World Vegan Day ? Red Velvet Cupcake Vegani. Ecco

Must Try

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

Pancake vegani con il latte di mandorla

Non sono una fan dei pancake, perché mi piacciono più i waffle ma devo dirti che questi sono in assoluto i pancake più buoni mai provati.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguo un’alimentazione vegana ma non mi definisco tale per una serie di ragioni che ho snocciolato piùpiùpiù volte. Tanto da diventare noiosa ma. Confermo che con l’alimentazione vegana la mia vita è cambiata. In meglio ma non ho la necessità di stressare il mondo tutto e gridarlo ai quattro venti.

Sta di fatto che oggi per il World Vegan Day dei Red Velvet Cupcake in tema con l’Halloween appena trascorso, mi sembrano davvero l’ideale-


La torta Red Velvet (velluto rosso) è una torta strafamosa negli Stati Uniti e il suo colore rosso particolarmente acceso il più delle volte,( e sul virante “vinaccia” altre  fino a diventare marrone )  è la caratteristica principale. Si presenta sotto forma di tortazza-ammeriggggana-mille-strati bella pappettossa-nauseabonda con frosting-crema di burro-formaggio-colesterolo nun te temo. Insomma una di quelle robe nauseabonde che non vengono gradite da molti *disse alzando la mano con fare esasperato.

Inizialmente il colore era proprio una reazione chimica tra il cacao e gli ingredienti acidi perché nella preparazione originale occorreva il latticello, poi visto che a noi umani piace strafare: giù di colorante alimentare. Alcuni che si rifiutano categoricamente di adoperare quest’ultimo ci vanno giù di brutto con la barbabietola, fida amica tra l’altro sia nelle preparazioni dolci che salate per quanto concerne la colorazione rosso-violenta e cupa. La Torta Red Velvet viene servita nelle più disparate occasioni e San Valentino pare essere in pole position. Basta fare un giro su Pinterest per rendersi conto che cuori, red velvet e frosting al formaggio sembrano essere connubi inscindibili del 14 Febbraio. Eppure io avevo proprio voglia di fare dei piccoli cupcake vegani giusto per qualche prova e la prima cosa che mi è venuta in mente, anche se i Morti stanno arrivando e non gli innamorati (Innamorati Zombie? Va bene uguale no?), è stata proprio:
Red Velvet.

Pare che sia stata servita la prima volta all’interno del Waldorf Astoria Hotel e seriamente mi chiedo: è possibile che tutte le ricette ammmerigggane più famose provengano da lì? (qui c’è un drink per esempio); essendo uno dei più celebri hotel di lusso di New York non è che stupisca e in più c’è da dire che i tre ristoranti all’interno del hotel vengono gestiti da cuochi pluripremiati. In qualunque luogo però sia stata concepita e creata la Red Velvet al momento poco importa perché oggi delirerò circa:

  • cupcake Red Velvet
  • Vegani
  • Senza frosting. Colesterolo te temo!

Quindi in sintesi: dichestamoaparlàdelwaldorf e dell’origine della Red Velvet? Rimandiamo, ecco.

L’idea del rosso sangue. Adoperare dei pirottini carinicarinicarini che vengono dall’Ammerigga e poter pacioccare un po’ senza latte-uova-burro era un’idea allettante e quindi ecco l’esperimento abbastanza riuscito, fermo restando che nella provincia di Catania ultimamente si fa fatica a trovare il latte di cocco quando prima te lo tiravano dietro. C’è qualcuno che si sta ubriacando a suon di latte di cocco per caso? Si è scoperto un potere benefico a me sconosciuto? Fatevi avanti drogatidilattedicocco. Vi aspetto!

Lascio quindi ricettina velocissima del Cupcake Red Velvet Vegano in preda a un esaurimento nervoso pre Halloween (i muratori stanno mettendo le mattonelle e per motivi a me ignoti continuano ad usare il trapano. Sospetto che lo accendano giusto per compagnia. Come fosse musica. Eppure io avevo tentato di fargli ascoltare Hisaishi ma. Ma non è andata bene).


Per 12 – Presa da questo Blog (tradottaparapara – ho eliminato solo l’estratto di cioccolato perché nono sono riuscita a trovarlo)

Ingredienti: 

( e lo soooooooooooo ! ma ho adoperato davvero le cup e non ho fatto conversioni. Giurolefacciogiuro. Se vi interessano, intendo) 


1 cup latte di soia
1 cucchiaino aceto di mele
1 1/4 cup farina
1 cup zucchero semolato bianco
2 cucchiai cacao in polvere amaro
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino bicarbonato di sodio
1/2 cucchiaino sale
1/3 cup olio di  mais
2 cucchiai colorante rosso
2 cucchiaini estratto di vaniglia

1/2 cucchiaino di essenza di mandorla

1. preriscalda il forno a 180 e metti i pirottini sulla teglia.
2. sbatti il latte di soia con l’aceto di mele e metti da parte per lasciarlo coagulare.
3. setaccia farina, zucchero, cacao, polvere lievitante, bicarbonato di sodio e sale in una ciotola e mescola.
4. aggiungi olio, colorante alimentare, estratto di cacao ed estratto di mandorle al latte di soia coagulato. sbatti bene perchè si amalgamino. versa dolcemente gli ingredienti umidi su quelli secchi, mescolando finchè scompaiono i grumi. non eccedere nel mescolare, altrimenti i tuoi cupcake diverranno gommosi! Piccoli grumi sono ok.
5. riempi i pirottini per 2 terzi dell’altezza. consiglio di usare teglie di metallo piuttosto che quelle di silicone, in modo che i cupcake si alzino correttamente e non risultino sbilenchi.
6. metti in forno caldo e cuoci per 18-20 minuti finchè pronti.

E oggi riesumiamo di vegano?

Vegano al Tè Matcha? Ce l’abbiamo! clicca qui!

La VideoRicetta della Torta Vegana al Cioccolato piubuonadelmondo

Soffici Tortini Vegani 

[youtube=http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=2PxZKEJQg_g]

[youtube=http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Zt7LNT5HdKc]

Salvini, il Mito Vegano

 

 

Forse potrebbe interessarti leggere...

9 COMMENTS

  1. Adoro le ricette vegane, essendo anch’io vegana per mille e mille motivi! 😉
    Un bacione maghettastreghetta…. 🙂

  2. Anch’io faccio la torta con questa ricetta ogni tanto, è buona davvero! Io sono tutto fuorché vegana però ultimamente cerco di seguire un alimentazione più sana e bilanciata, ho eliminato quasi del tutto la carne e ho aumentato la verdura e la frutta e devo dire che sto molto meglio!
    Questa torta la faccio per la colazione, però la mia ricetta ha l’acqua al posto del latte di soia. Se ti interessa ti scrivo la mia versione.
    Un abbraccio

    • Ti prego sììì !! Mariangela quando hai tempo e voglia me la scrivi o mi dai il link? come ti viene più comodo.

      Non voglio mai essere un’antipatica vegetariana ( perché mi ostino a definirmi tale nonostante conduca un’alimentazione vegana) ma.
      Può solo migliorare la tua vita senza carne; o senza esagerare: con meno consumo di carne, ecco.
      Solo migliorare ed io ne sono talmente felice che vorrei abbracciarti forte in questo momento.
      Conta.
      come.se lo stessi facendo.
      ti bacio :*
      e aspetto la ricetta.
      ecco.
      :*
      <3

      • Ho fatto la torta stamattina e l’ho postata poco fa su instagram se ti va di dargli un’occhiata!
        Io ho usato lo zucchero raffinato ma si può tranquillamente sostituire con quello grezzo.
        Per l’olio non saprei se si può togliere, ma tu adesso un po’ di olio lo consumi o nn ancora?
        Un abbraccio grande a te

  3. Alzo la manina. Sono drogata di qualsiasi cosa sappia di cocco e non so perché. Forse qualche origine thai ce l’ho. Chi lo sa. Io l’ho trovato il latte di cocco alla Conad nel reparto etnico. Non in ogni Conad c’é peró. Ingredienti: 75% cocco e il resto acqua. Ottimo! Non l’ho ancora comprato. Cosa aspetto? Boh. La ricetta giusta. Il frullato perfetto. Dammi un buon motivo e domani ce l’avrò. Peró sono davvero drogata.

  4. vedo questo blog per la prima volta e mi perdonerete se faccio questo appunto. nella ricetta metti il colorante alimentare rosso… ma il colorante alimentare rosso è un estratto animale! viene ricavato da un insetto…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Le polpette di melanzane di mamma

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le Ricette di Mamma – Siciliane a base di pesce

Ti racconto alcune delle ricette siciliane che mia mamma prepara da sempre. Delle preparazioni che non sono solo piatti ma scrigni di ricordi, giorni e vita. Un tour tra cuore e tavola.

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

More recipes like this