Home / Articoli  / Insalata di Gamberoni con avocado e Hollo!

Insalata di Gamberoni con avocado e Hollo!


Il momento autocelebrativo mancava vero? No. Però ecco.

Su Bz CasaMag si parla di Hollo e citano me come esempio ( e fu così che l’azienda di Hollo fallì santocielo) e la cosa incredibile è che non scrivono ” Tanto successo per il geniale Hollo prima dell’arrivo di quella scemunita di Iaia Guardo ” ma…

Ma come nasce un outfit per Hollo? Tra tutti, abbiamo scelto di presentarvene uno e di raccontarvene la storia: Continuum.
Continuum è la proposta di una blogger che ha conquistato il web e che ogni giorno continua a stupire chi si affaccia nel suo mondo per la prima volta: GiKitchen.
Non un food blog, ma fumetti ed etti di fumo”. Un definizione perfetta che predispone subito ad entrare con il giusto spirito nel mondo di Giulia Grazia Guardo, per chi la segue solo Iaia… con la fissa per il numero 12, un alterego con cui illustra i suoi pensieri (Maghetta streghetta), un blog e un’app in cui perdersi tra ricette, nani da giardino, foto e disegni. Ma soprattutto tra pensieri e vicende di una vita complicata, eppure ricoperta da una spolverata di zucchero magico che la nasconde tra le righe di una leggerezza unica nel suo genere.

Un’originalità e una sensibilità che non sono passate inosservate a tanti marchi e aziende, che non hanno saputo resistere all’idea di ricevere un’interpretazione dei propri prodotti così visionaria, insolita e particolare: da Mulino Bianco per i Pan di Stelle alle Pastiglie Leone. E anche Mondadori ha voluto dare vita al progetto di un libro di ricette illustrato, che verrà pubblicato entro aprile: le Fumetto ricette con il calendario matto. E naturalmente Homecode, che l’ha invitata a diventare una dei designer di Hollo.
Per cogliere l’essenza del suo spirito, basta leggere la descrizione con cui ha accompagnato la sua serigrafia:

L’intenzione era quella di riassumere i quattro elementi aria, terra, acqua e fuoco. Un’immagine infantile che riuscisse a comprendere le essenze della vita e il frullato del sogno. La terra legata all’aria che fa muovere le foglie dove dondolarsi e l’acqua che coltiva fiori capaci di arrivare fin su nel fuoco delle stelle che accendono il cielo e l’iperuranio delle idee.
Un frullato di sotto e sopra che non conosce discontinuità. La disperata ricerca di un equilibrio.

Clicca qui per leggere l’intero articolo >>>>

Ho già ringraziato attraverso i Social Network la gentilissima redazione di BzCasaMag che mi ha davvero lasciato senza parole per la cura, la delicatezza e la ricerca.

Grazie infinite. Non merito tanto ma grazie davvero infinite.

( ahem Ieri è saltato questo Post programmato per via della VideoRicetta sulla Torta Mimosa, ergo per rimettersi in pari con il Secondo Piatto  di questa settimana, ecco qui la deliziosa insalatina)

*****

Ah. Ed è  Giovedì  quindi tocca al secondo giusto? Mi piace. Confesso che questa organizzazione attua a sfornare un intero menù a fine settimana basandomi sul Calendario di Maghetta mi piace proprio ( sono arrivata al punto di autocomplimentarmi. E’ la fine, giusto? )

E quindi dopo aver racimolato per questa Pasqua imminente un bell’antipastino ( quasi finger food se non fosse che agguantare un uovo con le mani è fine quasi quanto mangiare pezzi di formaggio e passarsi la mano tra i capelli) composto da Uovo-Maionese-Tonno e Avocado ( la ricetta? Clicca qui!) è ora di abbinare un secondo facilissimo ma d’effetto.

Sarà per la bresaola croccante  o sarà semplicemente perché l’avocado con lo scampo fa sempre la sua figura, o sarà semplicemente perché servito con i piatti floreali che ricordano Pasqua e Primavera si confonde il nemico. Sarà (quelchesaràààààààà – Il Muratore mi contagia e canto pure io) ma questa roba qui come una sorta di mari-monti tanto detestata dal Nippo è piaciuta ( io ci avrei infilato dentro anche la mela verde marinata nel lime che ben si sposa all’avocado e scampo ma non l’ho trovata).

Lessa i gamberoni o se non hai paura e vuoi impuzzare casa falli arrostiti perché no su di una padella o piastra antiaderente. Ti piace il gusto più saporito e non sei un antipatico calcolatore di colesterolo e calorie? E allora buttaci sopra anche dell’olio. Aggiusta di sale alla fine.

Taglia l’avocado non troppo maturo e lascialo marinare in abbondante succo di limone ma anche lime e puoi adoperare anche la scorza a patto che sia lavata e non trattata. Se dovesse essere trattata lavala per bene. Che fa male, santo cielo.

Friggi la bresaola in poco olio su una padella verrà croccante come una chips e si arriccerà diventando visivamente carina e fida compagna di presentazioni in quanto elemento croccante e salato. Ben si sposa alla morbidezza di una vellutata come vedrai a fondo di questo delirante post ma anche a morbidosità pesciose come nel caso degli scampi.

Qualora te lo stessi chiedendo no. Io e la grammatica e l’etimologia italiana siamo due cose distinte e separate

Poi  prima di servire puoi condire con olio extra vergine d’oliva a crudo, eventuale spruzzatina di lime-limone o addirittura fare mistura in un mnixer di olio-avocado-succo di lime come ad ottenere quasi “una maionese” leggera. Rosmarino fresco o erbette aromatiche che si hanno in casa o preferiscono ( che pure la menta non ci sta neanche tanto male ) e via. In tavola un piatto leggero ma gustoso e nutriente che può essere accompagnato ad un semplice riso basmati per fare un’unica pietanza con tutti i fondamentali nutrienti.

“Ci sono altri posti dove posso trovare la Bresaola Fritta, cretina di una Iaia canterina?”

Certo che sì. Ti lascio un po’ di link.

Vellutata di Carote Viola con bresaola fritta croccante ( clicca qui per la ricetta) 

Zuppa di Patate con Bresaola Fritta Croccante e salvia ( clicca qui per la ricetta) 

Vellutata di Peperoni con ( colpo di scena) Bresaola Fritta Croccante ( clicca qui per la ricetta) 

Vuoi sapere di più sul mio Progetto Hollo?

Tra l’altro giusto adesso che se ne è riparlato mi è venuto in mente il Giveaway che riguardava Hollo. E’ successo quello che è successo. Il libro di mezzo. Papà. Il lavoro. L’esaurimento. E mi sono un attimo fermata fissando cerchi concentrici immaginari comparsi davanti al mio campo visivo chiedendomi:

ma poi lo abbiamo fatto il giveaway per Hollo? e se sì c’è stato un vincitore? e se sì perché non mi ha ancora picchiato rivendicando il premio?

Chiedo umilmente perdono in ginocchio sulla bresaola croccante e invito qualche Santo a ricapitolarmi tutta la situazione perché io davvero da sola non ce la posso fare.

E grazie sempre per la pazienza e comprensione. Sono molto fortunata ad avere voi.

Attendo nuove su Hollo in modo che possa organizzarmi e fare pervenire al più presto il mobile al vincitore ( nel caso in cui non ci fosse stato il Giveaway-estrazione-vincitore chiaramente organizzerò tutto in tempi brevissimi)

( suppongo di dover chiamare uno NON BRAVO ma SUPER bravissimo. Perché la situazione non è grave. DIPPPIU’)

E salta il Dolcetto del Venerdì?

Eh no. Tra stasera e domani comparirà anche il Dolcetto per completare il Menù Settimale

(santocielomesoscordatailgiveawaydihollo. E la gente parla pure bene di me. Ma che in mondo viviamo?)

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
25 COMMENTS

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi