Home / Halloween  / Succo di Fantasma: un’idea facile, veloce, divertente ed economica per Halloween

Succo di Fantasma: un’idea facile, veloce, divertente ed economica per Halloween


 

Brik perfetti per un Halloween Party da zero a cento anni. Bastano pochi minuti per realizzarli e tanta fantasia per personalizzarli come si preferisce.

Lo scorso anno ho comprato chilometri di bende. Ho fasciato di tutto, pure  i muratori, gli infissi, le macchine e la pelata del Nippotorinese. L’unico inconveniente, oltre al fatto di sembrare l’erede di Tutankhamon con la farmacista, era che lasciavano “pelucchi filamentosi” in giro per casa. Un’illuminazione mi ha colto durante una delle mie passeggiate tra gli scaffali di materiale elettrico dove bazzico molto spesso ultimamente. Nastro isolante. Chilometri di nastro isolante di tutti colori. Bingo! (detto come Steve Martin ne “La Pallottola spuntata”). Questo “lavoro” dovrà pur avere un risvolto positivo, no? Eccolo. Non escludo di cuocere qualche impasto nei manicotti da venti e attorcigliare la pasta brisé nel cavidotto da duecento. A volte mi viene voglia di fare uno show cooking al banco insieme agli elettricisti. Metterli alla prova. In difficoltà tra padelle, porzioni e aggeggi. Sogno di girar loro intorno come uno squalo con il leva torsolo delle mele e sussurrare diabolicamente alle orecchie “cos’é? hai tre minuti di tempo per indovinarlo” (e continuare con “altrimenti ti picchio” per quelli antipatici).

Con il nastro isolante si ottiene (quasi) lo stesso risultato senza dover adoperare colle a caldo, fermabende e altro. E’ sicuramente meno realistico dal punto di vista “zombiesco” (tiro fuori un termine tecnico dietro l’altro, eh) ma non per questo meno scenografico; l’effetto “benda su benda” si ottiene ugualmente insomma. Gli occhietti con le pupille girevoli quest’anno saranno facilissimi da reperire per tutti. Nonostante io li trovi da anni ho notato una qual certa difficoltà per alcuni. Da Tiger ne vendono a pacchi e sono pure economici. Quest’anno ho fatto scorta anche su Amazon che ne vende versioni con pupille 3D, commestibili e pure lampeggianti. Allo stesso modo del brik di succo di frutta si possono rivestire bottiglie, barattoli di marmellata e sfogarsi nell’arrotolamento selvaggio. Il nastro isolante tra l’altro è facile da srotolare in quanto non è un vero e proprio scotch. Se trascorre troppo tempo, la colla contenuta tende a fare resistenza ma sempre in maniera differente rispetto alla versione classica (non cominciamo ad arrotolare tavolini e mobilio però. Non mi assumo alcuna responsabilità ed eventualmente la declino su Koi, sia chiaro).

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
7 COMMENTS
  • Nuvola Rossa 04/10/2014

    Ciao donna, come stai? Che carini questi succhi d frutta con gli occhietti, sono proprio un’idea carina =) é proprio bello halloween, mi piace molto.

  • Bibi 04/10/2014

    prima di tutto vogliamo la diapositiva della pelata del nippo bendata.
    e poi.
    io una volta mi son mascherata da mummia con la carta igienica. fa un caldo che non ti dico. penso di vestirmi così quest’inverno (visto che hanno detto che sarà l’inverno più freddo degli ultimi 100 anni – che lo dicano ogni anno è un’altra cosa)
    e poi: grazie per il font. grazi grazi graziiii

  • kuroko 04/10/2014

    ecco, ne avevo davvero bisogno. ❤️

  • gluci77 04/10/2014

    Dici che su Amazon li trovo gli occhietti?! l’idea di “mummificare” il brick del succo è geniale… quelli dell’Alce Nero che talvolta concedo a Frugolino sono pure stretti e lunghi, sono sicura verrebbero benissimo… 🙂

  • imma 04/10/2014

    Sei un genioooooooo

    • Iaia 05/10/2014

      Imma umamma grazie infinite ! E grazie per essere passata anche di qui.
      Un bacione

  • cucinaincontroluce 06/10/2014

    Ma tu sei geniale!!!! Alla scuola materna dovevi lavorare…o alla ludoteca…piena di bimbi che con te impazzirebbero dal divertimento! Ti ci vedo: tra tante “maestrine materne e pallose” c’è Iaia la pazza che fa divertire, trasgredire, ridere e godersi la vita (con l’aiuto della povera Koi che si becca tutte le colpe, tsk!). Li farò anch’io i brick fantasmosi perché il mio tredicenne non lo molla Halloween, né molla la megamerenda halloweeniana comprensiva di mezzo quartiere a fare casino in casa mia….
    Bacino! <3

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi