Home / Halloween  / Il Mostro Polenta

Il Mostro Polenta

Proprio come nel caso dei Crackers mostruosamente imbottiti possiamo creare faccette adorabilmente mostruose impiegando due secondi. E’ il caso del Mostro Polenta, terribile signore dai capelli verdi lattugosi e occhi rotanti di olive e uova di lompo. La sua bocca peperoncinosa sputa fuoco e mais. Nel regno Polentas è il temibile sovrano che detesta qualsiasi cosa non contenga farina di mais e granoturco. Le sue terribili gesta sono conosciute anche in altri mondi ben lontani dai poveri sudditi che ne subiscono le angherie.

Farsi spiegare da una sicula come si fa la polenta adesso diventa ridicolo. Perché confesso che non ne ho la minima idea. Mi sono ripromessa di fare “la polenta alla vecchia maniera” più e più volte. Manca il pentolame adatto, che è mia intenzione reperire, e allora sì che poi mi diletterò nei segreti di famiglia (non i miei che sono Siculcalabra ma in quelli del Nippolombardotorinese. Colpo di scena eh?! Scorre sangue lombardo nelle sue vene. E chi meglio di lui può erudire una che per generazioni ha fatto granite e suppressate?).

Insomma il Mostro Polenta l’ho confezionato in meno di tre secondi grazie all’ausilio di quelle buste già pronte che. Fai bollire l’acqua. Versi il preparato. Giri. Due bolle ti scoppiano in faccia e ti ustioni. Imprechi contro il Mostro Polenta (ma piano altrimenti ti infilza nelle piantagioni di mais) e via.

Mi piace molto la polenta. Mi piace farla raffreddare. Solidificare. E poi tagliare a cerchio, stellina, cuoricino e pure animaletto. Il Nippotorinese dice sempre che neanche con la fantasia più irrefrenabile poteva minimamente immaginare che sarebbe finito così.

Con una Sicula che prepara polenta confezionata. La rende stellina, cuoricino e mostro e si siede accanto a lui con la faccia ustionata dandogli pure la colpa.

Sono bei momenti di vita familiare, insomma.

E i mostriciattoli alieni bignè dello scorso anno? Ce li siamo dimenticati? Semplici bignè ricoperti di cioccolato con antenne biscottose e occhi argentati zuccherosi. Esplosioni di gusto mostruose ed indimenticabili. Vuoi dare una sbirciatina? Clicca qui!

Piccolissimo post-scriptum (perché mai più riprenderò l’argomento per non dar visibilità a gente disturbata. Lo giuro sui miei nani da giardino): Continuo a ricevere email che, oltre a non ottenere da parte mia alcuna attenzione e quindi non essere minimamente lette, avranno come unico risultato quello di raggiungere immediatamente il cestino della spazzatura. Tasto destro-elimina tutto; ergo si continui pure perché la location si confà alle parole e allo stile con cui si è abituati a vivere.

Ti va di scrivere un racconto del terrore,disegnare una storia, registrare un file audio o dare libero sfogo alla tua creatività e fantasia? Sederti intorno al fuoco la Notte di Halloween con me e tutti i miei amici per far scorrere qualche brivido e soprattutto risate? Clicca qui e vedi come partecipare. Ti stiamo aspettando!

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
25 COMMENTS
  • Luca 16/10/2012

    MItiaaaaaaaaaaaa la polentaaaaaa

  • tittisissa 16/10/2012

    AH

  • Luca 16/10/2012

    Volevo dire Mitica…. vabbè 😉

  • Amaradolcezza 16/10/2012

    R

    • Amaradolcezza 16/10/2012

      Non vale l’iPhone non mi aggiornava la pagina!
      E sono sulla metro!

      Adesso mi leggo la ricetta!
      😀

  • Amaradolcezza 16/10/2012

    Io adoro la polenta anche se a me piace più morbida ma mia mamma di ostina a farla dura come un mattone!!!
    Tagliata con le formine è molto ma molto carina!

    Tesoro mio no. Curarti di questi sciocchi!!
    Io sto pensando al racconto lo giuro ma non ho molto tempo in questo periodo!!
    Spero di farcela!

  • polenta. ho fame.
    il mostro di polenta che sputa il mais. mi rotolo per terra e torno.
    ma non è che è dovuto al dilagare degli ogm? perché il mais è parecchio colpito da queste sperimentazioni. magari una volta quel mostro era gentile e affabile e non si divertiva ad ustionare la faccia dei malcapitati preparatori di polenta confezionata.

  • Monica 16/10/2012

    Anche a me piace la polenta!!! Adoro la versione istantanea!!! Bisogna concedersi pure delle comodità nella vita, mica si può perdere del tempo prezioso per girare la polenta!!! O no?!
    😉🎂🎃

  • ђคгเєl 16/10/2012

    oh vabbè…la polenta..in busta o meno.sempre in quel modo si fa eh! …no? certo la pentola adatta non ce l’ho manco io..evvabbbbbbè per una o due volte l’anno non posso mica comprare la pentola per la polenta! no cioè..non ho ancora uno stampo da plumcake di silicone, e mi compro la pentola per la polenta??? non sia mai! ci sono priorità eh! cmq sto mosto polenta è “finicchio” assai..altro che mostro 😀 … simpaticissimo.
    e ora corro a fare il granchio di pdz per la torta sirenettosa. In che impiccio mi sono messa io! Santa pazienza aiutami tu! Santa nipote che a 1 anno ancora non capirà..abbia pietà di me quando capirai! 😀
    baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii Gyuiuzzaaaaaaaaaaaa :-*

  • La polenta non istantanea come unica differenza ha che puoi imprecare contro il mostro polenta anche per la tendinite. Io la polenta ormai la faccio da agosto a fine giugno, a luglio il mostro polenta preferisce altri lidi e chiamalo scemoooooo, managgilmostro!!!!

  • bestiabionda 16/10/2012

    1) la polenta è buona morbida ma con le formine è più carina
    2) ti è arrivato il racconto mio e di elllli o hai fatto ctrl+tastodx+elimina anche con quello? tiammazzo.
    3) hai presente quando di me scrivevi questo: “Giulia compra bustine di selz digestivo al supermercato di Roma per fare riproduzioni poco opportune del selzalllimonesiculo e mi manda email con allegati per mostrare la sua incompetenza in fatto di prodotti locali trinacrieschi. ”
    ecco sappi che con la polenta in busta si potrebbe lasciare il nome davanti e cambiare qualche parola nella frase 🙂
    4) tivogliobenestupidamora

  • Wish aka Max 16/10/2012

    Polenta alla sicula. Titolo della prossima ricetta.
    Hai email. Ti voglio bene.

  • tittisissa 16/10/2012

    No. Io la polenta mi rifiuto di cucinarla in infradito.
    Fino a quando fuori non ci saranno quei 10/12 gradi che per me sono inverno gelido che più gelido non si può io continuo a mangiare il gelato e via. Tiè 😛

    Comunicazione di servizio : Non sono stata io, ripeto, non sono stata io. Non c’entro gnente ma gnente. Non c’ero e se c’ero dormivo, occhei?! Non ho scritto nessuna mail compromettente a Iaia. Io LA voglio BBENE 🙂

  • pani 16/10/2012

    tu devi provare la pearà, altro che polenta. Quella si che sbuffa come un vulcano

  • Etereamente 16/10/2012

    Il mostro polenta è bellizzzzimo, ma il bignè cioccolatoso ancora di più! Mi piace la polenta:-)

  • maruclaire 16/10/2012

    Ciao! Sto spulciando il tuo blog da qualche giorno e volevo farti i miei complimenti. Le tue idee sono originali e divertenti, ti seguirò volentieri!

  • gluci77 16/10/2012

    Scusa il ritardo stellina, ma oggi Frugolino è stato in gita…capirai la confusione! L’Ingeriminese era impazzito! 😉 La polenta è buona “lenta”… ma vuoi mettere quando la lasci solidificare un po’ e fai le formine?!?! E la sai una cosa? I bignè non mi piacciono, ma quello lì con quei due cornetti mi fa tenerezza e lo mangerei volentieri! Bacetti a te e pure al Nippo…siete proprio teneri!

    • Amaradolcezza 16/10/2012

      ohhhh in gita!! che bello!! e dove li hanno portati? si è divertito??

      • gluci77 16/10/2012

        Sono andati nell’entroterra, in un castagneto… Si è divertito tantissimo, ma per lui il viaggio non è stata una novità perchè era a pochi km da casa dei miei, quindi fa spessissimo quella strada!

  • apity 18/10/2012

    Bona la polenta!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi