqua con 3 cucchiai di the nero abbondante e 3 cucchiai colmi di salsa di soia (in assenza della salsa di soia si può adoperare anche l’aceto balsamico ma non ci giurerei perchè francamente non ho provato).

Freddare, sgusciare e stupire in poche semplicissime mosse. Quando le propinerò a qualcuno saprò dirvi pure se sono commestibili.

Qualcosa dal mio instagram dello scorso anno: 

Il fantasmino minacciatorecaramelloso “Iaia me le hai prese le caramelle?”  è opera di Chiari e Zelda (ancora nel pancino). Ed è un ricordo che tengo stretto al cuore, ecco.

E tu vuoi sederti intorno al fuoco e raccontare una storia da brivido?

Forse potrebbe interessarti leggere...

36 COMMENTS

  1. Aiutoooo!!!! Chi mi fa i dispetti?! Non riesco a visualizzare nemmeno una foto e mi carica metà post!!! Bhuuuuuuuuuu!!!!!!!!!!

  2. Ok sono una persona onesta e devo rivelarlo.
    Ci sono dei giorni in cui per me è importante dire Prrrrrrrrimoooooooo. Per me e per qualcun altro. Oggi era uno di quei giorni. E allora ho corrotto Luci, chiedendole di chiudere il gas all’ultima curva. E sono passato su una ruota. Eh beh. Se uno non fa un po’ lo sborone che gusto c’è.

    Iaia resisti. Ce la puoi farcela. E mo’ che sono uscito dal buco nunmetelevippiùddetornooooooooo!!!

  3. cara, ti ho già inviato il mio racconto intorno al fuoco, nominando il file in modo significativo “racconto_paolaparchetto”. così, a scanso di equivoci. ecco.

  4. Peace and love!!!

    Iaia tesoro, la ricetta te la ho inviata giorni fa. Ora cero l’ispirazione per i racconti intorno al fuoco. Ma per adesso ho trovato solo l’aspirazione.
    Simpatia portami via!!!

    E un bacio a tutti e ribadisco: peace and love!!!

  5. Da dove diavolo escono tutte quelle idee? Io, che ho un fagiolino al posto del cervello, non riesco proprio a starti dietro! Le unghie col fantasmino sono grandiose.

  6. adoro halloween da quando ti conosco.
    mi stai massacrando i neuroni.
    l’anno scorso ho fatto impazzire mocciosi urlanti con le wurstel mummia e. insomma. *____*
    mi piace. mi piace. mi piace. l’ho detto che mi piace?
    e no, non può essere lunedì. tu menti. (e gomiti).

  7. a parte che la tavola apparecchiata di nero…e i fiocchi arancio nelle sedie sono meravigliosi…e vorrei fare tutte queste cose bellissime ma non c’ho tempo. Se arrivo a fare le dita mozzate mi faccio a sola un applauso…mi batti le mani pure tu?così…per solidarietà!!!!
    E a proposito di solidarietà noi questo fine settimana sul tavolo dentro lo stand avevamo una di quelle orchidee <3
    Gyuiuzza…sono stanca ma felice…ma so che già lo sai.
    E non ho tempo per riposare mi sa.
    Un giorno ci rinchiuderanno nello stesso reparto..me lo sento *_*

  8. OOOOOhhhhh, ricominciamo???Questo volevo sentire! Ricominciamo! E’ lunedì. Mele: mele ovunque, bramo anche le mele, con la cannella poi è la morte loro, non me ne vogliano, sempre in tema allouiniano stiamo. Ieri si è intagliata la prima zucca, bella, bella. Per allouin ne voglio un esercito!!! Quella tazza con la roba rossa e le dita che fuoriescono giuro che mi crea del disagio, un po’ come il braccio sul bracciolo, il braccio-lo, appunto, brrrrrrrrr. Oh, roba intelligente non ne avevo da dire -_-

  9. sento la cartilagine delle ginocchia che vibra. devo mettermi al lavoro!!! posso pranzare prima? (se non riesco a trovare quell’indirizzo ti porto la robba a mano.)
    oggi sto molto di fuori. molto molto.

  10. Giuliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    attendo alcune risposte!
    tipo:
    1) ti è arrivata la ricetta?
    2) il pacco ti è piaciuto?
    3) una prossima ricetta in coppia?
    4) quando ci sentiamo?
    5) cacchio hai visto che ho vinto un kitchen aid in un contest??? 😀 😀 ancora non ci credooooo
    6) ti voglio bene, davvero!
    7) calma e sangue freddo riuscirai a fare tutto
    8) hai un cuore enormeeeeee
    9) ti voglio bene ( è bene ribadirlo)
    10) dobbiamo scrivere la storia splatter su quei 2 cosi senza la vocale finale!

    :*

Rispondi a apity Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Happy Vegan Christmas

Un libro che racconta un Natale total veg saporito, bello e profumato. Karoline sorprende con semplicità e con una disarmante bellezza.

Christmas Tea Time

La storia del marchio Dammann Frères ce la raccontano i diretti interessati nel sito ufficiale. Si tratta di un’infinita gamma di tè pregiati. Sir...

Mele, uvetta e cipolla

Amo questo contorno. L'ho scoperto un po' di anni fa e da allora è stato amore infinito. Facile, veloce, total veg e perfetto per quando hai voglia di qualcosa di buono e sano.

Chicago Pizza

La Chicago pizza, o deep dish pizza, ha un impasto dai bordi molto alti che viene riempito da mozzarella, salsiccia, parmigiano e salsa marinara.

Le polpette di melanzane

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

More recipes like this