Home / Riso  / Chiedo l’aiuto da casa mentre vaneggio sul Riso Rosso Selvatico

Chiedo l’aiuto da casa mentre vaneggio sul Riso Rosso Selvatico

Dalle notevoli proprietà terapeutiche (pare che sia pazzesco per la lotta contro il colesterolo), il riso rosso selvatico ha un profumo aromatico e un colore rubino molto intenso che vira al granata. La cottura è molto lunga (può superare i 30-35 minuti e arrivare fino a 45. Le prime volte mi sono saltati tre denti perché mi ostinavo a non proseguire la cottura per paura che di sbagliare. Sono la solita competente in cucina *risate fragorose in sottofondo) e la conservazione si può protrarre per giorni (non so perché io stia blaterando riguardo il riso rosso selvatico è un inciso doveroso). A Catania il mio negozio preferito (Cristaldi) ha ampliato enormemente i locali. Trovo gli edamame facilmente manco fossero mele e persino l’alga wakame (che sì, qualche volta al biologico si ha fortuna con la kombu e la nori. Con la wakame non sempre). Allo stesso modo diverse tipologie di riso (anche le più impensabili), frutti e spezie. Davvero qualcosa di incredibile. Ho pianto davanti alle salsette (c’è pure la tipica salsa di pesce thailandese e prodotti indonesiani) e alle spezie dagli odori incredibili.

Nelle grandi città non è difficile trovare locali simili ma per Catania questa è una grandissima conquista. Già era fornitissimo prima dell’ampliamento ma chiedere “coriandolo fresco” come fosse prezzemolo e non sentirsi rispondere “Corache? In polvere ma fresco non esiste!” è tanto. Anche troppo. Il riso rosso in questione è comunque reperibile facilmente (grazie al cielo) anche al biologico grazie al fatto che viene distribuito dal Baule Volante (vi amo).

Insomma per dire che: ho riso di tutte le varietà in dispensa. Salsette, aromi, alghe da ogni parte del mondo pure.

E la domanda è: ma qual è l’abbinamento con il riso più estroso che avete mai provato? In giro per l’Italia. Per il mondo. Per la galassia. Vi va di aiutarmi a scovare una ricettina con il riso (etnica ancor meglio. Non per forza con quello rosso ma sarebbe bello)?

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
31 COMMENTS
  • ђคгเєl 24/08/2013

    che riso strano!!!! tutti tu li trovi 😛 e Catania mi sa che per te è un buon supermercato 😀

    • Iaia 24/08/2013

      Da cristaldi giuiuzzzza!!! Solo da lui o al biologico altrimenti non si trova mai nulla uff 🙁 ❤

  • Antonia 24/08/2013

    ieri sera ho mangiato risotto con toma, gorgonzola e noci: ottimo!
    P.S. spero entro fine mese di riuscire a spedirti un po’ di ricettari promessi, perdona il ritardo, TVB, sempre!

    • Iaia 24/08/2013

      Ti voglio bene amica speciale mia ❤

      Prossima settimana lo faccio con il riso che mi hai regalato e mi filmo per una video ricetta speciale dedicata a te ( spero di non fare brutte figure uff )

  • bestiabionda 24/08/2013

    uh.
    l’ho comprato anche io il riso rosso ma ancora non l’ho provato *_* non so che sapore ha.
    ma il riso più buono che io abbia mai mangiato credo sia stato quello con le ortiche proprio perché assurdo.
    oppure mele e salsiccia (molto estivo sì =_=)

  • vabbè. una trasferta da cristaldi è d’obbligo.
    (a roma c’è castroni. però mi ispira troppo. noncelapossofà)

  • Caterina Giavotto 24/08/2013

    buonissimo il riso rosso!!! Ricorda un po’ paesi lontani

  • bionutrichef 24/08/2013

    il riso rosso lo vedrei bene in un risotto ai porcini e montasio… 😉

  • barbara 24/08/2013

    avocado
    e qualcosa di bianco, bufala o tofu.
    io lo uso mescolato al riso venere e quello bianco e cuocio a parte le verdure, zucchine, melanzana, peperone, porro e pomodorini

  • comearia 24/08/2013

    Qui sul Lago Maggiore qualcosa come Cristaldi me lo sogno la notte *___* gli edamame! Quori, tantissimi.
    Duuunque… ho ricominciato a mangiare riso da poco più di un mese, e per il momento me lo godo appena bollito, al naturale, che quasi mi commuovo ogni volta che ne provo un tipo nuovo. Quello rosso è fra i miei preferiti, ovviamente.
    L’altro giorno ho azzardato un risottino di zucca zero grassi, semplicemente cuocendo il riso in padella con una cremina di zucca e ceci -per addensare un po’-, brodo vegetale, rosmarino e, all’ultimo, cubettini di zucca cotta al forno. Pepe nero e via.
    Era buonissimo, ma è solo l’inizio. 😉

  • Bibi 25/08/2013

    ma se qui non si trova nemmeno quello venere. i soliti amici dei miei genitori però me ne hanno spacciato un pacchetto.
    e ne consumo 10 chicchi per volta, così non finisce XD

    • elisabetta carta 26/08/2013

      bibi vai da sucania nel corso vittorio emanuele
      hanno anche il rossooooo

      • Bibi 26/08/2013

        Sucania? ma non è una brutta parola?

      • Bibi 26/08/2013

        ah e poi qui non c’è nemmeno corso vittorio emanuele. è una città sfornita di ogni cosa XD

        • elisabetta carta 27/08/2013

          sono in errore?
          ho sempre creduto tu vivessi a cagliari

  • tittisissa 26/08/2013

    Ma possibile dico io che per comprare certe prelibatezze io debba arrivare a Roma da Castroqualcosa o a Catania da Cristoqualcosaltro? O_o

  • gherigliodinoce 01/09/2013

    Vediamo…durante il mio viaggio verso Singapore, Malesia e Indonesia ho imparato ad amare di più il riso (dato che l’ho mangiato per circa 3 settimane!) ma questo rosso mi manca. Tra i vari risi che ho mangiato quello più insolito è stato il riso fritto con l’ananas, e altre spezie molto diverse tra loro che hanno reso il riso di un sapore davvero particolare!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi