Key Lime Pie! Una cheesecake profumatissima (e horror!)

Must Try

La Panna Cotta al tè matcha

Un dolce gustoso, facile e fresco caratterizzato dall'inconfondibile sapore del tè matcha. Perfetto per un dopo pasto ma anche per accompagnare un tè nero fumante caldo e avvolgente.

Semi di papavero e glassa di limone

Una delle preparazioni più buone mai preparate. Mi è sempre piaciuto moltissimo questo accostamento, quello dei limoni con i semi di papavero. Diversi dolci pasquali polacchi e dell’Est Europa hanno proprio i semi di papavero; anche il cozonac, per esempio, ha diverse volte il ripieno di semi di papavero. Il risultato -ma con una ricetta di Ottolenghi è facile- è sorprendente. Molto profumata, leggera e gustosa.

Tiramisù fragole e basilico e un dolce speciale

Un tiramisù molto profumato e fresco. Stupisce per leggerezza e freschezza questo dolce al cucchiaio di cui tutti sono ghiotti.

A brioscia co zuccuru – La brioche catanese più famosa!

La differenza tra la brioscia co zuccuru e quella col tuppo. È importante e non da sottovalutare.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Della Key Lime Pie se ne è parlato in ogni modo, e anche io non mi sono risparmiata purtroppo per l’umanità. Ufficialmente ne ho parlato come la terza ricetta tratta da American Horror Story per la (l’abbandonata, ahimè) rubrica “Cibo e Serie TV”, ma senza dimenticare Dexter. Non contenta l’ho pubblicata anche su RunLovers sognando di correre alle isole Keys. Sottotitolo: correre verso il baretto sulla spiaggia famoso in tutto il mondo dove pare che la preparino con la vecchissima, segreta e originale ricetta che mai si potrà emulare. Poteva mancare la Videoricetta? Giammai. Certo non è che sia girata bene e c’ è un tremolio imbarazzante ma seriamente sai quanto è difficile girare con un labrador di 35 chili che come unico scopo ha buttare giù il cavalletto? Generalmente non tengo mai Koi vicina (soprattutto alla cucina per ovvi motivi di igiene) ma in queste settimane fa così caldo che lasciarla anche solo venti minuti sul terrazzo è una barbarie, ergo la signorina “buttogiùilcavalletto- sfondolaportasenonmifaientrare” ne combina di tutti i colori e ne approfitta giusto un po’. Ne ho preparate diverse di Key Lime Pie ma onestamente la ricetta che ti lascio è indiscutibilmente quella che è piaciuta di più su un campione X (tanto) di persone (di tipologia variegata, ecco).

La Ricetta

Per la base di una tortiera di 26 centimetri di diametro

  • 270 grammi di biscotti secchi o tipo Digestive
  • 90 grammi di burro fuso (allo stato liquido proprio)

Per il ripieno

  • 5 tuorli di media grandezza
  • 30 grammi di zucchero
  • 500 grammi di latte condensato
  • 130 grammi di succo di lime freschissimo
  • 2 scorze di lime grattugiate (il lime non trattato)

Imburra per bene la teglia a cerniera e accendi il forno a 190. Frulla i biscotti o riducili in polvere infilandoli in un sacchetto e colpendoli con un matterello. Raccogli i biscotti sbriciolati in un recipiente e versa il burro fino a quando non ottieni un composto “pappettoso appiccicosiccio” (quanto mi piacciono i termini tecnici!) che sarà poi la base per la tua cheesecake. Livellalo per bene sul fondo della teglia e per tutta la superficie. Il vero segreto? Usare il dorso di un cucchiaio. Inforna per 12 minuti circa in modo che si compatti ulteriormente (si potrebbe pure lasciare in frigo per un’oretta abbondante se preferisci). Prepara la farcia sbattendo prima i tuorli con lo zucchero aiutandoti con la frusta elettrica e poi aggiungendo pian piano sia il latte condensato che il succo di lime e la scorza. Lavoralo per molti minuti. Fallo gonfiare e quando hai ottenuto un composto bello gonfio, liscio e morbido versalo sulla base e infornalo per 15-20 minuti circa. Tiralo fuori e lascia raffreddare prima di mettere la torta in frigo per almeno tre ore prima di servire (che va comunque tirata fuori un po’ prima, a prescindere. Sempre).

Servi con panna montata (facoltativo) e fette di lime per arricchire la presentazione.

Forse potrebbe interessarti leggere...

3 COMMENTS

  1. […] Della Key Lime Pie se ne è parlato in ogni modo, e anche io non mi sono risparmiata purtroppo per l’umanità. Ufficialmente ne ho parlato come la terza ricetta tratta da American Horror Story per la (l’abbandonata, ahimè) rubrica “Cibo e Serie TV”, ma senza dimenticare Dexter. Non contenta l’ho pubblicata anche su RunLovers sognando di correre alle isole Keys. Sottotitolo: correre verso il baretto sulla spiaggia famoso in tutto il mondo dove pare che la preparino con la vecchissima, segreta e originale ricetta che mai si potrà Leggi la ricetta completa su Gikitchen […]

Rispondi a gluci77 Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this