Cartoline (surreali ) da Torino

Ho già fatto un giro di ricognizione gelatoso e capito che il Mango e Zenzero da Ottimo è buono a  livelli preoccupanti (senza parlare di arancia basilico che mi manda ai pazzi. Poveri pazzi). Con quello prenderò tre chili* disse ticchettando sulla calcolatrice di Hello Kitty.

Ho scoperto poi che nel sorbetto extranoir di Grom ci sono tracce di uova e l’affare mi ha fatto alterare giusto un po’ perché per un sorbetto è praticamente implicito che non ci siano  latte e uova ( risparmierò altri tre chili che avrei preso con le coppette maxi Grom da cinque euro. Ma devo fare due calcoli perché la nuova Jumbo da 350 grammi di Ottimo è allettante a dir poco. Quindi tre chili risparmiati ma sei acquistati. Per sette. Per otto. C’è un commercialista in sala? ).

( l’implicito non esiste *disse annuendo e segnando sul taccuino delle regole di vita)

( quale era la principale e la subordinata? C’è un libro di grammatica in sala, oltre il commercialista?)

Mi arrabbierò, però,  con calma per la tracce di uova perché non ho tempo. Devo strafogarmi di granita al cocco da Torre e capire perché in  Sicilia non esiste ancora questo gusto nel catalogo granitoso ( e il melone? ne vogliamo parlare di quanto è pazzescamente buono?  A Torino i Siciliani fanno la granita di tuttoquellocheglicapitaatiro. CI VOGLIAMO EVOLVERE O NO Siculi non emigrati? Vi amo ! Diamo onore alla nostra tradizione santocielo. Finiamola con limone-pistacchio-mandorla-cioccolato. Il fico, la maracuja e il mango sono la nuova frontiera granitosa!   ). 

 

In quarantotto ore ho capito pure che nella surrealtà (sipuòdire)  di questa settimana a dir poco frenetica dovrò essere pronta a tutto. E l’ho compreso ( leggi: avuto ennesima conferma) esattamente quando:

1. contro il mio volere sono stata truccata ( mi è stato detto che la mia palpebra mobile è affascinante. Ne prendo atto e fingo di aver acquisito sicurezza. In realtà pensavo che con  blush e il copriocchiaie la mia vita potrebbe seriamente cambiare )

2. sono stata rinchiusa  in un bar per sbaglio e mi è stato chiesto dal proprietario ” ha chiuso lei? “

3. sono stata travolta nella galleria dove c’ è il cinema Lux  da una coppia che ballava il tango argentino.

4. quando ho visto la prima volta l’impaginato del mio libro in un pub simil irlandese che trasmetteva la partita del toro mentre un ragazzo immobile muoveva solo le falangette per mangiare patatine fritte.

5. ho incontrato una fescionbloggà davanti ad una chiesa con mini shorts, felpa trendy e capello biondo voluminoso.

6. ho risposto alla barista ” non so il numero della camera , mi scusi ” (sottotitolo fondamentale: ma non ero in albergo).

7. Sul mio frecciarossa c’era Rosita Celentano con i cani; gli stessi che avevo visto su novella 2000 passeggiare dentro carrozzina per bambini nel centro di Milano. E poco distante c’era Cesareo di Elio e le storie tese che dormiva facendo bollicine dal naso. E non avevo neanche bevuto qualcosa di alcolico tra l’altro.

8. Ho spiegato al tassista romano  ( cesostata tre minuti eh. Termini-Tiburtina. E poi Tiburtina-Termini perché evviva trenitalia tuttobloccatocoincidenzesaltate) che dentro la valigia “non avevo dureghezzinimorti” ( oh i Romani sono sempre er mejjjjoooocèpocodafà).

9.  10. 11. 12. E mi è saltata la connessione wi fi centovoltemegliochiudo.

Al grido di celapossiamofarcela ( a finire al manicomio tutti insieme) aggiorno a frappé tutto il calendario eventi ( a me dire calendario eventi fa ridere. E’ grave? C’è uno psichiatra in sala oltre che un commercialista e un libro di grammatica? ).

Mi raccontate qualcosa di voi così mi calmo e distraggo? *disse con sguardo da lemure impaurito.

( leggo tutti i commenti. facebook. twitter. instagram. gugolplas. social a caso. mail. sms. segnali di fumo. lettere cartapennascritteamano. Sono però sempre in movimento e ho giusto qualche difficoltà. Ma. Sapete già).

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

20 COMMENTS

  1. non lo so se sono pronta.
    (seh. ma figurati, sono nata pronta e sto arrivando u.u e allora sì, che il mondo avrà paura. (torinese parlo con te, si. e ho fatto anche una parentesi nella parentesi) )

  2. come si sono permessi di truccarti?
    ioooooooooooooooooo sono la tua truccatrice personale iooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
    la versione estetista di tabata mani di forbice.
    più isterica.
    decisamente di più.

  3. Celapossiamofarcela! È fuori questione, sallo 😉
    E comunque l’idea di dire al bar/ristorante/cinema/saladatè “Non ho il numero della camera, mi scusi” te la copio. Secondo me se pò fà Ahahahahah 😆
    Dunque leggi tutto? No, perchè io e Lemm ti stiamo per scrivere piccola mail e anche a Charlie, per dire. Fa nulla se non rispondi, ma spero che tu ce la faccia a leggerla. Bacioni. Tanti. ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

  4. … ne vogliamo parlare di quanto sei TROPPO forte, Iaia ??!!?? Leggendo mi sembrava proprio di essere con te !! E siccome adoro le granite siciliane/milanesi/siciliane spero tanto che anche qui si evolvano, dato che, più che limone, caffè, al max, in quelle più evolute, mandorla, non si trova … sigh sigh … Un abbraccione !!! E grazie sempre per i sorrisi che mi regali !!

  5. i punti 1-3-8
    rido come una matta

    qualcosa di noi: il bambino parla nel sonno! e per uno che non sa parlare e che non dorme, devi ammettere che è abbastanza singolare.

    non sai quanto vorrei raggiungerti ma ‘n se po’ fa’ :'(

    ti penso fortissimamente e facciamo il tifo per te

  6. io l’extranoir l’ho appena mangiato…ma giuro sul volpino (che non ho)che è l’unico modo in cui mangio uovo..e solo perchè è Grom. Per il resto, ti dico a voce….non vedo l’oraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa <3

  7. ce la puoi farcelaaaaaaa! certo che ce la puoi.
    perchè tu sei la numero uno, e la storia che spaccheraiilculettoaipasseri è stramaledettamente vera.
    e pure se io non sarò li con il cuore vi seguirò.
    perchè sei forte.
    (e la storia dei duregazzinimorti mi ha fatto accappottare dalle sedia)
    ah. dimenticavo. Miss lemon è incinta. e i primi di giugno sfornerà 2/3 misslemonini e io non vedo l’ora e gion mi ha proibito di tenerli tutti. Credo che lo ucciderò lanciandogli la kitchen aid. Quindi avrai campo libero. e potremmo vivere insieme.
    e, te e le nostre vestaglie fescion.
    ti amo.
    ciao

    ps. spaccatuttoooooooooo

  8. Ma cucciolafamosaadorata!!! . Preparati alla celebrità!!! Trucco vesti atteggiati a star!!! Ecchescherziamo? Attendono tutti buone nuove sul libro!!” Ed a costo di pagare la badante….non mi fare mancare la tua presentazione… qui a casa!!!….lo vo incondizionatamente!!!

  9. hai 3 gg per nn pensarci, al 4° pensa che il gg dopo hai finito, dal 5° in poi vedi da far uscire questo libro per piacere, ah!
    questa mattina mi è crollata una mensola dal pensile…. l’armentario per i dolci per terra e per fortuna che nn mi son cascati i coloranti addosso sennò al salone avrei fatto ridere più io levandoti la scena 😛
    ciao bella e divertiti giovedì che è il tuo momento… è un ordine, ovviamente!

  10. Ti invidio che hai visto Cesareo 😀 Sono una fan sfegatata da 17 anni degli Elio e le Storie Tese 😀

    Per il resto: MADONNA MA GIOVEDI CI ABBRACCIAMO E ANCHE DOMENICA E..E…E… sono tipo in paranoia facendo lavatrici, facendo mentalmente la valigia e pensando a quale rossetto mettermi quando ci vediamo (ma andrò di base un rosso labbra e rosso unghie così mi amerai di più e scapperemo :* )

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY