Golden Palace: appunti persi, cene indimenticabili e outfit discutibili

Must Try

Ultima tappa: Malta

Durante l'eta della pietra direttamente dalla Sicilia giungono i primi abitanti a Malta (oh ma siamo ovunque noi siculi o sbaglio?). Intorno al 800 A.C....

Palma di Majorca, Palma de Mallorca, Mallorca. Insomma quell’isola bella là

Di Palma de Mallorca ne ho già parlato qui >>> E vabbè all'uscita dell'accoglienza portuale di Palma di Maiorca posizionano i tassisti più hermosi (...

Barccceeellllonaaaaa

Di Barcellona, vista (eufemismo) dal punto di vista crocieristico ne ho già parlato qui. Quarta volta a Barcellona quindi nessun nervosismo. Cinque ore sono vergognosamente...

Savona. La città del Chinotto

Al rientro da Napoli presa dall'entusiasmo di essermi procacciata gallette di riso e di non essere stata deportata in stiva insieme ai trasgressori, ho...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Eh sì. Ho dimenticato pure di pubblicare questo post-appunti estemporanei (presi durante un aperitivo solitario ticchettando sul telefono- sotto le note di Pupo ” gelatoalcioccolato”. Incredibile ma vero) durante il mio soggiorno a Torino per la presentazione del libro senza libro al Salone del Libro dove c’erano tutti i libri tranne il mio (aggiungerei fortunatamente).

Il Golden Palace (seguirà post apposito) oltre a essere un albergo Cinque Stelle che non esaspera il suo status pur rimanendo a tratti molto imponente e sfarzoso, ma riesce a equilibrare il tutto con un personale davvero eccezionale, offre la possibilità non soltanto ai propri ospiti di fare l’aperitivo ma anche alle persone che si trovano a passare di lì. E trovarsi a passare di lì così difficile non è considerato che sempre di centro si parla.

L’entrata è sfarzosa e teatrale. Ci sono dei cancelli enormi e poi una fontana pazzescamente scenografica dove tre sirene, tritoni ed esseri mitologici formano delle cascate d’acqua. Le stesse che sentivo ogni mattina quando aprivo la mia camera che si affacciava proprio sopra la fontana. Anche qui il personale è disponibile, preparato e prontissimo per le tue esigenze.

Che sia per un semplice caffè (ottimo!) o richieste impossibili (succo di limone fresco a parte. acqua frizzante a parte. ghiaccio a parte. olive verdi giganti a parte. Sììììììì sono io la pazza sicula!) il tutto viene servito con sorriso e cortesia. Che diciamocelo sono le cose che valgono di più. Insieme al caffè sempre dei diamantini e baci di dama in formato mignon come anche biscottini. Nell’aperitivo tanti piccoli finger food con bicchierini pieni di insalata di riso o insalata russa e piccole tartine.

Gianluca, barman eccezionale (e non solo! Ottimo cuoco che mi ha insegnato due piatti davvero interessanti di cui parlerò), ama stupire con abbinamenti inusuali. Fosse anche solo per una semplice tartina. E lo fa perché ama il suo lavoro. I suoi clienti. E ha assolutamente il mood giusto proprio come tutti i ragazzi che lavorano lì. Quindi, anche se non devi soggiornare al Golden Palace, io un aperitivo me lo farei proprio.  E pure correndo. Velocissimamente.

Sono tanti i motivi per cui non dimenticherò mai il Golden Palace ma.

La cena con Nanda, Turi, Nippo, Bionda, Paola e Ombrella è. Nel cuore. Per sempre.

Forse potrebbe interessarti leggere...

18 COMMENTS

    • Stefanooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo <3

      • Iaiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa <3 Chemmanco avessi preso la linea con la Carrà per giocare ai fagioli. <3 Ora la smetto di saltare ed esultare solo perché temo che la signora di sotto si stia armando di scopa! 😀

        • Stefanoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

          <3
          ahahhahahaahhhaa
          Pronto ! Sono iaia dal venezuela e SONO TUA ZIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

          *corre velocemente piangendo e strappandosi i capelli
          ( io non ho vicini e la domenica i muratori STANNOACASABONTA'LORO! ma se LA SIGNORA ti torce un capello o un cappello dovrà vedersela commè. diccelo chesonosicula e pericolosa !)

          molto felice di iaia di vedddetti qui.
          mottofelicedavvero ( quando mi emoziono tantissimo pallocoti')

    • amore purtroppo era torinese

      ( ma poi alla fine o il nonno è siculo. o la nonna è sarda. o lo zio è napoletano. o il cugino è calabrese. DICIAMOLO I NORDICI NON ESISTONO)

      ( cosa stiamo dicendo esattamente? )

  1. ma Gianluca era quello che ci ha raccontato la storia della Spuma?
    Se era lui e mi sta leggendo: Gianluca ti amo!
    se non era lui e mi sta però leggendo Gianluca: Gianluca scusami, ma io amo quello della spuma <3

    (quella cena credo che. ecco. per sempre nel cuore sicuramente.)

  2. Io da ‘sto coso non riesco a leggere bene perciò rimando a domani ma.Ma la prossima volta,all’aperitivo,alla cena o alla gara di zumba organizzata dal Golden Palace,voglio esserci.Con te <3 tvbrand

  3. qualsiasi altro luogo con specchi enormi a terrorizzarti ad ogni angolo (con un sottofondo musicale indescrivibile) l’avrei dato alle fiamme. a scopo preventivo.
    e invece mancano le olive e l’acqua minerale e il succo di limone a parte che io mi confonderei solo per ordinare. e invece loro. nonscialanssssss

    (gli occhi di Nanda. e io come faccio a ripensarci eh?)

  4. Una cena indimenticabile davvero! Surreale parlare di outfit improbabili e infervorarsi con i poveri Nanda e Turi a sopportarci…lì per lì mi dicevo “Paola, fai la signorina tranquilla ed educata come ti ha insegnato la mamma, che ci sono i genitori di Iaia e sei in un posto a 5 stelle” e poi vabbè…mi sono rilassata e addio 😀 (perdono signora Nanda, perdono signor Turi! Siete due persone dolcissime e quando guardate vostra figlia c’è talmente tanto amore e orgoglio nei vostri occhi che mi veniva voglia di abbracciarvi…grazie di averla condivisa con noi anche se era la vostra ultima sera lì e di non avermi fatto sentire un’intrusa…)

  5. Che luogo chic! La descrizione della fontana mi rimanda non so precisame te perché al libro “Marina”. Bella. Bello tutto. Secondo me sei una specie di Regina che tutto quello che tocca diventa stupendo e bellissimo. Confessa. Sei fantastica! E io ti voglio un sacco bene.

Rispondi a Paciocchidifrancy Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this