Home / Pesce  / Un ottimo Pesce al Cartoccio senza Cartoccio

Un ottimo Pesce al Cartoccio senza Cartoccio

(sììììììììììììììììììì è la mano bellissima del mio papàààààààààààààààààààààààà)

(che modello incredibilmente affascinante ho scelto per questi scatti eh?)

 

Sono una fan sfegatata del Silicone e non me ne vergogno. Sono teglie resistenti e perfette per essere adoperate con qualsivoglia strumento. In forno, nel microonde o nel freezer. Sono impilabili e non necessitano di spazio e in più si possono arrotolare, incastrare, infilare a forza nel cassetto che scoppia e pure portare in borsetta giusto per dire una cosa in più che non c’entra niente ma che è davvero applicabile alla realtà. Perché insomma io ci infilerei pure i trucchi dentro la tortiera di 22 cm di silicone come fosse una pochette; solo per dimostrarne la versatilità e la comodità.

(ho deciso lo faccio!)


Quando ho visto (è della Silikomart, sì) questa teglia di silicone a forma di pesciotto la prima cosa che mi ha colpito indubbiamente è stata l’estetica. Perché le squame sembravano sulla foto del sito molto curate. E devo dire che l’azienda da un punto di vista estetico ha sempre puntato molto in alto ottenendo risultati concreti. Non che ce ne sia bisogno ma capisco che non tutti seguano i miei sgangherati deliri grammaticali ma nel caso si fosse novizi di queste deliranze è giusto e opportuno ricordare che non sono in collaborazione con nessuno. Che non ho ricevuto prodotti dall’azienda. Che non sono una food Blogger. E che vi trovate semplicemente in una cucina psicolabile di una che non sa cucinare ma si ostina a farlo e blatera parlando degli affaracci suoi che non importano a nessuno *fine premessa*.

Il prezzo non è sicuramente economico ma la qualità è talmente alta che automaticamente questo si dimezza di per sé. Dopo essere stata colpita dall’estetica, di cui subisco il fascino a prescindere sempre in diversi contesti, mi è piaciuta molto l’idea di poter raccogliere i sapori del cartoccio che è indubbio con il metodo classico vanno perduti tra le trame di alluminio e la teglia.

Perché non dico niente di particolarmente eclatante se sostengo che il “buono” della preparazione rimane quello attaccato nella pentola e in questo specifico caso la teglia. Così mi sono dilettata nella preparazione di un’orata che si intravede perché coperta da fette di limone, asparagi, datterini e pachino tagliati, un po’ di cipolletta fresca, qualche aroma che si preferisce (il timo in pole position), filo di olio extra vergine e sale grosso macinato sul momento. Ho fatto quest’orata di mare (lungi da me servire al mio papino un’orata di allevamento santocielo!) e il risultato è stato ottimo. Con il sughetto formatosi e gli umori e amori lasciati dal pesciotto, il Nippo si è dilettato in una spaghettata insaporendo semplicemente con quello che il silicone ha sapientemente custodito tra base e coperchio. Il primo piatto l’ha preparato il Nippo per ovvie ragioni che dopo i pizzoccheri e le pennette di qualche  settimana fa non sto neanche a spiegare.

Risultato della teglia di silicone per fare il cartoccio senza cartoccio? Ottima. Si risparmia anche (e molto) nell’utilizzo del cartoccio. Si raccolgono meraviglie per preparazioni di primi e intingoli gustosi ed è chiaro che nonostante tutto non per forza si debba cuocere del pesce all’interno. La forma è quella classica che si trova nelle batterie tradizionali ma non pesa quindici tonnellate e occupa uno spazio talmente ridicolo che ti viene quasi voglia di prenderne due giusto perché è tutto così bello che non ci si può credere.

God save the Silicon! (?)

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
19 COMMENTS
  • Mariangela 30/04/2013

    Buongiorno!!!

  • pani 30/04/2013

    questa teglia siliconata è molto pacioccosa, invitante. Sì, sarebbe perfetta anche come soprammobile, per metterci dentro le chiavi, le pile usate, le pennette USB,..

  • Mariangela 30/04/2013

    Prima?!?!??!

    • Mariangela 30/04/2013

      Non ci credo è la prima volta in due anni!!
      Bellissima la teglia comunque, per non parlare del polso del tuo papà, molto sexi, si può dire che è sexi?!? Vabbe ormai l’ho detto!
      Un bacio grande e complimenti (un po’ in ritardo) per l’articolo sul giornale!!

  • bestiabionda 30/04/2013

    io continuo a dire che i tuoi primi piatti so buoni. bah.
    🙂
    <3

    • Mariangela 30/04/2013

      Be si, a vederlo, sembra davvero buono!!

  • el 30/04/2013

    silicone forevaaaaa <3

    • bestiabionda 30/04/2013

      si per farci QUELLA tortacioccolatosacheesecakapandistelle poi…nun ne parliamo eh……………………. XD L’INCOMPETENZAH

      • el 30/04/2013

        ahah ma io e te faremmo danni anche supervisionate da gordon o jamie <3 non possiamo farcela ( giusto le olive, e non lo so stasera, nonlosssso )

  • Giusy 30/04/2013

    si, indubbiamente è una bella mano! Devo rassegnarmi a trovare queste teglie online. Per negozi non ne trovo mai di così carine!

  • I tuoi piatti sono bellissimi e buonissimi . Mi piace proprio questo articolo .

  • tittisissa 30/04/2013

    Vabbè, me la compro! Non ci credevo quando ho letto che è di silicone! Sembra fatta di alluminio o chessò di ghisa! La voglio assolutamente!
    L’hai presa on line?? È stupenderrima. E adoro il pesce cucinato in quel modo… Lo faccio anche io con i datterini e il limone ^__^
    Ah, dimenticavo la cosa più importante : Il modello che si è prestato (cioè papà Turi) è gnocchissimo, cioè…la gnocchitudine si intravede dalla manooooooo!!! 🙂

  • cookinlove83 30/04/2013

    Bella la teglia in silicone, bello il pesciotto, bella la mano di Turi! Ti adoro!

  • ADELE 30/04/2013

    tuuutto uonderfuuullll!

  • Arianna 30/04/2013

    Bellissima la teglia che tutto pensavo tranne fosse di silicone! Il pesce poi è favoloso e il tempo così brutto fa voglia di accendere il forno!

  • Silvia Pinturikkia 30/04/2013

    Anche a me piacciono molto le teglie in silicone e ti quoto abbondantemente sulla qualità che deve avere!!Mi sono innamorata di tutte le forme più strane ne ho prese alcune da lidl e a malapena mi hanno rilasciato mezza torta…morale chi più spende, meno spende!!detto questo torno nella mia tana di apatia autunnale, anche se dovrebbe essere primavera.bacixxxxxxx

  • valebrì 30/04/2013

    la voglio dannazzione.
    e ti amo
    tanto.
    ciao.

  • Il pesciotto ha una faccia simpatica e NON è semplice fare una faccia simpatica ad una teglia a forma di pesce, perché è un po’ come i peluche a forma di cane che hanno sempre dei faccioni inquietanti che levete!

  • Marinella 30/04/2013

    Insomma, mi hai fatto venire voglia di comprarla anche se il pesce-coperchio secondo me ha un po’ la faccia da ‘pirla’ 🙂 Trovo comodissimo il silicone per tutti i motivi da te citati, infatti ho diversi stampi del genere (ma senza tappo-pesce). Comoda anche l’opzione porta trucchi, a cui non avevo pensato. Ma non trovo pratico il silicone per lo ”spiattamento” e per la ‘presa’: La crostata mi ondeggia pericolosamente quando la estraggo del forno e mi ustiono tutte le volte. Il silicone a me sembra più bollente del metallo, possibile? Bè, mi sa di no.
    Sui tuoi primi devo documentarmi meglio, ma l’orata sembra ottima!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi