Vellutata di fagioli con olio al tartufo per il Dottor Lightman

Must Try

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

Pancake vegani

Non sono una fan dei pancake, perché mi piacciono più i waffle ma devo dirti che questi sono in assoluto i pancake più buoni mai provati.

La Primavera di mamma

Di questa Primavera ho parlato tantissimo in svariate occasioni, perché mi ricorda mamma ed evoca tanti preziosi ricordi.

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Questa sera una nuova Tombola per Anziani! Possiamo fare un ip ip urrà finto per cortesia? Nel frattempo Nicol tra 5 giorni lavorativi (così dice Amazon) dovrà ricevere il nuovo libro di Montersino e Luci tra 1/3 settimane lavorative (così dice Amazon) il librotto greco di Vefa. La povera Biancaneve forsecheforse dopo dieci anni riceverà il pacchetto perché Bartolini passa di qui alle ore 15 (vuol dire che verrà alle 15 di dopodopodopodopodopodomani).

Ehhhhhh. E giusto ieri stavo dicendo dei silenzi (ok non è vero. Sto scrivendo proprio dopo aver scribacchiato quelle quattro parole a caso nel post di ieri e faccio finta che siano passate 24 ore. Bello no? Un Blog verità, questo). Dicevo? Ah sì.

Silenzi.

Ecco e grazie a questi silenzi siamo riusciti io e il Nippo a completare Lie To Me. Non sono una fan sfegatata delle serie tv. Certo qualcuna mi è piaciuta più delle altre mentre per alcune dopo due puntate ho detto (sempre in silenzio fulminando il Nippo con lo sguardo) “nonlavedomancomortaammazzata”. No grazie, insomma. Misfits bella la prima. Ok la seconda ma basta. American Horror Story bellissima fotografia, trama intrigante e vabbè ma basta. Mi annoio.

Sono un’antipatica silenziosa scostante viziata e annoiata giuovine (nessuno rida) che a breve cadrà nel tunnel Emo. Ma la frangetta gellata, proprio no. Dico sì alle borchie, invece. Insomma per dire che?

Per dire che Lie To Me mi aveva abbastanza annoiato dopo la prima serie nonostante la stima imperitura per Tim Roth e diciamo pure quell’anima da ragazzina quindicenne che sperava nella cotta e nell’amore travolgente con la bella amicapsicologa come nel più classico dei copioni. Mi viene riproposto e tuppete! In poco più di una settimana seconda e terza serie: finito.

Adesso mi verrebbe solo di fare una cosa: spaccare la tastiera al grido di banzai sulle ginocchia e mangiare il monitor sputazzando la base e il pulsante di accensione. Perché santocieloeramegliochenonlavedevo. Deludente.

Però una cosa interessante l’ho carpita. A Cal Lightman piacciono i fagioli. Un vero e proprio feticcio culinario e non vi è puntata, soprattutto nella terza serie, dove non si faccia cenno a questa passione. Un po’ come credere che i serial killer o la gente mentalmente disturbata abbia un problema con i legumi e li voglia disperatamente e spasmodicamente (come io con le fave? ebbene sì).

La vellutata ai fagioli l’ho rifatta. E non solo due.tre.quattro.cinque volte ma tantetantetantevolte. E sto un po’ trascurando le fave ma rimedierò fino a scoppiare.

L’avevo già fatta qui servendola con le polpettine di riso e carote (ricordi?). Questa volta invece l’ho rifatta solo per il Nippo e quindi abbondando di tartufo; che se piace potrà avere una comunione molto intrigante con il legume (un’attrazione fatale dove il fagiolo è Michael Douglas, fermo restando che un fagiolo secco è più sexy, e il tartufo una pazza meravigliosa Glenn Close che fa bollito il coniglio. Disgraziataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa).Un tripudio di tartufo e olio al tartufo in una ciotolina di legno. Tempo impiegato? Pochissimo. Resa finale? Pazzesca! Sono davvero molto affezionata a questa vellutata fagiolosa.

(adesso devo solo smetterla di immaginarmi un fagiolo in atteggiamenti inequivocabilmente imbarazzanti con un tartufo)

La Ricetta

Ricetta per la vellutata: Usa i fagioli che preferisci. In scatola già pronti o surgelati. Inutile dire che freschi sarebbe meglio ma una vita ci attende e quindi è comprensibile usare i primi due prodotti.

Sciogli del burro in una casseruola abbastanza capiente. Fai rosolare pochissimo aglio e coprilo con un po’ di brodo vegetale o di carne se preferisci. Coprilo per un minuto. Togli l’aglio. Aggiungi i fagioli e falli cuocere (se sono freschi) altrimenti non vi sarà bisogno di cuocerli aggiungendo del brodo ma solo di riscaldarli.

Nel bicchiere del frullatore metti i fagioli e il sale e incorpora la panna. Indicativamente per mezzo chilo di fagioli occorreranno 300 ml di panna liquida ma dipende sempre e solo dai gusti.

Quindi aggiungi la panna, il sale e poco pepe nero macinato sul momento. Frulla. Assaggia e aggiusta di sale. Condisci con olio al tartufo se ti piace altrimenti con del buonissimo olio extra vergine d’oliva.

Forse potrebbe interessarti leggere...

39 COMMENTS

  1. te l’ho gia detto che ti amo? e che fuggiremo in un posto isolato e pieno di negozi fescion? e che ci faremo le foto come la ferragni con cane dal muso schiacciato annesso?

    • Amo’ allora ‘n se semo capiti.
      Ho detto che vengo là e #metecarico!!!
      E basta co’ ste purzioni omo… a te te serve uno etero che #tesecarica e bbasta.

      • bhubhugahahahahahahahahahahahaha. ehm. #metecarico mi fa sempre lo stesso effetto. ehm.

        huhuhuhuhauhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha. si ma tu nun ce vieni commmmmè pe negozi cì. e dajjjje! (quanti soldi avranno dato a Zeman per dire daje? non lo dico meglio io? DAJJJJJE)

        • ce vengo ce vengo amo’. ‘n te preoccupa’.
          e come lo dici te daje nu’ lo dice nisuno.
          mo’ arivo. arivo e #metecarico. e poi ‘namo ‘ndo te pare. sciopping, stadio, mare, montagna. ‘ndo te pare amo’.

  2. Anche tu sei un po’ rock ma molto femminile? Ma tu hai anche quella punta dark con pelle diafana che FA IL BOTTO! Lie to Me no, niente, non mi ha presa manco per 10 minuti, ma nemmeno The Vampire Diaries, nonostante io sia emo. E tu e bionda prima o poi cederete al ciuffo, ve lo garantisco (la Bionda è già instradata, ecco) *

  3. Come si diceva qualche giorno fa per i ceci… io adoooroooo i legumi e la vellutata di fagioli borlotti e patate è un must nella mia cucina! Per quella che hai proposto tu direi che sono adattissimi i cannellini, che io – non amando affatto il tartufo – abbino ai funghi porcini a pezzetti, il tutto servito con fette di pane croccanti…e un filo di olio evo, magari toscano! Slurp!!!!

  4. L’unica cosa della serie Lie to me che salverei è senza ombra di dubbio LUI! Il Dottor Lightman, ovvero Tim Roth, che merita!!Anche io il tartufo non lo amo tanto, potrei provare comunque con dei porcini e finferli, no? Buoni lo stesso! 😛

  5. come dice Bianca io sono già instradata. mi sto facendo crescere il ciuffo e ascolto musica a tema (Dear Agony è stato un ottimo inizio).
    le borchie. aaaaaaah le borchie. però forse preferisco l’animalierrrrrr.
    ok. i fagioli e i tartufi che. ma insomma nooooooooo. =_=

  6. Gyuiuzza ..parliamo di cose serie : ma questo tovagliolo con la piega?? eheeee??? ehhhh? che fine ha fatto il mini ferro da stiro te ne spedisco uno???? ………………….parlo io che ho tutte le tovaglie con la piega..sempre!! ahahhah 😀 ok scherzavo!
    ma questi fagioli fanno bene per l’influenza?? se si..mangiane quintaliiiiiiiiiiiiiiiiii..e rimettiti presto prestissimoocccheeei????
    ti voglio bene :-*

  7. In piena estasi da legume e del tutto abbagliata dalle tovagliette, prima ho dimenticato di ringraziarti per il libro… Grazie davvero, appena arriverà ti farò sapere! :-*******

  8. Tu lo sai vero che dopo questo io ti adoro ancora di più?
    Lightman. Lightman io l’ho addocchiato da un po’. Secondo te io gli piacerei? Secondo te potrebbe funzionare il nostro matrimonio? Non lo so, ho mille dubbi. Io ci credo veramente, ma lui a volte mi sembra un po’ freddo, un po’ invaghito da altre, un po’ brusco e con poco cuore. E’ solo apparenza vero? Io lo conquisterò? Ce la farò? Aiutami, sostienimi (perchè me lo segni errore, scusa uordpress dove sbaglio? ah, dici che sbaglio tutto?) quando sarà il momento, ok? Io lo so che preparando questa ricetta lo conquisterò e ce la farò. Lo so. Lui però l’ho sempre visto un tipo da borlotti, o no? Tu come lo vedi? I borlotti sono scenografici e striati, rossi, non da tutti. Ecco, lui è un po’ così. Pensi che quando gli dirò “Io ti amo” lui mi guarderà le pupille, o ci arriverà da solo a capire che in quel momento non sarà il caso? O mi stringerà la mano? Sì, mi stringerà la mano sull’altare quando farò per mettergli l’anello, per sentire il calore del mio sangue e capire se ho intenzione di fuggire! No, non posso pensare queste cose! Andrà tutto bene! Ci sposeremo e saremo felici, perchè io non sono così irritante come l’avvocatessa! L’avvocatessa è acida! Io no!

    Ok, la smetto. Ma sappi che ci riuscirò.
    Se non si fosse capito: io lo seguo scrupolosamente (non è una minaccia per nessuno, lo giuro!).
    Fagioli tutta la vita! Poi amorevolmente scorreggeremo 😀

    Ma che mi è preso oggi? Non sono me stessa.
    Chiamate il reparto psichiatria immediatamente!

    Comunque non ci crederai, ma nel pomeriggio, non sapendo ancora dell’esistenza di questo tuo post (grazie, uordpress! sei sempre mooolto puntuale tu) ho preparato una vellutata di fagioli con carote e cipolle per stasera da mangiare con il grano saraceno dentro come carboidrato (ma non c’è bisogno che ti spieghi queste cose a te perchè le sai meglio di me). Stasera la mangio!
    Et donc (come dice sempre quella di francese. scusami sono in fase preparazione all’esame di maturità mode on, ma sono l’unica scema che se ne preoccupa già da febbraio) SIAMO UGUALIIII! Ahahaha! Non fatemi crescere! Io voglio ritornare alle elementare e dare ancora il mignolo per fare pace.

  9. Io comunque sono come lui. Fagioli tutta la vita onde per cui siamo perfetti l’uno per l’altro. Nessuno si azzardi a scrivere “gli OPPOSTI si attraggono” che lo lincio. Intesi?

  10. Ma la tv deve smetterci di farci prendere le cotte per quelli “strani e cattivi”. E’ colpa della tv! Prima Doctor House poi questo.

    Della serie “dall’amore, alla consapevolezza e al disprezzo”.

  11. Il tartufo no, non mi fa proprio impazzire, ma se condissi con un filo di olio extra vergine e una grattugiata di sale nero, ecco. si.
    Intanto grazie mille per il libro! Appena arriverà ti scriverò 🙂
    Anche se dovesse tardare la consegna non ti preoccupare, non scappo sicuramente 🙂
    bacissimi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Happy Vegan Christmas

Un libro che racconta un Natale total veg saporito, bello e profumato. Karoline sorprende con semplicità e con una disarmante bellezza.

Christmas Tea Time

La storia del marchio Dammann Frères ce la raccontano i diretti interessati nel sito ufficiale. Si tratta di un’infinita gamma di tè pregiati. Sir...

Mele, uvetta e cipolla

Amo questo contorno. L'ho scoperto un po' di anni fa e da allora è stato amore infinito. Facile, veloce, total veg e perfetto per quando hai voglia di qualcosa di buono e sano.

Chicago Pizza

La Chicago pizza, o deep dish pizza, ha un impasto dai bordi molto alti che viene riempito da mozzarella, salsiccia, parmigiano e salsa marinara.

Le polpette di melanzane

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

More recipes like this