Home / Halloween  / La Polenta Fantasmino

La Polenta Fantasmino

Uhm e dopo il mostro polenta?

La versione fantasmosa non poteva mancare. Adoro fare questi tenerissimi fantasmini con la pasta brisèe e adoro ancor più pensare di poter consigliare tranquillamente di confezionarli con la pasta già pronta del banco frigo. Con il bimby impiego davvero pochissimi minuti e si realizza in tre minuti scarsi (e il Nippotorinese manco a dirlo la preferisce). Da quando ho capito che nel tempo del lamento “Sì però che senso ha sporcare il boccale del bimby per fare la pasta brisèe quando è già bella pronta nel banco frigo… blablabla… non ho tempo… blablabla. sono esaurita. blablablabla” ho già tutto pronto e i fantasmini sono in forno.

Lamentarsi è un ottimo metodo ma bastano due minuti di autocoscienza per agire ragionevolmente.

Una semplicissima polenta (sbattutasulpiatto è il sottotitolo) servita con un fantasmino brisèe che si può preparare con netto anticipo. Gli occhietti saranno due pezzettini di olive o il solito fido alleato di Halloween. Quale? Ma il patè di olive Mon Dieu (avevo sempre desiderato dirlo e finalmente è arrivato il momento).

E’ chiaramente solo una proposta che può essere elaborata all’infinito. Polenta, purè o anche insalata. Un secondo perché no? Un pasto “normalissimo” ma corredato da questa chicca fantasmosa che renderà tutto confacente al periodo halloweenereccio  (sto abusando di questo termine tanto che ogni volta mi do un ceffone in volto ripromettendomi “l’ultima volta! questa è l’ultima volta!”).

 Ho una casa sottosoprasoprasotto e confesso che qui di halloweenereccio c’è davvero ben poco. Siamo in un mood totalmente natalizio e fingo con difficoltà tra renne e alberi di natale che a momenti dovrò montare per ragioni che rimarranno oscure ancora per un po’ *disse facendo la vaga e fischiettando*.

Questo però non mi impedirà domani di prendere la Mummia automatizzata in offerta alla Metro allo strabiliante prezzo di 29.90 (credo. Ma se dovesse essere una cifra vergognosamente più alta venderò il Nippotorinese al miglior offerente. Ammesso che esista un pazzo del genere) e allestire casetta in versione orrenda e cupa.

Una zona natalizia e una con mummie schifide automatizzate.

Quanto potrà resistere ancora l’algido Nordico che odia tutti gli eventi e feste contando pure che è solo l’inizio e a breve tirerò fuori (o uscirò come nel gergo siculo) pure i coniglietti di Pasqua?

La Zombie Cake risale a qualche anno fa, quando ero ancora davvero agli inizi di questa sensazionale scoperta che è la pasta di zucchero. Rivedendola la trovo orrendamente imperfetta ma ci sono tanto (madavverotantotanto) affezionata e quindi giusto per rispolverarla dall’archivio: eccola. Basta cliccare qui. Ci sono anche i diversi processi di lavorazione. Semplice pan di spagna imbottito di crema e poi ricoperto da tutta la realizzazione zombescatombesca.

———————————-

Su Le Ricette di Halloween.it ho raccolto tutte le elaborazioni preparate al Gikitchen con Maghetta Streghetta in versione Zombie.

Non ho ancora inserito quelle di quest’anno (noncelapossofare) ma nel caso si volesse dare una sbirciatina per spunti, idee, mise en place, apparecchiature, frizzi e lazzi si deve solo cliccare qui>>>> 

Le Ricette di Halloween *****

Ti va di scrivere un racconto del terrore, disegnare una storia, registrare un file audio o dare libero sfogo alla tua creatività e fantasia? Sederti intorno al fuoco la Notte di Halloween con me e tutti i miei amici per far scorrere qualche brivido e soprattutto risate? Clicca qui e vedi come partecipare. Ti stiamo aspettando!

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
30 COMMENTS

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi