I sempiEterni Muffin al Cioccolato

Must Try

La Panna Cotta al tè matcha

Un dolce gustoso, facile e fresco caratterizzato dall'inconfondibile sapore del tè matcha. Perfetto per un dopo pasto ma anche per accompagnare un tè nero fumante caldo e avvolgente.

Semi di papavero e glassa di limone

Una delle preparazioni più buone mai preparate. Mi è sempre piaciuto moltissimo questo accostamento, quello dei limoni con i semi di papavero. Diversi dolci pasquali polacchi e dell’Est Europa hanno proprio i semi di papavero; anche il cozonac, per esempio, ha diverse volte il ripieno di semi di papavero. Il risultato -ma con una ricetta di Ottolenghi è facile- è sorprendente. Molto profumata, leggera e gustosa.

Tiramisù fragole e basilico e un dolce speciale

Un tiramisù molto profumato e fresco. Stupisce per leggerezza e freschezza questo dolce al cucchiaio di cui tutti sono ghiotti.

A brioscia co zuccuru – La brioche catanese più famosa!

La differenza tra la brioscia co zuccuru e quella col tuppo. È importante e non da sottovalutare.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.


L’ennesima Ricetta di Muffin al Cioccolato? Niente affatto. Un appunto visivo e un messaggio in codice. Messaggio in codice per le mie Cipo Giolangia.

Cipo Giolangia, infatti, è un nome in codice che non rivelerò mai, o forse sì ma non adesso. Quello che più conta ora è che questo codice esista per me e per due pezzettini del mio cuore che mi leggono e seguono a distanza e a cui va il mio amore.

Cipo Giolangia mi ha regalato questo meraviglioso set per muffin e cupcake con scheletrini, oltre a due disegni che presto incornicerò e appenderò nel mio studio e altre meraviglie che raccontano di giorni e ricordi. Si tratta di pirottini con adorabili scheletrini, zuccherini a forma di ossa e pure stuzzicadenti ricoperti di adesivo a forma di mano; questo per consentire di posizionarli in direzione dello scheletrino coricato (nel pirottino) come se fuoriuscisse dalla terra (il muffin al cioccolato).  Di Muffin al cioccolato qui se ne sono fatti davvero tantissimi e ho stilato anche la top ten delle cioccolosità.

Cipo Giolangia so che mi leggi (leggete, lo so. Ma devo confondere tutti perché non conoscono il nostro segreto. Ne vedranno delle belle, vero?) e a te va il mio bacio più dolce. Grazie per questo regalo magnifico. E la notte di Halloween, anche se fisicamente lontane, l’abbiamo passata insieme.


La Ricetta dei Muffin Cipo Giolangia?

eccola!

Ingredienti secchi: 80 grammi di farina bianca, 1 cucchiaino e mezzo di lievito per dolci, 1 pizzico di sale, 190 grammi di zucchero meglio se di canna integrale

Ingredienti liquidi: 190 grammi di burro fuso lasciato raffreddare, 4 uova grandi con albume e tuorlo separati, 30 ml di caffè espresso freddo, 160 grammi di cioccolato fondente fuso lasciato raffreddare (non vuoi mettere il caffè? metti il latte o della panna)

Preriscalda il forno a 220. Setaccia la farina e mescola con il lievito e il sale. Mescola burro, caffè e zucchero fino a ottenere una pasta cremosa e poi aggiungi uno a uno i tuorli. Monta gli albumi a neve ferma. Mescola insieme la crema di burro, lo zucchero e i tuorli d’uovo con il cioccolato fuso e alla fine incorpora gli albumi a neve con movimenti dall’alto verso il basso. Non mescolare troppo. Velocemente, in maniera decisa e senza rendere il composto troppo omegeneo. Suddividi la pasta negli stampi per il muffin e poi fai cuocere per massimo 15 minuti ma dipende sempre dalla tua formina quindi presta ben attenzione. Quando saranno morbidi e gonfi infila uno stecchino di legno e controlla. Se è asciutto tira fuori dal forno e lascia raffreddare.



Forse potrebbe interessarti leggere...

4 COMMENTS

Rispondi a Chemical Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this