Il polpo con gli agrumi

Must Try

Pesce marinato con agrumi

Con il pesce crudo non si scherza e sarà noioso, dirai, ripeterlo come faccio da dieci anni ma è davvero importante sottolinearlo e metterlo...

Tartare di spada, fragole e olive nere

Le tartare sono elegante e facilissime da preparare; quella che ti propongo oggi è bella cromaticamente sì ma anche molto buona. Fragole, spada, olive nere e un ottimo olio extra vergine d'oliva con scorza di limone grattugiata.

Conquista tutti con il pesce spada e la crema di mango

Preparo molto spesso questa salsetta e mi piace tenerla in frigo dentro quei cosini squeeze per averla a portata di mano. Si conserva benissimo...

Il Tonno con l’aceto balsamico e i Soba con lo zenzero

L'ennesima ricetta di ridicola preparazione? Eccola! Il tonno scottato con la salsa teriyaki è un must della cucina giapponese e ne ho parlato così...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Grazie alla strepitosa efficienza di Max e BestiaBionda stamattina ho trovato su Dropbox il file pronto e la proclamazione della vincitriceeeeeeeee del librotto di Martha Stewart.

Credo sia la prima volta santapizzetta che la mia Ellllllli con 22 L vinca una tombola! Qui il video (BestiaBionda ha messo i Queen. Ora io amo Mercury manunsespossonopiùsentì. La prossima volta Hisaishi che si confà meglio *disse con fare antipatico). Ho già acquistato su Amazon e spedito all’indirizzo (mai stata così veloce santocielo. Devo preoccuparmi).

Nel frattempo visto che ho accumulato tantatantaroba cliccando qui c’è già un’altra Tombolata per Anziani correlata sempre alla Libreria di Iaia che terminerà Mercoledì.

Solo io quando vedo il polpo rido? Sono legatissima affettivamente a questo animale prima di tutto perché il mio papetto pescava piovre giganti quando ero piccina (vabbè pesavo 70 chili a sette anni. Piccina è un termine dolcissimo ma non applicabile alla realtà. Un po’ come quando il Nippo adesso mi chiama scricciolo e ti vedi spuntare un armadio a otto stagioni) ma la verità è che quando mi ritrovo davanti una delle figure animali visivamente più interessanti, insieme all’axolotl e alla medusa, penso sempre alla versione manga con il broncio enorme intento a sbaciucchiare. Cosa sto dicendo? (fesserie).

Eddai il polpo quello con il broncio che vuole baciarti! C’era sempre. Anche in Lamù (e anche in altri che non ricordo. Acutil Fosforo ammè!). E’ buffo il polpo. Basta farsi un giro anche in rete e guardare Octopus kawaii giusto per dire. Occhioni sgranati con quell’aria sempre un po’ inebetita. Si ha questa immagine fumettosa del polpo non proprio forte e coraggiosa. Potrebbe esserlo certo ma se ne ha una completamente diversa nell’immaginario visivo. Sarà perché proprio la conformazione, nonostante possa essere spaventosa, permette un movimento particolare, avvolgente e quasi danzante (a tratti inquietante come la medusa. Oh sì. Sto in fissa con i polpi e le meduse. E dirò di più. Non che importi ma. Ma li disegno anche molto spesso).

Volevo cimentarmi nel Carpaccio di Polpo con la tecnica della bottiglia di plastica che avevo visto fare anniannianni fa al mito di Luisanna Messeri durante una puntata del Club delle Cuoche. Però poi mi sono detta che un video sarebbe stato meglio e allora. Ecco una semplicissima elaborazione del polpo con gli agrumi. Si possono scegliere quelli che si preferiscono, tranne i mandarini (sì al povero Nippo ho fatto provare pure il polpo con i mandarini) perché troppo dolci e non si adattano, ecco. Ne ero quasi sicura anche io ma perché non testare sul Nippo? (un giorno mi denunceranno, vero?). Il cedro è perfetto tanto quanto il lime e il limone. Qualche fettina opportunamente sbucciata e spellata bene e qualche altra anche con la buccia.

Un po’ di scorza grattugiata (biologica e/o non trattata e/o lavata bene vi pregofamalelascorzanonlavatabene!) e via. Olio extra vergine di oliva, pepe nero e sale macinato sul momento. Anche una spruzzatina di agrume che non fa mai male. E poi via. Piatto rosa che ben si abbina al colore del. Ah no. Questo non è importante (è vitale).Mamma, come tutte le donne del Sud cuoce il polpo così: l’acqua bolle? sì. Butta il polpo. Si gira per prendere la forchetta nel cassetto e lo tira fuori. Urla “pronto in tavola!”. Ora capisco che il Siculo nel suo dna ha la necessità fisica (mamma è calabrese ma vi prego saltiamo questo passaggio altrimenti salta tutto questo meraviglioso ragionamento. E poi è nata in Calabria ma a tre anni è venuta in Sicilia quindi seriamente: non è calabrese. Lo si evince solo dall’abuso di peperoncino ma passiamo avanti) di ribadire al mondo quanto sia fresco il pesce della propria amata terra ma.

Ma perché sporcare la padella allora? Buttalo sul piatto vivo dopo averlo sbattuto su uno scoglio come nel remake della pubblicità di Dolce e Gabbana e falla finita, no? Perché mai sporcare la pentola e consumare acqua e gas? In realtà il polpo va cotto e anche un po’. Certo, santotentacolo, non deve essere una pappetta a mo’ di vellutata perché in alcuni ristoranti è talmente morbido che pare un muffin ma.

Una via di mezzo? Non perché in media stat tentacolumvirtus ma. Perché è necessario certamente ridare onore alla croccantezza del Polpo perito per il nostro piacere, ma anche non ridurlo in polpetta. Mamma poi, da brava psicolabile, ha paura di inghiottire i tentacoli. Nessuno dica niente. Continuate a fissare il monitor basiti (dovevo pur prendere da qualcuno no?) e allora toglie TUTTI e dico tutti i tentacoli. Nel senso.

Toglie tutte quelle parti pallinose (termine tecnico) che possiedono i tentacoli. Fa una vera e propria “depilazione tentacolosa” insomma. Roba che manda al manicomio chi si vede servire il polpo dall’adorabile e amata Nanduzza. E allora mi sono detta: un giorno di questi faccio un video con mamma che prepara il polpo. Che fa? La convinciamo tutti insieme?

Perché potrebbe essere un momento epico di alta cucina. Altissima.

Forse potrebbe interessarti leggere...

32 COMMENTS

  1. ti sto attribuendo troppa efficienza. mi licenzio 😀
    e vada per hisaishi. mi sembrava troppo romantico per le tombole. pf. tanto se mettevo hisaishi me dicevi de mette i Queen. lo so. lo so che è così. lo sooooooooooo.
    elll il libro non lo merita. lo ritirerò io il pacco e lo farò sparire. è una triste realtà ma sarà così che andrà.

  2. Queste foto sono bellissime, nonostante i tentacoli… eh sì, perchè anch’io ho paura delle ventosine dei tentacoli… NANDA IO LA AMO SEMPRE DI PIU’, prima o poi vengo a mangiare il polpo da lei!!!!! Stellina, posso abbracciarti ora?! Ti ho pensata tanto questo weekend… bacetti!

    PS: Ellliiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Congratulazioni e benvenuta nel club! 😉

  3. Come cantava Tiara ne “La Principessa e il ranocchio” <3 : io ce la faròòòòòòòòòòòòòòòòòòòò..prima o poi vincerò una tombola per anziandi, perdindirindina e santipolipetto!!!

  4. Adoro il polpo e amo alla follia mangiucchiarmi i tentacoli… grazie per la stupenda riccettuzza, bella fresca come piace a me…io che tutti i prodotti ittici li amo crudi o appena scottati (per il polipetto faremo un’eccezione….)!
    Un bacio!
    Tatiana

  5. Messaggio per Nanda che spero che mi legga ancora.
    Ti prego. TI PREGO. Per una volta, SOLO PER UNA VOLTA, quella sciagurata che ti è toccata in sorte per figlia ha ragione. HA RAGIONE!!! Fai il video con il polpo. TI PREGO.
    Grazie. Ti cuoro (che sarebbe ti <3)

  6. ellllllllllllllllllisa è una culllllllllllllllllona senza nessun ritegno, le dovrebbe venir proibita la partecipazione alle tombole.
    (non è vero, sono felice che abbia vinto lei ma non posso dimostrare troppo amore che sennò mi si rovina l’immagine)
    le meduse sono gli animali più belli al mondo, certe si potrebbe usarle come centrini o tovagliette per come sono belle.

    Nanda per favore, vogliamo il video!

  7. epperò a me il video nun me parte.
    resta il fatto che se tu dici polpetta polpo nello stesso post a me vengono in mente i takoyaki e quindi soffro.
    (se Nanda fa un video di cucina sparo i botti dal balcone. i video di cucina mi drogano *-*)

  8. Nanda – video – polpo.
    Dille che ripeterò in loop questo fino a quando non lo farà per davvero. e se ilmio capo mi chiederà dei rendiconti io risponderò solo: Nanda – video – polpo.
    diglielo.
    ti amo.
    ciao.

    ps pozzzzo mandare (seriamente) un bacino a papà?

  9. A me il polpa fa seriamente paura. E’ di quelle cose che so che sono sicuramente buone e hanno un loro perchè ma che non ordinerei mai da nessuna parte.

  10. Messaggio per Nanda : Attendiamo con impazienza il video “Come ti cucino un polpo in cinque minuti”. Ripeto, attendiamo con impazienza. Il video. Pregasi postare con cortese sollecitudine. Grazie 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Le polpette di melanzane di mamma

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le Ricette di Mamma – Siciliane a base di pesce

Ti racconto alcune delle ricette siciliane che mia mamma prepara da sempre. Delle preparazioni che non sono solo piatti ma scrigni di ricordi, giorni e vita. Un tour tra cuore e tavola.

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

More recipes like this