Home / Articoli  / Su Donna Moderna con Bismama

Su Donna Moderna con Bismama

Bismama nel web e Serena nella vita non ha certo bisogno di presentazioni da parte mia. Autrice di Mamma non si Nasce edito da Red, collabora con Donna Moderna (e altre 23948239482349 cose che puoi trovare all’interno del suo strepitoso Blog).

Lo scorso anno ci eravamo anche molto divertite con I love you (not), sua iniziativa per sfogarsi un po’ con gli ex (ahem anche io lo avevo fatto *disse fischiettando. Scrivendo una terribile lettera dall’inquietante titolo il Biondo;  a distanza di quasi un anno posso rivelare che biondo non era di chioma -mai voluto bene ad un uomo con i capelli- ma perché il suo nome è esattamente il contrario di Biondo. Ermetico e affascinante no?).

Recidiva e inspiegabilmente fiduciosa sceglie me per rappresentare visivamente alcuni suoi articoli all’interno di Donna Moderna. Che finiranno *tadan rullo di tamburi* con i miei pasticci all’interno di un ebook scaricabile.

Nove articoli di Serena con Nove pasticci di Iaia. Un personaggio pasticciato alla meno peggio visto il periodo denso di impegni.

E’ la prima collaborazione retribuita che accetto. Non solo “in amicizia”. Per arrendermi all’evidenza che nonostante io non abbia fiducia in me, molte persone incredibilmente ce l’hanno. Per far nascere in me il germe della convinzione che ormai è davvero il mio lavoro e non va sminuito. E in ultimo, non in ordine di importanza, che non è una colpa essere così fortunata.

E che si può donare a chi lo è meno piuttosto che rifiutare.

Grazie infinite a Serena per la fiducia e alla gentilissima redazione di Donna Moderna che mi ha accolto.

Per leggere l’articolo basta cliccare qui>>>>

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
21 COMMENTS
  • tittisissa 23/10/2012

    PRIMAAAAAAAA!!!!!!

  • E ‘nnamoooonacchioooooo! (spero di essere stata abbastanza elegante e concisa, ecco) -__-

    • Bea 23/10/2012

      ma anche tu prendi ripetizioni da Max? 🙂

      • Eccerto, e starei pure nell’advanced (mo’ è sicuro che me declassa!)

        • Wish aka Max 23/10/2012

          No no, anzi debbo dire che le performance sono decisamente notevoli… 😉

          • Me sto a fa’ ‘na curtura sullo ” ‘sti cazzi ” alla romana, tanto pe’ dinne una!

            • Wish aka Max 23/10/2012

              Riporto un frammento di una “lezione” tenuta da un “collega” qualche tempo fa…

              Allora, per la serie “Il Romanesco moderno esplicato da un burino ad uso dei più burini” oggi andiamo ad eviscerare un modo di dire che mi sta molto ma molto a cuore (ve ne sarete accorti).

              Esattamente, cosa si intende con “Sti Cazzi” ? Molti sorrideranno, ovvio, ma molti altri qualche volta la domanda se la saranno posta. In genere, a sud di Roma il motto non viene utilizzato mentre a nord ha un’accezione diversa, che io ritengo non esattamente conforme alla sua stessa natura.

              “Sti Cazzi”, nelle sue varie forme (“e sti cazzi”, “ma sti cazzi”, “sticàzzi”) nasce dall’abbreviazione della più articolata locuzione interrogativa “E Sti Cazzi, nun ce li metti ?” generalmente pronunciata (indifferentemente da uomini o donne) indicandosi con entrambi i palmi delle mani rivolti verso l’interlocutore le parti basse.

              La frase sta ad indicare il totale, completo, assoluto disinteresse di chi la pronuncia nei confronti dell’argomento trattato, e attenzione: non è un semplice “chi se ne frega”, è molto di più. Chi dice “Sti Cazzi” sta ammonendo il prossimo, non sta solo affermando di poter vivere tranquillamente anche nell’ignoranza del tema trattato, ma sta dicendo di non volerne sapere oltre.

              Talvolta la frase assume anche un tono canzonatorio, ed è tipica dell’attitudine goliardica ma pigra del Romano.

            • Wish aka Max 23/10/2012

              Aggiungo anche una lezione su “Me cojoni”, altra espressione che è un must del corso advanced

              Oggi andiamo ad esaminare significato ed origini dell’esclamazione “Me Cojoni” spesso pronunziata anche “e mecojoni”, o “me cojoni ar cazzo”.

              Sgomberiamo immediatamente il campo dall’equivoco più comune: NON VUOL DIRE “I MIEI COGLIONI”. Spesso, a causa di questo errore interpretativo, soprattutto quando usata al di fuori del contesto romanesco, l’espressione viene distorta in “meicojoni” o ancora peggio (orrore!) in “mieicojoni”…

              L’ambito di utilizzazione del detto in questione è in genere di meraviglia, incredulità, stupore o grande apprezzamento; un esempio renderà più agevole la comprensione:

              “Ahò, ieri ho fatto ‘na cacata che pareva ‘n regazzino: carcola che me s’è attappata la tazza der cesso, quanno ho tirato la catena a momenti se n’annava ‘ngiro pe’ casa cor surf”

              “Mecojoni ! Ma davero”?

              Una piccola digressione su un particolare verbo romanesco ci aiuterà invece a cogliere l’etimologia del termine: il verbo “cojonare“, che sta per “prendere in giro”, “far fesso”, “rendere (o prendere per) coglione”, con chiaro riferimento all’accezione negativa che caratterizza il dar del coglione ad una persona.

              Sarà quindi facile a questo punto, dato il combinato disposto delle due precedenti analisi, comprendere che “mecojoni” nasce come domanda: in effetti, il corretto utilizzo sarebbe “me cojoni” ? Nel senso di “me stai a cojonà” ? Cioè, “mi stai prendendo in giro” ? “Ma davvero” ?

              Il tempo e la propagazione del detto, anche in casi differenti da quelli strettamente attinenti, lo hanno portato all’utilizzo odierno: talvolta fuori luogo, ma sempre e comunque di un certo effetto sull’ascoltatore.

  • bestiabionda 23/10/2012

    eddajeeeeeeeeeeee
    brava.
    brava.
    e dunque. brava.

  • Mariangela 23/10/2012

    🙂 🙂 🙂

  • Monica 23/10/2012

    Che dire… sei bravissima ed è davvero necessario che ti arrenda all’evidenza di esserlo…. complimentissimi!

  • Bea 23/10/2012

    AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!

  • Chemical 23/10/2012

    complimentissimi 🙂 sei davvero brava! un bacio

  • pani 23/10/2012

    evviva! Ci fosse un pandoro disponibile sarebbe l’occasione giusta per festeggiare

  • tittisissa 23/10/2012

    Evvivaaaa!!
    Questa si che è una notiziona :o)
    Occorre festeggiare.
    Auguri a te tesoro e a Serena per la collaborazione!!!!!
    Saltello dalla gioia, mi vedete?!

  • Chiara Bernardi 23/10/2012

    Nel mio cestino della munnezza in bagno, al ritardo del ciclo, ho contato 18 test. Poi visto che non ero ancora sicura sono andata a fare le analisi. <3

  • stappo lo champagne!!! no. acqua minerale!
    (va bene così?)
    e finalmente. quellacosalì della retribuzione è molto importante. davvero molto. e non sto parlando dei soldi in sé, logicamente. è un passaggio importante. è proprio il tuo lavoro e va riconosciuto, il tempo e l’impegno che c’è dietro i tuoi disegni merita di essere ricompensato.
    yukyuk *_____*

  • Bibi 23/10/2012

    *_*

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi