Home / Illustrazioni  / Fermatempo da Instagram (Riassunto delle Puntate Precedenti in formato Bignami)

Fermatempo da Instagram (Riassunto delle Puntate Precedenti in formato Bignami)

E’ difficilotto (ma anche difficilnove-difficildodici) sistemare la mole (antonelliana) di foto di queste due settimane; contando il fatto che io ne abbia fatte davvero pochissime perché troppo presa a dare capocciate ai pali e finire al pronto soccorso, va detto che celapossiamofarcela. Se dovevo impiegare nove anni per sistemarle, catalogarle, uplodarle, selezionarle, bruciarle adesso posso comodamente metterci SOLO sette anni (e mezzo).

Mentre, quindi, trascorro il tempo allegramente a fissare il mio doppio mento e le doppie punte (e le rughe di espressione. E lo sguardo strabico che faccio quando rido e tuttaunaseriedicose che vorrei elencare con calma), direi di sistemare alla meno peggio quelle apparse su Instagram, Twitter e Facebook senza un ordine preciso. Giusto perché mi piace catalogare i miei ricordi qui. Questo blog del resto è una scatola che vorrei riaprire durante la mia vecchiaia (che non tarda affatto ad arrivare). Vorrei morire così. Con il blog aperto. I vostri messaggi. I miei ricordi. La mia vita. I miei pasticci che sanno di conquiste e sconfitte.

Comincerei da un cuore rosso nero e un disegno dell’ombromino dentro una tazza di Ginseng. Con la conoscenza di Kuroko, anima complessa e struggente di cui mi sono perdutamente innamorata. Mi ha regalato questo cuore pochi minuti prima di andare via. Nell’esatto momento in cui ho capito che dal mio cuore non sarebbe mai successo.

Non saresti più andata via, Ombrella.

Orecchini sobri (leggerissimi per altro) nanosi scovati in uno dei tanti negozietti che pullulano a Torino tra vintage, innovazione e design. Devo assolutamente compilare un post apposito con nomi, indirizzi e dritte (ho sempre detestato il termine dritte e per qualche inspiegabile motivo raffiora sempre per primo rispetto ad altri innumerevoli sinonimi). Orecchini a forma di sushi? presi pure. La sobrietà prima di tutto. Il fatto che acquisti sciocchezze e poi mi vergogni ad adoperarle mi dovrebbe far riflettere. Per farlo però avrei bisogno di un cervello. Che non riesco a trovare neanche in svendita.

Poi è capitato che mi sono sentita ferita e ho cercato una gomma gigante per cancellare il dolore. E l’ho trovata. E non è servita nemmeno tutta.

Il Nippo mi ha regalato la mia prima penna “vera” con tanto di iniziali prima di partire.

Avrò modo di parlarne dettagliatamente ma. Lui è Carlo, famoso Fashion Bugger, cadeau dello speciale Team di San Carlo dal 1973 che mi ha coccolato e straviziato come non meritavo. Urge post apposito con tanto di ricordi impressi tra simpatici animaletti, sciarpe avvolgenti e incontri indimenticabili.

La sirena disegnata da Ombrella (nessuno può chiamarla così se non io, inciso). E l’ho vista sfogliando le sue visioni nella hall del mio albergo con in sottofondo Pupo. O era Ivana Spagna?

Che fossi finita sulla Repubblica mi sembrava già uno scherzo settimane fa. Vedere il giornale tra le mani e sfogliarlo proprio nella città magica beh. Mi hanno dovuto prendere a ceffoni (il Nippo non aspettava altro, suppongo).

Domenica 12 Maggio. Poteva essere un altro numero? E’ stato questo il giorno in cui ho visto per la prima volta l’impaginato (provvisorio) del mio Libro. Dopo aver abbracciato la mia sirena tra semafori rossi e clacson felici davanti a Marchetti che sfornava gelati meravigliosi, ci siamo seduti al Murphy’s. Pub irlandese con tanto di tv al plasma che trasmetteva la partita del Toro. E tra lacrime, commozione, speranze e.

Ho sfogliato quello che. Mai avrei creduto. E sempre sognato.

Proprio a destra ci sono due demoni di cui parlerò. Perché pare che il “brutto” debba ancora arrivare.

A Torino ho costruito la mia casa con matite, sogni e fiori che non hanno bisogno di acqua.

Poi ho alzato gli occhi e ho visto Parma. La Barilla. E un altro sogno che verrà.

Perché ormai vivo lì. Lassù.

Lo scotch dove appiccicare cuoricini tra le onde del mare. Un bel posto. Mi piace.

Cucchiaini schifosamente dolci e leziosi dal sapore macaronesco e lavagnette della Maison du Monde che santocielo ha lo shopping online; ergo è la fine del plafond.

Questa è una delle immagini contenute nel libro a cui tengo di più. E la foto risale a quando la stavo disegnando. Pensando. Sognando.

La prima scatoletta. La. Prima. Scatoletta *disse commossa.

(organizzerò al più presto le spedizioni per chi c’era con il cuore. Perché io vi ho visto tutti. Datemi solo pocopocopoco tempo per disfare le valigie, sistemare qualche lavoretto, rimanere abissata tra i ritardi e gli accumuli e andare dall’endocrinologo e dal dentista che mi vogliono legare alla poltrona per non farmi più andare via. Pure lo psichiatra ma da quello sono fuggita cambiando identità)

Non avevo potuto portare con me un nano e allora sono andata da Tiger e l’ho preso. Vestito di rosa. Con un fungo bianco e rosso. E le scarpette nere. E l’ho fatto girare un po’. Quando nessuno lo sapeva. Nei corridoi dell’albergo. Nella Torino Magica.

Nei sotterranei.

Domenica 19 Maggio e la giornata indimenticabile all’Hafa con Baldo, il mio Toto nel cammino verso Oz.

E poi a Torino non poteva che venirmi in aiuto lui. Howl. E il suo Castello Errante (seguirà reportage fotografico. Pure dell’installatore francese che ha rapito il cuore di dolci donzelle in trasferta. Tra queste: pure il mio, per dire).

(o forse il reportage c’è stato già? E’ chiaro che non stia facendo tutto molto per bene con un ordine preciso. Vaneggio. Ticchetto. Ricordo. Velocemente per non farmi sfuggire nulla. E’ complesso organizzare i tempi. I ricordi no. Anche se nitidamente confusi. O confusamente nitidi)

Torino è sempre Musei. Arte. Laboratori. Ricerca. Purtroppo ho avuto pochissimo tempo ma qualche appuntamento non me lo sono fatta sfuggire e Amore e Psiche è stato uno di questi. A seguire Capa ed Erwitt che nonostante restassero sotto la Mole ancora per un po’ significavano tanto. E troppo.

(la prima volta che non sono andata alla GAM. Devo punirmi in ginocchio sui pistacchi)

La nuova linea vintage delle Pastiglie Leone è già in vendita e io ho potuto finalmente apprezzarne la beltà (quella scatolina mirtillosa è stata fatta fuori in meno di trenta minuti. Ho un problema. E’ chiaro).

Dentro quella scatolina c’è un nano piccolo che gigante è. C’è Francy e la sua fragilità mischiata a maestosità d’animo. Quel baffo nero che se la ride perderà per trionfare sul rosa. E Francy lo sa. Io lo so. Me l’ha consegnata prima di andar via con la promessa di tornare.

Non solo Domenica. Perché Francy tornerà. Non è mai andata via.

Pesco cuori rossi in una notte gelida e tempestosa di Maggio.

Mi convinco che bisogna ridere e non rattristarsi. Mi riesce sempre difficile ma è l’impegno la salvezza.

Prima di andare via Andrea, figlio di Maryamoremio, ha iniziato una serie di prototipi che serviranno per sorprese imminenti. Maghette interamente realizzate in fimo che diventeranno altro. E altro ancora. Un work in progress che mi emoziona e pure parecchio.

234098203480934893042823048234982304982304823049823094823049823498234 email non lette. E’ chiaro che non ce la posso fare.

Ho chiuso il Salone con Zelda in braccio. Che diceva “…ghetta. ma….. ghetta”. Che rideva guardando il mio bernoccolo e cerotto in fronte. Che mi sbriciolava biscotti marocchini addosso mentre sputacchiava felice acqua. Ed è stato lì che ho capito quanto tutto fosse realmente un Sogno.

E non un incubo.

Sale e Pepe, la rivista, mi ha dato il benvenuto al Salone del Libro con tantantantatanta accoglienza e io lusingata-emozionata-rimbambita-svampita-rincretinita (come al solito, chiaramente) non ho avuto neanche il tempo di andare in pellegrinaggio nello stand a ringraziare in ginocchio sui ceci. Spero di poter rimediare in qualche modo.

Mica avevo avuto modo di far vedere che regalo meraviglioso quella bestiabiondamalvagia mi aveva fatto prima di partire!

O meglio lo avevo fatto su tutti i social ma non qui, ecco.

Di Casa Oz sono sicura di aver parlato (e dei cioccolatini di Gobino Casa Oz Version che mi hanno regalato e che abbiamo fatto fuori in dodici secondi? no. Mi sa che di quelli non ho parlato *disse fischiettando).

Sempre un negozio di cui vi parlerò. Sempre questa linea fumettosa che ogni anno ritrovo con sorprese. Quest’anno i Peanuts che tanto ama il Nippo. E Alice che.

Non c’è neanche bisogno di dirlo.

Sono orsetti di gomma che.

Mastichi. Come fossero ricordi e ti si appiccicano alle pareti del cuore. Neanche un dito può scostarli e se ci riesci.

Il sapore rimane.

Proprio come il sapore di tutto questo amore che mai dimenticherò.

Grazie. Grazie infinite.

Le Normali attività del Blog (semmai di normali ce ne fossero mai state) riprenderanno il più tardi possibile. O forse mai più. Dlin Dlon fine comunicazione tediosa inutile di disservizio. C’è troppo seitan al fuoco (fa ridere seitan al posto di carne, vero?)

(a me sì. E’ grave?)

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
78 COMMENTS
  • Bellissimo post . Sono bellissimi i disegni e bellissime foto , davvero molto belle i tuoi disegni , davvero molto belli . Davvero moolto bello questo post che hai scritto

    • Iaia 01/06/2013

      Grazie infinite. Sei sempre troppo gentile con me

      • Ciao se ti interessa io ho scritto un nuovo articolo che si chiama Foto del volto di Pandora Black , se ti interessa vedilo e commenta se vuoi .

  • tittisissa 31/05/2013

    Prrrrrrrrrimaaaaaa!!!!!

    • tittisissa 31/05/2013

      Macchè prima….. Sgrunt!
      No, ma come ” le normali attività del blog non riprenderanno più “?
      Ma io ho tantetantetante cose da chiedereeeeeee
      Per esempio, chi ti ha ferita? Cucciolaaaa ti do un bacino :*
      E poi, una scatoletta pemmè? E una Maghetta di fimo (sono stupenderrime)? E un abbraccio??
      Io c’ero, col cuore, lo sai? E c’era anche Lemm. Ti abbiamo pensata e nominata mille volte e. Eravamo proprio accanto a te. Con tutto il cuore ❤❤❤

  • (al primo “ombrella” stavo per sputare l’avena sullo schermo e soccombere alla risata che mi avrebbe strozzato. sarebbe stata una bella serigrafia ma, anche se fossi sopravvissuta alla risata, non l’avrei vista perché avevo gli occhi velati. ché qui piove ed è così facile che l’acqua ti finisca in faccia.)

    la Bionda ha davvero gusto, non lo si può negare.

    (gioco un po’ a flipper coi nodi alla gola mentre scorro il post e riguardo l’altro con la dependance floreale di Howl e. grazie.)

  • pani 31/05/2013

    Uh, il nano shining!
    Kuroko è dolce e solare, oltre che generosa. NOn ha bisogno dell’ombrella 🙂

    • se Pani dice questo (la mia gola non si sta sentendo affatto bene). bisogna dire però che la pioggia è partita con me e mi ha pure seguito fino a qui. che se ne parlo in giro rischio il linciaggio.

      • pani 31/05/2013

        la pioggia mi ha seguito in Francia, quindi era condizione comune. E’ terribile la pioggia, segue tutti.

        • tranne mia madre quando esce con l’ombrello. (da piccola era la mia personale stazione metereologica infallibile.)

          • pani 31/05/2013

            mia suocera ha sempre l’ombrello nella borsa. Chissà perché la pioggia sembra così terribile

            • (a me piace detto molto sottovoce ché anche per questo rischio spesso il linciaggio. e mi piace pure fracicarmi. non me la vado a cercare. ma a volte è capitato che non potessi aspettare che spiovesse un po’. (sembra uno scioglilingua. anche la parola scioglilingua sembra uno scioglilingua.) magari se non sto andando a casa di qualcuno o in un posto dove posso togliermi almeno le scarpe e appiccicarmi a una stufettatermosifone è un problema. però. mi fa sentire bene. la calma del. non ho scelta, mi fracicherò comunque. per cui posso godermi questo momento)

              • pani 31/05/2013

                io un giorno tornerò ad affondare i piedi nelle pozzanghere e quando ci sarà meno freddo farò anche una doccia naturale in giardino, una pioggiadoccia.
                Perché con l’acqua ci puoi giocare, con il fuoco no.

                • i piedi nelle pozzanghere mi ci finiscono da soli spesso. credo sia un loro desiderio dunque, li lascio fare (ma mi munirò si stivaletti da pioggia, che bramo perché non li ho mai avuti, e schiaccerò pozzanghere consapevolmente. sarà un giorno di grande realizzazione.)
                  il fuoco fa sempre il difficile. se mi capita un falò mi perdo a guardarlo, fino a farmi diventare la faccia pericolosamente rossa e secca. si vedono un sacco di cose tra le fiamme. pure in alcuni getti delle fontane a pensarci bene.
                  (pioggiadoccia. devo. mi viene in mente kafkasullaspiaggia o mi confondo. in ogni caso devo. alla casa isolata vicino al bosco ci penserò in seguito.)

                • pani 31/05/2013

                  kafkasullaspiaggia…l’ho letto ma non lo ricordo bene.Murakami è uno dei miei preferiti ma resto legato ai primi libri.

                  Acqua e fuoco a volte giocano insieme. Hai mai visto gli spettacoli che alcuni ci fanno in occasione delle feste estive?

                • noooo. voglio vedere gli spettacoli di acqua e fuoco…

                • pani 31/05/2013

                  io li ho già visti due volte, le fontane danzanti le chiamano

                • più tardi. ricercherò. (vado al bar a vedere le sfilate degli strani folkloristici figuri. grandi prospettive.)

                • pani 31/05/2013

                  frequentatrice di bar? Io da vecchio farò come mio nonno, andrò all’osteria a suonare la chitarra.Però devo mettermi ad impararla

                • un altra motivazione valida per imparare a suonare la chitarra. se continuo a collezionarne mi danno un premio?

                • pani 01/06/2013

                  uhm…

                • Iaia 01/06/2013

                  Un ?!

                • Iaia 01/06/2013

                  Ho uno zio che suona la chitarra divinamente . Chiamiamo lo zio Gabriele ? ❤

                • impartisce lezioni a testedicocco? ecchiamalo *_*

                • Iaia 01/06/2013

                  Voglio venire al bar . In quanti altri social devo dirlo ? ^__^

                • devo organizzare un minitour. il bar sarà una tappa imprescindibile. li si può fare outfitwatching.

                • Iaia 01/06/2013

                  A las vegas ( ma anche al duomo di Catania . Era giusto per esagerare ) fanno danzare l’acqua con la musica classica . Ecco ( propongo al comune di Nicolosi di far danzare la lava ?)

                  ( non riesco a scrivere senza tastiera . Uff)

            • Iaia 01/06/2013

              Io non ho mai avuto l’ombrello. È un oggetto che non so proprio adoperare . Fortuna che lo teneva la bionda . Apriva e chiudeva con una maestria esagerata

        • meteorologica. evviva la dislessia.

        • Iaia 31/05/2013

          Kuroko è l’ombrella per la pioggia brutta. Ti ripara proprio.

          E Pani ha il viso più bello che abbia mai visto.

          così è deciso l’udienza è tolta

          ( e comunque è colpa di Pani se ho cominciato a piangere. Si metta a verbale!)

  • nicol 31/05/2013

    eccomiiiiiiiiiiiiiii!
    Ora leggo tuttotuttotuttto!
    Buon giorno a tutti 🙂

  • Paciocchidifrancy 31/05/2013

    <3 Solo <3 <3 <3 <3 <3 <3 a go go. Ti voglio brand. Un mondo di brand.

  • cookinlove83 31/05/2013

    Posso mettere mille milioni di Mi piace????
    Un abbraccione, Iaia! Aspettiamo le tue ricettine e i tuoi video con tanta ansia! 🙂

    • Iaia 01/06/2013

      ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤milioni di cuori e baci !!!!!!

  • jelena 31/05/2013

    Iaia sempre emozionante…. dai che vai forte! (millecuoriaraffica)

    • Iaia 31/05/2013

      Jelenaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa come stai ? abbracciamociforte e gridiamo doveseistataconchiseistataraccontamituttoototototootototootootot ( mi piace troppo santocielo)

      ok la smetto.
      no davvero.
      come stai?
      e grazie infinite per essere qui
      mi innnnnoltro nella rafficadicuori che rilancio con passione e ardimento *_*

      ( fase cuoriciosa estrema)

  • yliharma 31/05/2013

    che belli questi post di Torino, puoi per favore continuare fino al 2014 almeno? <3

    • Iaia 31/05/2013

      2014 ? assolutamente sì. credevo di farcela per il 2016 ma posso sintetizzare *_*

      ( chiedo autorizzazione scritta per divulgazione di foto con borsa alla granda pecché lìcenesonocosedadire)

      <3

      • yliharma 31/05/2013

        (autorizzazione concessa! volevo diffonderla pure io ma non osavo…)

        • Iaia 31/05/2013

          ahahahha <3 ma noooooooooooooooo
          puoi osare tutto. e pubblicare qualsiasi cosa.
          solo la bionda è esonerata perché aveva una particolare predilezione nell'inquadrarmi da sotto il doppio mento 😀
          <3 postatuttoquellochevuoi

          ( autorizzazione concessa ? bene. pubblico *_* nel diario mottomottofelice )

          (mi sono innamorata di quella dove tocchi il dito alla statua *_* è bellissimaaaaaaaaaaaaaaa.- posso mettere pure quella? )

          (baciamoci)

        • Iaia 01/06/2013

  • Bibi 31/05/2013

    ma che ce frega delle normali attività. noi vogliamo l’anormale (posa il Nippo, quello tienitelo tu).
    e poi volevo dire un sacco di cose ma la mia memoria a breve termine non me lo consente.
    ah si.
    devo tornare per capire chi sceglieva la musica in quell’albergo.
    e menarlo di bbbrutto.
    a testate, che oramai abbiamo esportato anche a Torino.

    • Iaia 31/05/2013

      Il Nippo? amore è già nella scatola e te lo sto spedendo in busta chiusa così con mamma lo sotterri sottoqualchealberodaportareadale( ora scusa devo ridere)

      la musica la sceglieva Gianluca il cocktailmandicuitiparlavochecileggequinditipregofacciamoattenzione.
      Io spero solo che sia singol perché cosìèfatta.
      ci trasferiamo tutte a torino e paceallanimadittuttttttii.
      ora puoi dirmi che mi ami o devo spaccartiilnaso? ( ho rubato pure le salviettineperteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee)

      • Bibi 31/05/2013

        ecco ciao.
        quindi ci vediamo in prigione, facciamo di tutto per avere la cella insieme per favore.
        le salviette ce le abbiamo, io porto la piastra, tu il phon

        • ssandrici 31/05/2013

          inoltre i “famosi” alberelli son tutti deceduti, tocchera’ ripetere l’operazione in incognito..

        • Iaia 01/06/2013

          Quello di 2.000 watt amo? *___*

  • Airin B 31/05/2013

    appicciccata al mio cuore. tu.il tuo ricordo.niente può scostarlo.rimane.rimarrà
    Irene

    • Iaia 01/06/2013

      ❤❤❤❤❤

      ( smettilaaaaaaa di farmi piangere santo cielo !!!)

      ( anche tu rimarrai e rimani per sempre appiccicata al cuore . Non smetterò mai di ringraziarti per avermi fatto questo regalo meraviglioso e inaspettato )

  • Allegra Amici 31/05/2013

    Ciao. Ti conosco solo dai tuoi post deliziosi (che ho imparato ad apprezzare da una carissima amica comune) ma mi sono innamorata dei tuoi disegni e di tutte le tue opere di divertentissimo ingegno…quindi grazie x i bei momenti che vivo leggendoti…non vedo l’ora di avere fra le mani ul tuo libro 🙂

    • Iaia 01/06/2013

      Allegra ❤❤❤ piacere sono Iaia *disse allungando la mano imbarazzata

      Grazie !!! Grazie infinite . Ne sono lusingata e spero in cuor mio solo di riuscire a strapparti un sorriso . Per rompere il ghiaccio posso darti duecento bacetti ? 😀

      • Allegra Amici 03/06/2013

        di sorrisi me ne strappi tantissimi :*
        per i bacetti: SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII’ e ricambio con duecentomila bacetti 🙂
        mi piace tanto questo scambio d’amore gratuito 😀

  • Paciocchidifrancy 31/05/2013

    Divulgasi foto con borsa. <3 <3 <3

  • valedeca 31/05/2013

    Ciaooo, che bel reportage ^___^ io che vivo a Torino a causa della routine, mi sto perdendo un sacco di cose ultimamente…uff! Ma sai una cosa? pensa che io ero proprio indecisa se crearti una Maghetta in fimo o la fragola amigurumi! Poi nel blog mi era sembrato di vedere che qualcuno aveva già provveduto con il fimo e così un po’ rattristita, ma ancora piena di speranze e voglia di CrEaReee mi sono messa a sferruzzare XD 1 bacione!

    • Iaia 31/05/2013

      Valeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee oggi ho fotografato la tua fragolina e ne parlerò al più presto sul blog ( soprattutto di quanto sei Bellissima e dolce. ancorapiangosantocielo)
      La fragola amigurumi la conserverò per sempre come uno dei ricordi più belli e inaspettati. Non vedo l’ora di sistemare un po’ tutto tutto rientro-lavoro-valigie-roba in sospeso-muratori-varie ed eventuali e spedirti anche io il mio pacchetto 🙁
      che purtroppo non ti ho potuto dare personalmente mangiando il nostro gelato.
      ma spero che potremo rimediare al più presto ( purtroppo per te salgo in estate e a settembre 😀 titroveròòòòòòòòòòòòò )
      340823049820349820348203482034 baci e grazie ancora !

  • comearia 31/05/2013

    Grazie. Perché sto vivendo quello che mi sono persa attraverso le vostre foto, racconti, post. Grazie. Perché rimediate alle mie occasioni perse a causa di lavoro, famiglia, paure -soprattutto paure.

  • Io “normale” non so più che voglia dire, e non esiste nulla di più bello.

    • Iaia 01/06/2013

      ❤ Tu normale non sei . Fortunatamente . Sei un’aliena bellissima . Ti abbiamo scoperto tutti ormai

  • bestiabionda 31/05/2013

    normale? che vuol dire? °__°

  • gluci77 31/05/2013

    Frugolino ha detto che – se la gomma non dovesse bastare – alla ferita ci penseranno lui e Pio Pio… Ogni volta che rivedo una delle scatolette con Maghetta o quella pagina, quella del tuo libro, sento una gioia indescrivibile, orgoglio e tante cose belle… Ti voglio bene stellina!!!

    • Iaia 01/06/2013

      ❤❤❤❤ spedisco le scatolette la prossima settimana . Pure per Pio Pio . Ho trascurato frugoletto tantissimo ! Credi che mi perdonerà ?

      • gluci77 02/06/2013

        Frugolino ti vuole bene e te ne vorrà sempre… E impazzirà dalla gioia quando potrà finalmente abbracciarti! Abbiamo disegni arretrati da spedire… Intanto inviamo bacetti!!!

  • apity 31/05/2013

    Che bella Torino, il cuscino, gli orecchini, il nano e tutto quanto. Per un secondo ti ho immaginata con lui in braccio a girare per i corridoi e l’immagine mi é piaciuta tantissimo… E il Nippo e la penna. Non so se hai letto “L’ombra del vento” ma anche quello mi é venuto in mente quando hai detto penna. É stato dolcissimo il Nippo anche se forse suona sdolcinato ma io sarei miele se potessi o un’ape o qualcosa che c’entri e in questo contesto sia perfetto.
    Regalami una gomma.
    Mille gomme.
    Per cancellare che fa male.

    • Iaia 01/06/2013

      ❤ Ti regalerò tutte le gomme che vuoi se mi prometti che le userai fortissimo . Per te . E per capire quanto sei bella

  • lunaspina 01/06/2013

    Ci sono anch’io, nel mio piccolo, in ritardo. Come sempre. Mi fai tanto riflettere Iaia, sempre.

    Una pioggia di baci

    • Iaia 01/06/2013

      ❤ Giusy è sempre un piacere averti qui . Spero di poterti abbracciare presto . Un bacione enorme !

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi