Mummy Twinkie!

Hai visto Zombieland? Se no: rimedia ti prego

  • La Ricetta del Twinkie la trovi qui
  • Se volessi fare in casa la Pasta di zucchero senza glucosio e colorarla poi con i coloranti alimentari la Ricetta la trovi qui
  • Che mi sia fissata con i Twinkie è ormai roba nota. Dopo Dracula, volevo assolutamente una versione mummia di questi dolcetti che sono inevitabilmente entrati a far parte ormai anche della mia tradizione. Non ci sarà mai più un Halloween senza Twinkie (e devo trovare anche il famosissimo Twinkie alla banana! Pare che in alcuni etnici arrivi).

Per caso parlavo di Twinkie?!

Ma quanto sono buoni? Raramente sono curiosa del cibo di voi umani ma questo Twinkie, santozombie! Tutti a dire che è buonissimo. Che ricorda un po’ la tortina paradiso ma ancor più soffice e gustosa. Un delirio senza fine tanto da richiedermeli per il party di Hallowen. Sogno una versione total veg per me e per chi come me.

 La domanda che mi attanaglia è: si potranno congelare? Perché si sa che non sono affatto preparata in fatto di surgelazione (e mi rifiuto categoricamente di capirci qualcosa) ma solo così potrei davvero riuscire nell’impresa titanica di trasformare ogni Twinkie in un personaggio per la notte del 31.

 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

3 COMMENTS

  1. con quegli occhietti sconvolti e sgranati è davvero troppo tenero. da inghiottire a occhi chiusi, senza neanche masticarlo. come se fosse uno shottino (inizio a degenerare).

    ( <3 sempre. )

  2. Tu sei bellissima sempre e terribile. Ma bellissima 🙂
    Aspetto questo di venerdì per tornare a vivere, forse. Nel frattempo smonto il tostapane per pulirlo per bene. Pare che la casa non stia per saltare in aria. Ma se mi venisse un raccontino halloweeniano dove lo mando? Oltre a quel paese, dico? Da qualche parte qui si annida una mail? Aita, aita, gridava la scema =_=

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY