Home / 2013 / aprile

E' difficile lasciarmi senza parole. Le trovo sempre; anche se  sono indubbiamente deliranti, confuse e assurde. Vedere il mio nome scritto in prima pagina su Repubblica Torino e poi l'articolo con tanto di faccione psicotico disegnato da Maghetta è stato. E' stato. Non lo so .

READ MORE

Mica ho dimenticato la Rubrica de La libreria di Iaia. Solo che. Vabbè.

Uhhhcheccarinoquestocosinopiccino. Questo si dice trovandosi davanti questo librotto piccolo ciocciotto della De Agostini a circa dieci euro (ma anche meno su Amazon). Il formato è piccolo, pesantuccio ma non troppo e con colori tenui e kawaii pastello che ti fanno diventare ebete e pucci pucci. Le foto sono tagliate in modo da adattarsi al formato e nonostante io detesti questo taglio faccio fatica e non voler ugualmente bene all’impaginazione. Non troppo ricercata, senza tanti frizzi e lazzi ma utile, confortevole e soprattutto comune. Come la carta, lo stile e l’impaginazione.