Home / Biscotti  / Il freddo sulla pelle

Il freddo sulla pelle




E’ un po’ quella la sensazione. Qualcosa di appiccicoso come la pasta di zucchero. Di freddo come fosse gelo. Con occhi neri fissi senza luce. Senza pupilla e parte bianca.

Sono un Pupazzo di Neve. Fisso. Immobile. Che aspetta di sciogliersi.

Non ci vogliono molte parole per descrivere ulteriormente questi giorni trascorsi in questo luogo a me sconosciuto. Abitato da mostri feroci. Da silenzi spaventosi. Costellato da vortici di dolore.

Ti ho aspettato tutta la vita 2012. E sei arrivato per l’insegnamento più grande: ricordarmi cosa è esattamente la vita. Quanto occorrerebbe ricordarsi che è il presente. E’ il presente la vita.

Agata nel suo profilo Facebook pochi giorni prima di quel maledetto giorno di Novembre ha scritto alla voce “informazioni”, che la riguardavano questa frase:

“Non vivo nel mio passato, né nel mio futuro.Possiedo soltanto il presente,ed è il presente che mi interessa. Se riuscirai a mantenerti nel presente la vita sarà una festa,un grande banchetto, perché  è sempre e soltanto il momento che stiamo vivendo”

Auguro a me e tutti voi, che amo come poche cose al mondo, di vivere intensamente il Presente.

Grazie infinite per trascorrere ogni presente con me. Buon Anno Amici miei.



Ingredienti: 225 grammi di farina bianca, 150 grammi di burro, 70 grammi di zucchero semolato, 1 cucchiaio di scorza di mandarino non trattata, pizzico di sale, 2 cucchiai di succo di limone.

Setaccia la farina  e un pizzico di sale in una ciotola. Aggiungi il burro a pezzetti fino ad ottenere un composto granuloso ( sabbiatura classica). Unisci lo zucchero e la scorza e 2 cucchiai di succo di likmone. Aggiungi pure i due tuorli e ottieni una pasta dura. Se non dovesse essere così a causa di troppo “succo” aggiungi un altro po’ di farina ma non esagerare. Avvolgila e tienila in frigo almeno 40 minuti. Scalda il forno a 180 e dopo aver steso la pasta forma uno spessore di 3 mm almeno. Se hai la formina niente di più facile altrimenti non sarà difficile disegnarla sul cartoncino ( un otto sarà più che sufficiente per dei deliziosi pupazzi di neve) e aiutarti con un coltello. Inforna per 6à-8 minuti fin quando non saranno dorati e lascia raffreddare. Il resto con la pasta di zucchero.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
71 COMMENTS
  • pani 31/12/2012

    il presente, quello va sempre vissuto

    • Iaia 31/12/2012

      Mi è arrivato il pacco.
      Ho pianto.
      Volevo scriverti.
      Non ce l’ho fatta ma ce la farò.
      Grazie.

      Papà lo sta leggendo e anche mamma.
      Anche il Nippo.
      E appena mi rimetto un po’ lo leggerà il mondo intero.
      Su Instagram mi chiedono la versione inglese perché vogliono leggerla.
      FA QUALCOSA.
      Abbiamo una marea di coreani che invocano gionnidrim.

      Grazie amico mio <3

      • pani 31/12/2012

        una marea di coreani???
        Si potrebbe andare là e insegnare loro l’italiano.
        E non piangere per il pacco, è sempre stata poca cosa. E meno male che è arrivato.

        • Iaia 31/12/2012

          sarà per te poca cosa, algido uomo delnord. prrrrrr ( è una pernacchia sì)

          il nippo quando abitava a tokyo si manteneva insegnando l’italiano.
          ora gli chiedo se sa qualcosa di coreano e nel caso partiamo questa sera stessa.

          che io francamente questo capodanno preferirei farmelo su un aereo. e ti ho detto tutto *_*

          • pani 31/12/2012

            io mal sopporto il capodanno, o meglio, mal sopporto il 31 dicembre. Mi piace il 1 gennaio, quando tutto tace.
            Si potrebbe sul serio meditare uno sbarco in Corea, quella del sud, quella del nord e pure tutta l’indocina. Adesso prendo una copia, gliela mando a Myazaky (si scrive così?) e il prossimo anno andiamo tutti insieme al cinema a vedere Johnny D.

  • cucinaincontroluce 31/12/2012

    Un abbraccio che ti scaldi fino al profondo della pancia (sì,per me è lì il centro di se stessi, la sede della spontaneità), alla faccia degli omini di neve!
    Io gli omini li sto cacciando via a morsi…. ce la si fa!!!
    Bacino!

    • Iaia 31/12/2012

      ti abbraccio forte.
      FORTISSIMO
      e ringrazio per queste tue parole.

      Acchiappo al volo l’abbraccio e lo tengo stretto streetto.
      In questi giorni non sono mai abbastanza.
      Un bacione ENORME :*

  • yliharma 31/12/2012

    abbiamo solo questo momento, e mi piace da matti dividerlo con te <3

  • bestiabionda 31/12/2012

    può solo andare meglio.
    e posso solo dirti che sì, è solo il presente che conta. perchè il passato e il futuro non sono altro che presenti di un altro momento.
    forse mi sono capita solo io, fatto sta che ti abbraccio.
    e anche forte.
    due anni fa sentivo la tua voce per la prima volta, smoccolanti e febbricitanti. era il presente di due anni fa. e oggi, sono qua.
    ti voglio bene iaia

  • Chemical 31/12/2012

    ti mando un abbraccio, spero davvero che il 2013 porti cose migliori di quest’anno…

  • ssandrici 31/12/2012

    e insomma qui e ora tanti auguri di buon amore

  • Bea 31/12/2012

    Ti abbraccio mia pupazza. Col calore del mio corpo e del mio affetto spero di sciogliere almeno un po’ di neve.
    Vorrei poter fare qualcosa.

    Buona fine d’anno, buon inizio. Con l’augurio di una rinascita.

    p.s. Ma lo sai che sono sul Millionaire di gennaio? Ahhhh!

  • Luci 31/12/2012

    Ti voglio bene stellina. E sono lì che ti abbraccio, ci puoi giurare…

    • pani 31/12/2012

      Luci…un buon 2013 a te, al Frugolino e all’Ingeriminese

      • gluci77 31/12/2012

        Carissimo…ho trascorso giornate un po’ difficili e ho trascurato in modo imperdonabile gli auguri… Ti auguro che il nuovo anno porti a te e a tutta la tua famiglia serenità, salute e ogni soddisfazione! Un abbraccio grande, anche da Frugolino e dall’Inge! PS: appena ho il tuo libro te lo spedisco per la dedica!!!

  • etereamente 31/12/2012

    Ti voglio bene anche io,. E viviamolo ‘sto presente. Ricordiamoci di viverlo. Tatuiamocelo in fronte, se occorre. Viviamo. Auguri, stella <3

  • Monica 31/12/2012

    Tantissimissimi auguri cara maghettastreghetta, per fortuna il 2012 sta finendo!!! Non è stato neanche per me un buon anno! Ma dimentichiamocene e pensiamo che il 2013 non potrà che essere un anno migliore! 🙂
    Un abbraccio forte forte 🙂

  • johnnydream 31/12/2012

    Iaia!!!!!!
    …Smack!

  • Bibi 31/12/2012

    amore, infinito amore che scioglie la neve e libera

  • Paola D. aka paolaquelladelparchetto 31/12/2012

    ti abbraccio tanto. tante sono le cose che vorrei dirti… coraggio tesoro: lo so, è come camminare a gambe nude in un campo di ortiche. coraggio. ti abbraccio forte forte.

  • ireneairinb 31/12/2012

    che il mio abbraccio riesca a raggiungerti e riscaldarti
    e’ vero il presente va vissuto
    io me ne dimentico troppo spesso
    spero sempre nel domani.e mi perdo il qui e ora.
    buon anno Iaia

  • Katia 31/12/2012


    E basta.

  • ti abbraccio. anche se ho le mani fredde. ma se è vero che + per + fa – (e nemmeno io sono mai stata brava in matematica) allora freddo e freddo fanno caldo. oppure non lo so.
    spero che nonostante il mio principio di congelamento, congelato pure questo da anni, possa incastrarmi qui, nel posto giusto, al momento giusto. anche solo minimamente. ed essere utile in qualche modo.
    il putiferio del 31 non l’ho mai condiviso/compreso molto. è un giorno che mi confonde. aspetto la quiete successiva. aspetto la neve. che a dicembre non si fa mai vedere. aspetto sempre la morte bianca per ricominciare qualcosa. ma il desiderio di rimanere in mezzo alla neve a volte è davvero troppo forte.
    spero di riuscire ad aprire bene gli occhi oggi. e di non chiuderli. di sentirlo quell’intervallo minuscolo tra passato e futuro.
    magari un giorno diventerà un flusso continuo senza nome e distinzione e potrò chiamarlo soltanto vita.
    buon anno. e che sia buono davvero dannazione.

    • pani 31/12/2012

      sdraiati sulla neve a disegnare angeli?

      • mhhhhh mi piacerebbe. però li disegno affondando la faccia nella neve.
        mi domando se gli ombromini si riposano sotto la neve. li vedo che si stendono per terra appena inizia a fioccare e si fanno ricoprire completamente. poi si alzano di tanto in tanto e allora si scatena la tormenta (quelli più alti si muovono di meno ma sollevano molta più neve logicamente)

        • pani 01/01/2013

          eppure quelli più alti dovrebbero dondolare di più, essere preda del vento.

          • è per via dei piedi. hanno grandi radici dopotutto. se lasciano andare le braccia fanno dei magnifici vortici. tifoni e uragani. penso che in un caso del genere si possa persino udire la loro risata.

            • pani 02/01/2013

              dovrebbe essere una risata molto sibillina, acuta

              • è qualcosa di appena percettibile e allo stesso tempo fragoroso.

                • pani 02/01/2013

                  a me vengono sempre in mente le fragole. Le risate possono essere come le fragole?

                • si ha senso. le fragole sono rosse come le bocche e hanno quella forma. mi fanno un po’ paura in realtà. penso che una fragola si farebbe pochi problemi a mangiarmi. una zucchina ci penserebbe due volte.

                • pani 02/01/2013

                  il dilemma della zucchina. Forse perché è verde? Quindi pure i cetrioli si farebbero qualche problema

                • il verde rende le verdure incerte. si dev’essere per questo.

                • pani 02/01/2013

                  eppure le verdure dovrebbero chiamarsi così per questo, altrimenti sarebbero rossure, giallure

                • ci stavo giusto riflettendo. è una peculiarità delle verdure. i frutti invece. specie i più rossi. penso siano molto voraci. guarda i pomodori

                • pani 02/01/2013

                  io ho dei bei ricordi con i pomodori. Ne ricordo una paio di veramente mostruosi, da farci il bagno dentro

                • mhhhh!!! ogni tanto non potrei fare a meno di dare un morso alla polpa.
                  ho strani ricordi dei pomodori. riguardo al sapore specialmente. è uno dei cibi di cui ho meno dati papillogustativi.

                • pani 02/01/2013

                  a me piacciono solo i pomodori grossi, cuor di bue, quelli grandi che sembrano scoppiare. quelli che quando sono maturi puoi scagliare contro qualcuno e sentirli ciaffare. Quelli che puoi tagliare come se fossero bistecche.I pomodorini a grappoli li pianto sempre nel mio giardino ma li lascio a figli

                • MHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!! bistecca di pomodoro. come resistere.
                  i pomodori a grappoli li ho rivalutati. sono molto versatili. prima li apprezzavo al più esteticamente

                • pani 02/01/2013

                  io preferisco i grappoli d’uva

                • continuerò a fare mhhhhh fino a domattina. quanto è buona l’uva. mi piace il pizzutello tantotanto. ma quest’anno. lo scorso anno. non l’ho mangiato che i prezzi mi guardavano male.

                • pani 02/01/2013

                  pizzutello? Devo googolare

                • uva ovale. appuntita. che buoooonaaaa

                • pani 02/01/2013

                  come la zibibbo. Quasi come la mia, che è senza semi e la sgranocchio di gusto

                • mhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!
                  (ribadisco. è la giornata dello mhhh)
                  i semi sono un malus non indifferente. siccome sono pigra fin da piccola ho imparato a mangiare l’uva senza dividen in bocca la polpa dai semi. così non li mangio. e non mi servono le ore per aprire a metà ogni chicco e dissemarlo. disseminarlo..un mio cugino si faceva anche sbucciare l’uva.
                  che poi così rovini tutta la consistenza. ancora mi adiro a ripensarci!

                • pani 02/01/2013

                  come si fa a sbucciare e disseminare l’uva??? Io e la mia uva andiamo a nozze (oddio, anche i merli, quei ladri). A fine estate, quando torno dal lavoro, ne prendo un grappolo, mi siedo sotto l’olivo e la pilucco. Se non fosse per le zanzare tigre sarebbe il paradiso.
                  Però conosco gente che pela i mandarini e le arance togliendo tutte le tracce di bianco. Sei così anche tu?

                • noooo non ce la posso fare!
                  sono pigra. volgendo la frase in positivo, cerco di ottimizzare i tempi. se avessi la garanzia di avere sottomano buccia non trattata taglierei l’arancio a fette e lo mangerei completely. mi accontento di girarci intorno col coltello. che spreco però.

                • pani 02/01/2013

                  sì, la buccia degli agrumi è mangiabile. Quella della banana invece, credo che sia indigesta

                • però sogno di bollirla. cuocerla insomma. perché ci sono tante varietà di questo strano frutto e qui se ne trova solamente una. la questione mi incuriosisce molto

                • pani 02/01/2013

                  forse le banane forestiere sì ma quelle che arrivano sulle nostra tavole sono da mangiare così, senza buccia.
                  Ora vado a sbucciare il letto, è ora, anche se ho un pandoro che scalpita nella pancia.
                  ‘notte

                • ohhh! devo controllare se ho i cerotti. se mi si sbuccia il letto poi non mi farà dormire, si lamenterà tutta la notte.
                  è nottambulo pure il pandoro. se lo si mangia di sera inizia a strepitare scalciare e saltare tutto felice e non c’è verso di fargli prendere sonno
                  notte

                • comunque, aggiunta la vite alla lista. cogliere un grappolo e piluccarlo lì sul post.. si, è necessario e imprescindibile.

                • pani 02/01/2013

                  e non dimentichiamo la siepe di more. In quelle ci affondo i denti

                • ahhsiiiiiii! ero. di quelle non mi stanco mai. piccole e nere. tutte fatte di micropallini. sono una decespugliatrice di cespugli di more *__________*

  • Wish aka Max 31/12/2012

    Resisti. Ti abbraccio. Stretta stretta. E sono li’ con te. E fanculo al capodanno. Buon inizio.

  • ђคгเєl 31/12/2012

    Giuiuzza mia… sono con te anche se sono qui… e provo a stingerti forte forte per scaldarti un pò, almeno il cuore. Ce la faremo. ♥

  • bimbafragola 31/12/2012

    Buon anno Gi!!!!!! Un bacio a maghetta e 1095478756865968 abbraci ai tuoi piccoli amici !!!

  • Malti da Legare 31/12/2012

    Ciao Iaia!!!!
    Ti abbraccio fortissimo e ti auguro uno splendido anno nuovo, sono certo che sarà pieno di gioia e di belle novità!
    Mi spiace non averti potuto ancora inviare la Befana Chinata, tu la potevi fotografare e il nippo se la sarebbe bevuta… vabbè io ne tengo comunque una da parte 🙂
    Un salutone della Valmalenco!!
    A prestoooooooooooooo

    Luca

  • bestiabionda 31/12/2012

    comunque mi accodo a max, fanculo al capodanno.
    nel 2013 spacchiamo culi e conquistiamo il mondo.
    E’ UNA PROMESSA. E IO LE PROMESSE LE MANTENGO. ECCO.

  • musicalina 31/12/2012

    Giulia,
    ti auguro che questo freddo si trasformi in un caldo abbraccio, come quello che ti voglio dare io in questo momento…in questo spazio e in questo tempo!
    Qui e ora! Questo é importante!
    AUGURI ! ♥

  • Isabel 31/12/2012

    Iaia… non so che dirti se non che ti voglio bene… mi manchi tanto… ti abbraccerei così forte da non farti respirare. Bacini e… buon anno!!!

  • bionutrichef 31/12/2012

    ricordati le parole che ti dissi qualche giorno fa… buon anno Iaia dall’algida pianura padana

  • lacinzietta 31/12/2012

    Ti dico solo auguri. E te lo dico con tutto il cuore e con tutto l’affetto che provo per te.

  • tittisissa 01/01/2013

    E dopo che hai tanto aspettato questo 2012, arriva il 2013. E io ti auguro che questo sia l’anno decisivo, quello in cui i mostri saranno sconfitti definitivamente, tutti. Per sempre. E noi gioiremo e festeggeremo con te, standoti sempre accanto. Buon anno, cara Iaia. Sono lì accanto a te, a voi, e vi tengo tutti stretti in un fortissimo abbraccio.

  • laura d 01/01/2013

    Spero che questo 2013 vi porti buone novità (il 13 porta fortuna no?) Intanto ti abbraccio forte perchè le parole non sempre sono sufficienti ad esprimersi

  • Pinturikkia 03/01/2013

    scrivo poco ma ti penso TANTO!!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi