Home / Halloween  / Un’idea estemporanea e velocissima per Halloween? Il Frankenstein Purè

Un’idea estemporanea e velocissima per Halloween? Il Frankenstein Purè

Comincerei con il dire che. Pani ha suonato e scritto questo per me e quindi piangerò fino a Natale. Stop. Non aggiungo altro. Qualcosa sì in realtà Su Facebook, ecco.

Sì dai basta aiutare un attimo le patate lesse con i piselli e le fave frullati con un po’ di maionese aggiungendo pochissimo colorante alimentare verde. Losolosoloso. Si poteva fare con gli spinaci e con tutto di quello che meravigliosamente verde c’è in natura (io che dico “meravigliosamente verde” è preoccupante, vero?). Però l’idea è talmente veloce e divertente che ne vale la pena. Se poi non hai voglia di adoperare il colorante alimentare allora ci si può sempre “accontentare” di un’altra nuance. Che già i piselli e le fave danno “verditudine” abbastanza. E’ una sorta di insalata russa (Frankenstein è teteschen però eh. Ok la smetto). Solo che la patata viene insaporita da piselli e fave (in questo caso ma si può certamente adoperare altro) e resa morbida dalla maionese. Frullatore e via. O schiacciapatate-ciotolina-forchetta, per dire. Mica è necessario che sia sempre tutto elettrico. I capelli olivosi sono perfetti e per bocca un pezzetto di peperone. Ma anche carota. Ma anche quello che si ha in casa.


Non credo ci sia qualcosa di più facile. Anzi sì. Su Pinterest ho visto un toast (pan carrè o pane in cassetta) e il volto di Frankenstein composto da strisce sottili di cetriolo. E poi su: cappelli e occhi olivosi come nel caso di questo purè. Ecco quello in effetti non richiede neanche la cottura della patata.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
29 COMMENTS
  • pani 31/10/2013

    piangiamo, su

    • Iaia 31/10/2013

      🙁 mi prendi in giro.

      non piango mai io .
      ecco.

      • pani 31/10/2013

        giusto. il tuo non è un pianto. E’ emozione.

  • Bellissimo questo toast con la faccia di Frankestain , giusto per Halloween . Davvero molto bello . Per Halloween hai fatto qualcosa di buono , visto che in questo blog ci hai fatto vedere delle cose bellissime e buonissime da mangiare per Halloween .

  • Luci 31/10/2013

    ma che carinooooo!!!!

    • Luci 31/10/2013

      E Pani è un mito! <3

      • pani 31/10/2013

        Hei tu! Per essere un mito bisogna prima passare a miglior vita 🙂

  • è bravo da far impallidire, non c’è niente da fare.

    • pani 02/11/2013

      I visi pallidi mi sono sempre piaciuti, come nome. Devo dire che i pellerossa avevano proprio un gusto spiccato per la parola e la poesia.

      • vero, incontrastabilmente.
        (da piccola immaginavo i pellerossa magrissimi. per qualche strano motivo quella r era un confino troppo delicato, spesso me la perdevo tra le parole)

        • pani 02/11/2013

          *———-* pelleossa!
          la erre non è una lettera tanto bella, fosse per me la toglierei sempre. E’ troppo presuntuosa. La P era già bella di suo, no che arriva lei a metterci lo zampino

          • giusto. lo rotondità un po’ sfiatata della p si spegne sbattendo violentemente contro gli spigoli della r. è una lettera davvero ostile.

            • pani 02/11/2013

              quando c’è la erre va sempre a finire male. erre ed esse sono consonanti terribili.

              • una aggressiva e l’altra subdola. c’è davvero da usarle con cautela.

                • pani 03/11/2013

                  sì, sono poche le lettere perfette. Prendiamo la O, ad esempio 🙂

                • potrei sembrare di parte ma sono assolutamente d’accordo. è per quel connubio di lettere tondeggianti che UOPO è una parola tanto affascinante.

      • nel frattempo c’è bisogno di te per fondare uopology. ormai siamo lanciatissimi.

        • pani 02/11/2013

          io aspetto la ricetta di iaia.
          E di sicuro, c’è stato anche l’Uopo di Colombo.

          • voglio la ricetta dell’uopo in camicia.

            mi viene voglia di disegnarlo un uopo. ma i suoi contorni sono ancora troppo indefiniti, non lo vedo bene. invece i colori tenui e pastellati sono inconfondibili.

            • Iaia 02/11/2013

              disegniamolo ti prego.
              cominciamo uno studio accurato, mailov .

            • pani 02/11/2013

              dobbiamo fare un sondaggio online, un concorso: “Disegna il tuo Uopo”

              • Iaia 02/11/2013

                e chi lo disegna meglio potrà far parte dei vertici di uopology

                (ho già in mente una ricetta che. che non posso dire niente. mavisorprenderò)

                • pani 02/11/2013

                  e poi, tuppete! Ci vuole anche il santo Uopo. C’è sempre bisogno di qualcosa da venerare

              • giusto. sondiamo le menti e ricaviamo l’immagine collettiva riassunta nell’unico Uopo.

            • Iaia 02/11/2013

              dimmi che hai visto l’outfit per il giorno speciale. tacco fucsiafintapelle. ti PREGO ( perché abbiamo solo questo mezzo per comunicare roba importante? )

              mafiniraahahahahatuttoquestofiniraahhahahahhaaokdevocalmarmirespirocolnaso.

              • vadocercostudio. metto gli occhiali prima, potrebbero sanguinarmi gli occhi.

                (sto ripensando alla zanzara i cui resti probabilmente saranno ancora sul muro. a simboleggiare la vittoria. non ho mai sentito una risata malefica tanto perfetta.)

              • vabbè. quelle scarpe sono VISIBILMENTE comode. non so perché mi ostino con le scarpe da ginnastica. camminerei molto meglio con quelle. quella fantasia poi le rende disimpegnate e facili da abbinare.

                vado a medicarmi le pupille.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi