Home / Cupcake  / Dracula Cupcake

Dracula Cupcake

Questa foto risale a ben due anni fa. Fatta con una macchinetta che ancora ho e amo e venero nel ricordo. Scattata nella lavanderia dove credevo ci fosse una luce buona proprio perché non ne capivo nulla. Non che adesso ne capisca molto ma è diverso, diciamo.

Ho scoperto che nella mia casa ci sono dei punti di luce superbi e quello più orrendo è proprio nella lavanderia. Buffa la vita e l’esperienza, no?

In questi giorni Halloweenerecci, dovendo smaltire moltissimo materiale e avendo una mole di lavoro che descriverla mi farebbe passare per una super eroina (ma non lo sono), andrò molto di corsa ahimè. Mi manca scrivere. Qui.

Lasciare andare le dita sulla tastiera e buttar giù idee fluttuanti nell’iperuranio ma ahimè devo rimandare.

Su questo cupcake draculoso non avevo vaneggiato neanche un po’ eppure risulta essere su Instagram, Twitter, Flickr e Facebook uno dei più gettonati. In email parecchi mi hanno chiesto di spiegare comediavolosifastocosoBRUTTASCEMAhaimessosololafotomanonhaidettonulla.

E come dare torto a queste meraviglie sincere?

Ecco allora trattasi di cupcake semplicissimo e quindi un tortino che si può scegliere a secondo del proprio gusto. Lascio qualche link sotto perché qui se ne sono fatti solo un migliaio di diversi sapori (così giusto per non esagerare). Sopra vi è una glassa semplicissima zuccherosa (adopero sempre la stessa ricetta e lascio il link sotto) e classica dentiera caramella reperibile in commercio soprattutto in questo periodo.

C’è gente che si complimentava per la mia maestria nel sapere riprodurre la dentiera con la pasta di zucchero, lusingandomi certamente e avvalorando sempre più la tesi che non mi si legge per niente ma si guardano solo le figure (e la cosa mi rassicura perché questa responsabilità eventuale di assenza neuronale mi preoccuperebbe).

Insomma. Si fa il cupcake. Si prepara la glassa e quando questa non è ancora solidificata si poggia sopra la caramella-dentiera-gommosa che cementerà letteralmente grazie all’ausilio della glassa. Per questo motivo è possibile adoperare anche quelle meravigliose caramelle occhio mollicce e tetre da far paura. Ho fatto pure quella versione occhiuta ed è entusiasmantementeterrifffficante.

Molti cupcake li trovi nell’indice, alcuni dei quali sono:

(quelli alla zucca sarebbero ottimi per questo periodo e la ricetta che ho messo non è che è Buona eh. è strastrastraBUONA)

E qui anche la versione FumettoRicetta>>>>>>

La ricetta della glassa di zucchero? niente di più semplice: 600 grammi di zucchero a velo e 100 grammi di albumi sbattuti insieme con violenza inaudita (ma con queste dosi ricoprite qualcosa come 20.000 cupcake. E’ bene farne menodellametà per 12 cupcake di media grandezza e nel caso rifarne un altro po’ perché mai ci si orienta bene con questo tipo di copertura).

Se non trovi le caramelledentieragommose non prendertela con me ti prego. Piuttosto ti fornisco email del Nippotorinese così che tu possa insultarlo.

Come dico sempre: è ovvio che sia colpa sua.

Un’idea velocissima? Rispolverando l’archivio mi sono ricordata di questa terrificante, quanto di velocissima realizzazione, Halloween Breakfast (per dare un’occhiata al post, foto e delirio basta cliccare qui) con marzapane e acqua con coloranti alimentari facilmente reperibili in commercio e adattissimi per queste occasioni (io uso quelli in gel della decora per la pasta di zucchero ma in questi casi anche i liquidi non deluderanno. E si trovano in tutti i supermercati senza andare in negozi specializzati) .

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
24 COMMENTS
  • Wish aka Max 18/10/2012

    dajeeeeeeeeeeeee

    • Wish aka Max 18/10/2012

      madonna che mortorio, 1 minuto sopra il record della pista e primo su una ruota….

      • bestiabionda 18/10/2012

        e io stavo a legge aò

      • gluci77 18/10/2012

        È che c’ho er pupo… e er pupone per casa!!! Il mio romanesco fa schifo, urgono ripetizioni…

        • Wish aka Max 18/10/2012

          Va quasi bene, ma non sei pronta per il corso advanced… un fondamentale e una finezza. Il fondamentale è che “per” non è una preposizione, la preposizione corretta è pe’, col raddoppio della successiva. La finezza è che “e er pupone” è un piccolo iato, che va spezzato con un rafforzativo, che in questo caso potrebbe essere “puro”, nel senso di “anche”. Quindi la versione corretta sarebbe
          E’ che c’ho er pupo… e puro er pupone pe’ ccasa!
          Se vuoi possiamo organizzare delle bedroom lessons 😉

          • gluci77 18/10/2012

            E c’ho puro er IPod che fa li capricci… Non ho capito bene perchè proprio in the badroom 😉 ma alle lezioni sono interessatissima… Il padrino di Frugolino è romano de Roma e mi piacerebbe stupirlo la prossima volta che l’avrò a cena…

            • Wish aka Max 18/10/2012

              Il perché te lo spiego mentre ti mostro la mia collezione di farfalle…

            • gluci77 19/10/2012

              Certo…poi magari facciamo un cruciverba…

            • Wish aka Max 19/10/2012

              Allora, sempre per la serie #romanlessons, parliamo dell’articolo. Er è “Il”. Non c’è un romanesco per “lo”. Non direttamente almeno. Quando si vuole dare enfasi a qualcosa che ha un articolo “lo”, come per esempio l’iPod, puoi dire ‘sto iPod, o anche ‘sto iPod der c… / ‘sto c… de iPod (alternativa volgare). Poi dovremmo vedere la pronuncia ma insomma, almeno le basi grammaticali cerchiamo di smarcarle 😆

      • gluci77 18/10/2012

        E comunque oggi ho fatto due primi posti!!! 😉

  • bestiabionda 18/10/2012

    ah bè. la colazione così sarebbe il mio sogno.
    potrei farla alla mia coinquilina ma penso che mi sbatterebbe fuori di casa, dice che sono pazza. non so perchè. boh.
    quest’anno dovrei fare i Dexter Cupcake, quelli cor vetrino. devo solo trovare tempo e spinta propulsiva, si.
    ciao

  • gluci77 18/10/2012

    Questi cupcakes mi mettono un po’ di ansia…poca poca, eh! E poi sono ancora tutta presa dal racconto precedente…

  • Cupcake alla zucca? Lovoglio! Dentiera? mmm..no Tappa e Rella? Me le presti?

  • penso che se riuscissi a preparare questi cupcakes almeno una volta mia sorella mi erigerebbe un monumento in giardino. ahhh quelle dentiere. da piccola le adoravo perché potevo incastrarmele sui denti e diventare un vampiro.
    oh, adesso le voglio.

  • pani 18/10/2012

    uh! Tappa & Rella, mi viene quasi nostalgia.

  • ђคгเєl 18/10/2012

    Gyuiuzza..mi stai dicendo che le foto sulla lavatrice non vanno? 😀 porca puzzola devo spostare la lavatrice però…è l’unico piano bianco di casa su cui fare una foto neutra!! ahahha…. prima o poi avrò la mia casettaaaaaaaaaaaa..e poi so “mazzi”!!! 😀 smuackkkkkkkkkkkkk

  • tittisissa 19/10/2012

    No beh…perdonatemi eh, ma io questi non li faccio.
    Si corre il rischio che al Pupone piacciano! O_o

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi