Home / Uncategorized  / Operazione #PizzaNinja: Turtle Pizza con Provola e Salame Piccante

Operazione #PizzaNinja: Turtle Pizza con Provola e Salame Piccante

Non mi ha mai appassionato più di tanto il genere fantascientifico, eppure le Tartarughe Ninja hanno sempre avuto un posto speciale nel mio cuore; anche i fumetti a dir la verità. Quel quid nippo-zen ha fatto il resto. Non c’era pomeriggio in cui non mi piazzassi lì sul divano di nonna, dopo una scorpacciata di Scooby Doo che credo con il senno di poi mi abbia introdotto all’amore smisurato per il genere thriller/giallo/indagatore, a gustarmi un puntatone tra le fogne di New York, dove a effondersi non era affatto l’odore di liquame ma piuttosto di pizza al salame. Nonostante tra fumetti e cartoni animati siano diverse le forme in cui sono stati presentati storia e personaggi, non si può non pensare immediatamente alle bende colorate sugli occhi di questi simpaticissimi guerrieri che con risate, astuzia e forza lottavano per il bene, tra una fettina fumante e un morso goloso a una pizza gustosa.

Ho scelto la fascia rossa di Raffaello perché lo ricordo come quello anticonformista, eccessivamente impulsivo ma giusto; in realtà è però una pizza che dedico a tutta la formidabile squadra che mi ha tenuto molta compagnia. Non so se Leonardo, Raffaello, Donatello e Michelangelo avrebbero mai apprezzato questa sorta di Calzone/Danubio Salato/Pizza Tartarugosa perché erano molto convenzionali e affezionati alla classica pizza tonda, ma io da piccola sognatrice spero tanto che possano apprezzarne l’amore con cui l’ho preparata.

Non partecipo mai a operazioni del genere, e non perché sia un’antipatica anziana asociale (un po’ sì, dai) ma soprattutto perché il tempo scarseggia. Solo che se arriva questa ondata di ricordi a chiederti un piccolo contributo tu che fai? Per le Tartarughe Ninja questo e altro!

Operazione #pizzaninja! Crea la tua pizza ispirata alle tartarughe Ninja e condividi la tua foto e la ricetta su Facebook, Twitter o Instagram con l’hashtag #pizzaninja. Hai tempo fino al 2 Febbraio (da parte mia chiedo scusa per non aver divulgato la notizia prima ma ahimè è stato tutto troppo frenetico). Dai che abbiamo un week end! Ce la facciamo, no? Per quattro vecchi amici il tempo si trova sempre!

per 4 persone è perfetta

  • 600 ml di acqua tiepida
  • 8 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 25 grammi di lievito di birra
  • 1 kg di farina 0
  • un pizzico di sale
  • una porzione generosa generosa di provola tagliata a quadretti piccoli (per il ripieno dipende dal vostro gusto se renderlo meno corposo o il contrario)
  • un salamino piccante tagliato a dadini piccoli
  • salsa di pomodoro ciliegino (facoltativo)

Disponi la farina a fontana su una spianatoia (o dentro un recipiente molto capiente se preferisci, oppure ancora lavora con un robot da cucina o planetaria). In una ciotola a parte sbriciola il lievito, versa un bicchiere di acqua tiepida in modo che si possa sciogliere per bene e aggiungi lo zucchero. Quando il composto acqua-lievito-zucchero è ben sciolto versalo al centro della montagnetta di farina. Aggiungi il sale e poi l’olio a filo. Comincia a impastare pian pianino aggiungendo la farina e vedendo quanta ne richiede l’impasto. Alternando con l’acqua tiepida che resta e facendo questi piccoli gesti con amore e precisione. Sentendolo proprio l’impasto. Sarà lui a chiederti quello di cui ha più bisogno. Una volta che hai ottenuto un impasto omogeneo ed elastico forma una palla e metti dentro un recipiente. Copri con una canovaccio e mettila a riposare fino a quando non è raddoppiata di volume. Una volta trascorso il tempo dividi l’impasto in tante piccole palline (dodici saranno perfette) e una più grande per la testa. Poggiale su carta da forno distanziandole per bene e lascia lievitare un’altra oretta, sempre coperte con un canovaccio, in un luogo asciutto. Una volta trascorso il tempo premurati già di aver preparato il formaggio e il salame. Prendi ogni pallina in mano e allargala un po’, metti al centro un po’ di salsa di ciliegino, pezzi di salame e formaggio e poi con cura richiudi per bene. E’ importante che il formaggio non fuoriesca perché potrebbe “macchiare e bruciacchiare” l’esterno della tua pizza. Inumidisciti magari le mani con l’olio e lavora un po’ la pallina, poi inserisci il ripieno e richiudi per bene come se dentro non ci fosse nulla. Dopo aver fatto quest’operazione per tutte le palline (se vuoi anche con la testa, io l’ho lasciata vuota) fai la forma della tartaruga e “incolla” le palline semplicemente spennellando con dell’olio (ma non troppo). Il calore farà il resto. Accendi il fuoco e portalo a temperatura (200 sarà perfetto) e inforna. Quando vedrai che è tutto ben dorato tira fuori e servi. E’ comoda perché pur non essendo una pizza convenzionale si può porzionare facilmente prendendone ognuno un pezzetto; questo può tornare utile soprattutto se si è tra amici o in famiglia e senza l’uso di forchette e coltelli si può passare un momento di allegria sbocconcellando una vera delizia. Naturalmente si possono fare infinite variazioni: vegetariane e vegane, perché no? Mettere tante verdure già grigliate dentro oppure ricotta e spinaci che rimangono un classico abbinamento. Volevo ricoprirla tutta di spinaci dapprima, in modo che fosse totalmente verde. Poi mi sono arresa e ho optato per Salame e Formaggio in onore delle nostre Tartarughe!

E insomma: la #pizzaninja è servita!

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
6 COMMENTS
  • kuroko 31/01/2015

    <3 ______________ <3
    (faccio sempre confusione con nomi coloridellebende armi che utilizzavano. Alessio mi sgrida sempre per questo.)

  • Giusitta 31/01/2015

    Ma che meraviglia..assolutamente da provare..:)

  • gluci77 31/01/2015

    Frugolino è un appassionato delle Ninja Turtles, in casa abbiamo di tutto, dai quaderni e l’astuccio fino ad arrivare al pigiama e alle mutandine… Colleziona i personaggi (quando mio fratello – che ha ormai trent’anni – gli ha regalato i suoi originali di quando era piccino, è impazzito!!!) e ha pure i veicoli della Lego (i personaggi Lego Turtles sono bellissimi)… Devo ritrovare la foto che gli ho scattato lo scorso anno a carnevale, quando si è travestito proprio da Raffaello… <3

  • Bibi 31/01/2015

    Che meraviglia!
    E sorrido ricordando mia nipotina duenne che chiamava tutte le tartarughe “babalugheningia”.

  • Ninphe 01/02/2015

    sarà che ho fame, ma mi mangerei tutta la squadra con pure Splinter XD

  • Stefania 01/02/2015

    Che meraviglia!!! Assolutamente da provare!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi