VideoRicetta: Dolcetto al cioccolato e cocco da fare in tre minuti (raw, vegan, gluten free)

Il cupcake raw è stato fatto e pure la “cheesecake” senza dimenticare il Bounty realizzato con la mia amata Ombretta.  Questa potrebbe sembrare simile alla cheesecake e in fondo ha molti punti in comune tanto da volerla disperatamente chiamare La Cheesecake che non è una cheesecake ma che somiglia alla cheesecake che non ci somiglia per niente. Mi pare facile e semplice da ricordare, no? A differenza delle altre preparazioni questa è quella in assoluto che mi è piaciuta di più e che è risultata leggera. Non mi si è piazzata sullo stomaco come spesso avviene quando a farla da padrone ci sono i datteri e la frutta secca. Sta tutto meravigliosamente su senza l’ausilio di cemento e zuccheri eccessivi e neanche di olio di cocco. Assolutamente da provare. Diciamo che è il dolcetto giusto per far ricredere chiunque su questa specifica tipologia di dolcetto. Le quantità devono essere poco generose come sempre perché ne basta un minimo, che riesce ad appagare abbondantemente la voglia di dolce e coccoloso.

 

3 COMMENTS

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

MUST TRY