Pasta con Pesto di zucca carota anacardi e mandorle

Must Try

12 Ricette dolci facili, veloci e divertenti per Halloween

La ciambella dell'assassino, pupazzetti di Halloween, Le mummie con tanto cioccolato, Il tiramigiù di Halloween, Gli immancabili S'more, i ragnetti dolci, i cerotti insanguinati, gli occhi insanguinati, la merenda di Halloween, i tre dolcetti più facili e gustosi e i muffin vegani al cioccolato per un Halloween indimenticabile.

6 (e più) idee facili e veloci per arredare la casa a Halloween

Nella playlist Halloween del mio Canale Youtube trovi sessanta video dedicati ed è in continuo aggiornamento (ricoveratemi, sì). Ho deciso di raggrupparne sei, girati lo scorso anno, per idee velocissime e carine dell'ultimo minuto. Basta davvero pochissimo per rendere l'atmosfera unica e indimenticabile. Ti confesso che non sono ancora riuscita a intagliare una zucca o ad appendere una piccola ragnatela per casa. Il primo anno in assoluto (shhhh non dirlo a nessuno) che non riesco ma. Mai demordere! Entro sera cercherò, tra dita mozzate e dolcetti di ogni tipo e sorta, in qualunque modo di rendere accogliente la mia casetta per tutti gli adorabili mostri e fantasmi che vorranno presentarsi e cenare con noi. Nel frattempo magari faccio un bel ripasso anche io con questi video, che non guasta!

5 drink salutari e buonissimi per Ottobre (e Halloween!)

Ecco cinque bevande salutari, buonissime e facili da preparare per l'Autunno, o più nello specifico per l'imminente notte di Halloween. Purtroppo non sono riuscita...

Graham Cracker (vegano) per fare gli S’more

Di questo libro, regalo prezioso del mio amato amico Stefano, Cioccolato Vegan della Costigan ho parlato così tante volte (anche su youtube) che proprio...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

I tovaglioli confezionati appositamente dalla mia magnifica  e bravissima amica Ketty fanno sempre un figurone, c’è poco da fare. Una cura maniacale e una fantasia sfrenata quella di Ketty, alla quale non sarò mai grata abbastanza per realizzare esattamente quello che mi occorre come se ci leggessimo nella mente. La riprova è questa meraviglia appena arrivata con tanto di cappello da strega, pipistrelli e zucca. Sono letteralmente impazzita quando ho avuto questa meraviglia di precisione tra le mani. E molte sorprese sono in arrivo.

Ormai fidata coordinatrice del corredo Gikitchen, Ketty sta realizzando per me qualcosa di davvero pazzesco.

Ieri sera ho vaneggiato circa la bontà della Zuppa di Zucca con mandorle e olio al tartufo (clicca qui per la ricetta) mentre lo scorso anno tessevo le lodi e le meraviglie del pesto di zucca fatto in casa servito con le noci (giustappunto perché il connubio zucca-noci ribadisco è a mio modestissimo avviso vincente. Per la ricetta clicca qui! Troverai all’interno anche l’idea per una buonissima pizza al gusto di zucca!).

Preparare il pesto di zucca è ridicolo, senza mezzi termini. Si cuoce la zucca, si passa inserendo quello che si preferisce essendo una base per qualsiasi preparazione dolce-salata che sia, e via. Frullatore ad immersione, frullato, lavatrice (devo provare a fare il pesto nella lavatrice. Da quando ho cucinato nella lavastoviglie faccio pure il petto di pollo con il phon. Che male c’è? E griglio le zucchine nella piastra per capelli arrotolando gli spaghetti nel babyliss). Avevo delle carote bollite ed essendo una pazza (sempre perché oggi non ho il tempo di trovare mezzi termini) e credendo fortemnente nella forza dei colori mi sono detta che sì. Era giusto così (sono sempre quella che passa i periodi “dieta bianca- dieta verde- dieta arancione” e non mangia mai nulla che abbia un colore diverso *disse cercando in rubrica il numero del suo dottore per farsi controllare uno psichiatra).

Ho quindi frullato insieme zucca (cotta nel forno. Come? Clicca qui), carote (bollite in acqua bollente. Come? Non cliccare da nessuna parte chesoduecarotebollitesantocielo), una manciata di mandorle e anacardi  e un po’ di rosmarino (poco) freschissimo, olio e parmigiano grattugiato sul momento. FRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR (rumore del frullatore ad immersione).

E via. Pasta al dentissimo con poca acqua di cottura nel pesto. Gira che ti rigira e servita ben calda. Tutto quello che preparo senza pensarci e d’istinto risulta ultimamente un’arma vincente. Proprio nei giorni in cui sono più stremata e credo che una fetta di prosciutto cotto scaduta sbattuta sul piatto del Nippo sia la soluzione, vengon fuori appunti culinari da riprendere e lavorarci su.

———————————-

Su Le Ricette di Halloween.it ho raccolto tutte le elaborazioni preparate al Gikitchen con Maghetta Streghetta in versione Zombie.

Non ho ancora inserito quelle di quest’anno (noncelapossofare) ma nel caso si volesse dare una sbirciatina per spunti, idee, mise en place, apparecchiature, frizzi e lazzi si deve solo cliccare qui>>>> 

Le Ricette di Halloween *****

Ti va di scrivere un racconto del terrore, disegnare una storia, registrare un file audio o dare libero sfogo alla tua creatività e fantasia? Sederti intorno al fuoco la Notte di Halloween con me e tutti i miei amici per far scorrere qualche brivido e soprattutto risate? Clicca qui e vedi come partecipare. Ti stiamo aspettando! Ancora per poco perché il termine massimo è questo Venerdì!

Forse potrebbe interessarti leggere...

23 COMMENTS

  1. Tutti ormai qui sanno che non ho un buon rapporto con la zucca…e non importa a nessuno… comunque… adoro l’effetto che questo pesto fa sulla pasta a giudicare dalle foto, adoro le carote, le mandorle e gli anacardi…quindi mi invito a pranzo e vengo lì a strappare la scodella al Nippo! Complimenti a Ketty per il tovagliolo e complimenti per le unghie halloweenesche!!! Buona giornata stellina, un abbraccio grande e tanti bacetti!

  2. Quelle unghiette lì te le invidio proprio eh. Si sappia!
    Sulla zucca non ho niente da aggiungere, tanto mi piace.
    Le faccio una per una queste ricette. Una per una!
    E che dire del punto a croce di Ketty? Bravissima!
    Anche io mi diletto, ma sono una vera schiappa 🙂

  3. Vabbè Ketty è un genio e se mia madre vedesse i suoi lavori penso la adotterebbe.
    Meglio tenerla all’oscuro quindi.

    E comunque dovresti provare il purè fatto con il silkepil.

  4. in effetti questi tovagliolini sono davvero stupendi, disse ella mentre si accingeva a prepare la marmellata di zucca alla cannella.

Rispondi a Wish aka Max Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this