Pancake con banane, avena e cocco senza farina, zucchero e latte

Must Try

Chia Pudding sì, ma alla zucca speziata

Conosci il chia pudding? Il buonissimo budino ai semi di chia; questa preparazione è possibile grazie al fatto che i semi di chia si gonfiano di ben dodici volte circa a contatto dei liquidi e grazie alla presenza di mucillagini si gelifica rendendo il tutto simile all’aspetto di un budino. Basta lasciare una notte in frigo i semi di chia con qualche bevanda vegetale e ritrovarsi un buonissimo budino al mattino. I semi di chia hanno tantissime proprietà interessanti e inserirle nella dieta è cosa buona e giusta; senza abusarne il sottotitolo sempiterno.

Ghiaccioli per Koi e tutti i dolci pelosetti

Nasce la Rubrica FooDog! Una Rubrica interamente dedicata ai nostri cuccioli. Cominciamo con quello che Koi e Kiki amano di più? Ghiacciolini!

Occhi di bue: il frutto di mare sconosciuto

Sono dei frutti di mare con una conchiglia di madreperla che ha un buco naturale -per farci collanine e bracciali- che sembrano forgiati da Polifemo con la stessa lava. Per farti capire velocemente il valore un chilo di occhi di bue sta intorno ai 90-100 euro. Sono rarissimi. C’è il fermo biologico e non sempre si possono prendere. Negli anni 80 chiaramente la situazione era diversa e papà oltre alle murene nella zona di Brucoli arrivava dal mare con cesti di occhi di bue. A me piacevano tantissimo. Posso dire tantissimo? Sia crudi con il limone e olio che bruciacchiati qualche istante sulla brace. Raccoglievo la conchiglia che disegna pure un arcobaleno dentro e ci facevo le collanine, i bracciali e quelle più grandi - e ti assicuro che papà ne ha preso alcune che sembravano posaceneri- le mettevo nella mia stanzetta così d’inverno sognavo il mare e lo avevo lì. Sul comodino.

Torta (vegan) alle ciliegie

Diventano orecchini solo poggiandole e come pop corn perché è vero proprio che una tira l’altra. Ti macchiano alla Pollock i vestiti d’Estate ma le perdoni e sono perfette per i disegni e le illustrazioni ( @maghetta con le ciliegie ha viaggiato tantissimo usandole come ruote delle biciclette, pesi da palestra, palloni da beach volley e infinito altro). Quando arrivano le ciliegie non si può non essere felici. A me piace tantissimo privarle del nocciolo, chiuderle nei sacchetti da freezer e usarle per deliziosi smoothie. Ci impieghi un po’ di tempo a snocciolarle, è vero ma la soddisfazione nel gustarle è tanta. Oggi ti propongo una ricetta vegana facile e veloce che ti piacerà. Ne ho certezza assoluta. Morbidissima, gustosa e leggera. Perfetta proprio per questo non solo per colazione e merenda ma anche come chiudi pasto; magari accompagnando il tutto con qualche pallina di gelato (o panna montata).
Iaia
Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Oggi ti propongo questi pancake davvero eccezionali e gustosi con banane, avena e cocco.

Sì, ma io non ho tempo per fare i pancake

Alla domanda “si possono preparare la sera prima?”, la risposta è sì. Soprattutto l’impasto, a patto che sia messo in frigo e ricoperto dalla pellicola trasparente, in modo da farli caldi caldi al mattino. Basta un minuto per lato, ergo il tempo che viene su il caffè. A schiacciare una banana e buttar giù due ingredienti poi ci vuole ancor meno tempo.

Ingredienti per 10 pancake

  • 3 banane mature
  • 6 uova di media grandezza leggermente sbattute
  • 150 grammi di mirtilli freschi
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere (o se preferisci vaniglia)
  • 50/60 grammi di cocco disidratato e qualche generosa cucchiaiata per spolverare
  • 3/4 cucchiai di fiocchi di avena integrale
  • 2 cucchiaini di olio di cocco

Sciroppo d’acero per guarnire. Buonissimi da abbinare allo yogurt greco naturale senza grassi. Schiaccia le banane con una forchetta e mettile in una ciotola capiente. Aggiungi le uova e gira. Poi aggiungi il cocco. Metti circa 100 grammi di mirtilli e mescola per bene. Scalda a fuoco medio l’olio di cocco (ma anche pochissimo burro o olio evo, aiutandoti con un tovagliolo di carta) in una padella antiaderente e versa un po’ di impasto al centro per il primo pancake. Meglio cuocerli uno ad uno. Regolati con circa 2-3 cucchiai generosi di impasto per ogni pancake. Fai cuocere circa un minuto per lato e prosegui l’operazione sin quando l’impasto è terminato. Impilali e servili con i mirtilli rimasti (anche di più) e con la frutta che preferisci. Chiudi con sciroppo d’acero se ti piace il gusto dolce, altrimenti contrasta tutto con delle cucchiaiate di yogurt magro greco senza grassi.

P.S.: se vuoi adoperare solo gli albumi -per renderli ancor meno grassi- aggiungi qualche cucchiaiata in più di fiocchi di avena in modo da rendere l’impasto più stabile.

Forse potrebbe interessarti leggere...

4 COMMENTS

  1. Eccoli!!! Slurp!!! Buon weekend stellina, il nostro sarà di clausura…Frugolino ha l’influenza e in breve anche l’Inge ed io saremo ammorbati…. ? Tanti baci!!!

Rispondi a pia Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

Il poolish

Il poolish, altrimenti detto biga liquida, serve per consumare pochi grammi di lievito di birra. Un altro modo per consumare meno lievito e ottenere dei...

(Japanese) Tulip Sandwich

Di rara bellezza spicca il Tulip Sandwich, che regala uno splendido tulipano all'apertura. Questo modo tagliare il sandwich è tipico giapponese anche nella versione salata.

Il Latte di mandorla Siciliano

Per noi siciliani è sempre stata la bevanda estiva. Quella che bevi ghiacciata sotto il patio nella bottiglia di vetro. Uno scrigno di ricordi e bontà.

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....

More recipes like this