Home / Carne  / Sticky Lemon Chicken. Vabbè il pollo appiccicoso al limone che conoscono tutti, va

Sticky Lemon Chicken. Vabbè il pollo appiccicoso al limone che conoscono tutti, va

Gordon Ramsay è il re dello Sticky Lemon Chicken ed è innegabile (ma anche Jamie Oliver, va). Si tratta di una ricetta talmente semplice e “pasticciosa” (quelle che non piacciono a me da eseguire ma che al Nippo sì. Da mangiare, insomma) che non c’è davvero molto da dire. Solo che io trovo molto da dire pure della cosapiùinutiledelmondo e quindi potrei star qui a disquisirne per ore ore ore ore ed ore ammorbando l’ universo ma.

Sabato fortunato questo. Devo tacere. Perché sono in corso i lavori natalizi e il tempo scarseggia ancor di più della norma. Nonostante io abbia una casa distrutta non demordo e vado avanti. Il prossimo anno sarà come volume quadruplicata ed è per questo che mi godo la mia mansardina in decadenza con una certa nostalgia perché gli ultimi sei anni della mia vita li ho trascorsi qui. Sono diventata grande. Sono rinata. Sono morta. Rinata. E rimorta. In una continua fine e inizio come fosse un otto coricato.

Il pollo appiccicoso al limone è facilissimo da preparare. Prima di poggiarlo sulla carta da forno basta buttar su una mistura composta da succo di limone, miele e olio extravergine d’oliva. La scorza grattugiata di un limone ma anche due a patto che sia un limone non trattato. E tanto sale (vuoi aggiungere erbette? assolutamente sì). Mi aiuto con un pennellino per spennellare il miele, l’ho detto? Uhm mi sa di no. Ho accompagnato con delle patate dolci americane (sembra zucca vero?) leggermente insaporite con timo (secco e non fresco perché avevo quello) e leggermente speziate (ne ho fatte due versioni) con poca curcuma, le altre. Il risultato ha convinto e molto il Nippotorinese e anche la mamma.

Domani ricordo che alle ore 11:11 (l’ho fatto un po’ tutti i social soprattutto qui su Facebook) parte il Calendario dell’Avvento Maghettoso con ricchi premi e cotechinichebastacotillons! (mi calmo, sì) Il regolamento è stato ripetuto fino allo sfinimento e insomma.

Credo di essere stata abbastanza chiara. Nonostante io sia indiscutibilmente: iaia (non fa ridere lo so. Ma mica qui i muratori il sabato stanno con le mani in mano. Scrivere con un martello pneumatico e rumori e canzoni e urla. Facile non è).

Che sia un week end meraviglioso, per voi. Io forsecheforse invece di lavorare mi riposo (si regia, risate registrate. Grazie).

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
7 COMMENTS
  • Ninphe 30/11/2013

    Me sa che lo provo. Anche a me le ricette appiccicose semplici da fare m’intrigano 😀

  • Mariangela 30/11/2013

    Iaia ho comprato il piede di porco per la porta blindata, funziona anche coi muri di cemento armato, l’ho già testato, te lo porto?

  • Bibi 30/11/2013

    io l’adoro.
    il pollo appiccicoso e Gordon, si sa, il mio bel sciarpei.
    e adoro te
    per non parlare dei tuo muratori canterini…
    vabbé cos’è che non mi piace?
    le patate americane? ne voglio solo quarantacinque kg.

  • la cartatovaglia su cui disegnare vince.
    (non penso di poter essere pronta. però non vedo l’ora. ♥. )

  • simopaperina 30/11/2013

    lo proverò quanto prima!

  • apity 01/12/2013

    Che conoscono tutti, tranne me, dai.
    Sempre la solita sono. Ridicola e senza vergogna.

  • bestiabionda 01/12/2013

    io con tutta sta carta marroncina mando in deliriodifelicità le pupille. si sappia.
    <3 ___<3

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi